E-R | BUR

n. 90 del 16.06.2011 (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione dell'"invito a presentare operazioni di orientamento professionale rivolto a donne adulte con metodologia 'retravailler'. Risorse di cui al art. 1 lettera a) del decreto del Ministro delle pari opportunità del 12 maggio 2009"

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamate:

- la deliberazione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna n. 38 del 29/3/2011 “Linee di programmazione e indirizzi per il sistema formativo e per il lavoro 2011/2013. (Proposta della Giunta regionale in data 7/3/2011, n. 296)”;

- la L.R. n. 12 del 30 giugno 2003 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale anche in integrazione tra loro”e s.m;

- la L.R. n. 17 del 1 agosto 2005 “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro”;

Visti in particolare:

- l’art. 19, comma 3, del Decreto Legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, che ha istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri il Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità, al fine di promuovere le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità;

- il Decreto del Ministro per le Pari Opportunità del 12 maggio 2009, art. 1, lettera a), che destina parte delle risorse del Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità, fino a € 40.000.000,00, alla realizzazione di “un sistema di interventi per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro” e che stabilisce che i “criteri di ripartizione delle risorse, le finalità, le modalità attuative nonché il monitoraggio degli interventi realizzati” siano definiti mediante specifica intesa ai sensi dell’art. 8, comma 6, della legge 131/2003;

- l’Intesa siglata il 29 aprile 2010 in Conferenza Unificata Atto Rep. 26/CU relativa ai “Criteri di ripartizione delle risorse, le finalità, le modalità attuative nonché il monitoraggio del sistema di interventi per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro di cui al Decreto del Ministro per le pari opportunità del 12 maggio 2009 inerente la ripartizione delle risorse del Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità per l’anno 2009”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 177/2003 “Direttive regionali in ordine alle tipologie di azione ed alle regole per accreditamento degli organismi di formazione professionale” e ss.mm.ii;

- n. 105/2010 “Revisione alle disposizioni in merito alla programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 11/2/2008 n. 140 e aggiornamento degli standard formativi di cui alla Deliberazione della Giunta regionale 14/2/2005, n. 265” e s.m;

- n. 481/2011 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla D.G.R. n. 125 del 31 gennaio 2011, e dell’elenco degli organismi accreditati per l’obbligo d’istruzione ai sensi della D.G.R. n. 2046/2010”;

- n. 532/2011 “Accordo fra Regione e Province dell’Emilia-Romagna per il coordinamento della Programmazione 2011/2013 per il sistema formativo e per il lavoro (L.R. 12/03 - L.R. 17/05)”;

Viste:

- la legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e s.m;

- le determinazioni dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 18 novembre 2010, n.8 e del 22 dicembre 2010, n. 10 in materia di tracciabilità finanziaria ex art.3, legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche;

Richiamata altresì la deliberazione di Giunta regionale n. 1432/2010 “Approvazione programma attuativo previsto dall’intesa sugli interventi di conciliazione siglata in Conferenza Unificata il 29/04/2010”;

Ritenuto di dare attuazione ad un programma regionale unitario di cui alla propria deliberazione n. 1432/2010, sopra citata, all’interno del quale le attività oggetto del presente Invito rappresentano una componente;

Dato atto che il suddetto programma prevede, in attuazione della Finalità specifica prevista dall’Intesa, di facilitare il rientro al lavoro di lavoratrici che abbiano usufruito di congedo parentale o per motivi comunque legati ad esigenze di conciliazione, un intervento di orientamento professionale rivolto a donne adulte basato sulla metodologia “Retravailler”;

Ritenuto pertanto di approvare l’Allegato “Invito a presentare operazioni di Orientamento professionale rivolto a donne adulte con metodologia ‘Retravailler’. Risorse di cui al art. 1 lettera a) del Decreto del Ministro delle Pari Opportunità del 12 maggio 2009” parte integrante e sostanziale del presente atto;

Evidenziato che con il suddetto Invito si intende rendere disponibili, su tutto il territorio regionale, interventi per facilitare il rientro al lavoro di lavoratrici che abbiano usufruito di congedo parentale o siano uscite dal mercato del lavoro per motivi legati ad esigenze di conciliazione in attuazione della propria deliberazione n. 1432/2010; 

Tenuto conto che le operazioni dovranno essere formulate ed inviate secondo le modalità e nei termini riportati nel succitato Allegato, ed in particolare che al fine di mantenere una dimensione regionale unitaria delle singole attività potranno essere candidate solo operazioni che comprendono la totalità degli interventi previsti e la copertura dell’intero territorio regionale;

Dato atto che la valutazione delle operazioni di cui all’Allegato, verrà effettuato da un Nucleo di valutazione interno all’Assessorato Scuola, Formazione professionale, Università e Ricerca, Lavoro” che verrà nominato con successivo atto del Direttore Generale “Cultura, Formazione e Lavoro”;

Ritenuto di prevedere che al termine della valutazione relativa alle operazioni pervenute, verrà redatta una graduatoria per punteggio conseguito e che sarà approvata e finanziata una sola operazione;

Dato atto che le risorse disponibili per la realizzazione delle iniziative afferenti al presente Invito sono pari a Euro 609.123,00 di cui al Decreto del Ministro per le Pari Opportunità del 12 maggio 2009, art. 1, lettera a), Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità;

Richiamate le Leggi Regionali:

- n. 40/2001 “Ordinamento contabile della Regione Emila-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4”;

- n. 43/2001 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emila-Romagna” ss.mm;

- n. 14/2010 “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’articolo 40 della legge regionale 15 novembre 2001, n. 40 in coincidenza con l’approvazione del bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2011 e del bilancio pluriennale 2011-2013”;

- n. 15/2010 “Bilancio di previsione della Regione Emila-Romagna per l’anno finanziario 2011 e bilancio pluriennale 2011-2013”;

Viste le proprie deliberazioni:

- n. 1057/2006 “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta Regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;

- n. 1663/2006 “Modifiche all’assetto delle Direzioni Generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente.”;

- n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm;

- n. 1173/2009 recante “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1/8/2009)”;

- n. 1377/2010 “Revisione dell’assetto organizzativo di alcune Direzioni Generali”così come rettificata dalla deliberazione n. 1950/2010;

- n. 2060/2010 “Rinnovo incarichi a direttori generali della Giunta regionale in scadenza al 31/12/2010”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

 delibera

1) di approvare, per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate, l’”Invito a presentare operazioni di Orientamento professionale rivolto a donne adulte con metodologia “Retravailler”. Risorse di cui al art. 1 lettera a) del Decreto del Ministro delle Pari Opportunità del 12 maggio 2009” Allegato parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2) di dare atto che la copertura finanziaria per la realizzazione delle iniziative afferenti al presente Invito sono pari a Euro 609.123,00 di cui al Decreto del Ministro per le Pari Opportunità del 12 maggio 2009, art. 1, lettera a), Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità;

3) di stabilire che la valutazione delle operazioni di cui all’Allegato, verrà effettuato da un Nucleo di valutazione interno all’Assessorato Scuola, Formazione professionale, Università e Ricerca, Lavoro” che verrà nominato con successivo atto del Direttore Generale “Cultura, Formazione e Lavoro”;

4) di dare atto di prevedere che al termine della valutazione relativa alle operazioni pervenute, verrà redatta una graduatoria per punteggio conseguito e che sarà approvata e finanziata una sola operazione;

5) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it