REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 28 luglio 2008, n. 1212

Contributi per la promozione, diffusione ed organizzazione dell'associazionismo sportivo regionale - L.R. 13/2000, art. 11). Obiettivi, azioni prioritarie e procedure per l'anno 2008

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Vista la L.R. 25 febbraio 2000, n. 13 "Norme in materia di sport" e
successive modificazioni e in particolare:
- l'articolo 1, comma 3), lettera c), che prevede che la Regione
promuova attivita' ed iniziative volte al sostegno
dell'associazionismo sportivo;
- l'articolo 2, comma 1), lettera d) che inseriscono fra le funzioni
regionali in materia di sport la promozione dell'avviamento alla
pratica sportiva da svolgere in collaborazione, fra gli altri, con gli
enti di promozione sportiva;
- l'articolo 2, comma 2) nel quale si stabilisce che tali funzioni
siano esercitate dalla Regione nell'ambito della propria
programmazione e il comma 4) dello stesso articolo che prevede che le
funzioni di cui sopra vengano realizzate, di norma tramite
convenzioni, attraverso la concessione di contributi per progetti di
particolare valenza, di livello almeno regionale;
- l'articolo 11, comma 1) che prevede la concessione di contributi
finalizzati a progetti di promozione, diffusione ed organizzazione
dell'associazionismo sportivo e ricreativo a favore di associazioni
regionali sportive e ricreative;
- la L.R. 21 dicembre 2007, n. 24 "Legge finanziaria regionale
adottata, a norma dell'art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40 in
coincidenza con l'approvazione del Bilancio di previsione per
l'esercizio finanziario 2008 e del Bilancio pluriennale 2008-2010";
- la L.R. 21 dicembre 2007, n. 25 "Bilancio di previsione della
Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2008 e Bilancio
pluriennale 2008-2010", e in particolare il Capitolo 78722 "Contributi
ad associazioni regionali sportive e ricreative iscritte nell'Albo
regionale di cui alla L.R. 34/02 per progetti di promozione,
diffusione e organizzazione dell'associazionismo sportivo e ricreativo
(art. 11, comma 1, L.R. 25 febbraio 2000, n. 13)", che presenta una
disponibilita' finanziaria di Euro 120.000,00;
- L.R. 25 luglio 2008, n. 12 "Legge finanziaria regionale adottata, a
norma dell'art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40 in coincidenza
con l'approvazione della legge di assestamento del Bilancio di
previsione per l'esercizio finanziario 2008 e del Bilancio pluriennale
2008-2010. Primo provvedimento di variazione";
- L.R. 25 luglio 2008, n. 13 "Assestamento del Bilancio di previsione
della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2008 e del
Bilancio pluriennale 2008-2010 a norma dell'art. 30 della L.R. 15
novembre 2001, n. 40. Primo provvedimento di variazione";
dato atto che la Regione, ai fini dell'attuazione degli interventi di
promozione, diffusione ed organizzazione dell'associazionismo sportivo
e ricreativo di che trattasi e della concessione dei relativi
contributi, intende procedere per l'anno 2008 attraverso convenzioni
da sottoscrivere con le associazioni regionali iscritte al Registro
regionale delle associazioni di promozione sociale di cui alla citata
L.R. 34/02;
rilevata la necessita', ai fini della stipula delle convenzioni
sopraindicate, definire gli indirizzi per l'anno 2008 e, piu'
specificatamente: gli obiettivi e le azioni prioritarie che la Regione
intende perseguire nel settore, le procedure per la presentazione e
l'ammissione delle domande e i criteri per la valutazione dei
progetti;
visto in proposito l'Allegato "Contributi per la promozione,
diffusione ed organizzazione dell'associazionismo sportivo e
ricreativo a favore delle associazioni regionali iscritte al Registro
regionale delle associazioni di promozione sociale di cui alla L.R.
