E-R | BUR

n.178 del 15.06.2021 Parte Seconda)

XHTML preview

POR FESR 2014-2020 - Asse 5 "valorizzazione delle risorse artistiche, culturali ed ambientali "- Azioni 6.6.2 ( promozione beni ambientali) e 6.7.2 (promozione beni culturali) – Modifica scadenze di presentazione delle istanze e modalità di cui alla delibera di Giunta regionale n. 1402/2017

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

  • la comunicazione della Commissione Europea COM (2010) 2020 “Europa 2020: una strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva” adottata dalla Commissione Europea nel marzo 2010 e dal Consiglio Europeo il 17 luglio 2010 per uscire dalla crisi e per preparare l’economia del XXI secolo;
  • il Regolamento (UE) n. 1301/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale e a disposizioni specifiche concernenti l'obiettivo "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" e che abroga il regolamento (CE) n. 1080/2006;
  • il Regolamento n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca compresi nel quadro strategico comune e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione, relativo al periodo della nuova programmazione 2014-2020 che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 ed in particolare l'art.123 paragrafo 6;
  • il Regolamento delegato (UE) N. 480/2014 della Commissione del 3 marzo 2014 che integra il regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca;
  • la Decisione di Esecuzione C(2015) 928 del 12/2/2015 della Commissione Europea che ha approvato il Programma Operativo Regionale (in seguito POR FESR) 2014/2020 dell’Emilia-Romagna nel suo testo definitivo;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 179 del 27/2/2015 recante “Presa d'atto del Programma Operativo FESR Emilia-Romagna 2014-2020 e nomina dell’autorità di gestione”;
  • l’Accordo di Partenariato approvato dalla Commissione Europea con decisione C(2014) 8021 del 29/10/2014;

Premesso:

– che il POR FESR 2014-2020 dell’Emilia-Romagna risulta costituito da 6 Assi prioritari che costituiscono la struttura operativa sulla quale si basa il raggiungimento degli obiettivi strategici e specifici in esso individuati;

– che nell’ambito dei suddetti Assi prioritari è presente l’Asse 5, recante “Valorizzazione delle risorse artistiche, culturali e ambientali”;

– che il suddetto Asse 5 presenta la priorità di investimento 6c, che mira a conservare, promuovere e sviluppare il patrimonio naturale e culturale;

– che nell’ambito della priorità di investimento 6c sopra citata sono individuati, tra gli altri, gli obiettivi specifici 6.6 e 6.7 con i quali la Regione intende favorire rispettivamente il miglioramento delle condizioni e degli standard di offerta e fruizione del patrimonio nelle aree di attrazione naturale e il miglioramento delle condizioni e degli standard di offerta e fruizione del patrimonio culturale nelle aree di attrazione e che sono state individuate le seguenti attività:

- 6.6.1 Interventi per la tutela e la valorizzazione di aree di attrazione naturale di rilevanza strategica (aree protette in ambito terrestre e marino, paesaggi tutelati) tali da consolidare e promuovere processi di sviluppo;

- 6.6.2 Sostegno alla diffusione della conoscenza e alla fruizione del patrimonio naturale attraverso la creazione di servizi e/o sistemi innovativi e l’utilizzo di tecnologie avanzate;

- 6.7.1 Interventi per la tutela, la valorizzazione e la messa in rete del patrimonio culturale, materiale e immateriale, nelle aree di attrazione di rilevanza strategica, tali da consolidare e promuovere processi di sviluppo;

- 6.7.2 Sostegno alla diffusione della conoscenza e alla fruizione del patrimonio culturale, materiale e immateriale, attraverso la creazione di servizi e/o sistemi innovativi e l’utilizzo di tecnologie avanzate;

Dato atto cheil Comitato di Sorveglianza del POR FESR 2014-2020 ha approvato nella prima sessione del 31 marzo 2015 i Criteri di selezione delle operazioni relative alle singole attività di ogni Asse del POR FESR 2014/2020 integrati con procedura scritta dell’11 giugno 2015 e con decisione del comitato di sorveglianza del 28 gennaio 2016;

