REGIONE EMILIA-ROMAGNA - RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO BACINO RENO - BOLOGNA

COMUNICATO DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO BACINO RENO - BOLOGNA

Conclusione del procedimento dell'istanza di concessione di derivazione di acqua pubblica in comune di Castel del Rio

Ditta: Azienda agricola Monti Fabiana con sede in Castel del Rio, Via           
Osta n. 1228 - Codice fiscale MNTFBN70L60E289Z.                                 
Domanda presentata in data 29/6/2001 n. 9562 per il prelievo di acqua           
pubblica dalla sorgente Fontanelle in comune di Castel del Rio loc.             
Fontanelle-Valsavla; afferente al rio Dossone (T. Santerno) - Portata           
massima di l/s 0,50 al giorno; media di l/s 0,07 al giorno ed un                
volume annuo complessivo di mc 2100 ad uso zootecnico. Concessione              
rilasciata con determinazione dirigenziale n. 6234 del 5/5/2005.                
Condizioni speciali previste dal disciplinare                                   
1) La captazione dalla sorgente sia regolata in modo da garantire il            
50% del naturale deflusso al corso d'acqua di cui e' tributaria.                
2) Siano adottati tutti gli accorgimenti necessari affinche' le acque           
reflue siano conformi ai limiti di emissione previsti per le acque              
scaricate in corpi idrici superficiali.                                         
3) Nell'esercizio del prelievo e' fatto divieto di effettuare                   
sbarramenti, nonche' di ingombrare, manomettere o alterare in alcun             
modo il normale deflusso della sorgente e dovra' sempre essere                  
garantito il normale "surplus" verso il corso d'acqua di cui la                 
medesima e' tributaria. In caso di inosservanza di tale divieto, si             
applicheranno le sanzioni previste dalle norme di Polizia idraulica             
di cui agli art. 93 e segg. del RD n. 523 del 25/7/1904. La ditta               
concessionaria sara', in ogni caso, tenuta a riparare a sua cura e              
spese, e in conformita' alle disposizioni del Servizio, gli eventuali           
danni che per effetto del prelievo venissero arrecati all'ambiente.             
4) Il concessionario, qualora il Servizio concedente lo richieda,               
anche successivamente al rilascio del presente provvedimento, dovra'            
procedere alla installazione di idoneo e tarato strumento per la                
misurazione della quantita' d'acqua prelevata nonche' garantirne il             
buon funzionamento e comunicare, a scadenze fissate, i risultati                
delle misurazioni effettuate.                                                   
5) E' vietato cedere o vendere a terzi, in tutto o in parte, la                 
risorsa idrica oggetto della presente concessione. L'inosservanza di            
tale divieto comporta la decadenza del diritto a derivare. Sono a               
carico del concessionario l'esecuzione e la manutenzione di tutte le            
opere che si rendano necessarie, in relazione alla derivazione                  
concessa, per garantire sia la difesa dell'ambiente, sia il buon                
regime delle acque, anche se la necessita' di tali opere venga                  
accertata in seguito.                                                           
Scadenza della concessione 31/12/2005.                                          
per IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                
Leonardo Rosciglione                                                            

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it