AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI REGGIO EMILIA

CONCORSO

Pubblico concorso per la copertura di n. 1 posto di Dirigente biologo di Epidemiologia

In attuazione dell'atto n. 278 del 19/3/2007 del Dirigente
Responsabile del Servizio Gestione giuridica del personale ed ai sensi
del DPR 483/97, del DLgs 229/99, del DLgs 165/01 e successive
modificazioni ed integrazioni, e' bandito pubblico concorso per titoli
ed esami per la copertura di:
- n. 1 posto di Dirigente biologo di Epidemiologia.
Da tempo sono attivi nel territorio della provincia di Reggio Emilia,
come nel resto della regione Emilia-Romagna, i programmi di screening
oncologici per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori del
collo dell'utero e del colon retto e per la diagnosi precoce dei
tumori della mammella.
La continuita' dei programmi di screening organizzati, la qualita'
professionale, tecnica e organizzativa, l'integrazione dei percorsi
diagnostico terapeutici e la valutazione di impatto di questi
programmi sono aspetti che devono essere garantiti nel tempo.
Al professionista, assegnato alla funzione di "Gestione e valutazione
degli screening" nell'ambito dello Staff Programmazione e Controllo,
struttura operativa complessa dell'Azienda Unita' sanitaria locale di
Reggio Emilia, viene in particolare richiesto di:
- sostenere il sistema informativo sotteso ai tre programmi di
screening organizzati e garantire la qualita' dei dati necessari a
soddisfare il debito informativo aziendale, regionale, nazionale;
- garantire il data management dei dati sanitari;
- contribuire al monitoraggio continuo dei programmi con la
costruzione degli indicatori utili alla verifica di processo e
risultato dei tre programmi di screening organizzati;
- contribuire alla elaborazione di report periodici relativi ai
risultati dei tre programmi attivati;
- supportare i programmi nella loro struttura organizzativa;
- garantire lo sviluppo di attivita' tesa a garantire equita' di
accesso alle fasce deboli;
- collaborare all'individuazione di soluzioni organizzative che
esaltino l'efficienza e garantiscano risposte organizzative adeguate
ed omogenee;
- sostenere i diversi gruppi di professionisti coinvolti dai
programmi, anche attraverso lo strumento dell'audit;
- supportare i percorsi di autorizzazione alla ricerca, la
partecipazione a progetti di ricerca e l'individuazione di possibili
campi di sviluppo della ricerca stessa.
Il profilo di competenza atteso si caratterizza su seguenti livelli:
- dal punto di vista delle competenze tecnico-professionali si chiede
al dirigente, oltre le capacita' specifiche del profilo di Dirigente
biologo di Epidemiologia, la capacita' di leggere i fenomeni
organizzativi, di coniugarli con le norme e i valori aziendali e di
mettere in campo capacita' specifiche di analisi ed interpretazione
dei risultati;
- dal punto di vista delle competenze organizzative si chiede al
dirigente un'attenzione particolare alla ricerca delle sinergie
necessarie al successo delle strategie aziendali, all'efficienza
progettuale. Particolarmente rilevante e' la disponibilita' a
contribuire all'innovazione organizzativa, a garantire la messa in
atto delle decisioni, a esserci con proposte e disponibilita' a
mettersi in gioco in prima persona;
- dal punto di vista delle competenze relazionali si chiede al
dirigente la capacita' di lavorare in gruppo, di creare un buon clima
di lavoro, di costruire relazioni significative con i professionisti,
di saper comunicare e trasferire nella pratica le scelte aziendali e
di garantire un rapporto positivo con i clienti interni.
I requisiti specifici di ammissione al concorso sono i seguenti:
a) diploma di laurea in Scienze Biologiche;
b) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso ovvero in
disciplina equipollente o affine secondo le tabelle dei decreti
ministeriali 30 e 31 gennaio 1998 e successive modificazioni e
integrazioni.
Ai sensi dell'art. 56, comma 2 del DPR 483/97, il personale del ruolo
sanitario in servizio di ruolo all'1/2/1998 e' esentato da requisito
della specializzazione nella disciplina relativa al posto di ruolo
gia' ricoperto alla predetta data per la partecipazione ai concorsi
presso le Unita' sanitarie locali e le Aziende Ospedaliere diverse da
quella di appartenenza;
c) iscrizione nell'Albo dell'ordine professionale, attestata da
certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di
scadenza del bando. L'iscrizione al corrispondente Albo di uno dei
Paesi dell'Unione Europea consente la partecipazione al concorso,
fermo restando l'obbligo dell'iscrizione all'Albo in Italia prima
dell'assunzione in servizio.
