TRENITALIA SPA - DIREZIONE OPERAZIONI TECNICHE - BOLOGNA

APPALTO

Bando di gara d'appalto a pubblico incanto per rifacimento impianto di riscaldamento capannone rimessa TE/Vis/Aln verniciatura e carpenteria presso l'IMC Mezzi leggeri (ex OML) Bologna C.le, Via del Lazzaretto n. 16

Appalto di lavori: l'appalto rientra nel campo di applicazione
dell'accordo sugli appalti pubblici (AAP)?: no.
SEZIONE I: Amministrazione aggiudicatrice
I.1) Denominazione e indirizzo ufficiale dell'Amministrazione
aggiudicatrice: Trenitalia SpA - Direzione acquisti - Piazza della
Croce Rossa n. 1 - 00161 Roma.
I.2) Indirizzo presso il quale e' possibile ottenere ulteriori
informazioni: Trenitalia SpA - Direzione Acquisti - Unita' Tecnica e
di Acquisto servizi manutentivi rotabili e impianti - Viale Stazione
Porta Vescovo n. 3 - 37133 Verona - tel. 045/8439320 - fax
045/8439321.
I.3) Indirizzo presso il quale e' possibile ottenere la
documentazione: Trenitalia SpA - Direzione Operazioni tecniche - OML
Bologna - Via del Lazzaretto n. 16 - 40131 Bologna - tel.
051/6305652/3138279062/3138213547 - fax 051/6302617.
I.4) Indirizzo al quale inviare le offerte: come al punto I.2.
SEZIONE II: Oggetto dell'appalto
II.1) Descizione.
II.1.1) Tipo di appalto di lavori: progettazione esecutiva ed
esecuzione.
II.1.2) Tipo di appalto di forniture (p.m.).
II.1.3) Tipo di appalto di servizi (p.m.).
II.1.4) Si tratta di un accordo quadro?: No.
II.1.5) Denominazione conferita all'appalto dall'Amministrazione
aggiudicatrice: "Rifacimento impianto di riscaldamento capannone
rimessa TE/Vis/Aln verniciatura e carpenteria presso l'IMC Mezzi
leggeri (ex OML) Bologna C.le, Via del Lazzaretto n. 16 - Bologna".
II.1.6) Descrizione/oggetto dell'appalto: i lavori consistono nel
rifacimento impianto di riscaldamento di alcuni capannoni.
II.1.7) Luogo di esecuzione dei lavori: IMC Mezzi leggeri (ex OML)
Bologna C.le, Via del Lazzaretto n. 16 - Bologna.
II.1.8) Nomenclatura.
II.1.8.1) CPV (vocabolario comune per gli appalti): (p.m.).
II.1.8.2) Altre nomenclature rilevanti (CPA/NACE/CPC): (p.m.).
II.1.9) Divisione in lotti: no.
II.1.10) Ammissibilita' di varianti: no.
II.2) Quantitativo o entita' dell'appalto.
II.2.1) Quantitativo o entita' totale:
a) importo complessivo dell'appalto: Euro 617.810,60;
b) oneri per l'attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a
ribasso: Euro 22.500,00;
c) spese per la progettazione esecutiva non soggetta a ribasso: Euro
9.140,22;
d) importo complessivo dei lavori al netto degli oneri di sicurezza:
Euro 586.170,38;
e) lavorazioni di cui si compone l'intervento:
lavorazione: impianti termici; categoria DPR 34/00: OS28;
qualificazione obbligatoria: si; importo (Euro): 608.670,38; %:
100,00; indicazioni speciali ai fini della gara: prevalente o
scorporabile: prevalente;
Categoria prevalente OS28 - Impianti termici - Classifica III (importo
fino a Euro 1.032.913);
f) classi e categorie dei lavori oggetto della progettazione esecutiva
individuate sulla base delle elencazioni contenute nelle tariffe
professionali (Legge 143/49 e successive modificazioni):
classe: III; Categoria: b; lavoro: impianti di riscaldamento; importo
(Euro): 608.670,38; corrispondente categoria del DPR 34/00: OS28.
