COMUNE DI FERRARA

APPALTO

Asta pubblica per lavori di realizzazione di riqualificazione area esterna al Motovelodromo - I stralcio

1. Comune di Ferrara - Piazza del Municipio n. 2 - 44100 - Ferrara -
tel. 0532/419284 - Telefax 0532/419397 - e-mail:
f.paparella@comune.fe.it.
2.a) Asta pubblica per il giorno di giovedi' 19 gennaio 2006, ore 10,
ad unico e definitivo incanto, ad offerte segrete, con il criterio del
prezzo piu' basso mediante offerta a prezzi unitari (art. 21, Legge
109/94 e successive modificazioni ed integrazioni).
Si procedera', nella medesima seduta, al sorteggio pubblico delle
ditte, ai sensi dell'art. 71 del DPR 445/00 nella misura del 10% e per
la I e II classificata, per la verifica a campione del possesso dei
requisiti dichiarati di cui al successivo punto 14-A).
Nel caso in cui, a seguito delle verifiche di cui al capoverso
precedente, si proceda ad una o piu' esclusioni, si provvedera' ad
effettuare i nuovi conteggi di cui all'art. 21, comma 1 bis della
Legge 109/94, in una eventuale II seduta pubblica che fin da ora viene
fissata per il giorno di giovedi' 9 febbraio 2006 alle ore 10.
b) Verra' stipulato il contratto con la ditta aggiudicataria dei
lavori, in osservanza del Regolamento di attuazione della legge quadro
in materia di lavori pubblici approvato con DPR 21/12/1999, n. 554,
del capitolato generale approvato con Decreto 19/4/2000 n. 145 e del
capitolato speciale di appalto.
3.
a) Luogo di esecuzione: Ferrara.
b) Lavori di riqualificazione area esterna al Motovelodromo - I
stralcio (lavori parte a corpo per Euro 270.150,00 e parte a misura
per Euro 320.476,81). Importo base: Euro 621.648,75 + IVA di cui Euro
21.021,94 + IVA quale importo previsto per l'esecuzione del piano di
sicurezza ed e 10.000,00 per lavori in economia, entrambi non soggetti
a ribasso. Non sono ammesse offerte alla pari o in aumento. L'importo
soggetto a ribasso e' di Euro 590.626,81 + IVA. Categoria OG8 "Opere
fluviali, di difesa, di sistemazione idraulica e bonifica"
(prevalente) Euro 621.648,75 (classifica III, art. 3, comma 4, DPR
34/00).
4. Termine di esecuzione: 126 giorni, suddiviso in due parti:
1) giorni 84 dal verbale di consegna, durante i quali dovranno essere
completate tutte le opere necessarie a consentire il regolare utilizzo
idraulico del canale Gramicia;
2) giorni 42 naturali, successivi e continui decorrenti dalla data di
ultimazione della prima parte, durante i quali dovranno essere
realizzati i rinterri e le opere di completamento, (art. 1.6
capitolato speciale).
Si precisa che i lavori potranno essere consegnati all'aggiudicataria
sotto riserva di legge, anche in pendenza della stipulazione del
contratto, ai sensi dell'art. 129 del DPR 554/99.
5.
a) Informazioni: il progetto, comprensivo del piano di sicurezza e'
visibile presso l'Ufficio Contratti, presso il quale dovra' essere
ritirato il "modulo offerta prezzi unitari" (Piazza del Municipio n.
13 - 0532/419284 - 419385 - 419337 - fax 419397, dal lunedi' al
venerdi' ore 8-13, senza appuntamento e senza delega. In caso di
ritiro a mezzo di corriere, e' necessario inviare all'Ufficio
Contratti un fax che preannunci l'arrivo del corriere ed indichi
l'oggetto del bando). Per informazioni di carattere tecnico: Servizio
Infrastrutture - tel. 0532/759520 (arch. Angela Ghiglione).
b) Copia del progetto, comprensivo del piano di sicurezza, puo' essere
ritirata presso copisteria esterna (FORTINI - Via Adelardi n. 27 -
tel. 0532/209602). Il coordinatore della sicurezza in fase di
progettazione e' l'ing. Stefano Bergagnin.
