REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 ottobre 2005, n. 1567

Procedura di verifica (screening) relativa al progetto di un invaso ad uso irriguo da realizzarsi in localita' La Martina, nel comune di Meldola, provincia di Forli'-Cesena (Titolo II L.R.18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA
(omissis)	delibera:
a) di escludere, ai sensi dell'art. 10, comma 1 della L.R. 18 maggio
1999, n. 9 e successive modificazioni ed integrazioni, in
considerazione del limitato rilievo degli interventi previsti e dei
conseguenti impatti ambientali, il progetto relativo alla costruzione
di un invaso ad uso irriguo in localita' La Martina, nel comune di
Meldola, provincia di Forli'-Cesena, dalla ulteriore procedura di VIA
con le seguenti prescrizioni:
- per quanto riguarda il dimensionamento delle opere di drenaggio per
l'intercettazione delle acque sotterranee dovranno essere sottoposte
all'approvazione della competente autorita' idraulica con particolare
riguardo al dimensionamento del fosso interpoderale quale ricettore
delle acque in uscita dallo sfioratore;
- per l'attingimento di acque pubbliche sotterranee e la loro
derivazione, deve essere acquisita rispettivamente l'autorizzazione o
la concessione rilasciate dalla autorita' competente in materia, ai
sensi del Regolamento regionale 41/01;
- poiche' per l'impermeabilizzazione dell'invaso si prevede l'utilizzo
di geomembrana impermeabile, essa dovra' essere opportunamente
ancorata mediante lo scavo di una trincea perimetrale successivamente
riempita di terreno dopo avervi posizionato il telo sintetico; dovra'
inoltre essere particolarmente curata la preparazione della superficie
di posa del telo impermeabile in modo da eliminare le asperita'
prodotte da clasti alluvionali o concrezioni calcaree che possano
danneggiare il rivestimento impermeabile; la tenuta idraulica
dell'invaso dovra' comunque essere verificata in fase di collaudo;
- vista inoltre la scelta progettuale di impermeabilizzare mediante
geomembrana, appare necessario prevedere un adeguato piano di
sistemazione vegetazionale che preveda la messa a dimora di essenze
arboree e/o arbustive tali da garantire un sufficiente effetto di
mascheramento dell'opera ed un suo adeguato inserimento paesaggistico,
provvedendo alla piantumazione di essenze autoctone di altezza minima
1.0 m, evitando le specie riconosciute infestanti (Robinia, Ailanto,
etc);
- il materiale di risulta proveniente dagli scavi e non utilizzato per
la realizzazione dell'opera, dovra' essere ridistribuito sui terreni
di proprieta' dell'Azienda agricola;
- per il ripristino delle aree di cantiere si riutilizzera' il terreno
vegetale proveniente dallo scotico, che si avra' cura di accumulare
separatamente dalle altre tipologie di materiale, in spessori adeguati
e del quale si provvedera' alla manutenzione per evitarne la morte
biologica;
- a tutela della pubblica incolumita', insieme alla recinzione
perimetrale metallica di altezza pari a 1.80 m, come prevista da
progetto, venga dotato di un salvagente collegato ad una sagola,
cancello di accesso chiuso da lucchetto ed installata segnaletica di
pericolo;
- resta fermo che tutte le autorizzazioni, necessarie per la
realizzazione delle opere in oggetto della presente valutazione,
dovranno essere rilasciate dalle autorita' competenti ai sensi delle
vigenti disposizioni;
b) di trasmettere la presente delibera al proponente Branca Vincenzo,
al Servizio Tecnico Bacino Fiumi Romagnoli, alla Amministrazione
provinciale di Forli'-Cesena, al Comune di Meldola, all'Autorita' dei
Bacini Regionali Romagnoli, alla Comunita' Montana Appennino
Forlivese, alla Sovrintendenza per i Beni Ambientali ed Architettonici
di Ravenna, all'ARPA sezione provinciale di Forli';
c) di pubblicare per estratto, ai sensi dell'art. 10, comma 3, della
L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modificazioni ed integrazioni
il presente partito di deliberazione, nel Bollettino Ufficiale della
Regione.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it