II.2.2) Opzioni: p.m..
II.3) Durata dell'appalto o termine di esecuzione: giorni 60 dalla
data del verbale di consegna dei lavori.
SEZIONE III: Informazioni di carattere giuridico, economico,
finanziario e tecnico
III.1) Condizioni relative all'appalto.
III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste: l'offerta dei concorrenti deve
essere corredata da una cauzione provvisoria di cui all'art, 30, commi
1 e 2-bis, delle Legge 109/94 e successive modificazioni ed all'art.
100 del DPR 554/99 e successive modificazioni, pari almeno al 2%
dell'importo complessivo dell'appalto, costituita alternativamente:
- da versamento in contanti o titoli del debito pubblico presso
Istituto Bancario San Paolo IMI - cod. CIN N - ABI 01025 - CAB 02600 -
c/c n. 100000007723; causale: cauzione provvisoria per il pubblico
incanto n. DA/VR/UTASMRI/06/U716 del 5/6/2006 di Trenitalia SpA -
Direzione Acquisti;
- da fideiussione bancaria o polizza assicurativa o polizza rilasciata
da un intermediario finanziario iscritto nell'elenco speciale di cui
all'art. 107 del DLgs 385/93 avente validita' per almeno 180 giorni
dalla data di presentazione dell'offerta; tale cauzione dovra' essere
costituita in conformita' alla scheda tecnica 1.1 allegata allo schema
tipo 1.1, di quanto disposto dal DM 12 marzo 2004, n. 123, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, S.O. n. 109
dell'11 maggio 2004;
- (solo nel caso in cui la cauzione provvisoria venga costituita
mediante versamento in contanti o titoli del debito pubblico)
dichiarazione di un istituto bancario, oppure di una compagnia di
assicurazione, oppure di un intermediario finanziario iscritto
nell'elenco speciale di cui all'art. 107 del DLgs 385/93 contenente
l'impegno a rilasciare, in caso di aggiudicazione dell'appalto, a
richiesta del concorrente, una fideiussione o polizza relativa alla
cauzione definitiva, in favore dell'Amministrazione aggiudicatrice
valida fino a 180 giorni dalla data del termine utile di presentazione
dell'offerta.
All'atto del contratto l'aggiudicatario deve prestare:
- cauzione definitiva nella misura e nei modi dell'art. 30, commi 2 e
2 bis, della Legge 109/94 e successive modificazioni, e dell'art. 101
del DPR 554/99 e successive modificazioni;
- polizza assicurativa di cui all'art. 30, comma 3, della Legge 109/94
e successive modificazioni e all'art. 103 del DPR 554/99 e successive
modificazioni, relativa alla copertura dei seguenti rischi: danni di
esecuzione (CAR) con un massimale pari all'importo complessivo di
aggiudicazione, e responsabilita' civile (RCT) con un massimale pari
ad Euro 500.000,00.
III.1.2) Principali modalita' di finanziamento e di pagamento e/o
riferimenti alle disposizioni applicabili in materia
Corrispettivo corrisposto a corpo ai sensi di quanto previsto dal
combinato disposto degli articoli 19, comma 4, e 21, comma 1, lettera
b), della Legge 109/94 e successive modificazioni.
III.1.3) Forma giuridica che dovra' assumere il raggruppamento di
imprenditori aggiudicatario dell'appalto. Sono ammessi alla gara i
soggetti costituiti da imprese con idoneita' individuale di cui alle
lettere a) (imprese individuali, anche artigiane, societa'
commerciali, societa' cooperative), b) (consorzi tra societa'
cooperative e consorzi tra imprese artigiane), e c) (consorzi
stabili), dell'art. 10, comma 1, della Legge 109/94 e successive
modificazioni oppure da imprese con idoneita' plurisoggettiva di cui
alle lettera d) (associazione temporanee), e) (consorzi occasionali)
ed e-bis) (gruppo europeo di interesse economico), dell'art. 10, comma
1, della Legge 109/94 e successive modificazioni, oppure da imprese
che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell'art. 13, comma 5,
della Legge 109/94 e successive modificazioni. Ai predetti soggetti si
applicano le disposizioni di cui all'art. 13 della Legge 109/94 e
successive modificazioni nonche' quelle degli artt. 93, 94 e 95 del
DPR 554/99 e successive modificazioni.