6.
a) Data limite di ricezione delle offerte: lunedi' 16 gennaio 2006 per
raccomandata postale. Per il recapito a mano, a mezzo corriere o posta
celere il limite e' delle ore 13 del medesimo giorno presso l'Ufficio
Protocollo Centrale.
b) Indirizzo: Comune di Ferrara - Ufficio Protocollo Centrale,
all'indirizzo di cui al punto 1.
c) Lingua: italiana.
7. Apertura pubblica dei plichi, in un locale della Segreteria
generale, nel giorno e ora indicati al punto 2.
8. Garanzie:
a) cauzione provvisoria Euro 12.432,97, mediante fideiussione bancaria
od assicurativa, o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti
nell'elenco speciale di cui all'art. 107 del DLgs 385/93, che svolgono
in via esclusiva o prevalente attivita' di rilascio di garanzie a cio'
autorizzati dal Min. del Tesoro, Bilancio indicazione dell'impegno del
fideiussore a rilasciare la garanzia definitiva in caso di
aggiudicazione, con espressa rinuncia al beneficio della preventiva
escussione del debitore principale e la sua operativita' entro 15
giorni a semplice richiesta della stazione appaltante. Validita' 180
giorni. Restituzione entro 30 giorni ai non aggiudicatari. Oppure
mediante contanti, depositati presso la Tesoreria comunale - Cassa di
Risparmio di Ferrara - Servizio Tesoreria - Corso Giovecca n. 65 - che
rilascera' un certificato di deposito provvisorio in originale, in
caso di versamento in contanti, la stessa dovra' essere accompagnata
dall'impegno di un fideiussore verso il concorrente, a rilasciare
garanzia fideiussoria definitiva nel caso di aggiudicazione
dell'appalto da parte del concorrente. Qualora la cauzione venga
rilasciata da Istituto di Intermediazione Finanziaria, dovra' essere
documentato o dichiarato che quest'ultimo e' iscritto nell'elenco
speciale di cui all'art. 107, DLgs 385/93 e che svolge in via
esclusiva o prevalente attivita' di rilascio di garanzie, a cio'
autorizzato dal Ministero del Tesoro, Bilancio e Programmazione
Economica in conformita' al DPR 123/05. Solo per le imprese
certificate UNI EN ISO (art. 2, comma 1, lett. q del DPR 34/00), la
cauzione e' ridotta del 50% ai sensi dell'art. 8, comma 11 quater
lett. a della Legge 109/94, pena l'inammissibilita' dell'offerta. Ai
sensi del DM 123/04 i concorrenti possono presentare quale garanzia
fideiussoria la scheda tecnica di cui al citato decreto-schema tipo
1.1 - scheda tecnica 1.1.
b) Garanzia definitiva e polizza ex art. 30, commi 2, 2-bis e 3, Legge
109/94 e successive modificazioni, nonche' art. 103 del citato
regolamento DPR 554/99 (solo per l'impresa aggiudicataria). Si precisa
che gli importi della polizza per danni di esecuzione, nella forma
della polizza C.A.R., sono fissati in una somma pari all'importo di
aggiudicazione per le opere, in Euro 300.000,00 per le opere
preesistenti, in Euro 200.000,00 per la demolizione e sgombero, mentre
il massimale della polizza RCT e' fissata in Euro 1.000.000,00 (art.
4.7 capitolato speciale).
9. Finanziamento: in parte con mutuo Banca Europea investimenti,
stipulato in data 11/7/2005 ed in parte con contributo regionale gia'
concesso. Pagamenti: art. 6.6 capitolato speciale.
10. Validita' dell'offerta: 120 giorni.
11. Criteri di aggiudicazione: vedi punto 2. L'Amministrazione si
riserva di procedere all'aggiudicazione anche in presenza di una sola
offerta ammessa.
12. Non sona ammesse varianti.
13. Offerte anomale: nel caso di offerte anormalmente basse,
l'Amministrazione applichera' il disposto dell'art. 21 - comma 1/bis
della Legge 109/94 e successive modificazioni.
Offerta economica: in bollo (uno da Euro 11,00 ogni quattro facciate),
unica e non condizionata, redatta sull'apposito modulo offerta prezzi
unitari, con indicazione in cifre ed in lettere utilizzando non piu'
di tre decimali, del ribasso percentuale offerto calcolato nel
seguente modo: [(Euro 590.626,81 - importo offerto al netto degli
oneri di sicurezza) x 100] / Euro 590.626,81, nonche' l'indicazione
del numero di partita IVA, codice fiscale e codice attivita'. Il tutto
ai sensi e per gli effetti dell'art. 90, commi 6 e 7 del DPR 554/99.
