HERA MODENA SRL - MODENA

APPALTO

Gara d'appalto per i lavori per la nuova stazione ecologica attrezzata per la raccolta differenziata dei rifiuti riciclabili del Capoluogo Pavullo (MO) - I lotto

HERA Modena Srl, con sede in Modena Via Razzaboni n. 80, tel.
059/407708, telefax 059/407050, intende esperire una gara d'appalto
mediante licitazione privata, ai sensi della Legge 109/94 e successive
modificazioni ed integrazioni, per la realizzazione a corpo dei:
lavori per la nuova stazione ecologica attrezzata per la raccolta
differenziata dei rifiuti riciclabili del Capoluogo Pavullo (MO) - I
lotto.
L'importo complessivo a base d'appalto ammonta a Euro 533.000,00 di
cui Euro 9.477,87 per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso.
Categoria prevalente: OG1 (Euro 533.000,00) - classifica III.
In caso di partecipazione di associazioni di imprese di tipo
orizzontale valgono le prescrizioni di cui all'art. 95, comma 2, del
DPR 554/99.
La partecipazione alla gara e' aperta ai soggetti indicati all'art. 10
della Legge 109/94 e successive modificazioni ed integrazioni in
possesso dei requisiti richiesti nel presente bando. Alla gara saranno
ammesse anche imprese riunite o consorziate o imprese che intendano
riunirsi o consorziarsi, nel rispetto delle condizioni previste negli
articoli 13 della Legge 109/94 e successive modificazioni ed
integrazioni e 93 e seguenti del DPR 554/99.
E' fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in piu' di
un'associazione temporanea o consorzio di cui all'art. 10, comma 1,
lettere d) ed e) della Legge 109/94 e successive modificazioni ed
integrazioni ovvero di partecipare alla gara anche in forma
individuale qualora abbiano partecipato alla gara medesima in
associazione o consorzio. I consorzi di cui all'art. 10, comma 1,
lettere b) e c) della Legge 109/94 e successive modificazioni ed
integrazioni sono tenuti ad indicare, in sede di offerta, per quali
consorziati il consorzio concorre; a questi ultimi e' fatto divieto di
partecipare, in qualsiasi altra forma alla medesima gara.
Termine di esecuzione dei lavori: 200 giorni naturali consecutivi
decorrenti dalla data del verbale di consegna.
Finanziamento: l'intervento e' finanziato per Euro 220.000,00 dalla
Regione Emilia-Romagna nell'ambito del Programma regionale triennale
di tutela ambientale 2004-2006, annualita' 2004, intervento "MO 08" e
autofinanziato per la restante quota.
Indirizzo ricezione plichi, termine e modalita' di presentazione delle
domande di partecipazione: le imprese interessate dovranno fare
pervenire le loro domande di partecipazione, unitamente alla
documentazione richiesta nel presente bando, al Protocollo generale
della scrivente societa', indirizzandole a: HERA Modena Srl - Via
Razzaboni n. 80 - 41100 Modena - Italia, entro lunedi' 17 luglio 2006,
apponendo sull'esterno del plico, oltre al nominativo dell'impresa
mittente, la seguente dicitura: "Domanda di partecipazione per la
licitazione privata dei lavori per la nuova stazione ecologica
attrezzata per la raccolta differenziata dei rifiuti riciclabili del
Capoluogo Pavullo (MO) - I lotto".
Le domande di partecipazione potranno essere recapitate con qualsiasi
mezzo (Servizio postale di Stato, corriere, consegna a mano, ecc.). E'
valido anche l'inoltro dell'istanza a mezzo telefax se,
congiuntamente, la stessa e' inviata anche a mezzo posta raccomandata
ed, in ogni caso, entro il termine suddetto.
Il recapito della domanda di partecipazione rimane ad esclusivo
rischio del mittente, ove, per qualsiasi motivo, la stessa non dovesse
giungere a destinazione in tempo utile.
