E-R | BUR

n.228 del 02.08.2013 (Parte Seconda)

XHTML preview

Catalogo interregionale Altaformazione - Annualità 2013. approvazione degli esiti dell'istruttoria effettuata sugli organismi di formazione in attuazione alla DGR 593/13

 IL RESPONSABILE

Visti e Regolamenti (CE):

- n. 1081/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006, relativo al Fondo sociale europeo e recante abrogazione del regolamento (CE) n. 1784/1999;

- n. 396/2009 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 6/5/2009 che modifica il regolamento n. 1081/2006 relativo al Fondo Sociale Europeo per estendere i tipi di costi ammissibili a un contributo del FSE;

- n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio 2006, recante le disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione, e che abroga il regolamento (CE) n. 1260/1999;

- n. 284/2009 del Consiglio del 7 aprile 2009 che modifica il regolamento (CE) n. 1083/2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione, per quanto riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;

- 539/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 giugno 2010 che modifica il regolamento n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria;

- n. 1828/2006 della Commissione dell’8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/06 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e del regolamento (CE) n. 1080/06 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale;

- n. 846/2009 della Commissione del 1 settembre 2009 di modifica del regolamento (CE) n. 1828/2006 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e del regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale; 

Richiamati: 

- la deliberazione del C.I.P.E. n. 36 del 15/6/2007 (pubblicata sulla GU n. 241 del 16/10/2007) concernente “Definizione dei criteri di cofinanziamento pubblico nazionale degli interventi socio strutturali comunitari per il periodo di programmazione 2007/2013”;

- il Quadro strategico nazionale per il 2007/2013 previsto dall’art. 27 del Regolamento generale Ce 1083/2006 sui Fondi Strutturali, approvato con Decisione comunitaria n. C(2007) 3329 del 13/7/2007;

-il Decreto del Presidente della Repubblica n. 196 del 3/10/2008 “Regolamento di esecuzione del Regolamento (CE) 1083/2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione” pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 294 del 17/12/2008; 

Richiamati altresì:

- la deliberazione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna n. 101 dell’1/3/2007 “Programma Operativo regionale per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013 - Ob. 2 Competitività e Occupazione” (Proposta della Giunta regionale in data 12/2/2007 n. 159);

- la decisione di approvazione C(2007)5327 del 26/10/2007 del “Programma Operativo regionale per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013 - Ob. 2 Competitività ed Occupazione da parte della Commissione Europea;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 1681 del 12/11/2007 recante “POR FSE Emilia-Romagna obiettivo 2 “Competitività regionale ed occupazione” 2007-2013 Presa d’atto della decisione di approvazione della Commissione Europea ed individuazione dell’Autorità di Gestione e delle relative funzioni e degli Organismi Intermedi”;

- la decisione C(2011)7957 del 10/11/2011 recante modifica della decisione C(2007) 5327 del 26/10/2007 che adotta il Programma Operativo regionale per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013 - ob. 2 Competitività e Occupazione della Regione Emilia-Romagna CCI2007IT052PO002;

- la deliberazione n. 38 del 29/3/2011 dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna “Linee di programmazione e indirizzi per il sistema formativo e per il lavoro 2011/2013 (Proposta della Giunta regionale in data 7/3/2011, n. 296);

- la deliberazione di Giunta regionale n. 532 del 18/4/2011 “Accordo fra Regione e Province dell’Emilia-Romagna per il coordinamento della Programmazione 2011/2013 per il sistema formativo e per il lavoro (L.R. 12/03 - L.R. 17/05) e s.m.i.;

Viste le Leggi regionali:

- la L.R. n. 12 del 30 giugno 2003 “ Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione fra loro” s.m. ed in particolare l’art. 13 “Finanziamento dei soggetti e delle attività” e l’art. 14 “Assegni formativi”;

- la L.R. n. 17 del 1° agosto 2005 “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro”;

Viste le deliberazioni di Giunta regionale:

- 177/03 “Direttive regionali in ordine alle tipologie di azione ed alle regole per l’accreditamento degli organismi di formazione professionale” e ss.mm.ii.;

- 105/10 “Revisione alle disposizioni in merito alla programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 11/2/2008 n. 140 e aggiornamento degli standard formativi di cui alla Deliberazione della Giunta regionale 14/2/2005, n. 265” e ss.mm.;

