REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 16 febbraio 2005, n. 423

Reg. (CE) n. 1493/1999. Riapertura dei termini per la presentazione delle domande di regolarizzazione dei vigneti. Anno 2005

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Visti:                                                                          
- il Regolamento (CE) n. 1493/1999 del Consiglio in data 17 maggio              
1999, relativo all'organizzazione comune del mercato vitivinicolo, ed           
in particolare l'art. 2, paragrafo 3, relativo alle modalita' di                
regolarizzazione dei vigneti realizzati, in violazione ai divieti, in           
data antecedente all'1 settembre 1998;                                          
- il decreto del Ministro delle Politiche agricole e forestali del 27           
luglio 2000, che demanda alle Regioni la determinazione delle                   
procedure e degli adempimenti per la regolarizzazione delle superfici           
vitate, ai sensi della norma comunitaria sopra citata e dell'articolo           
2 del Regolamento (CE) 1227/2000 della Commissione;                             
- la Legge 4 novembre 1987, n. 460 "Nuove norme in materia di                   
produzione e commercializzazione dei prodotti vitivinicoli, nonche'             
sanzioni per l'inosservanza di regolamenti comunitari in materia                
agricola";                                                                      
- il DLgs 10 agosto 2000, n. 260 recante "Disposizioni sanzionatorie            
in applicazione del Regolamento (CE) n. 1493/1999, relativo alla                
organizzazione comune del mercato vitivinicolo, a norma dell'art. 5             
della Legge 21 dicembre 1999, n. 526";                                          
vista altresi' la Legge 21 dicembre 2001, n. 448 "Disposizioni per la           
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato", ed in               
particolare l'articolo 64 che, oltre a ridefinire i limiti minimi               
delle sanzioni previste all'articolo 2 del DLgs 260/00, stabilisce la           
non applicazione delle medesime ai vigneti impiantati anteriormente             
all'1 settembre 1993, demandando inoltre alle Regioni la                        
determinazione dell'importo delle spese amministrative previste a               
carico dei produttori per l'iscrizione all'inventario dei vigneti               
medesimi;                                                                       
preso atto che avverso tale articolo e' stato proposto ricorso                  
dinanzi alla Corte costituzionale, la quale con sentenza del 13                 
gennaio 2004, n. 12 - pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 21                
gennaio 2004, Serie Corte Costituzionale - ne ha dichiarato                     
l'illegittimita' costituzionale, affermando che la competenza                   
legislativa in materia spetta alle Regioni;                                     
considerato:                                                                    
- che le disposizioni relative ai vigneti realizzati in data                    
antecedente all'1 settembre 1993, introdotte dal citato art. 64 della           
Legge 448/01, sono state sottoposte al vaglio della Commissione                 
Europea al fine di verificarne la compatibilita' - nel merito - con             
l'ordinamento comunitario;                                                      
- che la Commissione Europea (con nota prot. n. CAB-D/27930 del 3               
settembre 2004 trasmessa al Ministero delle Politiche agricole e                
forestali) ha sottolineato che la non applicazione delle sanzioni ai            
vigneti impiantati anteriormente all'1 settembre 1993 "comporterebbe            
una discriminazione tra i produttori che hanno proceduto a                      
regolarizzare i loro impianti illegali e quelli che non lo hanno                
fatto ... Simili casi di palese discriminazione costituirebbero una             
flagrante violazione dei principi fondamentali del diritto                      
comunitario";                                                                   
ritenuto pertanto - in ragione della posizione espressa dagli uffici            
comunitari - di dover provvedere in merito invitando le                         
Amministrazioni territorialmente competenti a concludere i                      
procedimenti di regolarizzazione dei vigneti realizzati abusivamente            
anteriormente all'1 settembre 1993, gia' sospesi in attesa del parere           
della Commissione Europea;                                                      
richiamate le proprie deliberazioni:                                            
- n. 2061 del 26 giugno 2001 "Disposizioni per la regolarizzazione di           
vigneti realizzati anteriormente all'1 settembre 1998 in violazione             
del divieto e per l'autorizzazione in deroga alla commercializzazione           
dei prodotti da essi ottenuti";                                                 
- n. 188 del 14 gennaio 2002 recante "Modifiche a disposizioni                  
regionali approvate con deliberazione 2061/01 per regolarizzazione di           
vigneti realizzati in violazione ai divieti vigenti fino al 31/7/2000           
e per applicazione sanzioni previste da Regolamenti CE 1493/99 e                
1227/2000 e dal DLgs 260/2000 e successive modifiche";                          
- n. 2115 dell'11 novembre 2002 recante "Reg. CE 1493/99.                       
