COMUNE DI CESENA (Forli'-Cesena)

APPALTO

Bando di asta pubblica (PG n. 20925/332) per l'appalto dei lavori di sistemazione di Viale Marconi, Via Marzolino e Via Piemonte

Il Comune di Cesena - Piazza del Popolo n. 10 - 47023 Cesena (FC),
tel. 0547/356111, fax 0547/356457, in esecuzione della determina
dirigenziale n. 912 del 31 maggio 2006, procede ad asta pubblica, il
giorno 21 settembre 2006 alle ore 8,30.
I. Oggetto: appalto dei lavori di sistemazione di Viale Marconi, Via
Marzolino e Via Piemonte.
II. Importo complessivo dei lavori a base d'asta: Euro 625.185,21 di
cui Euro 6.000,00 per oneri di sicurezza, non soggetto a ribasso.
III. Classificazione lavori: Categoria prevalente: OG3 "Strade ed
opere complementari" - Qualificazione obbligatoria - fino all'importo
di Euro 486.931,36.
Le imprese aggiudicatarie in possesso della qualificazione indicata
quale categoria prevalente possono eseguire direttamente tutte le
lavorazioni di cui si compone l'opera, oppure subappaltare dette
lavorazioni esclusivamente ad imprese in possesso delle relative
qualificazioni, nei limiti stabiliti dalla legge, fatto salvo quanto
previsto dalla nota successiva.
Altre categorie ai sensi art. 73, commi 2 e 3, DPR 554/99: lavori di:
acquedotti e fognature, cat. OG6, qualificazione
obbligatoria/facoltativa: obbligatoria, fino a Euro 138.253,85. Tali
opere sono, a scelta del concorrente, eseguibili direttamente o
subappaltabili o affidabili a cottimo, secondo le norme vigenti e
comunque scorporabili a norma di legge.
Le lavorazioni relative a opere generali e a strutture, impianti ed
opere speciali, di importo singolarmente superiori al 10% dell'importo
complessivo dell'opera o lavoro, o di importo superiore a 150.000
Euro, indicate con qualificazione obbligatoria (premessa alla Tabella
A del DPR 34/00) ovvero sottoposte alla disciplina di cui alla Legge
46/90 (circolare Min.LL.PP. 1/3/2000), non possono essere eseguite
direttamente dalle imprese qualificate per la sola categoria
prevalente se prive delle relative adeguate qualificazioni. Le parti
d'opera sopra indicate, qualificate come obbligatorie o per cui e'
richiesta l'abilitazione ex Legge 46/90, in mancanza di qualificazione
in capo all'impresa con la prevalente o in mancanza di ATI verticale
con mandataria appositamente qualificata, dovranno essere inserite
nell'autodichiarazione della volonta' di subappaltare di cui
all'Allegato "A", a pena di esclusione.
Subappalto: qualora intenda avvalersi del subappalto l'impresa deve
indicare all'atto dell'offerta le opere che eventualmente intenda
subappaltare, concedere in cottimo, nonche' noli a caldo e contratti
similari conformemente alle disposizioni cui art. 18, Legge 55/90 e
successive modificazioni ed integrazioni. L'impresa, oltre alla piena
e integrale osservanza di tale norma, sara' tenuta a rispettare
scrupolosamente quanto stabilito dagli artt. 21 e 22, Legge 646/82 e
norme connesse. Ai sensi art. 18, comma 3 bis, Legge 55/90,
l'aggiudicataria dovra' trasmettere, entro 20 giorni dalla data di
ciascun pagamento effettuato nei confronti dei subappaltatori copie
delle fatture quietanzate relative ai pagamenti corrisposti.
IV. Requisiti di partecipazione: per partecipare alla gara i
concorrenti dovranno essere esenti dalle cause di esclusione, cui art.
