E-R | BUR

n.21 del 01.02.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione di modifiche ed integrazioni al tariffario delle prestazioni dell'Agenzia regionale per la Prevenzione e l'Ambiente (art. 21 comma 1, lett. G., L.R. 44/95)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Premesso che:

- con la Legge regionale 19 aprile 1995, n. 44 è stata istituita l’Agenzia Regionale per la Prevenzione e l’Ambiente (ARPA), ente strumentale della Regione Emilia-Romagna preposto all’esercizio delle funzioni tecniche per la prevenzione collettiva e per i controlli ambientali, nonché all’erogazione di prestazioni analitiche di rilievo sia ambientale sia sanitario (cfr. art. 4, co. 1, L.R. cit.);

- ai sensi dell’art. 21, co. 1, lett. g), della L.R. 44/95, come modificato ex art. 1, co. 1, della L.R. 30 luglio 1999, n. 18, le entrate dell’ARPA sono costituite, tra l’altro, da introiti derivanti dall’effettuazione delle prestazioni erogate a favore di terzi secondo le tariffe stabilite dalla Regione;

- con propria deliberazione n. 2762 del 30/12/2002 è stato approvato il primo Tariffario delle prestazioni di ARPA erogate a favore di terzi secondo anche le disposizioni contenute nell’Accordo di Programma approvato con Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 53 del 12 marzo 2002;

- con successiva deliberazione n. 1567 del 30 luglio 2004, in attuazione dell’art. 21, lett. g) della citata L.R. n. 44 del 1995, sono state definite le tariffe per le prestazioni erogate a favore di terzi, e nel quale, all’art. 18, è previsto che tale documento sia aggiornato periodicamente;

Dato atto che dalla data di approvazione del Tariffario, le modifiche normative intervenute nel frattempo e la concreta applicazione delle tariffe hanno reso necessario provvedere ad una integrazione e revisione del Tariffario al fine di rendere tale strumento maggiormente coerente sia con il nuovo quadro normativo sia con le necessità funzionali dell’Agenzia;

Rilevato che in relazione alle modifiche da apportare al tariffario si è svolto un approfondito confronto fra la Direzione generale di ARPA e la competente Direzione generale all’Ambiente della Regione, pervenendo alle seguenti comuni considerazioni:

- che in relazione alle attività di campionamento, analitiche, fisiche e di valutazioni tecniche, vanno:

  • individuate le nuove prestazioni che vengono effettuate dall’Agenzia addivenendo alla ricognizione di nuove tariffe riferibili all’attività dell’Agenzia;
  • eliminati i riferimenti alle prestazioni non più richieste ad ARPA;
  • che le prestazioni erogate dal Servizio idro-meteo di ARPA erano precedentemente riconducibili ad un Tariffario separato e che pertanto si ravvisa la necessità di ricomprendere in un unico strumento tutte le tariffe delle prestazioni erogate dall’Agenzia, pervenendo alle principali seguenti modifiche al Tariffario:
    • esclusione dall’ambito di applicazione del Tariffario ARPA delle prestazioni inerenti alle attività in materia di AIA già disciplinata dalla DGR n. 1913 del 2008.
    • introduzione di agevolazioni per soggetti specifici (registrazione ambientale EMAS - riduzione 20%, certificazione ISO 14001 - riduzione 10% e certificazione di prodotto Ecolabel - riduzione 20%).
    • introduzione di una nuova tabella per le attività del Servizio Idro - Meteo-Clima concernente Elaborazioni idrometeoclimatologiche complesse (Calmet, Lama, Teleneve, Icecast, Swan).
    • riduzione del costo delle prestazioni del 20% per attività analitiche svolte a favore di enti pubblici e del 10% a favore di privati per volumi superiori ad Euro 20.000.
    • previsione di prestazioni analitiche con richiesta d’urgenza per le quali è stabilita una maggiorazione delle tariffe del 20% rispetto alle tariffe ordinarie.
    • applicazione, per le prestazioni non previste dal Tariffario, del principio di analogia, solo in assenza delle tariffe di ordini professionali.

Rilevato inoltre che in considerazione della particolare situazione economica del paese la Regione ed ARPA hanno concordato di non applicare la rivalutazione automatica delle tariffe già approvate della già citata DGR 1576/04;

Richiamata la Legge regionale 26 novembre 2001, n. 43 recante “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna”;

Richiamate le seguenti deliberazioni della Giunta Regionale, esecutive ai sensi di legge:

  • n. 1057 del 24 luglio 2006 “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;
  • n. 1663 del 27 novembre 2006 “Modifiche all’assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente”;
  • n. 2416/08 del 29 dicembre 2008, esecutiva ai sensi di legge, recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” e ss.mm.;
  • n. 1222 del 4 agosto 2011 avente per oggetto “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1/8/2011)”;

Dato atto del parere allegato;

su proposta dell’Assessore Ambiente, Riqualificazione Urbana;

a voti unanimi e palesi

delibera:

1. di approvare le modifiche e le integrazioni da apportare al vigente tariffario delle prestazioni dell’ARPA, effettuati sulla base dei criteri esposti nella parte narrativa della presente deliberazione, riportate nell’allegato tariffario delle prestazioni dell’ARPA;

2. di fissare la decorrenza delle modifiche ed integrazioni dalla data di pubblicazione della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione;

3. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it