REGIONE EMILIA-ROMAGNA - RESPONSABILE DEL SERVIZIO AIUTI ALLE IMPRESE

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AIUTI ALLE IMPRESE 30 giugno 2005, n. 9213

Deliberazione della Giunta regionale 166/04 "Programma operativo per la concessione di aiuti a favore di investimenti finalizzati alla riduzione delle emissioni di metano nelle aziende agricole". Approvazione graduatoria

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Richiamate:                                                                     
- la Legge 29 maggio 1982, n. 308 "Norme sul contenimento dei consumi           
energetici, lo sviluppo delle fonti rinnovabili di energia e                    
l'esercizio di centrali elettriche alimentate con combustibili                  
diversi dagli idrocarburi" ed in particolare l'articolo 12, cosi'               
come sostituito dall'articolo 13 "Incentivi alla produzione di                  
energia da fonti rinnovabili di energia nel settore agricolo" della             
Legge 9 gennaio 1991, n. 10;                                                    
- il DLgs 30 aprile 1998, n. 173 "Disposizioni in materia di                    
contenimento dei costi di produzione e per il rafforzamento                     
strutturale delle imprese agricole, a norma dell'articolo 55, commi             
14 e 15, della legge 27 dicembre 1997, n. 449" ed in particolare                
l'articolo 1 "Disposizioni in materia di risparmio energetico e di              
contenimento dei costi" - commi 3 e 4;                                          
- il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole dell'11 settembre           
1999, n. 401 "Regolamento recante norme di attuazione dell'art. 1,              
commi 3 e 4 del DLgs 30 aprile 1998, n. 173, per la concessione di              
aiuti a favore della produzione e della utilizzazione di fonti                  
energetiche rinnovabili nel settore agricolo";                                  
- il Decreto del Ministero dell'Ambiente del 20 luglio 2000, n. 337             
"Regolamento recante criteri e modalita' di utilizzazione delle                 
risorse destinate per l'anno 1999 alle finalita' di cui all'articolo            
8, comma 10, lettera f) della Legge 23 dicembre 1998, n. 448" (carbon           
tax) ed in particolare il punto 4 dell'Allegato 1 "Riduzioni delle              
emissioni nei settori non energetici";                                          
dato atto che con deliberazione n. 1665 del 30 luglio 2004 la Giunta            
regionale ha approvato uno specifico Programma Operativo per la                 
concessione di aiuti a favore di investimenti finalizzati alla                  
riduzione delle emissioni di gas metano nelle aziende agricole, a               
valere sui provvedimenti precedentemente citati;                                
atteso che detto Programma Operativo stabilisce, fra l'altro, i                 
criteri di presentazione, istruttoria, selezione, finanziamento dei             
progetti e costituisce avviso per la presentazione di domande;                  
richiamata la determinazione del Direttore generale Agricoltura n.              
229 del 18 gennaio 2005 che, in ottemperanza a quanto stabilito dal             
punto 10 del suddetto Programma Operativo, istituisce un apposito               
Gruppo di Valutazione incaricato di formulare una proposta di                   
graduatoria degli interventi ammissibili e di definire le eventuali             
esclusioni;                                                                     
considerato:                                                                    
- che in esito al predetto avviso sono state presentate, entro la               
scadenza prevista, n. 27 domande;                                               
- che il Gruppo di Valutazione ha accertato la non ammissibilita' di            
8 delle 27 domande presentate;                                                  
- che le rimanenti 19 istanze sono state ordinate dal Gruppo medesimo           
in funzione dei criteri di priorita' individuati al punto 7 del                 
Programma Operativo;                                                            
dato atto che il suddetto procedimento trova riscontro nei verbali              
agli atti di questo Servizio;                                                   
ritenuto di recepire le risultanze dell'attivita' svolta dal Gruppo             
di Valutazione, approvando i seguenti allegati costituenti parti                
integranti e sostanziali  della  presente determinazione:                       
- Allegato 1: elenco delle 8 domande ritenute non ammissibili con               
relative motivazioni;                                                           
- Allegato 2: graduatoria relativa alle 19 domande ritenute                     
ammissibili, con indicazione della spesa massima ammissibile, del               
corrispondente contributo massimo concedibile, nonche' delle                    
priorita' a ciascuna attribuite in sede di valutazione;                         
dato atto che nella determinazione della spesa ammissibile sono stati           
applicati i principi stabiliti al punto 4.1.4.8. del Documento della            
Commissione Europea "Orientamenti comunitari per gli aiuti di Stato             
nel settore agricolo" (GUCE 2000/C 28/2) in ordine ai tetti massimi             
di spesa oggetto di contributo;                                                 
vista la L.R. 23 dicembre 2004, n. 28 di approvazione del Bilancio              
per l'esercizio finanziario 2005 e pluriennale 2005-2007 ed in                  
particolare la Tabella H;                                                       
dato atto:                                                                      
- che al finanziamento della graduatoria di cui all'Allegato 2 sono             
destinati - secondo quanto stabilito al paragrafo "Dotazione                    
finanziaria" del Programma Operativo - Euro 4.353.654,48;                       
- che tale importo trova attualmente copertura nell'ambito degli                
stanziamenti recati dai seguenti capitoli del bilancio per                      