75 Regolamento e di cui all'Allegato "A" al presente bando. Dovranno
inoltre a dimostrazione dei requisiti di capacita' tecnica e
finanziaria, essere in possesso di attestazione rilasciata da SOA di
cui al DPR 34/00, regolarmente autorizzata in corso di validita' per
categoria e classifica adeguata a quanto previsto ai punti II e III.
Altresi', ai sensi art. 4, stesso DPR 34/00, in relazione alla
Categoria OG3 "Strade ed opere complementari" prevalente, dovranno
essere in possesso della certificazione di sistema di qualita'
aziendale UNI EN ISO 9000, qualora la ditta si presenti da sola o in
ATI orizzontale con la sola categoria prevalente. In alternativa alla
certificazione SOA nella categoria OG6 "Acquedotti e fognature" la
qualificazione per i lavori ivi compresi avverra', ai sensi art. 28,
DPR 34/00, mediante la presentazione dell'Allegato "B" al presente
bando.
In particolare:
a) partecipazione imprese singole: attestazione SOA relativa alla
categoria prevalente per l'importo totale dei lavori ovvero
attestazione SOA relativa alla categoria prevalente e alle categorie
scorporabili per i singoli importi; i requisiti relativi alle
lavorazioni scorporabili non posseduti dall'impresa devono da questa
essere posseduti con riferimento alla categoria prevalente;
b) partecipazione ATI e consorzi ex art. 10, comma 1, lett. d), e), e)
bis, Legge 109/94 e succ. di tipo orizzontale: i requisiti economico
finanziari e tecnico organizzativi devono essere posseduti dalla
mandataria o da una impresa consorziata nella misura minima del 40%;
la restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dalle
mandanti o dalle altre imprese consorziate ciascuna nella misura
minima del 10%, l'impresa mandataria deve possedere in ogni caso i
requisiti in misura maggioritaria;
c) partecipazione ATI e consorzi ex art. 10, comma 1, lett. d), e), e)
bis, Legge 109/94 e succ. di tipo verticale: i requisiti economico
finanziari e tecnico organizzativi devono essere posseduti dalla
mandataria o capogruppo nella categoria prevalente; nelle categorie
scorporate ciascuna mandante deve possedere i requisiti economico
finanziari e tecnico organizzativi previsti per l'importo dei lavori
della categoria che intende assumere e nella misura indicata per
l'impresa singola. I requisiti relativi alle lavorazioni scorporabili
non assunte da imprese mandanti sono posseduti dall'impresa mandataria
o capogruppo con riferimento alla categoria prevalente. I lavori
riconducibili alla categoria prevalente, ovvero alle categorie
scorporate, possono essere assunti anche da imprese riunite in
associazione ai sensi del precedente paragrafo b). Il raggruppamento
deve comunque possedere i requisiti nella stessa misura richiesta per
l'impresa singola ex art. 3, DPR 34/00. Trattandosi di importo
inferiore alla "soglia comunitaria" non sono applicabili a questo
appalto gli artt. 47, comma 2 e seguenti e 48, comma 3 e seguenti,
Direttiva 2004/18 CE del 31 marzo 2004.
V. Soggetti ammessi alla gara. Raggruppamento di imprese. E'
consentita la presentazione di offerte da parte di associazioni
temporanee, ex art. 13, comma 5, di concorrenti e di consorzi cui art.
10, comma 1, lett. e), costituiti o da costituire successivamente
all'aggiudicazione. Ai sensi art. 13, comma 5 bis, Legge 109/94 e
successive modificazioni ed integrazioni, e' vietata qualsiasi
modificazione alla composizione delle associazioni e dei consorzi
suddetti rispetto a quella risultante dall'impegno presentato in sede
di offerta, pena l'annullamento dell'aggiudicazione o la nullita' del
contratto. Le imprese riunite in associazione temporanea devono
eseguire i lavori nella percentuale corrispondente alla quota di
partecipazione al raggruppamento. E' altresi' consentita la
presentazione di offerte da parte di consorzi cui art. 10, comma 1,
lett. b) e c), Legge 109/94. Tutti i consorzi hanno l'obbligo di
indicare in sede di offerta per quali consociati concorrono. Qualora i
consociati siano a loro volta consorzi dovranno essere indicate le
imprese esecutrici di questi ultimi. Se l'impresa singola o le imprese
che intendano riunirsi in associazione temporanea hanno i requisiti di
cui al punto IV, possono associare altre imprese qualificate anche per
categorie ed importi diversi da quelli richiesti nel bando, a
condizione che i lavori eseguiti da queste ultime non superino il 20
per cento dell'importo complessivo dei lavori e che l'ammontare
complessivo delle qualificazioni possedute da ciascuna sia almeno pari
all'importo dei lavori che saranno ad essa affidati.