III.2) Condizioni di partecipazione.
III.2.1) Indicazioni riguardanti la situazione propria
dell'imprenditore nonche' informazioni e formalita' necessarie per la
valutazione dei requisiti minimi di carattere economico e tecnico che
questi deve possedere.
III.2.1.1) Situazione giuridica - prove richieste.
Non e' ammessa la partecipazione alla gara di concorrenti per i quali
sussiste/sussistono:
- le cause di esclusione di cui all'art. 75, comma 1, lettere a), b),
c), d), e), f), g), e h) del DPR 554/99 e successive modificazioni;
- l'estensione, negli ultimi cinque anni nei propri confronti degli
effetti delle misure di prevenzione della sorveglianza di cui all'art.
3 della Legge 1423/56, irrogate nei confronti di un convivente;
- sentenze, ancorche' non definitive, relative a reati che precludono
la partecipazione alle gare di appalto;
- le misure cautelari interdittive oppure le sanzioni interdittive
oppure il divieto di stipulare contratti con la pubblica
Amministrazione di cui al DLgs 231/01;
- l'inosservanza delle norme della Legge 68/99 che disciplina il
diritto al lavoro dei disabili;
- l'esistenza dei piani individuali di emersione di cui all'art. 1
bis, comma 14 della Legge 383/01 e successive modificazioni;
- l'inosservanza all'interno della propria azienda, degli obblighi di
sicurezza previsti dalla vigente normativa;
- l'esistenza di alcuna delle forme di controllo di cui all'art. 2359
del codice civile con altri concorrenti partecipanti alla gara;
- la contemporanea partecipazione alla gara come autonomo concorrente
e come consorziato indicato, ai sensi dell'articolo 14, comma 4,
ultimo periodo, della Legge 109/94 e successive modificazioni, da uno
dei consorzi di cui art. 10, comma 1, lett. b) (consorzi tra societa'
cooperative e consorzi tra imprese artigiane), e c) (consorzi
stabili), della Legge 109/94 e successive modificazioni partecipante
alla gara.
L'assenza delle condizioni preclusive sopra elencate e' provata, a
pena di esclusione dalla gara, con le modalita', le forme ed i
contenuti previsti nel disciplinare di gara di cui al punto IV.3.2),
del presente bando.
III.2.1.2) Capacita' economica e finanziaria - tipo di prove
richieste: p.m.
III.2.1.3) Capacita' tecnica - tipo di prove richieste.
I concorrenti devono essere in possesso di attestazione rilasciata da
societa' di attestazione (SOA) di cui al DPR 34/00 e successive
modificazioni regolarmente autorizzata, in corso di validita' che
documenti il possesso della qualificazione in categorie e classifiche
adeguate, ai sensi dell'art. 95 del DPR 554/99 e successive
modificazioni, ai lavori da assumere.
I concorrenti stabiliti in Stati aderenti all'Unione Europea, qualora
non siano in possesso dell'attestazione, devono essere in possesso dei
requisiti previsti dal DPR 34/00 accertati, ai sensi dell'art. 3,
comma 7, del suddetto DPR 34/00, in base alla documentazione prodotta
secondo le norme vigenti nei rispettivi Paesi; la cifra d'affari in
lavori di cui all'art. 18, comma 2, lettera b), del suddetto DPR
34/00, conseguita nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione
del bando, deve essere non inferiore a tre volte l'importo complessivo
dell'appalto.
Il possesso dei requisiti e' provato, a pena di esclusione dalla gara,
con le modalita', le forme ed i contenuti previsti nel disciplinare di
gara di cui al punto IV.3.2), del presente bando.
