E-R | BUR

n.40 del 16.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

“Realizzazione delle opere di urbanizzazione Piano Particolareggiato Tombanuova”. Decreto di esproprio Rep. n. 108 del 24/1/2022 (Determinazione Dirigenziale n. 116 del 24/1/2022)

Il Dirigente con Decreto di esproprio Rep. n. 108 del 24/1/2022 (Determinazione Dirigenziale n. 116 del 24/1/2022) decreta:

  1. È pronunciata, per quanto in premessa ed a condizione sospensiva che al presente atto sia data esecuzione a termini di legge, l’espropriazione a favore del Comune di Rimini C.F. – p.iva 00304260409, dei beni, indicati all’Elenco Ditte e Piano Particellare di Esproprio, di cui alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 36 del 22/7/2021, aggiornati con alla Determinazione Dirigenziale n. 2671 del 26/11/2021, sulla base dei frazionamenti, acquisiti agli atti con prot. 373405/2021 del 25/11/2021, occorrenti alla realizzazione dell’opera pubblica “ Realizzazione delle opere di urbanizzazione P.P. Tombanuova ” in proprietà della Ditta Soc. Vega srl., come indicato nell’allegato “A” parte integrante del presente decreto, con trasferimento del diritto di proprietà in capo al predetto Comune, beneficiario dell’esproprio;
  2. Di richiamare la nota prot. 0264081/2021 del 25/8/2021 di avviso di deposito del progetto di fattibilità tecnica ed economica definitivo/esecutivo, denominato: “Realizzazione delle opere di urbanizzazione P.P. Tombanuova”, notificato, ai sensi dell’art. 18 del Dpr 327/2001, alla Soc. Vega srl, e al curatore fallimentare, con cui l’ Amministrazione comunale comunicava in particolare che: - trattandosi di aree da cedersi gratuitamente, l’indennità espropriativa dovuta si considerava assorbita dalla capacità edificatoria, attribuita al piano particolareggiato, che rimaneva, comunque, invariata e, quindi, si dava già come corrisposta; - l’Amministrazione Comunale avrebbe provveduto all’emissione del decreto di esproprio con riferimento alle aree, interessate alla realizzazione dell’opera in oggetto;
  3. Di prendere atto che a seguito della nota prot. 0264081/2021 del 25/8/2021 non sono pervenute osservazioni;
  4. Di dare atto che la esecuzione del presente decreto, ai sensi dell’art. 23, commi 1, lettere f) e h) del D.P.R. 8/6/2001, n. 327, sarà effettuata mediante l'immissione in possesso nelle aree espropriate e con redazione dei verbali, di cui all’art. 24 del suddetto D.P.R., previa notifica agli interessati, nelle forme e con le modalità previste dalla lettera g) del citato art.23;
  5. Di stabilire che il presente provvedimento sarà, a cura dell’Ufficio Espropri, notificato ai destinatari interessati, nonché registrato, trascritto e volturato presso i competenti Uffici;
  6. Di stabilire, altresì che il presente Decreto sarà pubblicato, per estratto, sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 23 comma 5 del D.P.R. 8/6/2001, n. 327.
  7. Di dare atto che ai fini della realizzazione dell’opera in considerazione non si sono verificati i presupposti per la determinazione urgente dell’indennità provvisoria di esproprio, né è stato emanato il decreto di “occupazione d’urgenza, preordinata all’espropriazione”;
  8. Di precisare che il presente decreto di esproprio tiene luogo della cessione a titolo gratuito, di cui alla convenzione urbanistica, stipulata con atto a rogito della Dott.ssa Francesca Ecuba in data 11/7/2008, repertorio n. 73154, Raccolta n. 17912 e, a fronte del trasferimento in capo al Comune di Rimini della proprietà, a titolo originario, dei beni, oggetto di ablazione, non vi è erogazione di alcun corrispettivo;
  9. Di precisare che avverso il presente atto può essere proposta impugnativa, ai sensi dell’art. 53 D.P.R. 327/2001, attraverso ricorso giudiziario al TAR Emilia-Romagna ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato, rispettivamente entro 60 e 120 giorni dal ricevimento della notifica;
  10. Di dare atto che il presente decreto di esproprio è esente dall’imposta di bollo, dai diritti catastali e dagli emolumenti ipotecari, ai sensi dell’art. 22, tab. b, allegata al D.P.R. n.642 del 1972 e della L. 1149/1967;
  11. Di richiamare l’art. 32 del Dpr n. 601/1973 ai fini del pagamento dell’imposta di registro in misura fissa, con esenzione dalle imposte ipotecaria e catastale;
  12. Di dare atto che responsabile di procedimento è l’Ing. Alberto Dellavalle, Dirigente del Settore Infrastrutture e Qualità Ambientale.

Allegato “A” al Decreto di esproprio Rep. n. 108 del 24/1/2022

Determinazione Dirigenziale n. 116 del 24/1/2022.

Aree in esproprio, di cui al Piano Particellare ed elenco ditte:

Comune Censuario Rimini

Ditta 1 :

- VEGA S.R.L. p.i. 02684850403, proprietà 1/1

aree individuate al C.T. Foglio 147:

- mappale 1100 (già mappale 877 /parte) di mq. 313 seminativo arborato;

- mappale 1098 (già mappale 1035 /parte) di mq.330 seminativo arborato;

- mappale 715 di mq. 102 vigneto;

- mappale 744 mq. 18 seminativo arborato;

- mappale 846 di mq. 188 seminativo arborato;

- mappale 849 di mq. 45, seminativo arborato;

- mappale 854 di mq. 193 seminativo arborato;

- mappale 866 di mq. 499 seminativo arborato;

- mappale 882 di mq. 144 seminativo arborato;

- mappale 1001 di mq. 136 seminativo arborato

- mappale 1002 di mq. 1894 seminativo arborato;

- mappale 1003 di mq. 1143 vigneto;

- mappale 1004 di mq. 654 vigneto;

- mappale 1022 di mq. 456 seminativo arborato;

- mappale 1024 di mq. 455 canneto;

- mappale 1032 di mq. 387 seminativo arborato;

- mappale 1033 di mq. 873 seminativo arborato;

- mappale 1034 di mq.1929 seminativo arborato;

- mappale 1037 di mq. 371 seminativo arborato;

- mappale 1038 di mq. 381 seminativo arborato;

- mappale 1045 di mq. 298 seminativo arborato;

- mappale 1046 di mq. 229 seminativo arborato;

aree individuate al Catasto Fabbricati foglio 147:

- mappale 1101 (già mappale 886 /parte) di mq. 361 area urbana;

- mappale 841 di mq. 439 area urbana;

- mappale 885 di mq. 248 area urbana;

- mappale 1029 di mq. 152 area urbana;

- mappale 1030 di mq. 178 area urbana;

Confini: omissis

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it