34/02 (L.R. 13/00, art. 11). Obiettivi, azioni prioritarie e procedure
per l'anno 2008" alla presente deliberazione, che ne costituisce parte
integrante e sostanziale, nel quale sono specificati tutti gli
elementi appena indicati;
viste:
- la L.R. 43/01 "Testo Unico in materia di organizzazione e di
rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive
modificazioni;
- le proprie deliberazioni n. 1057 del 20 luglio 2006, n. 1150 del 27
luglio 2006, n. 1663 del 23 novembre 2006 e n. 450 del 3 aprile 2007 e
succ. mod.;
dato atto del parere di regolarita' amministrativa, espresso dal
Direttore generale Cultura, Formazione e Lavoro, dott.ssa Cristina
Balboni ai sensi dell'art. 37, quarto comma della L.R. 43/01 e della
deliberazione della Giunta regionale 450/07;
su proposta dell'Assessore competente per materia;
a voti unanimi e palesi, delibera:
1) di approvare l'Allegato al presente provvedimento "Contributi per
la promozione, diffusione ed organizzazione dell'associazionismo
sportivo e ricreativo a favore delle associazioni regionali iscritte
al Registro regionale delle Associazioni di promozione sociale di cui
alla L.R. 34/02 (L.R. 13/00, art. 11). Obiettivi, azioni prioritarie e
procedure per l'anno 2008", parte integrante e sostanziale della
presente deliberazione;
2) di disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel
Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.
ALLEGATO
Contributi per la promozione, diffusione ed organizzazione
dell'associazionismo sportivo e ricreativo a favore delle associazioni
regionali iscritte al Registro regionale delle associazioni di
promozione sociale di cui alla L.R. 34/02 (L.R. 13/00, art. 11).
Obiettivi, azioni prioritarie e procedure per l'anno 2008
1. Obiettivi e azioni prioritarie
1.1) Obiettivi
La Regione Emilia-Romagna, ai sensi della L.R. 25 febbraio 2000, n. 13
"Norme in materia di sport", interviene a sostegno di progetti di
promozione, diffusione e organizzazione dell'associazionismo sportivo
e ricreativo e, a tale scopo, concede contributi per il raggiungimento
delle finalita' stabilite dalla legge stessa.
Gli obiettivi che la Regione intende perseguire per l'anno 2008 sono i
seguenti:
a) incentivare iniziative di promozione, diffusione e organizzazione
dell'associazionismo di livello regionale, finalizzate ad una maggiore
qualificazione e sistematicita' degli interventi e ad offrire servizi
e attivita' sportive di qualita' sempre piu' alta;
b) promuovere lo sport come veicolo per favorire un'effettiva e
concreta integrazione sociale e culturale per i giovani.
1.2) Azioni prioritarie
A fronte degli obiettivi individuati al punto 1.1), vengono indicate
di seguito le azioni prioritarie ai fini del loro raggiungimento:
a.1) il rafforzamento di strategie organizzative e di coordinamento
fra i vari organismi associativi a livello regionale e territoriale e
di raccordo interassociativo;
b.1) la realizzazione di progetti ed attivita' destinati ai giovani
praticanti l'attivita' sportiva e finalizzati a:
- diffondere i principi di tolleranza e integrazione attraverso lo
sport;
- combattere la violenza che a volte si manifesta nei luoghi in cui si
svolgono eventi sportivi.
La realizzazione di tali attivita' deve essere svolta prioritariamente
in collaborazione con soggetti pubblici e privati e con le
organizzazioni di volontariato.
2. Soggetti  beneficiari
Possono beneficiare dei contributi di che trattasi le associazioni
iscritte al Registro regionale delle associazioni di promozione
sociale di cui alla L.R. 34/02.
3. Risorse finanziarie
Le risorse finanziarie disponibili per l'attuazione degli obiettivi e
delle azioni prioritarie sopra indicate ammontano attualmente a Euro
120.000,00, e sono allocate sul Cap. 78722 "Contributi ad associazioni
regionali sportive e ricreative iscritte nell'Albo regionale di cui
alla L.R. 34/02 per progetti di promozione, diffusione e
organizzazione dell'associazionismo sportivo e ricreativo (art. 11,
comma 1, L.R. 25 febbraio 2000, n. 13)" del Bilancio relativo
all'esercizio finanziario 2008.
