REGIONE EMILIA-ROMAGNA - RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO BACINO FIUMI ROMAGNOLI - FORLI'

COMUNICATO DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO BACINO FIUMI ROMAGNOLI - FORLI'

Concessione di derivazione di acqua pubblica in comune di Longiano (FC) (determinazione del Responsabile del Servizio n. 4810 del 12/4/2005)

Concessionario: Az. agr. Biolongiano s.s. codice fiscale 03208980403,           
con sede in comune di Savignano sul Rubicone (FC), Via Sogliano n.              
85/A.                                                                           
Pratica n. FC04A0043.                                                           
Derivazione da: fosso di Ato e da acque sotterranee.                            
Ubicazione: comune di Longiano (FC).Opere di derivazione:                       
- dal fosso di Ato, mediante tubo in PVC del diametro di mm. 300,               
pozzetto di dimensioni cm. 80 x 80, paratoia in acciaio rimovibile di           
cm. 82 x 16, raccordo rivestito in pietrame;                                    
- dal pozzo, avente diametro di mm. 1000 e profondita' di m. 16,                
mediante motopompa mobile. La risorsa derivata e' necessaria per il             
mantenimento della riserva idrica di un bacino di accumulo, scavato             
in terreno argilloso, delle dimensioni di m. 22 x 54 e della                    
profondita' di m. 4/5, avente una capacita' di mc. 3.375.                       
Opere di restituzione: non presenti.                                            
Portata concessa: moduli max complessivi 0,0010 (l/s 0,10), moduli              
medi 0,0006 (l/s 0,06).                                                         
Volume di prelievo: mc. annui: 3.913.                                           
Uso: irriguo.                                                                   
Durata della concessione: dal 12/4/2005 al 31/12/2005.                          
Condizioni speciali cui e' assoggettata la derivazione: il pelievo              
dal fosso di Ato verra' effettuato per integrare, quando necessario,            
le riserve idriche del bacino nel periodo invernale. Il                         
concessionario dovra' sospendere ogni prelievo nel caso in cui gli              
venga comunicato dal Servizio concedente il divieto di derivare acqua           
e nel caso in cui le Autorita' preposte diano comunicazione che                 
l'inquinamento delle acque e' tale da vietarne l'utilizzo per l'uso             
cui la risorsa e' destinata. Il prelievo dal pozzo verra' utilizzato            
per uso agricolo e per ripristinare la capacita' idrica del bacino in           
caso di necessita'.                                                             
per IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                
Amedea Benini                                                                   

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it