Regolarizzazione dei vigneti realizzati prima dell'1 settembre                  
1993";                                                                          
- n. 2244 del 25 novembre 2002 recante "Proroga termine                         
regolarizzazione vigneti realizzati, in violazione ai divieti, prima            
dell'1 settembre 1993";                                                         
- n. 697 del 19 aprile 2004 recante "Reg. (CE) n. 1493/1999.                    
Riapertura dei termini per la presentazione delle domande di                    
regolarizzazione dei vigneti";                                                  
- n. 1058 del 31 maggio 2004 che dispone un'ulteriore riapertura dei            
termini per la presentazione delle domande di regolarizzazione dei              
vigneti con scadenza al 15 giugno 2004;                                         
rilevato che con il Reg. (CE) n. 1389/2004 della Commissione, in data           
30 luglio 2004, e' stato ulteriormente prorogato al 31 luglio 2005 il           
termine per la regolarizzazione dei vigneti realizzati in violazione            
ai divieti;                                                                     
preso atto delle richieste di riapertura dei termini di                         
regolarizzazione dei vigneti irregolari, pervenute dalle                        
Amministrazioni provinciali e dalle organizzazioni di categoria;                
ritenuto pertanto opportuno riaprire i termini per la presentazione             
delle domande di regolarizzazione dei vigneti realizzati, in                    
violazione ai divieti, prima dell'1 settembre 1998;                             
vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di                
organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna",           
ed in particolare l'articolo 37, comma 4;                                       
richiamate le proprie deliberazioni:                                            
- n. 338 del 22 marzo 2001 concernente la riorganizzazione delle                
direzioni generali della Giunta regionale e la definizione delle                
rispettive competenze;                                                          
- n. 403 del 27 marzo 2001 concernente l'affidamento dell'incarico di           
Direttore generale per l'area Agricoltura;                                      
- n. 447 in data 24 marzo 2003, recante "Indirizzi in ordine alle               
relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e                         
sull'esercizio delle funzioni dirigenziali", ed in particolare il               
punto 4.1. dell'Allegato;                                                       
dato atto, pertanto, del parere di regolarita' amministrativa                   
espresso dal Direttore generale Agricoltura, dott. Dario Manghi, ai             
sensi del citato art. 37, comma 4 della L.R. 43/01 e della predetta             
deliberazione 447/03;                                                           
su proposta dell'Assessore all'Agricoltura. Ambiente e Sviluppo                 
sostenibile;                                                                    
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
1) di riaprire i termini per la presentazione delle domande di                  
regolarizzazione dei vigneti realizzati prima dell'1 settembre 1998,            
fissando quale scadenza per la presentazione delle predette domande             
il 14 aprile 2005;                                                              
2) di dare atto che, per quanto concerne la modulistica da utilizzare           
si rimanda allo schema allegato alla deliberazione 2061/01;                     
3) di invitare le Amministrazioni territorialmente competenti a                 
concludere i procedimenti concernenti la regolarizzazione dei vigneti           
realizzati, in violazione ai divieti, prima dell'1 settembre 1993               
gia' sospesi in applicazione delle deliberazioni di Giunta citate in            
premessa;                                                                       
4) di disporre che il competente Servizio Produzioni vegetali                   
provveda a trasmettere con urgenza il presente provvedimento alle               
organizzazioni di categoria interessate, alle Province e Comunita'              
Montane dandone contestualmente la massima diffusione tramite il sito           
Internet: http://www.ermeseagricoltura.it/;                                     
5) di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della                
Regione Emilia-Romagna.                                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it