4. Procedure e termini per la presentazione ed ammissione delle
domande e  criteri di valutazione dei progetti
4.1) Presentazione delle domande
Le domande di concessione di contributo, sottoscritte dal legale
rappresentante, corredate dalla  relativa documentazione e in regola
con la normativa sul bollo, dovranno essere presentate entro il
trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente
atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna,
utilizzando il modello di domanda disponibile all'indirizzo Internet:
http://www.regione.emilia-romagna.it/wcm/ERMES/Canali/tempo_libero/spo
rt/promozione_attivita_manifestazioni.htm.
I modelli potranno essere inoltre richiesti per posta elettronica al
seguente indirizzo: sport@regione.emilia-romagna.it, o telefonicamente
ai numeri 051/283103 e 051/283464.
Le domande dovranno essere inviate alla Regione Emilia-Romagna,
Servizio Cultura, Sport, Progetto giovani - Settore Sport - Viale Aldo
Moro n. 64 - 40127 Bologna.
Se inviate tramite posta, dovranno essere trasmesse con lettera
raccomandata e fara' fede il timbro postale dell'ufficio accettante.
In caso di presentazione a mano le domande dovranno pervenire entro le
ore 14 del giorno di scadenza dei termini di presentazione.
Alle domande dovranno essere allegati:
a) relazione dettagliata del/i progetto/i proposto/i;
b) dati relativi alla propria organizzazione  territoriale, su
supporto informatico;
c) bilancio  consuntivo del soggetto richiedente relativo all'anno
2007, debitamente approvato dagli organi statutari;
d) copia fotostatica del documento di identita' in corso di validita'
del legale rappresentante.
4.2) Ammissione delle domande
L'ammissione formale delle domande all'istruttoria, effettuata dal
Servizio Cultura Sport Progetto giovani della Regione Emilia-Romagna,
e' subordinata alla verifica delle seguenti condizioni:
- invio entro il termine perentorio stabilito per la presentazione al
precedente punto 4.1);
- completezza delle informazioni e dei documenti richiesti;
- dichiarazione che le attivita' previste dai progetti avranno termine
entro il 31/12/2008;
- iscrizione al "Registro regionale delle associazioni di promozione
sociale" di cui alla L.R. 34/02.
4.3) Valutazione dei progetti
La valutazione dei progetti, effettuata dal Servizio Cultura Sport
Progetto giovani della Regione Emilia-Romagna, sulla base della
documentazione presentata, avverra' tenendo conto degli elementi
quantitativi e qualitativi relativi alla consistenza e diffusione sul
territorio dell'organizzazione richiedente e, in particolare, delle
caratteristiche dei progetti stessi in relazione agli elementi
sottoindicati:
1) dimensione associativa dell'associazione con riferimento
all'attivita' motorio-sportiva;
2) ampiezza territoriale relativamente alla presenza di sedi effettive
sul territorio regionale e di associazioni affiliate;
3) coerenza dei progetti con gli obiettivi regionali e le azioni
prioritarie di cui al precedente punto 1. e sul piano dei contenuti,
metodologico e organizzativo;
4) collaborazione tra i soggetti coinvolti nelle attivita' svolte,
istituzionali e non, pubblici e privati - sul piano della
sistematicita', stabilita' e formalizzazione dei rapporti di
collaborazione, attraverso, ad esempio, convenzioni e accordi;
5) presenza di personale professionalmente qualificato per quanto
riguarda gli organizzatori e gli eventuali formatori coinvolti nelle
iniziative;
6) congruenza delle spese previste per la realizzazione dei singoli
progetti con gli obiettivi dei progetti medesimi.
5. Concessione dei contributi e stipula delle convenzioni
I contributi verranno assegnati con atto della Giunta regionale, nei
limiti delle risorse disponibili stabilite e sulla base delle
convenzioni da stipularsi tra la Regione Emilia-Romagna e le stesse
associazioni in rapporto ai progetti da esse presentati e dei criteri
indicati in precedenza. Con il medesimo atto della Giunta regionale si
provvedera' inoltre:
- all'approvazione dello schema di convenzione tipo e alla definizione
delle procedure per la stipula delle convenzioni con i soggetti
assegnatari dei contributi regionali;
- alla definizione delle modalita' di liquidazione o di eventuale
riduzione o revoca dei contributi e alle modalita' di verifica degli
interventi.
6. Responsabile del procedimento
La responsabilita' del procedimento amministrativo e' affidata alla
dott.ssa Claudia Serra collaboratrice del Servizio Cultura, Sport e
Progetto giovani.