SEZIONE IV: Procedure
IV.1) Tipo di procedura: aperta.
IV.1.2) Giustificazione della scelta della procedura accelerata: p.m.
IV.1.3) Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto: p.m.
IV.1.3.1) Avviso indicativo concernente lo stesso appalto: p.m.
IV. 1.3.2) Eventuali pubblicazioni precedenti: p.m.
IV.2) Criteri di aggiudicazione: prezzo piu' basso, inferiore a quello
posto a base di gara, determinato mediante offerta a prezzi unitari,
con l'esclusione automatica delle offerte anomale, ai sensi dell'art.
21, commi 1 lettera b) e 1-bis, della Legge 109/94 e successive
modificazioni ed integrazioni.
IV.3) Informazioni di carattere amministrativo.
IV.3.1) Numero di riferimento attribuito al dossier
dall'Amministrazione aggiudicatrice: p.m.
IV.3.2) Documenti contrattuali e documenti complementari - condizioni
per ottenerli.
Il disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente
bando in ordine alle modalita' di partecipazione alla gara, alle
modalita' di compilazione e presentazione dell'offerta, ai documenti
da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di
aggiudicazione dell'appalto nonche' gli elaborati grafici, il computo
metrico, l'elenco descrittivo delle voci, il piano di sicurezza e
coordinamento, il cronoprogramma, il capitolato speciale di appalto,
lo schema di contratto e la lista delle categorie di lavorazioni e
forniture previste per l'esecuzione dei lavori necessari e per
formulare l'offerta, sono visibili presso Trenitalia SpA - Direzione
Operazioni tecniche - IMC Mezzi leggeri (ex OML) Bologna C.le - Via
del Lazzaretto n. 16 - 40131 Bologna - tel.
0516302652/3138279062/3138213547 - fax 051/6302617, dal 30/6/2006 al
27/7/2006 e dalle ore 9 alle ore 12 sabato escluso; e' possibile
acquisirne una copia, esclusivamente su supporto informatico (n. 1
CD), fino al 27/7/2006, presso lo stesso recapito mediante richiesta a
mezzo fax inviato, 24 ore prima della data di ritiro, ed entro il
25/7/2006.
IV.3.3) Scadenza fissata per la ricezione delle offerte: entro le ore
13 del 31/7/2006; e' altresi' possibile la consegna a mano
dell'offerta, dalle ore 8 alle ore 18 dei giorni compresi dal
27/7/2006 (sabato escluso), al suddetto termine perentorio, presso la
portineria di Trenitalia SpA - Direzione Acquisti - Unita' Tecnica e
di Acquisto servizi manutentivi rotabili e impianti - Viale Stazione
Porta Vescovo n. 3 - 37133 Verona, che ne rilascera' apposita
ricevuta.
IV.3.4) Spedizione degli inviti a presentare offerte ai candidati
prescelti: (p.m.).
IV.3.5) Lingua/e utilizzabile/i nelle offerte o nelle domande di
partecipazione: italiano.
IV.3.6) Periodo minimo durante il quale l'offerente e' vincolato dalla
propria offerta: 180 giorni dalla data fissata per il termine utile di
presentazione dell'offerta.
IV.3.7) Modalita' di apertura delle offerte: secondo quanto previsto
nel disciplinare di gara.
IV.3.7.1) Persone ammesse ad assistere all'apertura delle offerte: i
legali rappresentanti dei concorrenti ovvero soggetti, uno per ogni
concorrente, muniti di specifica delega loro conferita dai suddetti
legali rappresentanti.
IV.3.7.2) Data, ora e luogo: la data, l'ora ed il luogo della seduta
pubblica sara' comunicata ai concorrenti mediante fax inviato con
cinque giorni di anticipo sulla data della seduta.
