REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE CENTRALE ORGANIZZAZIONE, PERSONALE, SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICA 4 dicembre 2009, n. 12987

Procedura semplificata per l'attribuzione di incarichi professionali. Attuazione dell'art. 10, All. A) della delibera di Giunta regionale n. 607/2009

IL DIRETTORE
Visti:
- l'articolo 7 del DLgs 30 marzo 2001, n. 165, rubricato "Gestione
delle risorse umane" e visti in particolare i commi 6 e seguenti dello
stesso, relativi alla attivazione di rapporti di lavoro autonomo nelle
pubbliche Amministrazioni;
- l'art. 12 ("Prestazioni professionali") della L.R. 26 novembre 2001,
n. 43, "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di
lavoro nella Regione Emilia-Romagna", che disciplina nell'ordinamento
regionale  le condizioni e le modalita' per il conferimento, a
soggetti esterni alla Regione, di incarichi per prestazioni
professionali;
- la direttiva regionale recante "Disciplina del rapporto di lavoro
autonomo in Regione Emilia-Romagna" (in seguito "Direttiva", adottata
con delibera della Giunta regionale n. 607  del 4 maggio 2009,  e
visto in particolare l'art. 10 "Procedura semplificata" dell'Allegato
A,  che prevede:
a) che la Regione Emilia-Romagna predisponga elenchi, aggiornati
almeno ogni triennio, suddivisi per ambito professionale, da cui
attingere per l'affidamento di incarichi professionali, in particolare
per incarichi a professionisti iscritti a ordini o collegi
professionali (quali ad es.: avvocati, consulenti del lavoro;
commercialisti, agronomi);
b) che la  Direzione generale competente in materia di personale,
ossia la Direzione generale centrale "Organizzazione, Personale,
Sistemi informativi e Telematica", abbia il compito di delineare, con
atto dirigenziale, la procedura di formazione degli elenchi di esperti
e i criteri di utilizzo dei medesimi, nel rispetto dei criteri
generali di trasparenza e parita' di trattamento;
c) che la procedura semplificata sia  di regola preferita a quella
ordinaria, mentre l'affidamento di incarichi di prestazione d'opera
intellettuale occasionale  avvenga solo tramite procedura
semplificata, fatta salva l'evenienza della mancanza delle
professionalita' richieste negli appositi Elenchi, nel qual caso e'
possibile il ricorso ad affidamento diretto, per le ragioni
evidenziate al comma 4 dell'art. 10 sopra menzionato;
ritenuto necessario pertanto dare attuazione all'art. 10, All. A della
Direttiva,  nel rispetto di principi di trasparenza e di parita' di
trattamento e prestando particolare attenzione ai seguenti profili:
a) modalita' di predisposizione degli elenchi di nominativi di
esperti, redatti per ambito professionale e tipologia di contratto di
lavoro autonomo, secondo la distinzione di cui all'art. 2
dell'Allegato A della Direttiva;
b) criteri di scelta tra gli iscritti al medesimo elenco, nel rispetto
dei principi di imparzialita' e trasparenza, al verificarsi del
fabbisogno professionale in una delle strutture organizzative della
Giunta regionale;
valutato che la procedura semplificata descritta nell'Allegato A,
parte integrante e sostanziale del presente atto, nell'affrontare i
due profili sopra indicati, soddisfi i prescritti principi di
imparzialita' e trasparenza, oltre che di economicita';
sentito il Comitato di Direzione nelle sedute del 16 novembre 2009 e
del 30 novembre 2009;
ritenuto pertanto di approvare, in attuazione della disposizione di
cui all'art. 10 dell'Allegato A della Direttiva,  la procedura
semplificata per la scelta di esperti cui conferire incarichi
professionali come descritta nel documento allegato sotto lettera A
alla presente determinazione, di cui costituisce parte integrante e
sostanziale;
dato atto del parere allegato
determina:
a) di approvare il documento, allegato sotto lettera A alla presente
determinazione quale sua parte integrante e sostanziale, avente ad
oggetto "Procedura  per la formazione di elenchi di esperti e criteri 
di utilizzo degli stessi ai sensi dell'art. 10 della direttiva recante
'Disciplina del rapporto di lavoro autonomo in Regione Emilia-Romagna'
adottata con delibera di giunta regionale n. 607 del 4 maggio 2009";
b) di demandare alla Responsabile del Servizio "Organizzazione e
Sviluppo" di questa Direzione generale l'adozione di tutti gli atti
necessari per dare attuazione a quanto previsto nel presente
provvedimento;
c) di precisare che il presente provvedimento costituisce atto di
indirizzo, per l'attuazione dell'art. 10 della delibera 607/09, anche
per le Agenzie e gli Istituti della Regione Emilia-Romagna. Le Agenzie
e gli Istituti, nonche'  gli Enti dipendenti e vigilati regionali
possono avvalersi degli Elenchi di esperti predisposti dalla Regione
Emilia-Romagna, previo specifico accordo;
d) di disporre la pubblicazione del presente atto, con relativo
allegato, nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.
IL DIRETTORE GENERALE
Lorenzo Broccoli
(segue allegato fotografato)

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it