Compartecipazione: alla gara di cui trattasi non sara' ammessa la
compartecipazione di imprese che si trovino fra loro nella condizione
di controllo cui art. 2359 C.C.; si procedera' all'esclusione dalla
gara di tutte le imprese che si trovano in dette condizioni. Ai sensi
art. 13, comma 4, alla gara non sara' altresi' ammessa la
compartecipazione (o singolarmente o in riunione di imprese) di
consorzi e imprese ad essi aderenti e indicate in sede di offerta; in
presenza di partecipazione in piu' forme si procedera' all'esclusione
delle singole imprese dalla gara. Non sara' altresi' ammessa la
compartecipazione (o singolarmente o in riunione) di imprese che hanno
identita' totale o parziale delle persone che in esse rivestono ruoli
di legale rappresentanza o procuratori; in presenza di tale
compartecipazione si procedera' all'esclusione di tutte le ditte dalla
gara.
Concorrenti stranieri. Le imprese straniere aventi sede negli Stati
aderenti alla CEE sono ammesse a partecipare alle condizioni previste
dal comma 11 bis, art. 8, Legge 109/94.
VI. Criterio aggiudicazione. Il contratto parte a corpo e parte a
misura verra' aggiudicato con il criterio del prezzo piu' basso,
inferiore a quello posto a base d'asta ai sensi art. 21, comma 1,
Legge 109/94 e precisamente mediante offerta a prezzi unitari. Si
procedera' all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta
valida. In caso di offerte uguali si procedera' per sorteggio.
Offerte anomale. In applicazione art. 21, comma 1/bis, Legge 109/94,
cosi' come da ultimo modificata, si procedera' all'esclusione
automatica delle offerte anomale. Se gli ammessi alla gara saranno in
numero inferiore a cinque, qualora il Presidente ravvisi per una o
piu' offerte l'ipotesi di anomalia, l'eventuale verifica sara' fatta
in contraddittorio con la Ditta; verra' altresi' valutato che il
valore economico sia adeguato e sufficiente rispetto al costo del
lavoro ai sensi Legge 327/00.
VII. Esecuzione lavori. Termine massimo per l'esecuzione lavori: 365
giorni naturali successivi e continui, decorrenti dalla data del
verbale di consegna lavori.
Luogo di esecuzione e caratteristiche generali opera: localita':
Cesena. Realizzazione di: allargamento e ristrutturazione del tratto
urbano della Via Emilia da Via Marzolino fino all'incrocio con Via Del
Mare, e della Via Marzolino da Via Piemonte fino al centro commerciale
"Le Terrazze" e ristrutturazione di Via Piemonte; sistemazione
dell'incrocio tra Viale Marconi e le Vie Lucania e Da Verrazzano;
sistemazione e realizzazione ex novo di pista ciclabile; realizzazione
di nuovi tratti fognari e collettori di attraversamento. Le
particolarita' tecniche e contrattuali sono specificate negli
elaborati progettuali, approvati con atto dirigenziale n. 912 del 31
maggio 2006, visibili c/o l'Ufficio Contratti nelle giornate di
lunedi' e mercoledi' dalle ore 8,30 alle 13 e giovedi' dalle 14,30
alle 16. Copia di essi, unitamente al modulo lista delle categorie di
lavoro e forniture previste per l'esecuzione dell'appalto e unitamente
ai modelli delle dichiarazioni da presentare per la gara, potra'
essere ritirata (previa prenotazione telefonica) c/o Copisteria
Gabellini Srl, Via Mura Ponente n. 5, Cesena, tel. 0547/22579, con
contestuale versamento della somma relativa alle spese di
riproduzione. E' obbligatorio che il legale rappresentante o il
Direttore Tecnico (o un loro procuratore generale o speciale) eseguano
il sopralluogo sul cantiere, accompagnati da un incaricato del Comune.
