REGIONE EMILIA-ROMAGNA - DIRETTORE GENERALE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E SISTEMI DI MOBILITA'

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E SISTEMI DI MOBILITA' 15 luglio 2005, n. 10162

Incarico alla Fondazione Istituto sui Trasporti e Logistica per studio ed implementazione dei progetti pilota previsti nell'ambito delle attivita' di sviluppo del progetto I-LOG Programma comunitario Interreg III B Cadses, ai sensi art. 12 L.R. 43/01

IL DIRETTORE GENERALE                                                           
(omissis)  determina:                                                           
A) di affidare ai sensi dell'art. 12 della LR 43/01 e della delibera            
della Giunta regionale 21/05, alla Fondazione Istituto sui Trasporti            
e la Logistica, con sede a Bologna, cap. 40127, Viale Aldo Moro n.              
38, in base allo schema di contratto allegato come parte integrante             
alla presente determinazione, la realizzazione di uno studio e                  
l'implementazione dei progetti pilota previsti nell'ambito delle                
attivita' di sviluppo del progetto I-LOG, gia' ammesso al Programma             
comunitario Interreg III B CADSES;                                              
B) di stabilire che tale incarico avra' inizio dalla data di                    
sottoscrizione del contratto e scadenza entro il 31 ottobre 2005;               
C) 1- di fissare per l'incarico di cui sopra un compenso di Euro                
83.333,33, oltre ad IVA 20% per Euro 16.666,67 per complessivi Euro             
100.000,00, gravanti sulle spese di attuazione del progetto I-LOG;              
 2- di dare atto che le prestazioni richieste al commissionario e               
conseguentemente il valore del contratto che si intende sottoscrivere           
col medesimo potranno essere oggetto di ridefinizione qualora alla              
Regione fosse richiesto, da parte delle Autorita' U.E., di                      
ridimensionare il realizzando progetto sotto il profilo finanziario,            
in conseguenza dell'applicazione della c.d. "clausola di disimpegno             
automatico" di cui al Titolo III, Capo 2, artt. 31 e seguenti del               
Reg. (CE) n. 1260/1999;                                                         
D) di dare atto della congruita' del compenso stabilito per le                  
prestazioni;                                                                    
E) di impegnare la somma di Euro 100.000,00 nella misura del 50% per            
ogni capitolo, registrata:                                                      
- quanto a Euro 50.000,00 sull'impegno n. 3021 del capitolo 41180               
"Spese per l'attuazione del Progetto 'I-LOG' nell'ambito del                    
Programma comunitario Interreg III B CADSES (Reg. CE 1260/99 -                  
Decisione C(2001) 4013 - Contratto 2A064) - Quota UE" di cui all'UPB            
1.4.3.2.15236, del Bilancio per l'esercizio finanziario 2005 che e'             
dotato della necessaria disponibilita';                                         
- quanto a Euro 50.000,00 sull'impegno n. 3022 del Capitolo 41182               
"Spese per l'attuazione del Progetto "I-LOG" nell'ambito del                    
Programma comunitario Interreg III B CADSES (Legge 183/87 - DM 14               
ottobre 2002, n. 36, Contratto 2A064) - Quota statale" di cui all'UPB           
1.4.3.2.15237, del Bilancio per l'esercizio finanziario 2005 che e'             
dotato della necessaria disponibilita';                                         
F) di dare atto che gli impegni di spesa potranno essere ridefiniti             
in seguito alle ricadute finanziarie conseguenti all'applicazione               
della c.d. "Clausola di disimpegno automatico" da parte  delle                  
Autorita' UE richiamata all'art. 31 e seguenti del Reg. (CE) n.                 
1260/1999;                                                                      
G) di dare atto che alla liquidazione della spesa si provvedera' con            
propri atti formali, ai sensi dell'art. 51 della L.R. 40/01 e della             
deliberazione della Giunta regionale 447/03, dietro presentazione               
dell'idonea documentazione, di regolare fattura e con le modalita'              
previste dal contratto;                                                         
H) di dare atto che ai sensi della deliberazione della Giunta                   
regionale 447/03, si provvedera' alla stipula del contratto;                    
I) di stabilire che, al fine di adeguare i contenuti delle                      
prestazioni previste a eventuali esigenze che dovessero emergere,               
eventuali modifiche ai singoli contratti che non comportino                     
variazioni in aumento dei compensi e dell'impegno lavorativo                    
complessivamente stabiliti potranno essere apportate, previo accordo            
tra le parti, mediante determina del Direttore generale alla                    
Programmazione territoriale e Sistemi di mobilita';                             
J) di dare atto che la societa' dovra' fare riferimento per                     
l'espletamento dell'attivita' al coordinatore del progetto,                     
Responsabile del Servizio Pianificazione dei trasporti e logistica;             
K) di dare atto infine che per tutto quanto non espressamente                   
previsto nel presente provvedimento si rinvia alle disposizioni                 
attuative disciplinate dalle delibere indicate in premessa per quanto           
applicabili;                                                                    
L) di pubblicare il presente atto per estratto nel Bollettino                   
Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;                                         
M) di trasmettere il presente atto alla Commissione consiliare                  
Bilancio, Programmazione e Affari generali;                                     
N) di disporre la trasmissione del presente provvedimento alla                  
Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti, ai sensi del              
comma 11, art.1 della Legge 30 dicembre 2004, n. 311 (legge                     
finanziaria dello Stato).                                                       
IL DIRETTORE GENERALE                                                           
Giovanni de Marchi                                                              

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it