Dato atto che per dare attuazione alle sopra citate azioni 6.6.1 e 6.7.1, la Regione Emilia-Romagna ha approvato, con deliberazione di Giunta n. 2176 del 21 dicembre 2015 e ss.mm.ii., un bando per progetti di qualificazione dei beni ambientali e culturali e che con delibera n. 1737/2016, concernente: “POR- FERS 2014-2020 - ASSE 5- MISURE 6.6.1, 6.7.1 RECEPEMENTO DELLE GRADUATORIE APPROVATE DA PARTE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE. APPRVAZIONE GRADUATORIA DI FINANZIAMENTO DEI PROGETTI AZIONI 6.6.1. 6.7.1. DELEGA AL DIRIGENTE PER LA CONCESSIONE E IMPEGNO DELLE RISORSE. APPROVAZIONE SCHEMI DI CONVENZIONI”, sono state approvate le graduatorie relative alle attività 6.6.1 e 6.7.1, con atto dirigenziale n. 18155 del 24 novembre 2016, sono stati finanziati 5 progetti relativamente alla attività 6.6.1 e 18 progetti relativamente alla attività 6.7.1;

Considerato che le azioni 6.6.2 e 6.7.2 sono finalizzate alla realizzazione di attività di promozione rivolte alla valorizzazione, alla conoscenza ed alla fruizione dei beni ambientali e culturali riguardanti i progetti selezionati con deliberazione n. 1737/2016 e finanziati con atto dirigenziale n. 18155/2016 e successivamente con proprie deliberazioni n. 467/2018, 938/219 e 157/2020;

Dato atto che con propria deliberazione n. 1402 del 25/09/2017: “POR-FESR 2014-2020 ASSE 5 AZIONI 6.6.2. E 6.7.2. – APPROVAZIONE DELLE MODALITA' PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI PROMOZIONE, con sui si è attivata la procedura di selezione dei progetti ed è stata fissata come scadenza annuale per la selezione dei progetti il 31 luglio di ogni anno fino al 2022.

Dato atto della determinazione dirigenziale n. 7264/2017: ”Istituzione del nucleo per la valutazione dei progetti presentati dagli Enti locali in attuazione dell’azione 6.6.2 dell’Asse 5 del Por Fesr 2014-2020” integrata con determinazione n. 16269 del 17/10/2017: POR FESR 2014-2020 ASSE 5 - INTEGRAZIONE DELLE FUNZIONI DEL NUCLEO NOMINATO CON DETERMINAZIONE N. 7264/2017 PER LA VALUTAZIONE DEI PROGETTI PRESENTATI DAGLI ENTI LOCALI IN ATTUAZIONE DELL'AZIONE 6.6.2 (PROMOZIONE BENI AMBIENTALI) CON LA VALUTAZIONE DEI PROGETTI PRESENTATI AI SENSI DELL'AZIONE 6.7.2 (PROMOZIONE BENI CULTURALI) modificata con determinazione dirigenziale n. 12342/2018;

Dato atto che in allegato alla propria deliberazione n. 2051/2017 sono stati approvati agli allegati 3,4,5,6 gli schemi di convenzione da sottoscrivere fra Regione e beneficiari per l’attuazione degli interventi di cui alle azioni 6.6.2 e 6.7.2 dell’asse 5 POR-FESR 2014-2020;

Dato atto che sul bilancio di previsione 2021-2023 per il finanziamento per le misure 6.6.2 e 6.7.2 con propria deliberazione n. 806 del 31 maggio 2021 “VARIAZIONE DI BILANCIO AI SENSI DELL'ART. 51, D.LGS. N. 118/2011 E SS.MM.II. - VARIAZIONI COMPENSATIVE FRA CAPITOLI RELATIVI AL POR FESR 2014/2020” sono state allocate complessivamente risorse per € 150.000,00 per l’anno 2021 sui capitoli di spesa:

- cap. 22079 CONTRIBUTI ALLE AMMINISTRAZIONI LOCALI PER LA DIFFUSIONE DELLA CONOSCENZA E LA FRUIZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO,CULTURALE ED AMBIENTALE E PER LA TUTELA, VALORIZZAZIONE E MESSA IN RETE DEL PATRIMONIO CULTURALE E PER IL SOSTEGNO ALLA FRUIZIONE INTEGRATA DELLE RISORSE CULTURALI E NATURALI E ALLA PROMOZIONE DI DESTINAZIONI TURISTICHE (ASSE 5, ATTIVITÀ 6.6.2, 6.7.1, 6.7.2 E 6.8.3 POR FESR 2014/2020; REG. CE 1303/2013; DECISIONE C (2015) 928) - QUOTA UE ¸22080,22081 per il finanziamento del programma 2021 delle azioni 6.6.2 e 6.7.2 POR -FESR asse 5 per € 75.000,00;