A tale scopo il Servizio Progettazione del Settore Infrastrutture e
Mobilita' del Comune e' disponibile nelle seguenti giornate: 18 e 25
luglio, 5 e 12 settembre 2006, dalle ore 8,30 alle ore 12, previo
avviso telefonico al numero: 0547/356569. Di detto sopralluogo
l'Amministrazione rilascera' apposita attestazione. In caso di
raggruppamento di imprese o consorzio - ex art. 2602 C.C. - da
costituirsi, tale adempimento deve risultare svolto dall'Impresa
qualificata "capogruppo".
Polizza di assicurazione ex art. 103, DPR 554/99: ai sensi art. 34,
Capitolato speciale e del D.M. 12 marzo 2004, n. 123, si richiedera'
polizza "Contractors All Risks" come di seguito specificato: schema
tipo 2.3: - Sezione A Partita 1 Euro 687.703,73, Partita 2 Euro
35.000,00, Partita 3 Euro 35.000,00; - Sezione B Euro 1.500.000,00.
Modalita' essenziali di finanziamento e pagamento opera: i lavori sono
finanziati con mutuo con Cassa di Risparmio di Cesena SpA, con
contributo regionale e con fondi propri dell'Amministrazione
comunale.
VIII. Modalita' di presentazione offerta: l'offerta scritta in lingua
italiana, in piego esterno sigillato e controfirmato sui lembi di
chiusura, dovra' pervenire esclusivamente all'Ufficio Protocollo del
Comune a mezzo Servizio postale raccomandato o altra forma di recapito
autorizzato, o a mano, con rilascio da parte dell'Ufficio di apposita
ricevuta, entro le ore 13 del giorno antecedente quello fissato per la
gara. Tale piego dovra' essere indirizzato al Comune di Cesena -
Ufficio Contratti - Piazza del Popolo n. 10 - 47023 Cesena (FC) - e
dovra' riportare il giorno fissato per l'asta, l'indicazione dei
lavori oggetto dell'appalto ed il nominativo dell'impresa/e
mittente/i. Nel suddetto piego vanno inseriti, a pena di esclusione:
l'offerta come di seguito specificata al punto A), nonche' i documenti
indicati al successivo punto B).
A) Offerta, in bollo, espressa esclusivamente nel modulo denominato
"Lista delle categorie di lavoro e forniture previste per l'esecuzione
dell'appalto". Nel suddetto modulo la ditta deve indicare, nelle
apposite colonne i prezzi unitari offerti, in Euro, in cifre e in
lettere, per ogni voce relativa alle varie categorie di lavoro e i
prodotti dei quantitativi per i prezzi unitari formulati. Il prezzo
complessivo offerto, rappresentato dalla somma di tali prodotti,
dovra' essere posto dalla ditta in calce al modulo stesso unitamente
al conseguente ribasso percentuale rispetto al prezzo complessivo
posto a base di gara. Il prezzo complessivo e il ribasso devono essere
indicati in cifre e in lettere, in Euro. In caso di discordanza,
prevale il ribasso percentuale indicato in lettere. In caso di
discordanza dei prezzi unitari offerti, prevale il prezzo indicato in
lettere. Il modulo deve essere sottoscritto in ciascun foglio dal/i
legale/i rappresentante/i e non potra' presentare correzioni valide se
non espressamente confermate e sottoscritte. In ogni caso la/e
sottoscrizione/i deve/ono essere accompagnata/e dalla data di
apposizione e la/e firma/e deve/ono essere leggibile/i e per esteso.