SEZIONE VI: Altre informazioni
VI.1) Trattasi di bando non obbligatorio? No
VI.2) Precisare, all'occorrenza, se il presente appalto ha carattere
periodico e indicare il calendario previsto per la pubblicazione dei
prossimi avvisi: il presente appalto non ha carattere periodico.
VI.3) L'appalto e' connesso ad un progetto/programma finanziato dai
fondi dell'UE? No.
VI.4) Informazioni complementari:
a) l'aggiudicazione avverra' con riferimento al massimo ribasso
percentuale del prezzo offerto rispetto all'importo dei lavori a base
di gara al netto degli oneri per l'attuazione dei piani di sicurezza;
il prezzo offerto deve essere determinato, ai sensi dell'art. 21,
commi 1 e 1-bis, della citata Legge 109/94 e successive modificazioni
mediante offerta a prezzi unitari compilata secondo le norme e con le
modalita' previste nel disciplinare di gara; il prezzo offerto deve
essere, comunque, inferiore a quello posto a base di gara al netto
degli oneri per l'attuazione dei piani di sicurezza;
b) costituisce condizione di partetipazione alla gara l'effettuazione,
ai sensi dell'art. 71, comma 2, del DPR 554/99 e successive
modificazioni, del sopralluogo sulle aree ed immobili interessati dai
lavori; il sopralluogo deve essere effettuato e dimostrato secondo
quanto disposto nel disciplinare di gara;
c) si procedera' alla esclusione automatica delle offerte anormalmente
basse secondo le modalita' previste dall'art. 21, comma 1-bis, della
Legge 109/94 e successive modificazioni; nel caso di offerte in numero
inferiore a cinque la stazione appaltante ha comunque la facolta' di
sottoporre a verifica le offerte ritenute anormalmente basse;
d) si procedera' all'aggiudicazione anche in presenza di una sola
offerta valida sempre che sia ritenuta congrua e conveniente;
e) in caso di offerte uguali si procedera' per sorteggio;
f) l'offerta e' valida per 180 giorni dalla data fissata per il
termine utile di presentazione dell'offerta;
g) si applicano le disposizioni previste dall'art. 8, comma 11-quater,
della Legge 109/94 e successive modificazioni;
h) le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l'offerta
devono essere in lingua italiana o corredati di traduzione giurata;
i) gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro Stato membro
dell'Unione Europea, devono essere espressi in Euro;
j) i corrispettivi saranno pagati con le modalita' previste nel
capitolato speciale;
k) gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle
vigenti leggi;
l) non e' consentito affidare subappalti a soggetti che in qualunque
forma abbiano partecipato al presente appalto;
m) i pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore o
cottimista verranno effettuati dall'aggiudicatario che e' obbligato a
trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento
effettuato, copia delle fatture quietanzate con l'indicazione delle
ritenute a garanzie effettuate;
n) la stazione appaltante si riserva la facolta' di applicare le
disposizioni di cui all'art. 10, comma 1-ter, della Legge 109/94 e
successive modificazioni;
o) e' esclusa la competenza arbitrale;
p) i dati raccolti saranno trattati, ai sensi dell'art. 10 della Legge
675/96, esclusivamente nell'ambito della presente gara;
q) responsabile del procedimento, nei limiti applicabili a Trenitalia
SpA: sig. Antonio Castellano - Responsabile della Struttura Direzione
acquisti - Unita' Tecnica e di Acquisto servizi manutentivi rotabili e
impianti - Viale Spartaco Lavagnini n. 58 - 50129 Firenze;
r) il presente bando di gara integrale viene pubblicato, ai sensi
dell'art. 80, comma 5, del DPR 554/99, nel Bollettino Ufficiale della
Regione Emilia-Romagna ad all'Albo pretorio del Comune di Bologna.
VI.5) Data di spedizione del presente bando: 16/6/2006 al Bollettino
Ufficiale della Regione Emilia-Romagna ed al Comune di Bologna.
Il presente bando e le richieste di partecipazione non vincolano
questa Societa'.
IL RESPONSABILE
Antonio Castellano
Scadenza: 31 luglio 2006

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it