Documentazione richiesta per la partecipazione alla gara: la richiesta
di partecipazione, redatta in lingua italiana, dovra' essere
corredata, a pena di esclusione, della seguente documentazione:
A) Istanza di partecipazione alla gara, che indichi la forma giuridica
del concorrente, secondo l'elencazione di cui all'art. 10 della Legge
109/94, e che contenga dichiarazione sostitutiva unica, ai sensi degli
artt. 46 e 47 del DPR 445/00, sottoscritta dal legale rappresentante
con, a pena di esclusione, allegata fotocopia di suo valido documento
d'identita', nella quale lo stesso attesti, a pena di esclusione:
1) che l'impresa e' iscritta nel registro delle imprese della CCIAA,
indicando il numero, la data di iscrizione e la specifica attivita'
dell'impresa e che la stessa non si trova in stato di fallimento,
amministrazione controllata o di concordato preventivo e che
nell'ultimo quinquennio non e' stata presentata dichiarazione di
fallimento, liquidazione coatta amministrativa, ammissione in
concordato o amministrazione controllata;
2) che ne' se stesso ne' l'impresa che rappresenta si trova in alcune
delle cause di esclusione previste dall'art. 75, comma 1, lettere a),
b), c), d), e), f), g) ed h) del DPR 554/99 e successive modificazioni
ed integrazioni indicandole specificatamente;
3) i nominativi dei direttori tecnici ed i seguenti altri soggetti:
titolare per le imprese individuali; tutti i soci per le s.n.c.; tutti
i soci accomandatari per le s.a.s.; tutti gli amministratori muniti di
poteri di rappresentanza per ogni altro tipo di societa' o consorzio;
4) che le cause di esclusione di cui alle lettere b) e c) dell'art.
75, comma 1, del DPR 554/99 e successive modificazioni ed integrazioni
non sussistono per i soggetti riportati al precedente punto 3). In
alternativa, qualora il legale rappresentante non intenda rendere la
dichiarazione di cui sopra per i soggetti indicati, la stessa dovra'
essere resa da ciascuno di essi. Tali soggetti dovranno, nel rendere
la dichiarazione, esplicitare di essere consapevoli delle sanzioni
penali previste dall'art. 76 del DPR 445/00, ed allegare alla
dichiarazione fotocopia di un loro valido documento di identita';
5) che, ai sensi dell'art. 75, comma 1, lett. c), del DPR 554/99 e
successive modificazioni ed integrazioni (indicare solo l'ipotesi che
interessa)
a) non vi sono soggetti cessati dalla carica nei tre anni antecedenti
la data di pubblicazione del bando di gara,
oppure
b) l'elenco dei soggetti cessati dalla carica nei tre anni antecedenti
la data di pubblicazione del bando di gara e che nei loro confronti
non e' stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato
oppure di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'art. 444
c.p.p.,
oppure
c) l'elenco dei soggetti cessati dalla carica nei tre anni antecedenti
la data di pubblicazione del bando di gara e che nei confronti di
alcuni di loro e' stata pronunciata sentenza di condanna passata in
giudicato oppure di applicazione della pena su richiesta, ai sensi
dell'art. 444 c.p.p., ma che sono state adottate dall'impresa azioni
di completa dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata (in tal
caso indicare le misure di dissociazione adottate);
6) che l'impresa non si trova in una delle situazioni di controllo di
cui all'art. 2359 del C.C. con altre imprese o, in alternativa, quali
sono le imprese con le quali l'offerente si trova in una delle
situazioni di controllo di cui all'art. 2359 del C.C. Si sottolinea
che saranno escluse dalla gara tutte le imprese risultanti in rapporto
di controllo a norma dell'art. 2359 del C.C., con altre imprese o
societa' singole o associate che partecipano alla gara;
7) di essere in regola con le norme che disciplinano il collocamento
obbligatorio dei disabili, ai sensi di quanto richiesto dall'art. 17
della Legge 68/99 ovvero di non essere soggetto agli obblighi di
assunzione obbligatoria previsti dalla Legge 68/99;
8) che l'impresa non si e' avvalsa dei piani individuali di emersione
di cui alla Legge 383/01 o, in caso contrario, che il periodo di
emersione si e' concluso;
9) che nei confronti dell'impresa non sussistono misure cautelari
interdittive ovvero di divieto temporaneo di stipulare contratti con
la pubblica Amministrazione, ai sensi del DLgs 231/01;
10) che, nei confronti dell'impresa rappresentata, non sussiste il
divieto di cui all'art. 10 della Legge 575/65 nei confronti dei
soggetti indicati all'art. 2, comma 2, del DPR 252/98 e successive
modificazioni ed integrazioni;
11) di avere adempiuto, ai sensi dell'art. 1, comma 5, della Legge
327/00, all'interno dell'impresa rappresentata, agli obblighi di
sicurezza previsti dalla vigente normativa;
12) la sede di iscrizione ed il numero delle posizioni INPS, INAIL
aperte e di essere in regola con il versamento dei relativi
contributi;
13) di autorizzare HERA Modena Srl a compiere, ai sensi del DLgs
196/03, il trattamento dei dati forniti dal dichiarante nel presente
procedimento di gara al solo fine di svolgere la propria attivita'
istituzionale;
14) di avere reso tutte le dichiarazioni sopraindicate, consapevole
delle sanzioni penali previste dall'art. 76 del DPR 445/00.