I consorzi di cui all'art. 10 - comma 1 - lett. b) e c) della suddetta
legge sono tenuti ad indicare in offerta per quali consorziati il
consorzio concorre.
L'aggiudicataria dovra' trasmettere entro 20 giorni da ciascun
pagamento copia delle fatture quietanzate dei subappaltatori.
La formulazione delle offerte e l'aggiudicazione avverranno con le
modalita' previste dall'art. 90 del Regolamento di attuazione della
legge quadro in materia di lavori pubblici, approvato con DPR 554/99.
14) Documentazione richiesta, pena l'esclusione:
A) Attestazione rilasciata da societa' di attestazione (SOA) di cui al
DPR 34/00, regolarmente autorizzata, in corso di validita', in
originale o copia autenticata (mediante dichiarazione di conformita'
all'originale e allegazione di copia fotostatica di documento di
riconoscimento del sottoscrittore): dal quale si evinca, a pena
d'esclusione, il possesso delle qualificazioni nella categoria OG8,
per la classifica III ed il possesso di certificazione UNI EN ISO
(art. 2, comma 1 lett. q. del DPR 34/00). In caso di ATI il possesso
della certificazione e' richiesto a pena di esclusione solo per le
imprese in possesso della classifica pari o superiore alla III.
Saranno ammesse imprese aventi sede in un altro Stato della U.E alle
condizioni previste dall'art. 8, comma 11 bis della Legge 109/94:
l'esistenza degli stessi requisiti minimi richiesti alle imprese
italiane nella presente gara sara' accertata in base alla
documentazione prodotta secondo le normative vigenti nei rispettivi
Paesi.
Tutti i documenti e l'offerta presentati da tali imprese devono essere
in lingua italiana o corredati di traduzione giurata e gli importi
dichiarati devono essere espressi in Euro.
B) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta' (in carta libera)
con firma non autenticata del legale rappresentante dell'impresa e
corredata da fotocopia semplice di valido documento di identita' del
sottoscrittore (artt. 46 e 47, DPR 445/00), nella quale la Ditta,
consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76 DPR 445/00 per
le ipotesi di falsita' in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate,
dichiari il possesso dei seguenti requisiti:
1) l'iscrizione al registro delle imprese della Camera di Commercio
contenente tutte le indicazioni e gli elementi essenziali riportati
nel certificato sostituito nonche' nominativi e poteri dei soggetti
aventi poteri di legale rappresentanza e dei direttori tecnici e
insussistenza negli ultimi cinque anni, di dichiarazione di
fallimento, liquidazione amministrativa coatta, ammissione in
concordato o amministrazione controllata;
2) di non trovarsi nelle condizioni previste dall'art. 75, comma 1,
lettere a), b), c), d), e), f), g) e h) del DPR 554/99 (le cause di
esclusione devono essere specificamente indicate). Le dichiarazioni di
cui alle lettere b) e c) del citato art. 75 devono essere prodotte
anche da ciascuno dei soggetti ivi indicati e specificamente: per le
imprese individuali: al titolare ed ai direttori tecnici dell'impresa
qualora questi ultimi siano persone diverse dal titolare; per le
societa' commerciali, le cooperative e loro consorzi: ai direttori
tecnici e a tutti i soci, se si tratta di s.n.c.; ai direttori tecnici
e a tutti i soci accomandatari, se si tratta di s.a.s.; ai direttori
tecnici e agli amministratori muniti di poteri di rappresentanza, per
ogni altro tipo di societa' o consorzio;
3) di non trovarsi nella condizione di esclusione di cui all'art. 1
bis comma 14 della Legge 383/01 ("emersione del lavoro sommerso");
4) di non trovarsi nella condizione prevista dall'art. 9, comma 2,
lett. c) del DLgs 231/01 ("divieto di contrattare con la Pubblica
Amministrazione");
5) l'inesistenza delle cause ostative di cui alla Legge
575/65(disposizioni antimafia);
6) di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al
lavoro dei disabili, ai sensi e per gli effetti dell'art. 17 della
