COMUNE DI RAVENNA

COMUNICATO

Titolo II - Procedura di verifica screening relativa al progetto di richiesta concessione attivita' estrattiva in localita' Fosso Ghiaia (RA)

Lo Sportello Unico per le Attivita' produttive del Comune di Ravena,            
avvisa che ai sensi del Titolo II della L.R. 18 maggio 1999, n. 9               
come modificata dalla L.R. 16 novembre 2000, n. 35, sono stati                  
depositati per la libera consultazione da parte dei soggetti                    
interessati gli elaborati prescritti per l'effettuazione della                  
procedura di verifica (screening) relativi al:                                  
- progetto: richiesta concessione attivita' estrattiva                          
- localizzato: Fosso Ghiaia (RA), polo estrattivo Standiana                     
- presentato da: Cave San Bartolo SpA Via G. Rossi n. 5, 48100                  
Ravenna.                                                                        
Il progetto appartiene alla seguente Categoria: B3.4.                           
Il progetto interessa il territorio del comune di Ravenna e della               
provincia di Ravenna.                                                           
Il progetto prevede quanto segue richiesta di autorizzazione alla               
coltivazione di un'area di 7 Ha interna al Polo estrattivo comunale             
Standiana, come indicato dalla Variante specifica "Polo Standiana" al           
Piano delle attivita' estrattive del Comune di Ravenna approvata con            
delibera del Consiglio comunale n. 148/57000 del 18/7/2005,                     
pubblicata nel Bollettino Ufficiale Regione Emilia-Romagna n. 115 del           
17/8/2005.                                                                      
Tale recente variante prende atto dell'impossibilita' di scavare                
completamente i volumi precedentemente concessi dal Comune di                   
Ravenna, tramite autorizzazione n. 258/04, all'interno dell'Ambito              
comunale ed autorizza un trasferimento di 148.000 mc da questo alla             
Nuova area di ampliamento (7 Ha).                                               
La stessa variante trasferisce sempre nella Nuova area anche 78.750             
mc di materiale residuo all'interno del precedente limite PAE, a                
causa di una bassa percentuale di materiale utile rivelatosi                    
notevolmente inferiore a quanto preventivato. Pertanto il volume di             
materiale utile estraibile all'interno della Nuova area (7 Ha) e' di            
226.750 mc (costituiti da sabbie e ghiaie) e verra' estratto                    
nell'arco di tre anni di "coltivazione", dunque l'area verra'                   
suddivisa in tre lotti di escavazione annua.                                    
La nuova area di ampliamento sara' localizzata nella parte nord-est             
del Polo, rimarra' all'interno dei limiti prescritti dal Piano                  
infraregionale delle attivita' estrattive (PIAE) e quindi all'interno           
dell'area gia' definita dal Piano regolatore come estrattiva (D9).              
Il progetto di sistemazione relativo alla coltivazione dell'area di 7           
Ha si inserisce nel contesto generale di sistemazione del Polo                  
Standiana, per il quale e' prevista la realizzazione di un bacino               
attrezzato per gli sport acquatici. Infatti la nuova area in oggetto,           
essendo direttamente collegata con il bacino destinato a finalita'              
sportivo-ricreative, andra' ad unirsi allo specchio d'acqua gia'                
esistente ed avra' la sua medesima destinazione d'uso.L'Autorita'               
competente e' il Comune di Ravenna - Servizio Ambiente - Piazzale               
Farini n. 21, II piano - Ravenna.                                               
I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati                 
prescritti per l'effettuazione della procedura di verifica                      
(screening) presso la sede dell'Autorita' competente: Comune di                 
Ravenna - Servizio Ambiente - Piazzale Farini n. 21, II piano -                 
Ravenna e presso la sede dello Sportello Unico per le Attivita'                 
produttive del Comune di Ravenna, Via S.Agata n. 48 - Ravenna.                  
Gli elaborati prescritti per l'effettuazione della procedura di                 
verifica (screenig) sono depositati per 30 giorni naturali                      
consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel                 
Bollettino Ufficiale della Regione.                                             
Entro il termine di 30 giorni naturali consecutivi dalla data di                
pubblicizzazione della domanda nel Bollettino Ufficiale della                   
Regione, ai sensi dell'art. 9, commi 4 e 6, puo' presentare                     
osservazioni all'Autorita' competente: Comune di Ravenna - servizio             
ambiente al seguente indirizzo: Piazzale Farini n. 21 - 48100                   
Ravenna.                                                                        

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it