E-R | BUR

n.202 del 04.07.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Autorizzazione del sostegno al reddito a favore dei lavoratori autonomi o parasubordinati delle aree colpite dal sisma del maggio 2012 delle province di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia, di cui alla DGR 1857/2013 e ss.mm.

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il Decreto del Ministro del Lavoro e della Politiche Sociali adottato di concerto con Il Ministro dell’Economia e della Finanze n. 75719 del 17/9/2013 “Modalità di attuazione per il riconoscimento di sostegno al reddito in favore dei lavoratori operanti nei Comuni colpiti dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012.”, ed in particolare l’art. 4 “Prestazioni in favore dei lavoratori autonomi e dei titolari di impresa individuale”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 1857 del 9/12/2013 “Attuazione contenuti del Decreto ministeriale n. 75719 del 17/9/2013. Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga per il sisma. Sesto provvedimento di autorizzazione. Approvazione avviso pubblico per domande di trattamenti in deroga a causa del sisma per ulteriori beneficiari”, ed in particolare l’allegato D1 “Avviso pubblico per la presentazione delle richieste di sostegno al reddito a favore dei lavoratori delle aree colpite dal sisma del maggio 2012 delle Province di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia di cui agli artt. 3 e 4 del Decreto Legge n. 74/2013, convertito con modificazioni dalla L. 1 agosto 2012, n. 122.”;

- n. 139 del 10 febbraio 2014 “Modifiche all’avviso pubblico per domande di trattamenti in deroga a causa sisma per ulteriori beneficiari di cui all’allegato D1 della DGR 1857/2013”;

- n. 876 del 17 giugno 2014 “Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga per sisma. Nono provvedimento di autorizzazione” con la quale si è provveduto ad autorizzare il trattamento di sostegno al reddito dei lavoratori di cui ai punti 1, 2 e 3 dell’allegato D1, parte integrante e sostanziale della propria deliberazione n. 1857/2013 sopra citata; 

Preso atto che sono pervenute al Servizio Lavoro n. 5.192 domande di accesso al sostegno al reddito da parte dei soggetti di cui al punto 4. dell’Allegato D1 della propria deliberazione n. 1857/2013 e s.m. sopra richiamato e cioè: “collaboratori coordinati e continuativi, i titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale, i lavoratori autonomi, ivi compresi i titolari di attività di impresa e professionali, iscritti a qualsiasi forma obbligatoria di previdenza e assistenza, che abbiano dovuto sospendere l’attività a causa degli eventi sismici”;

Preso atto inoltre che:

- per n. 6 domande è stato richiesto l’annullamento da parte degli interessati, con lettera conservata agli atti del Servizio Lavoro, elencate nell’allegato 2. “Domande di accesso al sostegno al reddito da parte dei soggetti di cui al punto 4. dell’Allegato D1 della propria deliberazione n. 1857/2013 e s.m. ANNULLATE”, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

- n. 45 soggetti indicati all’allegato 3. “Elenco dei soggetti di cui al punto 4. dell’Allegato D1 della propria deliberazione n. 1857/2013 e s.m. che hanno presentato più domande”, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, hanno presentato due domande relative al medesimo beneficio e che pertanto ai fini dell’istruttoria, sarà considerata per ciascun soggetto un’unica domanda;

Tenuto conto dell’istruttoria formale da parte del Servizio Lavoro, volta a verificare la sussistenza dei requisiti per l’accesso al sostegno al reddito da parte dei soggetti di cui al punto 4. dell’allegato D1 di cui al paragrafo che precede, le cui risultanze sono conservate agli atti del Servizio stesso, dalla quale è emerso quanto segue:

- n. 5.026 domande cui all’allegato 1. “Elenco dei collaboratori coordinati e continuativi, titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale, lavoratori autonomi, ivi compresi i titolari di attività di impresa e professionali, iscritti a qualsiasi forma obbligatoria di previdenza e assistenza, ammessi al sostegno al reddito per sospensione dell’attività a causa degli eventi sismici”, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, sono risultate ammissibili al beneficio per l’accesso al sostegno al reddito di cui sopra;

- n. 115 domande sono risultante inammissibili al beneficio di cui sopra;

Ritenuto, pertanto, del suddetto esito dell’istruttoria formale da parte del Servizio Lavoro di cui sopra, con la presente deliberazione, di:

- autorizzare n. 5.026 domande di cui all’allegato 1. “Elenco dei collaboratori coordinati e continuativi, titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale, lavoratori autonomi, ivi compresi i titolari di attività di impresa e professionali, iscritti a qualsiasi forma obbligatoria di previdenza e assistenza, ammessi al sostegno al reddito per sospensione dell’attività a causa degli eventi sismici”, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, per le quali il Servizio Lavoro ha verificato la sussistenza dei requisiti per l’accesso al sostegno al reddito;

- stabilire che il Responsabile del Servizio Lavoro provvederà con propri successivi atti ad approvare l’elenco delle domande risultate inammissibili per le quali il Servizio stesso ha verificato la non sussistenza dei requisiti per l’accesso al sostegno al reddito;

Visti:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche;

- le proprie deliberazioni n. 1057 del 24 luglio 2006, n. 1663 del 27 novembre 2006, n. 1377/2010 così come rettificata dalla n. 1950/2010, n. 2060 del 20 dicembre 2010, n. 1642 del 14 novembre 2011 e n. 221 del 27 febbraio 2012;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007.” e ss.mm.;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta congiunta degli Assessori regionali competenti per materia;A voti unanimi e palesi;delibera

per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate di:

1. prendere atto degli esiti dell’istruttoria riportati in premessa e diautorizzare n. 5.026 domande di cui all’allegato 1. “Elenco dei collaboratori coordinati e continuativi, titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale, lavoratori autonomi, ivi compresi i titolari di attività di impresa e professionali, iscritti a qualsiasi forma obbligatoria di previdenza e assistenza, ammessi al sostegno al reddito per sospensione dell’attività a causa degli eventi sismici”, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, per le quali il Servizio Lavoro ha verificato la sussistenza dei requisiti per l’accesso al sostegno al reddito;

2. prendere atto altresì dei seguenti allegati:

- allegato 2. “Domande di accesso al sostegno al reddito da parte dei soggetti di cui al punto 4. dell’Allegato D1 della propria deliberazione n. 1857/2013 e s.m. ANNULLATE”,

- allegato 3. “Elenco dei soggetti di cui al punto 4. dell’Allegato D1 della propria deliberazione n. 1857/2013 e s.m. che hanno presentato più domande”, parti integranti e sostanziali del presente provvedimento;

3. stabilire che il Responsabile del Servizio Lavoro provvederà con propri successivi atti ad approvare l’elenco delle domande per le quali il Servizio stesso ha verificato la non sussistenza dei requisiti per l’accesso al sostegno al reddito;

4. comunicare alla Direzione Generale dell’INPS l’elenco dei soggetti di cui al precedente punto 1. del presente dispositivo, per i provvedimenti di competenza;

5. pubblicare la presente deliberazione sia nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, sia sul portale tematico http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it