COMUNE DI DOZZA (Bologna)

APPALTO

Bando di gara per il pubblico incanto per l'appalto dei lavori di restauro e recupero funzionale della Rocca di Dozza - VI e VII lotto (Codice CUP: H83G05000390006)

Importo complessivo dell'appalto: Euro 732.600,00.
1. Stazione appaltante: Comune di Dozza - Via XX Settembre n. 37 -
40050 Dozza (tel. 0542/678382 - fax 0542/678520 -
www.comune.dozza.bo.it e-mail: ut@comune.dozza.bo.it).
2. Procedura di gara: pubblico incanto ai sensi della Legge 109/94 e
successive modificazioni in esecuzione della determinazione del II
Settore Ambiente, Urbanistica, Lavori pubblici, Edilizia privata,
Sviluppo economico ed Attivita' produttive, Polizia Amministrativa,
Polizia Municipale n. 93 del 19/6/2006.
3. Luogo, descrizione, importo complessivo dei lavori, oneri per la
sicurezza, categorie e classifiche delle lavorazioni, modalita' di
determinazione del corrispettivo:
3.1. luogo di esecuzione: Dozza - centro storico;
3.2. descrizione: interventi di consolidamento statico-strutturale,
con particolare riferimento alle fondazioni, manutenzioni dei solai di
copertura lato est/nord con ripristini delle tecnologie, completamento
riqualifica dell'area fossato, recupero funzionale definitivo della
pinacoteca e degli ambienti torre est, riqualifica con interventi di
restauro conservativo degli ambienti di lettura dell'immagine storica
del piano terra, primo e secondo e messa a norma finalizzata al
conseguimento del CPI su bene immobile sottoposto a tutela ai sensi
del DLgs 42/04.
3.3. importo complessivo dell'appalto (compresi oneri per la
sicurezza): Euro 732.600,00;
3.4. oneri per l'attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a
ribasso: Euro 21.146,56;
3.5. importo soggetto a ribasso: Euro 711.453,44;
3.6. lavorazioni di cui si compone l'intervento ai sensi dell'art. 73
del DPR 554/99:
OG2 classifica II - Euro 414.914,78 (56,64%) - categoria prevalente
OG6 classifica I - Euro 112.550,11 (15,36%) -
scorporabile/subappaltabile
OS21 classifica I - Euro 205.135,11 (28%) - scorporabile non
subappaltabile
3.7. Ai fini del subappalto si indicano le lavorazioni di cui si
compone l'opera con i relativi importi ai sensi dell'art. 2 del
capitolato speciale d'appalto:
OG2 classifica II - Euro 370.934,72 (50,63%) - categoria prevalente
0S6 classifica I - Euro 112.550,11 (15,36 %) -
scorporatole/subappaltabile
OS7 classifica I - Euro 15.811,12 (2,16%) - subappaltabile
OS28 classifica I - Euro 28.168,94 (3,85%) - subappaltabile
OS21 classifica I - Euro 205.135,11 (28%) - scorporabile
Gli importi indicati sono tutti al netto dell'IVA.
3.8. modalita' di determinazione del corrispettivo: a misura ai sensi
di quanto previsto dagli articoli 9 del DLgs 30/04 e 21 della Legge
109/94 e successive modificazioni;
4. Termine di esecuzione: giorni 546 naturali e consecutivi decorrenti
dalla data di consegna dei lavori, secondo l'andamento previsto nel
cronoprogramma;
5. Documentazione: sono consultabili presso l'Ufficio Tecnico del
Comune di Dozza (Via XX Settembre n. 37 - III piano), nei giorni dal
lunedi' al venerdi' dalle ore 8,30 alle 13 e il sabato dalle ore 8,30
alle 12, i seguenti documenti:
- disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente
bando relative alle modalita' di partecipazione alla gara, alle
modalita' di compilazione e presentazione dell'offerta, ai documenti
da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di
aggiudicazione dell'appalto;
- relazioni tecniche, elaborati grafici, computo metrico estimativo,
piano di sicurezza, schema di contratto, capitolato speciale di
appalto e cronoprogramma. Per l'acquisto di copia della suddetta
documentazione occorre rivolgersi alla copisteria Copy Service, sita
in Imola Via Romagnoli n. 5, previa prenotazione (tel. 0542/640655).
Il presente bando, il disciplinare di gara ed i fac-simili
dell'istanza e delle dichiarazioni sono altresi' disponibili sul sito
Internet: www.comune.dozza.bo.it nella sezione "aste e gare".