Legge 68/99. Se non si e' soggetti a tale normativa indicarne la
motivazione;
7) di aver adempiuto, all'interno della propria ditta, agli obblighi
di sicurezza previsti dalla vigente normativa, ai sensi dell'art. 1,
comma 5, della Legge 7 novembre 2000, n. 327;
8) di avere esaminato gli elaborati progettuali, compreso il computo
metrico, di essersi recato sul luogo di esecuzione dei lavori, di
avere preso conoscenza delle condizioni locali, della viabilita' di
accesso, delle cave eventualmente necessarie e delle discariche
autorizzate nonche' di tutte le circostanze generali e particolari
suscettibili di influire sulla determinazione dei prezzi, sulle
condizioni contrattuali e sull'esecuzione dei lavori e di aver
giudicato i lavori stessi realizzabili, gli elaborati progettuali
adeguati ed i prezzi nel loro complesso remunerativi e tali da
consentire il ribasso offerto. Di avere altresi' effettuato una
verifica della disponibilita' della mano d'opera necessaria per
l'esecuzione dei lavori nonche' della disponibilita' di attrezzature
adeguate all'entita' e alla tipologia e categoria dei lavori in
appalto e di accettare tutte le condizioni del capitolato speciale di
appalto;
9) di non partecipare alla gara in piu' di un'associazione temporanea,
consorzio o soggetto di cui all'art. 10, comma 1, lettere d), e) ed
e-bis della Legge 109/94 e successive modificazioni, ovvero di non
partecipare simultaneamente in forma individuale ed in associazione
temporanea o consorzio. I consorzi di cui all'art. 10, comma 1,
lettere b) e c) della suddetta Legge sono tenuti anche a dichiarare
per quali consorziati il consorzio concorre: a questi ultimi e' fatto
divieto di partecipare alla gara in qualsiasi forma;
10) di non trovarsi in una delle situazioni di controllo di cui
all'art. 2359 del codice civile /oppure: di trovarsi in una delle
situazioni di controllo di cui all'art. 2359 del codice civile con le
seguenti ditte: (elencare);
11) di voler subappaltare a ditte qualificate, le lavorazioni
rientranti nelle seguenti categorie: (elencare);
12) che l'impresa rappresentata applica ai propri lavoratori
dipendenti i seguenti Contratti Collettivi: (indicare categoria di
riferimento e data del contratto in vigore) e che e' iscritta
all'INPS; (indicare sede e matricola, all'INAIL): (indicare sede,
numero di posizione assicurativa e codice ditta), alla Cassa Edile:
(indicare sede e numero di posizione), specificando motivi di
eventuale mancata iscrizione;
13) di impegnarsi ad accantierare i lavori entro e non oltre 15 giorni
dalla comunicazione a mezzo fax da parte del Servizio Infrastrutture,
dell'intervenuta esecutivita' della determina di aggiudicazione;
14) che l'indicazione delle voci e delle quantita' non ha effetto
sull'importo complessivo dell'offerta che, seppure determinato
attraverso l'applicazione dei prezzi unitari offerti alla quantita'
delle varie lavorazioni, resta fisso ed invariabile ai sensi degli
articoli 19, comma 4 e 21, comma 1 della Legge 109/94;
C) documentazione relativa alla cauzione provvisoria;
D) il mandato all'impresa capogruppo sia per le associazioni
temporanee di imprese che per i consorzi di concorrenti di cui alle
lettere d) ed e) dell'art. 10 - comma 1 - Legge 109/94 e successive
modificazioni, salvo che si avvalgano della facolta' di presentare
offerta prima della loro costituzione (art. 13, comma 5, Legge 109/94
e successive modificazioni);
E) modello GAP, debitamente compilato limitatamente per i dati
dell'impresa partecipante e come da schema allegato allo schema di
dichiarazione sostitutiva pubblicato sul sito Internet:
www.comune.fe.it/contratti.
L'impresa/e individuata/e da un consorzio di cui all'art. 10, comma 1,
lettere b), c) della Legge 109/94 e successive modificazioni, quale
impresa/e incaricata/e di effettuare i lavori, dovra'/anno presentare
le dichiarazioni di cui all'art. 14, lett. B) del presente bando di
gara.