Le dichiarazioni di cui sopra possono essere sottoscritte anche dai
procuratori dei legali rappresentanti ed in tal caso va trasmessa la
relativa procura in originale o in copia conforme all'originale.
E' facolta' delle imprese presentare la sopra indicata dichiarazione
unica mediante utilizzo dell'apposito "Allegato - Modello
autodichiarazione" messo a disposizione da HERA Modena Srl e
scaricabile, in coda al presente bando, sul sito web:
www.gruppohera.it.
B) Attestato di qualificazione SOA, in corso di validita', adeguato
per categoria e classifica ai lavori in appalto, in originale o in
copia conforme all'originale.
Ulteriori indicazioni: nel caso di ATI, le dichiarazioni e la
documentazione dovranno essere presentate da tutte le imprese facenti
parte del raggruppamento.
La mancanza anche di una sola delle dichiarazioni e documenti
richiesti comportera' la non ammissione alla partecipazione alla gara.
Non si procedera' comunque alla non ammissione stessa ove gli elementi
in tutto od in parte mancanti nei documenti o nelle dichiarazioni
richiesti siano evidenziati in un diverso documento o in una diversa
dichiarazione presentati in fase di domanda di ammissione alla gara,
ugualmente idonei a comprovare quanto richiesto.
I requisiti, le forme ed i termini previsti dal presente bando di gara
sono da considerarsi tassativi: l'inosservanza di tali requisiti,
forme e termini comportera' la non ammissione alla gara, salvo quanto
sopra previsto.
I lavori saranno aggiudicati con il metodo ed il procedimento previsti
dall'art. 21, comma 1, lett. b) della Legge 109/94 e successive
modificazioni ed integrazioni, con ammissione di offerte solo in
ribasso. Non sono ammesse offerte in variante. Si applichera' l'art.
21, comma 1 bis, della citata Legge 109/94 e successive modificazioni
ed integrazioni circa l'esclusione delle offerte anomale. Qualora il
numero delle offerte valide sia inferiore a cinque, Hera Modena Srl si
riserva la facolta', ai sensi dell'art. 89 del DPR 554/99, in presenza
di offerte basse in modo anomalo rispetto alla prestazione, di
richiedere per iscritto le necessarie giustificazioni per verificare
la composizione dell'offerta.
HERA Modena Srl si riserva la facolta' di non procedere alla gara in
tutti i casi in cui, a suo insindacabile giudizio, il procedimento non
consenta di tutelare il pubblico interesse, e di procedere a
trattativa privata qualora la domanda di partecipazione fosse
pervenuta da una sola impresa.
In deroga al comma 1-ter dell'art. 10 della Legge 109/94 e successive
modificazioni ed integrazioni in caso di fallimento dell'appaltatore o
di risoluzione del contratto per grave inadempimento del medesimo,
HERA Modena Srl si riserva la facolta' di interpellare
progressivamente i soggetti che hanno partecipato alla originaria
procedura di gara, risultanti dalla relativa graduatoria, al fine di
stipulare un nuovo contratto per l'affidamento del completamento dei
lavori. Si procede all'interpello a partire dal soggetto che ha
formulato la prima migliore offerta, escluso l'originario
aggiudicatario. L'affidamento avviene alle medesime condizioni
economiche gia' proposte in sede di offerta dal soggetto
progressivamente interpellato, sino al quinto migliore offerente in
sede di gara.
Ai sensi dell'art. 18, comma 3 bis, della Legge 55/90, si specifica
che l'impresa aggiudicataria avra' l'obbligo di trasmettere alla
committente, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento
effettuato nei suoi confronti, copia delle fatture quietanzate
relative ai pagamenti corrisposti dall'impresa aggiudicataria a quella
subappaltatrice, con l'indicazione delle ritenute di garanzia
effettuate e con le modalita' specificate nel Capitolato speciale
d'appalto.
Il presente bando viene pubblicato sul sito: www.gruppohera.it.
L'esito della gara verra' pubblicato sul sito: www.gruppohera.it.
IL DIRETTORE GENERALE
Roberto Gasparetto
Scadenza: 17 luglio 2006

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it