6. Termine, indirizzo di ricezione, modalita' di presentazione e data
di apertura delle offerte:
6.1. termine per la presentazione delle offerte: ore 12 del 4/8/2006;
6.2. indirizzo: Comune di Dozza - Via XX Settembre n. 37 - 40050 Dozza
(BO) - Ufficio Protocollo;
6.3. modalita': secondo quanto previsto nel disciplinare di gara
approvato con determinazione del II Settore n. 93 del 19/6/2006;
6.4. apertura offerte:
a) prima seduta pubblica presso la sede municipale (Via XX Settembre
n. 37) alle ore 9 del 5/9/2006 (ammissione concorrenti);
b) valutazione offerte tecniche: sedute riservate verbalizzate;
c) seconda seduta pubblica presso la sede municipale (Via XX Settembre
n. 37) alle ore 9 del 18/9/2006 (apertura offerte economiche e
definizione graduatoria).
7. Soggetti ammessi all'apertura delle offerte: i legali
rappresentanti dei concorrenti ovvero soggetti, uno per ogni
concorrente, muniti di specifica delega loro conferita dai suddetti
legali rappresentanti, sottoscritta ai sensi di legge.
8. Cauzione: cauzione provvisoria dell'importo di Euro 14.652,00
costituita ai sensi del'art. 100 DPR 554/99, dell'art. 30 Legge 109/94
e successive modificazioni e del D.M. 123/04 secondo le modalita'
indicate nel disciplinare di gara.
9. Finanziamento: l'intero progetto dell'importo di Euro 1.032.914,00
e' finanziato per Euro 516.456,90 con contributo regionale e per la
restante parte con mutuo Cassa Depositi e Prestiti con fondi del
risparmio postale.
10. Soggetti ammessi alla gara: concorrenti di cui all'art. 10, comma
1, della Legge 109/94 e successive modificazioni, costituiti da
imprese singole di cui alle lettere a), b, e c), o da imprese riunite
o consorziate di cui alle lettera d) e) ed e-bis, ai sensi degli
articoli 93, 94, 95, 96 e 97 del DPR 554/99, ovvero da imprese che
intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell'articolo 13, comma 5,
della Legge 109/94 e successive modificazioni, nonche' concorrenti con
sede in altri Stati membri dell'Unione Europea alle condizioni di cui
all'articolo 3, comma 7, del DPR 34/00 e successive modificazioni ed
integrazioni. La partecipazione di consorzi e di associazioni
temporanee di impresa e' altresi' disciplinata dagli artt. 11, 12 e 13
della Legge 109/94 e successive modificazioni. Secondo quanto previsto
dall'art. 10, comma 1-bis, della Legge 109/94 e successive
modificazioni, non e' ammessa la partecipazione di imprese che si
trovino fra di loro in una delle situazioni di controllo di cui
all'art. 2359 del codice civile. Non sara', altresi', ammessa la
compartecipazione (singolarmente o in riunione temporanea di imprese)
di imprese che hanno identita' totale o parziale delle persone che in
esse rivestono i ruoli di legale rappresentanza o di direzione
tecnica.
11. Condizioni minime di carattere economico e tecnico necessarie per
la partecipazione: possesso di attestazione rilasciata da societa' di
attestazione (SOA) di cui al DPR 34/00 e successive modificazioni,
regolarmente autorizzata, in corso di validita' che documenti il
possesso della qualificazione in categorie e classifiche adeguate, ai
sensi dell'art. 95 del DPR 554/99 e successive modificazioni, ai
lavori da assumere di cui al punto 3.6.
Per le imprese stabilite in altri Stati aderenti all'Unione Europea si
applica la previsione contenuta nell'art. 8, comma 11-bis, della Legge
109/94 e nell'art. 3, comma 7, del citato decreto. Poiche' l'importo
complessivo dell'appalto e' superiore ai 150.000 Euro le imprese che
si vogliono o si devono qualificare nella categoria
scorporabile/subappaltabile devono avere l'attestazione SOA per tale
categoria anche se il relativo importo e' inferiore a Euro
150.000,00.
12. Termine di validita' dell'offerta: 180 giorni dalla data di
presentazione.
13. Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente piu'
vantaggiosa con i seguenti elementi e fattori ponderali:
a) capacita' tecnica generale relativa ad interventi di restauro di
edifici del patrimonio culturale sottoposti alle disposizioni di
tutela di cui al DLgs 42/04, fattore 15;
b) capacita' tecnica generale relativa a interventi di fondazione
(pali e tiranti) di edifici del patrimonio culturale sottoposti alle
disposizioni di tutela di cui al DLgs 42/04, fattore 10;
c) capacita' tecniche specialistiche e proposte, fattore 15;
d) qualita' delle maestranze utilizzate, fattore 5;
e) miglioramento dell'organizzazione e dell'impatto del cantiere,
fattore 5;
f) riduzione dei tempi di esecuzione, fattore 5;
g) ribasso unico percentuale sul prezzo a base d'appalto, fattore 45.
