REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 novembre 2009, n. 1957

Accordo quadro fra la Regione Emilia-Romagna e la Regione Veneto per la gestione della mobilita' sanitaria. Anni 2010-2012

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Richiamata la propria deliberazione n. 1362 del 17 settembre 2007 con
la quale si definiva un accordo quadro per il governo della mobilita'
sanitaria fra la Regione Emilia-Romagna e la Regione Veneto a valere
per il periodo 1 ottobre 2007 - 31 dicembre 2009;
valutati positivamente i risultati del suddetto accordo che dimostrano
la necessita' di dotarsi di tale strumento nell'ambito del governo
della sanita' regionale e della organizzazione delle singole aziende
sanitarie, contribuendo in maniera sostanziale a frenare il tasso di
incremento del fenomeno della mobilita' che era stato osservato negli
anni precedenti all'accordo;
considerato che l'accordo quadro richiamato ha scadenza il 31/12/2009
e valutato opportuno da parte di entrambe le Regioni procedere alla
definizione di un nuovo accordo;
visto il ruolo attribuito alle Regioni nell'ambito della
programmazione, della definizione dei fabbisogni e della
individuazione dei soggetti con cui addivenire ad accordi per la
erogazione delle prestazioni in linea con quanto stabilito dalla
programmazione e dalle priorita' definite in ambito regionale
dall'art. 8 quinquies del DLgs 502/92 e successive modifiche ed
integrazioni, ruolo che la Regione puo' esercitare direttamente o
demandare alle Aziende Sanitarie locali;
considerata l'esperienza maturata nel periodo di vigenza dell'accordo
di cui alla propria deliberazione 1362/07, e' stato possibile definire
un nuovo accordo nel quale e' stato inserito anche la somministrazione
diretta di farmaci; l'inserimento di tale attivita' nell'accordo ha un
valore di garanzia e di vigilanza rispetto ai comportamenti erogativi
all'atto della dimissione del paziente da parte delle strutture
ospedaliere, indipendentemente dalla residenza dei cittadini. Inoltre
e' prevista la possibilita' di esercizio della funzione di committenza
tra ambiti territoriali aziendali specifici;
valutato che l'evoluzione e l'affinamento dell'Accordo sono conformi
allo spirito e alla lettera dei principi fissati dal Servizio
Sanitario nazionale (SSN), che garantisce la libera scelta del
cittadino ed affida alle Regioni ed alle strutture del SSN il compito
di assicurare l'appropriatezza e la qualita' delle cure, in costanza
del vincolo dell'equilibrio di bilancio;
considerato altresi' che la struttura dell'accordo, risponde in
maniera mirata alla necessita' che hanno le Regioni di garantire ai
propri cittadini le necessarie forme di assistenza, indipendentemente
dalla complessita' del bisogno, rispettando gli standard di qualita'
dell'assistenza, la prossimita' e la fruibilita', perseguendo gli
obiettivi di gestione della mobilita' e di qualificazione
dell'offerta;
visti i contenuti dell'accordo che esplicita l'ambito della
collaborazione, individua i compiti di ciascun ente sottoscrittore e
fissa i criteri per i controlli dei volumi di attivita' e dei relativi
corrispettivi;
vista la modalita' di gestione dell'Accordo medesimo, che prevede 
uniformita' tra le parti nella comunicazione agli erogatori, e nelle
eventuali ricadute economiche sui medesimi;
fatto salvo il principio essenziale ed ispiratore del Servizio
Sanitario nazionale, ribadito dalla L.R. 29/04 e successive modifiche,
della portabilita' dei diritti e della liberta' di scelta da parte del
cittadino del luogo di cura, nell'ambito dei soggetti, delle strutture
e dei professionisti accreditati con cui sono stati stipulati accordi
contrattuali;
dato atto del parere allegato;
su proposta dell'Assessore alle Politiche per la salute;
a voti unanimi e palesi, delibera:
1) di approvare il nuovo accordo quadro per la gestione della
mobilita' sanitaria tra la Regione Emilia-Romagna e la Regione Veneto,
allegato alla presente deliberazione quale parte integrale e
sostanziale;
2) di autorizzare l'Assessore regionale alle Politiche per la Salute
alla firma dell'accordo quadro di cui al punto precedente.
(segue allegato fotografato)

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it