l'esercizio finanziario 2005:                                                   
quanto a Euro 888.228,68 sul Capitolo 18210 "Contributi in conto                
capitale alle aziende agricole singole o associate per la                       
realizzazione di investimenti in impianti per la produzione di                  
energia termica, elettrica e meccanica da fonti rinnovabili (art. 12,           
Legge 29/5/1982, n. 308, delibera CIPE 30/12/1992) - Mezzi statali"             
compreso nella Unita' Previsionale di Base 1.3.1.3. 6360 "Risparmio             
energetico in agricoltura - Risorse statali";                                   
quanto a Euro 1.394.433,63 sul Capitolo 18217 "Contributi in conto              
capitale per la realizzazione di interventi volti alla riduzione                
delle emissioni di metano dagli allevamenti zootecnici (art. 8, comma           
10, lettera f) Legge 23 dicembre 1998, n. 448; DM 20 luglio 2000 n.             
337; DM 21 maggio 2001) - Mezzi statali" compreso nella Unita'                  
Previsionale di Base 1.3.1.3. 6360 "Risparmio energetico in                     
agricoltura - Risorse statali";                                                 
quanto a Euro 2.070.992,17 sul capitolo di nuova istituzione 18358              
"Contributi in capitale per interventi finalizzati alla produzione ed           
utilizzazione di fonti energetiche rinnovabili nel settore agricolo             
(DLgs 30 aprile 1998, n. 173; DM 11 settembre 1999, n. 401) - Mezzi             
statali" compreso nella Unita' Previsionale di Base 1.3.1.3.6471                
"Interventi a sostegno delle aziende agricole - Risorse statali"                
del Bilancio di previsione regionale per l'esercizio 2005;                      
vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di                
organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione                            
Emilia-Romagna";                                                                
richiamata la deliberazione della Giunta regionale n. 447 del 24                
marzo 2003 recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative            
e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni                   
dirigenziali";                                                                  
richiamate, altresi', le seguenti determinazioni del Direttore                  
generale Agricoltura:                                                           
- n. 1289 del 22 febbraio 2002, con la quale sono stati specificati             
gli ambiti di competenza assegnati ai Servizi istituiti nell'ambito             
della Direzione con deliberazioni della Giunta regionale n. 2832 del            
17 dicembre 2001;                                                               
- n. 4220 del 1 aprile 2005 con la quale sono stati attribuiti                  
incarichi di sostituzione provvisoria dei Responsabili di Servizio              
all'interno della Direzione generale Agricoltura, a norma                       
dell'articolo 46, comma 3 della L.R. 43/01, cui la Giunta regionale             
ha conferito efficacia giuridica con deliberazione n. 672 del 26                
aprile 2005;                                                                    
accertata la regolarita' amministrativa del presente atto ai sensi              
della predetta deliberazione 447/03;                                            
dato atto del visto di riscontro degli equilibri economico-finanziari           
espresso, ai sensi della medesima deliberazione 447/03, dalla                   
Responsabile del Servizio Bilancio-Risorse finanziarie, dott.ssa                
Amina Curti;                                                                    
determina:                                                                      
1) di recepire integralmente le risultanze dell'attivita' svolta dal            
Gruppo di valutazione nominato ai fini della formulazione della                 
proposte di graduatoria delle domande presentate in esito al                    
Programma Operativo per la concessione di aiuti a favore di                     
investimenti finalizzati alla riduzione delle emissioni di metano               
nelle aziende agricole, di cui alla deliberazione della Giunta                  
regionale n. 1665 del 30 luglio 2004;                                           
2) di approvare, pertanto, i seguenti allegati costituenti parti                
integranti e sostanziali della presente determinazione:                         
- Allegato 1: elenco delle n. 8 domande ritenute non ammissibili con            
relative motivazioni;                                                           
- Allegato 2: graduatoria relativa alle n. 19 domande ritenute                  
ammissibili, nella quale sono indicate per ciascuna di esse la spesa            
massima ammissibile, il conseguente contributo massimo concedibile e            
le priorita' attribuite in sede di valutazione;                                 
3) di dare atto che al finanziamento della graduatorie di cui                   
all'Allegato 2 sono destinati - secondo quanto stabilito al paragrafo           
"Dotazione finanziaria" del Programma Operativo - Euro 4.353.654,48 a           
valere sugli stanziamenti recati dai seguenti capitoli:                         
- quanto a Euro 888.228,68 sul Capitolo 18210 "Contributi in conto              
capitale alle aziende agricole singole o associate per la                       
realizzazione di investimenti in impianti per la produzione di                  
energia termica, elettrica e meccanica da fonti rinnovabili (art. 12,           
Legge 29/5/1982, n. 308, delibera CIPE 30/12/1992) - Mezzi statali"             
compreso nella Unita' Previsionale di Base 1.3.1.3. 6360 "Risparmio             
energetico in agricoltura - Risorse statali";                                   
- quanto a Euro 1.394.433,63 sul Capitolo 18217 "Contributi in conto            
capitale per la realizzazione di interventi volti alla riduzione                
delle emissioni di metano dagli allevamenti zootecnici (art. 8, comma           
10, lettera f) Legge 23 dicembre 1998, n. 448; DM 20 luglio 2000 n.             