La lista delle quantita' relative ai lavori a corpo posta a base di
gara ha effetto ai soli fini dell'aggiudicazione. Prima della
formulazione dell'offerta il concorrente ha l'obbligo di controllare
le voci riportate nella lista attraverso l'esame degli elaborati
progettuali. In esito a tale verifica il concorrente e' tenuto a
integrare o ridurre le quantita' che valuta carenti o eccessive e ad
inserire le voci e relative quantita' che ritiene mancanti rispetto a
quanto previsto negli elaborati grafici e nel capitolato speciale
nonche' negli altri documenti che e' previsto facciano parte
integrante del contratto, alle quali applica i prezzi unitari che
ritiene di offrire. Prima della stipulazione del contratto si
procedera' alla verifica dei conteggi presentati dall'aggiudicatario
tenendo per validi e immutabili i prezzi unitari e correggendo, ove si
riscontrino errori di calcolo, i prodotti o la somma. In caso di
discordanza tra il prezzo complessivo risultante da tale verifica e
quello dipendente dal ribasso percentuale offerto, tutti i prezzi
unitari sono corretti in modo costante in base alla percentuale di
discordanza. I prezzi unitari offerti, eventualmente corretti,
costituiscono l'elenco dei prezzi unitari contrattuali. In caso di
associazioni di imprese o di consorzi costituendi, ai sensi art. 13,
comma 5, Legge 109/94 e successive modificazioni ed integrazioni,
l'offerta dovra' essere sottoscritta da tutte le imprese che
costituiranno l'associazione o il consorzio e contenere l'impegno
espresso che in caso di aggiudicazione esse conferiranno mandato
collettivo speciale con rappresentanza alla capogruppo individuata,
che stipulera' il contratto in nome e per conto proprio e delle
mandanti, specificando la quota di partecipazione ai lavori di
ciascuna impresa nel rispetto dell'art. 95 del regolamento DPR 554/99.
Sono nulle le offerte condizionate e quelle per persona da nominare.
Il concorrente resta vincolato con la propria offerta per giorni 180
dalla data della gara. Tale offerta deve essere inserita in una busta,
sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, contrassegnata dalla
dicitura "Offerta" e dal nominativo dell'impresa/e mittente/i, nella
quale non devono essere inseriti altri documenti.
B) Documentazione per ammissione alla gara:
1. istanza/e, in bollo, di partecipazione conforme all'Allegato "A" al
presente bando comprendente dichiarazioni relative all'inesistenza
delle cause di esclusione di cui all'art. 75 del Regolamento, nonche'
alla sussistenza delle condizioni per la partecipazione alla gara,
compresa quella prevista dall'art. 17, Legge 68/99.
2. Attestazione/i (o copia/e autenticata/e) rilasciata/e da Societa'
di attestazione (SOA) cui DPR 34/00, regolarmente autorizzate, in
corso di validita'; le categorie e le classifiche devono essere
adeguate ai lavori da appaltare.
2.a (per categorie fino a 150.000 Euro per le quali l'impresa non
possiede attestazione SOA) dichiarazione, in bollo, di cui
all'Allegato "B" del presente bando, relativa ai requisiti di
capacita' economico-finanziaria e tecnico-organizzativa, ex art. 28 e
conseguenti del DPR 34/00, nella Categoria OG6 "Acquedotti e
fognature", in alternativa alla relativa attestazione SOA.