14. Varianti: non sono ammesse offerte in variante.
15. Altre informazioni:
a) non sono ammessi a partecipare alla gara soggetti per i quali
sussiste alcuna delle seguenti condizioni:
a.1) esistenza di una o piu' cause di esclusione di cui all'art. 75,
comma 1, lettere a), b), c), d) e), f) g) ed h) del DPR 554/99 e
successive modificazioni;
a.2) non in regola con le disposizioni di cui alla Legge 68/99 recante
norme per il diritto al lavoro dei disabili;
a.3) non in regola con l'adempimento degli obblighi di sicurezza
previsti dalla normativa all'interno dell'azienda, ai sensi della
Legge 327/00;
a.4) che si avvalgono di piani individuali di emersione di cui alla
Legge 383/01 il cui periodo di emersione non e' concluso;
a.5) divieto di stipulare contratti con la pubblica Amministrazione di
cui al DLgs 231/01.
L'assenza delle condizioni preclusive sopra elencate e' provata, a
pena di esclusione dalla gara, con le modalita', le forme ed i
contenuti previsti nel disciplinare di gara;
b) si procedera' all'aggiudicazione anche in presenza di una sola
offerta valida;
c) l'aggiudicatario deve prestare cauzione definitiva nella misura e
nei modi previsti dall'articolo 30, comma 2, della Legge 109/94 e
successive modificazioni contenente le clausole di cui al comma 2 bis
del medesimo art. 30 nonche' la polizza di cui all'art. 30, comma 3,
della medesima legge e all'articolo 103 del DPR 554/99 relativa alla
copertura dei seguenti rischi: danni di esecuzione (CAR) con un
massimale pari ad Euro 1.500.000,00 e responsabilita' civile (RCT) con
un massimale pari ad Euro 500.000,00;
d) si applicano le disposizioni previste dall'articolo 8, comma
11-quater, della Legge 109/94 e successive modificazioni (nel caso di
riunione di concorrenti, al fine di usufruire del beneficio previsto
dalla norma citata, tutti i partecipanti alla riunione devono essere
in possesso di certificazione del sistema di qualita' conforme alle
norme europee della serie UNI CEI ISO 9000 ovvero della dichiarazione
della presenza di elementi significativi e tra loro correlati di tale
sistema rilasciate da soggetti accreditati, ai sensi delle norme
europee della serie UNI CEI EN 45000);
e) le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l'offerta
devono essere in lingua italiana o corredati di traduzione giurata;
f) gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro Stato membro
dell'Unione Europea devono essere espressi in Euro;
g) i corrispettivi saranno pagati con le modalita' previste dallo
schema di contratto e capitolato speciale d'appalto;
h) gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle
vigenti leggi;
i) non e' consentito affidare subappalti a soggetti che in qualunque
forma abbiano partecipato alla gara di cui al presente bando
(determinazione Autorita' per la vigilanza sui lavori pubblici del
15/10/2003, n. 14);
j) i pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore o
cottimista verranno effettuati dall'aggiudicatario che e' obbligato a
trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento
effettuato, copia delle fatture quietanzate con l'indicazione delle
ritenute a garanzie effettuate;
k) la stazione appaltante si riserva la facolta' di applicare le
disposizioni di cui all'articolo 10, comma 1-ter, della Legge 109/94 e
successive modificazioni;
l) per i concorrenti vige l'obbligo del sopralluogo alla presenza di
un tecnico comunale da effettuarsi entro e non oltre l'1/8/2006 previa
prenotazione telefonica presso il Servizio "Lavori pubblici,
Patrimonio" (tel. 0542/678382). Si precisa che al sopralluogo e alla
presa visione della documentazione di progetto saranno ammessi
esclusivamente il legale rappresentante dell'impresa o il direttore
tecnico, risultanti dall'attestazione SOA; in caso di ATI il
sopralluogo puo' essere effettuato dal legale rappresentante o
direttore tecnico di una delle imprese costituenti l'ATI;
m) l'aggiudicazione diventera' definitiva solo dopo la sua
approvazione da parte dell'Amministrazione appaltante;
n) e' esclusa, per la risoluzione di eventuali controversie, la
competenza arbitrale;
o) i dati raccolti saranno trattati, ai sensi del DLgs 30/6/2003, n.
196 (Codice in materia di protezione dei dati personali),
esclusivamente nell'ambito della presente gara;
p) il Responsabile del procedimento e' l'ing. Susanna Bettini (Ufficio
Tecnico - Via XX Settembre n. 37 - Dozza; tel. 0542/678382);
q) eventuali informazioni riguardanti il bando e il disciplinare di
gara potranno essere richieste al I Servizio "Lavori pubblici,
Patrimonio" del II Settore.
IL RESPONSABILE
Susanna Bettini
Scadenza: 4 agosto 2006

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it