- 1037/13 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alle DGR 389/13 e dell'elenco degli organismi accreditati per l'obbligo d'istruzione ai sensi della DGR 2046/10”; 

Richiamata in particolare la deliberazione di Giunta regionale n. 593 del 13/5/2013 “Approvazione dell’avviso per l’ammissione degli organismi di formazione al Catalogo Interregionale dell’Alta Formazione - Anno 2013”; 

Considerato che con il succitato Avviso: 

- si sono definite le modalità e termini per l’ammissione a Catalogo degli organismi di formazione; 

- si è stabilito che l’istruttoria di ammissione degli Organismi al Catalogo sarebbe stata espletata dal Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro; 

Preso atto che, in attuazione della deliberazione 593/13, sono pervenute alla Regione n. 55 candidature di Organismi di formazione;

Dato atto che l’istruttoria di ammissibilità delle candidature degli organismi è stata eseguita dal Servizio “Programmazione valutazione e interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro” dalla quale è emerso che: 

  • n. 7 Organismi, allegato 1), parte integrante del presente provvedimento, non presentano i requisiti per essere ammessi a candidare le proprie offerte formative nel Catalogo Interregionale dell'alta formazione non rispettando quanto previsto dall’art. 6 “Modalità e termini per la richiesta di ammissione a Catalogo degli Organismi di formazione” del suddetto Avviso; 
  • n. 48 Organismi, allegato 2) parte integrante del presente provvedimento, risultano ammessi; 

Dato atto altresì che nella citata deliberazione n. 593/2013, al punto 3) del dispositivo, si prevede che il Dirigente del Servizio “Programmazione valutazione e interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro”: 

- approvi, con proprio atto, gli esiti dell’istruttoria effettuata sugli organismi dal Servizio medesimo;

- preveda la pubblicazione degli esiti all’indirizzo http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it e sul portale del Catalogo Interregionale dell’Alta Formazione all’indirizzo www.altaformazioneinrete.it;

Ritenuto, in attuazione della citata deliberazione n. 593/2013 e tenuto conto delle attività di valutazione svolta dal Servizio indicato, di approvare gli allegati 1) e 2) quali parte integrante e sostanziale del presente provvedimento; 

Viste le Leggi regionali: 

- 40/01 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo, n. 4”;

- 43/01 “Testo unico in materia di organizzazione e rapporti di lavoro” e ss.mm.; 

Richiamate le deliberazioni di Giunta regionale: 

-1057/06 “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta Regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;

- 1663/06 “Modifiche all'assetto delle Direzioni Generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente”; 

- 2416/08 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” e ss.mm; 

- 1377/10 “Revisione dell'assetto organizzativo di alcune Direzioni Generali”, così come rettificata dalla deliberazione 1950/10; 

-1642/11 “Riorganizzazione funzionale di un Servizio della Direzione generale Cultura, Formazione e Lavoro e modifica all'autorizzazione sul numero di posizioni dirigenziali professional istituibili presso l'Agenzia Sanitaria e Sociale regionale”; 

- n. 221 del 27 febbraio 2012 “Aggiornamento alla denominazione e alla declaratoria e di un servizio della Direzione Generale Cultura, Formazione e Lavoro”; 

Richiamate altresì le deliberazioni della Giunta regionale n. 1050 del 18/7/2011 e n. 1222 del 4/8/2011 e la determinazione del Direttore Generale area Cultura, Formazione e Lavoro 9212/11;

Attestata la regolarità amministrativa;

determina:

1) di prendere atto che in attuazione della propria deliberazione n. 593/2013, sono pervenuti n. 55 candidature di Organismi di formazione;

2) di dare atto che, per quanto espresso in premessa e qui integralmente richiamato:

  • n. 7 Organismi, allegato 1) parte integrante del presente provvedimento, non presentano i requisiti per essere ammessi a candidare le proprie offerte formative nel Catalogo Interregionale dell'Alta Formazione;
  • n. 48 Organismi risultano ammessi, inseriti nell’allegato 2) parte integrante del presente provvedimento; 

3) di approvare i suddetti allegati di cui al punto 2) che precede, per i motivi espressi in premessa e qui interamente richiamati; 

4) di disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna telematico nonché sul sito della Regione Emilia-Romagna all’indirizzo http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it e sul portale del Catalogo Interregionale dell’Alta Formazione, all’indirizzo www.altaformazioneinrete.it.

 Il Responsabile del Servizio

Francesca Bergamini

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it