7. Informativa per il trattamento dei dati
7.1) Premessa
Ai sensi dell'art. 13 del DLgs 196/03 "Codice in materia di protezione
dei dati personali" (di seguito denominato "Codice"), la Regione
Emilia-Romagna, in qualita' di "Titolare" del trattamento, e' tenuta a
fornire informazioni in merito all'utilizzo dei dati personali
richiesti con il presente avviso.
Il trattamento dei dati per lo svolgimento di funzioni istituzionali
da parte della Regione Emilia-Romagna, in quanto soggetto pubblico non
economico, non necessita del consenso degli interessati.
7.2) Fonte dei dati personali
La raccolta dei dati personali viene effettuata registrando i dati
forniti dagli interessati al momento della presentazione della domanda
di contributo ai sensi della L.R. 13/00.
7.3) Finalita' del trattamento
I dati personali sono trattati per le seguenti finalita':
a) istruttoria per la concessione di contributi ai sensi della L.R.
13/00;
b) elaborazioni statistiche;
c) monitoraggio, studi e ricerche sull'andamento del settore.
Per garantire l'efficienza del servizio si informa, inoltre, che i
dati potrebbero essere utilizzati per effettuare prove tecniche di
verifica.
7.4) Modalita' di trattamento dei dati
In relazione alle finalita' descritte, il trattamento dei dati
personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici
con logiche strettamente correlate alle finalita' sopra evidenziate e,
comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati
stessi.
Adempiute le finalita' prefissate, i dati verranno cancellati o
trasformati in forma anonima.
7.5) Facoltativita' del conferimento dei dati
Il conferimento dei dati e' facoltativo, ma in mancanza non sara'
possibile adempiere alle finalita' descritte al punto 3 ("Finalita'
del trattamento").
7.6) Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o
che possono venirne a conoscenza in qualita' di Responsabili o
Incaricati
I dati personali dei soggetti interessati potranno essere conosciuti
esclusivamente dagli operatori del Servizio Cultura, Sport, Progetto
giovani individuati quali Incaricati del trattamento. Esclusivamente
per le finalita' previste al precedente paragrafo 3, lettere b) e c)
(Finalita' del trattamento), possono venire a conoscenza dei dati
personali societa' terze fornitrici di servizi per la Regione
Emilia-Romagna, previa designazione in qualita' di Responsabili del
trattamento e garantendo il medesimo livello di protezione.
7.7) Diritti dell'Interessato
Si informa, infine, che la normativa in materia di protezione dei dati
personali conferisce agli interessati la possibilita' di esercitare
specifici diritti, in base a quanto indicato all'art. 7 del "Codice"
che qui si riporta:
1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o
meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora
registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2) L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con
l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del
rappresentante designato ai sensi dell'art. 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati
personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza
in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di
responsabili o incaricati.
3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse,
l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco
dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non
e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i
dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono
state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro
contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi,
eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o
comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al
diritto tutelato.
4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo
riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio
di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di
ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
7.8) Titolare e Responsabili del trattamento
Il Titolare del trattamento dei dati personali di cui alla presente
informativa e' la Regione Emilia-Romagna, con sede in Bologna, Viale
Aldo Moro n. 52, cap 40127.
La Regione Emilia-Romagna ha designato quale Responsabile del
trattamento il Direttore generale Cultura, Formazione e Lavoro. Lo
stesso e' responsabile del riscontro, in caso di esercizio dei diritti
sopra descritti.
Al fine di semplificare le modalita' di inoltro e ridurre i tempi per
il riscontro, si invita a presentare le richieste, di cui al
precedente paragrafo, alla Regione Emilia-Romagna, Ufficio per le
Relazioni con il pubblico (URP), per iscritto o recandosi direttamente
presso lo Sportello URP.
L'URP e' aperto dal lunedi' al venerdi' dalle 9 alle 13 in Viale Aldo
Moro n. 52, 40127 Bologna (Italia): telefono 800-662200, fax
051-6395360, e-mail: urp@regione.emilia-romagna.it.
Le richieste di cui all'art. 7 del Codice comma 1 e comma 2 possono
essere formulate anche oralmente.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it