Possono partecipare al concorso coloro che siano in possesso dei
seguenti requisiti oltre quelli specifici sopraindicati:
- cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi
vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell'Unione Europea;
- idoneita' fisica all'impiego; l'accertamento della idoneita' fisica
all'impiego - con l'osservanza delle norme in tema di categorie
protette - e' effettuato, a cura dell'Unita' sanitaria locale, prima
dell'immissione in servizio.
Il personale dipendente da pubbliche Amministrazioni ed il personale
dipendente dagli Istituti, Ospedali ed Enti di cui agli articoli 25 e
26, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 20 dicembre
1979, n. 761, e' dispensato dalla visita medica.
Non possono accedere all'impiego coloro che siano stati esclusi
dall'elettorato attivo nonche' coloro che siano stati dispensati
dall'impiego presso una pubblica Amministrazione per aver conseguito
l'impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati
da invalidita' non sanabile.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di
scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di
ammissione.
Le domande di partecipazione al concorso, redatte in carta libera e
sottoscritte devono essere rivolte al Dirigente Responsabile del
Servizio Gestione giuridica del personale dell'Azienda Unita'
sanitaria locale di Reggio Emilia - Via Amendola n. 2, 42100 Reggio
Emilia - e presentate, a pena di esclusione, entro le ore 12 del
trentesimo giorno successivo a quello della data di pubblicazione del
bando per estratto nella Gazzetta Ufficiale.
Qualora detto giorno sia festivo il termine e' prorogato alla stessa
ora del primo giorno successivo non festivo.
Per le domande inoltrate a mezzo del Servizio postale, la data di
spedizione e' comprovata dal timbro a data dell'ufficio postale
accettante.
Non saranno comunque accettate domande pervenute a questa
Amministrazione oltre 15 giorni dalla data di scadenza, anche se
inoltrate nei termini a mezzo del Servizio postale.
Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti
e' perentorio: la eventuale riserva di invio successivo di documenti
e' priva di effetto.
Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare:
a) la data e il luogo di nascita, la residenza;
b) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
c) il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti ovvero i motivi
della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
d) le eventuali condanne penali riportate;
e) i titoli di studio posseduti e i requisiti di ammissione richiesti
per il presente concorso;
f) la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari;
g) i servizi prestati come impiegati presso pubbliche Amministrazioni
e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico
impiego;
h) il domicilio presso il quale deve essere fatta all'aspirante ogni
necessaria comunicazione; in caso di mancata indicazione vale, ad ogni
effetto l'indicazione della residenza di cui alla lettera a).
Ai sensi del DPR 445/00 non e' richiesta l'autenticazione della firma
in calce alla domanda e, qualora la domanda di partecipazione al
concorso non venga presentata personalmente dal candidato ma venga
inoltrata con altro mezzo, dovra' essere accompagnata da copia
fotostatica di valido documento di identita'.
La mancata sottoscrizione della domanda o la omessa indicazione dei
requisiti richiesti determina l'esclusione dal concorso.
Alla domanda di partecipazione al concorso i concorrenti devono
allegare tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano
opportuno presentare gli effetti della valutazione di merito, ivi
compreso un curriculum formativo e professionale, datato e firmato.
I titoli devono essere prodotti in originale o in copia legale o
autenticata ai sensi di legge, ovvero autocertificati nei casi e nei
limiti previsti dalla normativa vigente.
Nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se
ricorrano o meno le condizioni di cui all'ultimo comma dell'articolo
46 del decreto del Presidente della Repubblica 20 dicembre 1979, n.
761, in presenza delle quali il punteggio di anzianita' deve essere
ridotto. In caso positivo, l'attestazione deve precisare la misura
della riduzione del punteggio.
Le pubblicazioni devono essere presentate ed edite a stampa.
Alla domanda deve essere unito in triplice copia e in carta semplice,
un elenco dei documenti e dei titoli presentati.
Per l'applicazione delle preferenze, delle precedenze e delle riserve
di posti previste dalle vigenti disposizioni, devono essere indicati i
relativi documenti probatori.
I candidati che intendono beneficiare della Legge 104/92, dovranno
specificare nella domanda, qualora lo ritengano indispensabile,
l'ausilio necessario per l'espletamento delle prove d'esame in
relazione al proprio handicap nonche' la necessita' di tempi
aggiuntivi.
