REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 dicembre 2004, n. 2677

Procedura verifica (screening) relativa Progetto per installazione n. 3 nuove caldaie a metano per una potenzialita' complessiva - Impianto maggiore di 50 MW nello stabilimento Cirio - Comune di Podenzano (PC) - Titolo II, L.R. 9/99 e successive modifiche ed integrazioni

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
(omissis)  delibera:                                                            
a) di escludere, ai sensi dell'art. 10, comma 1 della L.R. 18 maggio            
1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, in considerazione            
del limitato rilievo degli interventi previsti, e dei conseguenti               
impatti ambientali, del progetto "installazione di tre nuove caldaie            
a metano per una potenzialita' complessiva dell'impianto maggiore di            
50 MW" localizzato sulla Strada provinciale n. 42 di Podenzano                  
localita' Ca' del Vescovo nel comune di Podenzano (PC) dalla                    
ulteriore procedura di VIA con le seguenti prescrizioni:                        
a.1. minimizzare gli impatti sugli ecosistemi e sul paesaggio,                  
mettendo in atto tutte le azioni di mitigazione e prevenzione                   
previste nel progetto;                                                          
a.2. la Societa' Cirio del Monte Italia dovra' presentare una nuova             
istanza di autorizzazione allo scarico ai sensi del DLgs 152/99 e               
successive modifiche ed integrazioni alla Provincia di Piacenza, in             
quanto la ditta stessa dichiara che verranno variate le                         
caratteristiche qualitative dello scarico;                                      
a.3. rispettare dei limiti di pressione sonora previsti secondo                 
quanto stabilito dalla Legge quadro sull'inquinamento acustico del 26           
ottobre 1995, n. 447 e dai limiti previsti dal DPCM 1/3/1991 e                  
successive modifiche, sia durante la fase di esercizio sia in quella            
di cantiere;                                                                    
a.4. in caso che non si riescano a rispettare i limiti sopra citati,            
si prescrive l'installazione di opere di mitigazione adeguate sia dal           
punto di vista tecnico sia per un buon inserimento visivo e                     
paesaggistico nella zona;                                                       
a.5. dovra' essere acquisita l'autorizzazione di cui all'art. 15/a              
del DPR 203/88 per la modifica degli impianti in quanto                         
l'installazione delle nuove caldaie prefigura la variazione delle               
emissioni in atmosfera;                                                         
a.6. nel caso in cui il prelievo idrico da acque sotterranee                    
aumentasse deve essere richiesta la modifica alla concessione di                
derivazione di acque pubbliche al Servizio Tecnico di Bacino                    
competente;                                                                     
a.7. gli interventi previsti dal progetto dovranno assicurare,                  
secondo quanto previsto dall'art. 30 delle norme tecniche del PAI del           
Po, il mantenimento o il miglioramento delle condizioni di drenaggio            
superficiale dell'area, l'assenza di interferenze negative con il               
regime delle falde freatiche presenti e con la sicurezza delle opere            
di difesa esistenti;                                                            
a.8. si ricorda che l'attivita' di gestione rifiuti e' espressamente            
disciplinata dal DLgs 22/97 e successive modifiche ed integrazioni e            
pertanto, qualsiasi stoccaggio di rifiuti prodotti, salvo non rientri           
nei limiti di cui all'art. 6, comma 1, lettera m), DLgs 22/97, dovra'           
essere espressamente autorizzato dalla Provincia di Piacenza;                   
a.9. resta fermo che tutte le autorizzazioni, necessarie per la                 
realizzazione dell'opera in oggetto della presente valutazione,                 
dovranno essere rilasciate dalle Autorita' competenti ai sensi delle            
vigenti disposizioni;                                                           
b) di trasmettere la presente delibera al proponente Societa' Cirio             
del Monte, alla Provincia di Piacenza - Assessorato Ambiente, allo              
Sportello Unico per le attivita' produttive del Comune di Podenzano e           
all'ARPA - Sezione provinciale di Piacenza;                                     
c) di pubblicare, per estratto, ai sensi dell'art. 10, comma 3 della            
L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, il            
presente partito di deliberazione nel Bollettino Ufficiale della                
Regione Emilia-Romagna.                                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it