337; DM 21 maggio 2001)- Mezzi statali" compreso nella Unita'                   
Previsionale di Base 1.3.1.3. 6360 "Risparmio energetico in                     
agricoltura - Risorse statali";                                                 
- quanto a Euro 2.070.992,17 sul Capitolo di nuova istituzione 18358            
"Contributi in capitale per interventi finalizzati alla produzione ed           
utilizzazione di fonti energetiche rinnovabili nel settore agricolo             
(DLgs 30 aprile 1998, n. 173; DM 11 settembre 1999, n. 401) - Mezzi             
statali" compreso nella Unita' Previsionale di Base 1.3.1.3.6471                
"Interventi a sostegno delle aziende agricole - Risorse statali";               
del Bilancio per l'esercizio finanziario 2005;                                  
4) di dare atto che le domande inserite nella graduatoria di cui                
all'allegato 2 verranno finanziate secondo quanto stabilito dal punto           
11 "Modalita' di concessione ed erogazione del contributo pubblico" -           
primo, secondo e terzo capoverso - del Programma Operativo, nei                 
limiti degli stanziamenti indicati al punto 3) nonche' nel rispetto             
delle disposizioni recate dalla L.R. 40/01;                                     
5) di dare atto, inoltre:                                                       
a) che all'approvazione dei progetti, alla determinazione in via                
definitiva della spesa ammessa, alla concessione del contributo, alla           
fissazione delle prescrizioni tecniche necessarie ad assicurare la              
corretta realizzazione dei progetti ed alla definizione della                   
documentazione da presentare in sede di accertamento di avvenuta                
esecuzione delle opere si provvedera' con successivi specifici atti             
dirigenziali;                                                                   
b) che esclusivamente ai suddetti atti dirigenziali viene                       
riconosciuta natura formale e sostanziale di provvedimento                      
concessorio a favore dei soggetti beneficiari;                                  
6) di dare atto, altresi', che la liquidazione del contributo sara'             
effettuata, successivamente all'esecutivita' dell'atto di                       
concessione, con le seguenti modalita':                                         
a) acconto pari al 50% del contributo concesso, su richiesta del                
beneficiario, ad avvenuto inizio lavori dichiarato dal beneficiario             
medesimo e supportato da fidejussione bancaria o assicurativa a                 
copertura dell'intero importo liquidato a titolo di acconto;                    
b) saldo pari alla residua percentuale di contributo, ovvero minor              
somma, ad avvenuto accertamento dell'esecuzione delle opere e previa            
approvazione della documentazione tecnica, amministrativa e contabile           
inerente i lavori effettuati;                                                   
7) di dare atto che, successivamente all'esecutivita' della presente            
determinazione, si provvedera' ad approvare, con apposito atto                  
dirigenziale, lo schema di garanzia fidejussoria che dovra' essere              
utilizzato a supporto della liquidazione in acconto;                            
8) di rinviare, per quanto non espressamente previsto nel presente              
provvedimento, alle disposizioni contenute nel Programma Operativo              
approvato con deliberazione 1665/2004;                                          
9) di disporre la pubblicazione in forma integrale della presente               
determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione                           
Emilia-Romagna;                                                                 
10) di dare atto che con la suddetta pubblicazione la Regione intende           
adempiuti gli obblighi di comunicazione del presente provvedimento ai           
soggetti interessati.                                                           
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Carlo Basilio Bonizzi                                                           
(segue allegato fotografato)                                                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it