- Cap. 22080 “CONTRIBUTI ALLE AMMINISTRAZIONI LOCALI PER LA DIFFUSIONE DELLA CONOSCENZA E LA FRUIZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO, CULTURALE ED AMBIENTALE E PER LA TUTELA, VALORIZZAZIONE E MESSA IN RETE DEL PATRIMONIO CULTURALE E PER IL SOSTEGNO ALLA FRUIZIONE INTEGRATA DELLE RISORSE CULTURALI E NATURALI E ALLA PROMOZIONE DI DESTINAZIONI TURISTICHE (ASSE 5, ATTIVITÀ 6.6.2, 6.7.1, 6.7.2 E 6.8.3 POR FESR 2014/2020; L. 183/1987; DELIBERA CIPE 10/2015) - QUOTA STATO per € 52.500,00;

- Cap. 22081 “CONTRIBUTI ALLE AMMINISTRAZIONI LOCALI PER LA DIFFUSIONE DELLA CONOSCENZA E LA FRUIZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO, CULTURALE ED AMBIENTALE E PER LA TUTELA, VALORIZZAZIONE E MESSA IN RETE DEL PATRIMONIO CULTURALE E PER IL SOSTEGNO ALLA FRUIZIONE INTEGRATA DELLE RISORSE CULTURALI E NATURALI E ALLA PROMOZIONE DI DESTINAZIONI TURISTICHE (ASSE 5, ATTIVITÀ 6.6.2, 6.7.1., 6.7.2 E 6.8.3 POR FESR 2014/2020; REG. CE 1303/2013; DECISIONE C (2015) 928) - QUOTA REGIONE per € 22.500,00;

Considerato che con le risorse disponibili si ritiene opportuno finanziare nell’anno 2021 prioritariamente gli interventi che prevedono iniziative promozionali che siano completate entro l’anno 2021;

Dato atto che per consentire tali finanziamenti è indispensabile verificare il quadro programmatorio anticipando la presentazione delle domande di finanziamento e che pertanto il termine previsto al paragrafo 7 della citata propria deliberazione n. 1402/2017 per l’anno 2021 è anticipato al 5 luglio. La scadenza per l’anno 2022 è fissata al 15 giugno;

Considerato pertanto di prevedere una modifica ed integrazione ai criteri di valutazione previsti con la citata propria deliberazione n. 1402/2017 introducendo la priorità per i progetti che saranno realizzati completamente nel 2021, fermo restando che gli interventi saranno ammessi a contributo solo se conformi alla verifica dell’ammissibilità formale e sostanziale e ove ottengano in base alle risultanze del nucleo di valutazione il punteggio minimo stabilito di 6/10 per ognuno dei parametri di valutazione stabiliti con propria deliberazione n. 1402/2017;

Ritenuto al riguardo di stabilire che in relazione al bando in scadenza al 5 luglio 2021 i contributi saranno concessi agli interventi ammissibili, nei limiti delle disponibilità di bilancio all’esercizio 2021, in base alla formazione di una graduatoria sulla base dei seguenti criteri:

a) priorità agli interventi che saranno completamente realizzati entro il 31/12/2021;

b) maggiore punteggio derivante dalle risultanze del Nucleo di valutazione in applicazione dei parametri previsti dalla propria deliberazione n. 1402/2017;

Dato atto che nel caso in cui si rendessero disponibili ulteriori risorse si provvederà allo scorrimento della graduatoria di cui sopra dei progetti non finanziati;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche;

Visti:

- il D. Lgs. 23 giugno 2011, n. 118, “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 111 del 28/1/2021, avente ad oggetto “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2416/2008 avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.ii.;

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna;

- n. 2013/2020, n. 2018/2020 e n. 771/2021;

Richiamate inoltre le seguenti determinazioni del Direttore Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro, dell’Impresa:

- n. 2373 del 22 febbraio 2018 “Conferimento dell'incarico dirigenziale di responsabile del Servizio ‘Turismo, Commercio e Sport’”;

- n. 23213 del 10 dicembre 2020 ad oggetto “Conferimento incarichi dirigenziali e proroga degli incarichi dirigenziali in scadenza;

Viste le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il Responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore regionale Mobilità e Trasporti, Infrastrutture, Turismo e Commercio