3. Cauzione , pari al 2 per cento dell'importo a base di gara, o all'1
per cento per le imprese cui art. 8, comma 11 - quater, Legge 109/94,
in possesso di certificazione di sistema di qualita' UNI EN ISO 9000,
con contestuale presentazione di copia autenticata della
certificazione (in caso di ATI, per usufruire di tale facolta', la
certificazione deve essere posseduta da tutte le imprese del
raggruppamento; diversamente non e' ammessa alcuna riduzione) prestata
nelle forme di legge, a garanzia: - della conformita' delle
dichiarazioni rese in sede di gara (art. 10, comma 1 quater); - della
costituzione della cauzione definitiva (art. 30, comma 2); - della
sottoscrizione del contratto (art. 30, comma 1). La fideiussione
bancaria o assicurativa dovra' essere conforme agli schemi tipo di cui
al D.M. 12 marzo 2004, n. 123. La validita' della cauzione dovra'
essere di almeno 180 giorni dalla data di scadenza di presentazione
dell'offerta, prevista nel bando di gara. Qualora si effettuasse in
contanti, il versamento avverra' al Servizio Tesoreria del Comune c/o
la Cassa di Risparmio di Cesena SpA, Agenzia n. 3, Sobborgo Comandini
n. 102/104 - Cesena - ABI 06120 CAB 23933, e l'originale della
ricevuta sara' inserito fra i documenti insieme all'impegno del
fideiussore di cui sopra.
4. Ricevuta in originale, del versamento di Euro 50,00, indicando: la
denominazione e il codice fiscale, la denominazione della stazione
appaltante e l'oggetto del bando di gara, da effettuarsi
esclusivamente con le seguenti modalita':
a) presso una sede della Tesoreria provinciale dello Stato, a favore
della contabilita' speciale n. 1493, intestata all'Autorita' per la
vigilanza sui lavori pubblici presso la Tesoreria provinciale dello
Stato - Sezione di Roma;
b) sul conto corrente postale n. 871012, intestato alla Tesoreria
provinciale delle Stato - Sezione di Roma, contabilita' speciale n.
1493 - Autorita' per la vigilanza sui lavori pubblici. Per le imprese
riunite nel rispetto delle condizioni e modalita' di cui all'art. 13
della Legge 109/94, la cauzione, comunque con l'individuazione delle
imprese costituenti il raggruppamento, e la ricevuta di cui sopra
dovranno essere fornite solo dalla mandataria o "capogruppo".
5. Certificazione (o copia/e autenticata/e), ove necessaria ai sensi
del punto IV "Requisiti di partecipazione" del presente bando, del
sistema di qualita' aziendale rilasciata/e da organismi di
attestazione autorizzati/accreditati. Per le imprese riunite tale
certificazione va prodotta per ciascuna impresa del raggruppamento.
Sono escluse le offerte pervenute in piego non integro come pure
quelle non conformi alle prescrizioni sopra riportate e all'allegato.
Scaduto il termine sopra indicato, non sara' consentita la
presentazione di altre offerte, anche se sostitutive o aggiuntive di
offerta precedente. Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio
del mittente, qualora, per qualsiasi motivo, il plico stesso non
dovesse giungere a destinazione in tempo utile.
IX. Svolgimento gara: nel giorno indicato, in una sala della Residenza
comunale, si procedera' in seduta pubblica all'esame della
documentazione presentata dai concorrenti ai fini dell'ammissibilita'
degli stessi e saranno estratti a sorte, cosi' come previsto dall'art.
10, comma 1/quater Legge 109/94, un numero di offerenti non inferiore
al 10% del numero di offerte presentate, arrotondato all'unita'
superiore. I concorrenti estratti dovranno, tassativamente entro 10
giorni dalla data della richiesta inviata via fax, far pervenire la
documentazione atta a comprovare il possesso dei requisiti di
capacita' economico-finanziaria e tecnico-organizzativa richiesti per
partecipare alla gara, di cui all'Allegato "B", eventualmente
presentato. Per i medesimi potranno altresi' essere effettuati
controlli d'ufficio, anche sui requisiti cui art. 75, DPR 554/99, che
potranno altresi' essere estesi anche ad altri partecipanti. Qualora
la documentazione non sia fornita nei suddetti termini perentori o non
risultino confermate le dichiarazioni rese, i concorrenti verranno
esclusi dalla gara e la cauzione incamerata. In data successiva, che
sara' comunicata via fax a tutti i concorrenti, oppure immediatamente
se i requisiti risultano gia' comprovati, la gara proseguira' in
seduta pubblica con le determinazioni del Presidente di gara in merito
alla verifica, relativamente ai concorrenti sorteggiati, del possesso
dei requisiti suddetti, e con la valutazione delle offerte.