Tutti i dati personali di cui l'Amministrazione sia venuta in possesso
in occasione dell'espletamento dei procedimenti concorsuali verranno
trattati nel rispetto del DLgs 196/03; la presentazione della domanda
da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri
dati personali, compresi i dati sensibili, a cura del personale
assegnato all'ufficio preposto alla conservazione delle domande ed
all'utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure
concorsuali.
La Commissione esaminatrice, nominata ai sensi della vigente
normativa, sottoporra' gli aspiranti alle seguenti prove d'esame:
prova scritta: svolgimento di un tema su argomenti inerenti alla
disciplina a concorso e impostazione di un piano di lavoro o soluzione
di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina
stessa;
prova pratica: esecuzione di misure strumentali o di prove di
laboratorio o soluzione di un test su tecniche e manualita' peculiari
della disciplina messa a concorso, con relazione scritta sul
procedimento seguito;
prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso nonche'
sui compiti connessi alle funzioni da conferire.
I candidati ammessi saranno avvisati del luogo e della data della
prova scritta, con raccomandata con avviso di ricevimento, non meno di
quindici giorni prima dell'inizio della prova stessa.
L'avviso per la presentazione alla prova orale deve essere dato ai
singoli candidati almeno venti giorni prima di quello in cui essi
devono sostenerla.
La graduatoria dei candidati idonei, formulata dalla Commissione
esaminatrice, previo riconoscimento della sua regolarita', sara'
approvata dal Dirigente Responsabile del Servizio Personale che
procedera' altresi' alla nomina del vincitore.
La graduatoria del concorso sara' pubblicata nel Bollettino Ufficiale
della Regione Emilia-Romagna. La graduatoria rimane efficace per un
termine di ventiquattro mesi dalla data di pubblicazione.
L'Amministrazione garantisce parita' e pari opportunita' tra uomini e
donne per l'accesso al lavoro.
Ai sensi della vigente normativa, il vincitore del concorso, nonche' i
candidati idonei chiamati in servizio a qualsiasi titolo, sono tenuti
a produrre nel termine di giorni 30 dalla data di comunicazione e
sotto pena di decadenza i seguenti documenti o dichiarazioni
sostitutive:
1) certificato di cittadinanza italiana o certificato sostitutivo;
2) estratto riassunto dell'atto di nascita;
3) titolo di studio in originale o una copia autenticata, ovvero il
documento rilasciato dalla competente autorita' scolastica in
sostituzione del diploma;
4) certificato di godimento dei diritti politici;
5) certificato generale del casellario giudiziale;
6) stato di famiglia;
7) posizione nei riguardi degli obblighi militari;
8) i titoli e i documenti necessari per dimostrare il possesso degli
altri requisiti prescritti.
I documenti di cui ai precedenti punti 1), 4), 5), e 6) dovranno
essere in data non anteriore a sei mesi da quella della richiesta da
parte dell'Amministrazione.
Il candidato vincitore dovra' stipulare con questa Amministrazione un
contratto individuale di cui al Contratto collettivo di lavoro del
personale della dirigenza sanitaria non medica sottoscritto in data
3/11/2005.
Il Dirigente Responsabile, a seguito dell'accertamento del possesso
dei requisiti prescritti, procedera' alla stipula del contratto
individuale di lavoro. La data di assunzione in servizio, salvo
giustificati e documentati motivi dovra' essere stabilita entro i
trenta giorni fissati per la presentazione dei documenti di rito; in
mancanza, l'Azienda non dara' luogo alla stipula del contratto ed il
candidato verra' dichiarato decaduto.
Con la stipula del contratto e l'assunzione in servizio, e' implicita
l'accettazione, senza riserve, di tutte le norme che disciplinano e
disciplineranno lo stato giuridico ed il trattamento economico del
personale biologo dirigente.
L'assunzione in servizio del vincitore potra' essere temporaneamente
sospesa o comunque ritardata in relazione alla presenza di norme che
stabiliscano il blocco delle assunzioni.
L'Amministrazione dell'Azienda si riserva la facolta' di prorogare,
sospendere, revocare, rettificare o annullare il presente avviso.
Per informazioni, gli interessati potranno rivolgersi al Servizio
Gestione giuridica del personale - Ufficio Concorsi - Via Amendola n.
2 - Reggio Emilia - tel. 0522/335171 (orario apertura uffici: da
lunedi' a venerdi' dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore
16,30), oppure collegarsi all'indirizzo telematico dell'Azienda:
www.ausl.re.it - link Bandi e concorsi.
IL DIRIGENTE RESPONSABILE
Barbara Monte

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it