A voti unanimi e palesi

delibera

1) di anticipare la scadenza annuale di presentazione delle domande di finanziamento POR-FESR asse 5 azioni 6.6.2. e 6.7.2 (progetti di promozione) connessi agli interventi strutturali finanziati in base alle misure 6.6.1 e 6.7.1 del POR-FESR 2014-2020, prevista al punto 7 della propria deliberazione n. 1402/17 alla data del 5 luglio per l’anno 2021 e alla data del 15 giugno per l’anno 2022. Le domande di finanziamento per l’anno 2021 dovranno essere inviate tramite PEC (posta elettronica certificata) al seguente indirizzo: comtur@postacert.regione.emilia-romagna.it utilizzando i format approvati in allegato al presente atto;

2) di stabilire che gli interventi saranno ammessi a contributo solo se conformi alla verifica dell’ammissibilità formale e sostanziale e ove ottengano in base alle risultanze del nucleo di valutazione il punteggio minimo stabilito di 6/10 per ognuno dei parametri di valutazione stabiliti con propria deliberazione n. 1402/2017;

3) di stabilire altresì, che in relazione al bando in scadenza al 5 luglio 2021 i contributi saranno concessi agli interventi ammissibili, nei limiti delle disponibilità di bilancio all’esercizio 2021, in base alla formazione di una graduatoria sulla base dei seguenti criteri:

c) priorità agli interventi che saranno completamente realizzati entro il 31/12/2021;

d) maggiore punteggio derivante dalle risultanze del Nucleo di valutazione in applicazione dei parametri previsti dalla propria deliberazione n. 1402/2017;

4) di dare atto che nel caso in cui si rendessero disponibili ulteriori risorse si provvederà allo scorrimento della graduatoria di cui al punto 3 dei progetti non finanziati.

5) di approvare i seguenti allegati parti integranti e sostanziali del presente atto:

- allegato 1 (note di compilazione)

- allegato 2MODELLO 1.A - PROGRAMMA 2021 SCHEMA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI FINANZIAMENTO BENEFICIARIO SINGOLO – AZIONE 6.6.2 (PROMOZIONE BENI NATURALI)

- allegato 3MODELLO 1.B -PROGRAMMA 2021 SCHEMA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI FINANZIAMENTO - BENEFICIARIO SINGOLO – AZIONE 6./.2 (PROMOZIONE BENICULTURALI)

- allegato 4MODELLO 2.A – PROGRAMMA 2021 SCHEMA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI FINANZIAMENTO – BENEFICIARI ASSOCIATI – AZIONE 6.6.2 (PROMOZIONE BENI NATURALI)

- allegato 5 MODELLO 2 B -PROGRAMMA 2021 SCHEMA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI FIANANZIAMENTO – BENEFICIARI ASSOCIATI – AZIONE 6.7.2 (PROMOZIONE BENI CULTURALI)

6) di precisare inoltre che gli interventi prioritari finanziati dovranno essere realizzati obbligatoriamente entro il 2021 e pertanto che agli stessi non si applica quanto previsto dell’art. 6 degli schemi di convenzione approvati in base al punto 7 del dispositivo della propria deliberazione 2051/2017 ed inseriti negli allegati 3 (schema per beneficiari singoli – Azione 6.6.2), 4 (schema per beneficiari associati – Azione 6.6.2), 5 (schema per beneficiari singoli – Azione 6.7.2) e 6 (schema per beneficiari associati – Azione 6.7.2), della stessa deliberazione. Sono fatte salve cause di forza maggiore o situazioni non dipendenti dalla volontà del soggetto beneficiario e pertanto l’art. 6 della convenzione che sarà stipulata in caso di progetti ammessi come prioritari è sostituito come segue:

“art 6. Tempistiche di realizzazione di progetti

1. le attività progettuali dovranno essere completate entro il 31/12/2021.

2. eventuali slittamenti delle attività con conseguente riaccertamento degli impegni ad esercizi successivi per sole causa di forza maggiore o in caso di eventi imprevisti o imprevedibili indipendenti dalla volontà del soggetto beneficiario, da comunicarsi entro il 31 gennaio 2022, dovrà essere approvato dal Servizio regionale competente e non potrà comunque superare la data del 31/12/2022”;

7) di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

8) di pubblicare integralmente la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico;

9) di rendere pubblica infine la presente determinazione sul sito http://fesr.regione.emilia-romagna.it .

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it