L'Amministrazione si riserva di procedere ad esclusione qualora due o
piu' offerte siano ritenute in situazione di collegamento
sostanziale.
L'Amministrazione appaltante si riserva la facolta' di escludere
dall'asta, con obbligo di motivazione, i concorrenti per i quali non
sussiste adeguata affidabilita' professionale in quanto, in base ai
dati contenuti nel casellario informatico dell'Autorita' Lavori
Pubblici, risultino essersi resi responsabili di comportamenti di
grave negligenza e malafede o di errore grave nell'esecuzione di
lavori affidati da diverse Amministrazioni appaltanti.
La procedura con sorteggio non si effettuera' qualora, essendo il
numero delle offerte ammesse inferiore a cinque, non operi
l'automatismo di esclusione delle offerte anomale e l'appalto sia
quindi aggiudicato al massimo ribasso, salva la facolta' di verifica
di cui all'art. 89, comma 4, del DPR 554/99. In tale caso si
procedera' soltanto a verificare l'aggiudicatario ed il secondo in
graduatoria.
La mancata indicazione di cui al punto 14, lettera B), num. 9,
comportera' per l'aggiudicataria l'impossibilita' di ottenere
autorizzazioni al subappalto, a norma dell'art. 18 della Legge 55/90 e
successive modificazioni ed integrazioni.
Saranno ammesse imprese riunite ai sensi dell'art. 13 della Legge
109/94, come modificata dalla Legge 415/98, con le modalita', i
requisiti e le percentuali minime indicate agli artt. 93 e seguenti
del Regolamento di attuazione della legge quadro in materia di lavori
pubblici, approvato con DPR 554/99.
In caso di raggruppamento o consorzio (lett. d) ed e), art. 10
citato), le dichiarazioni sono richieste anche per le imprese mandanti
o firmatarie dell'offerta.
I dati personali raccolti saranno trattati, con e senza l'ausilio di
strumenti elettronici, per l'espletamento delle attivita'
istituzionali relative al presente procedimento e agli eventuali
procedimenti amministrativi e giurisdizionali conseguenti (compresi
quelli previsti dalla Legge 241/90 sul diritto di accesso alla
documentazione amministrativa) in modo da garantire la sicurezza e la
riservatezza e comunque nel rispetto della normativa vigente. I dati
giudiziari, raccolti ai sensi del DPR 445/00 e DPR 412/00, saranno
trattati in conformita' al DLgs 196/03. In relazione ai suddetti dati
l'interessato puo' esercitare i diritti previsti dall'art. 7 del
citato DLgs.
Avvertenza: l'offerta economica deve essere chiusa in una busta con
sigilli ad impronta ed inserita, insieme alla documentazione
tecnico-amministrativa, in una seconda busta, anch'essa cosi' da
sigillare, recante l'indirizzo di cui al punto 6.b) e la dicitura
"Contiene offerta per l'asta pubblica del 19/1/2006 - ore 10 - Lavori
di riqualificazione area esterna al Motovelodromo - I stralcio -
Importo base Euro 621.648,75 + IVA".
Si fara' luogo all'esclusione dalla gara in caso di documentazione
difforme, incompleta o irregolare.
L'aggiudicatario dovra' provare entro 10 giorni quanto dichiarato,
pena la decadenza.
In caso di offerte uguali, si procedera' ai sensi dell'art. 77 R.D.
827/24.
A norma dell'art. 10, comma 1-ter, Legge 109/94 e successive
modificazioni, in caso di fallimento o di risoluzione del contratto
per grave inadempimento dell'originario appaltatore, l'Amministrazione
si riserva di interpellare il secondo classificato ai fini del
completamento dei lavori alle condizioni economiche gia' proposte in
sede di offerta.
In caso di fallimento del secondo classificato, al medesimo fine
potra' essere interpellato il terzo classificato alle stesse
condizioni economiche offerte dal secondo classificato.
L'esito della gara sara' pubblicato sul sito Internet:
www.comune.fe.it/contratti.
Tale pubblicazione sostituisce la comunicazione di cui all'art. 24,
comma 10 della Legge comunitaria 2004.
Tecnico responsabile unico del procedimento: ing. E. Pocaterra (tel.
0532/759500).
IL DIRIGENTE
Enrico Pocaterra
Scadenza: 16 gennaio 2006

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it