X. Aggiudicazione e adempimenti conseguenti: l'appalto verra'
aggiudicato al concorrente che avra' formulato l'offerta piu'
vantaggiosa per l'Amministrazione, fatta salva la procedura di
esclusione automatica delle offerte anomale. L'aggiudicatario e il
secondo classificato, dovranno presentare tassativamente entro 10
giorni dalla richiesta via fax, i documenti comprovanti i requisiti di
cui agli Allegati "A" e "B" presente bando. L'aggiudicazione diviene
definitiva a seguito della verifica positiva di tutti i requisiti,
anche d'ufficio, ad opera del Dirigente competente, in seduta di gara.
La mancata presentazione dei documenti richiesti nei termini
stabiliti, o la non conformita' alle dichiarazioni rese, comporta
l'esclusione dalla gara con determinazione della nuova soglia di
anomalia e nuova aggiudicazione, l'incameramento della cauzione
provvisoria nonche' la segnalazione alle competenti Autorita'.
L'aggiudicatario dovra', entro 10 giorni dalla richiesta, prestare la
cauzione definitiva ed entro 30 giorni redigere e consegnare il/i
piano/i di sicurezza secondo quanto previsto dal capitolato.
L'aggiudicatario dovra' presentarsi alla stipulazione del contratto
nel termine che sara' assegnato dall'ente appaltante. Il mancato
adempimento di quanto sopra richiesto e la mancata stipulazione del
contratto per fatto dell'aggiudicatario, comporta la decadenza
dall'aggiudicazione, l'incameramento della cauzione provvisoria e
l'aggiudicazione al concorrente che segue in graduatoria. Mentre
l'offerente restera' impegnato per effetto della presentazione stessa
dell'offerta, l'ente appaltante non assumera' verso di questi alcun
obbligo se non quando tutti gli atti inerenti l'asta e ad essa
necessari e dipendenti, ivi compresa la stipulazione del contratto di
appalto, conseguiranno piena efficacia giuridica. La stipulazione del
contratto avverra' secondo modalita', condizioni e eventuali
adeguamenti che si renderanno necessari, a seconda delle disposizioni
di legge che saranno da ritenersi vigenti al momento della stipula. Si
da' atto che, ai sensi art. 71, comma 4, DPR 554/99, sono state
attivate le procedure espropriative per l'acquisizione delle aree.
XI. Sostituto: il Comune si riserva la facolta' di avvalersi,
dell'art. 10, comma 1 ter, Legge 109/94 e successive modificazioni ed
integrazioni. Resp.le procedimento e' l'ing. Natalino Borghetti,
Dirigente Settore Infrastrutture e Mobilita' - tel. 0547/356370.
Copia del presente bando e degli allegati, potra' essere ritirato
all'Ufficio Amministrativo LL.PP. tel. 0547/356369 - fax 0547/356457.
Informazione ex art. 13 DLgs 96/03: i dati forniti dalle imprese al
Comune saranno raccolti e trattati ai fini del procedimento di gara e
della eventuale successiva stipula del contratto. Tali dati saranno
utilizzati secondo le disposizioni di legge e potranno essere
comunicati: - al personale interno all'Amministrazione interessato dal
procedimento di gara e suoi consulenti; - ai concorrenti che
partecipano alla seduta pubblica di gara, ad ogni altro soggetto che
abbia interesse, ai sensi Legge 241/90 e ai sensi del Regolamento
comunale sull'accesso; - altri soggetti della pubblica
Amministrazione.
Il presente bando con relative note e gli uniti allegati, e'
consultabile anche presso il sito: www.comune.cesena.fc.it.
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Natalino Borghetti
Scadenza: 20 settembre 2006

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it