REGIONE EMILIA-ROMAGNA - DIRETTORE GENERALE AGRICOLTURA

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE AGRICOLTURA 30 giugno 2005, n. 9308

L.R. 43/01. Art. 12. Conferimento incarico ad esperti per la valutazione tecnico-scientifica dei progetti di ricerca presentati ai fini dell'attuazione del programma interregionale "Sviluppo rurale" - Sottoprogramma "Innovazione e ricerca"

IL DIRETTORE GENERALE                                                           
(omissis)  determina:                                                           
1) di affidare - ai sensi dell'art. 12 della L.R. 43/01 ed in                   
esecuzione del documento di programmazione del fabbisogno approvato             
con deliberazione 202/05 - la valutazione tecnico-scientifica dei               
seguenti progetti:                                                              
- "Azioni di innovazioni e ricerca a supporto del piano Proteine                
vegetali";                                                                      
- "Progetto Integrato volto all'autoapprovvigionamento delle proteine           
vegetali in una prospettiva di tutela del consumatore e                         
sostenibilita' agricola",                                                       
presentati rispettivamente dal Centro Ricerche Produzioni Animali -             
CRPA SpA di Reggio Emilia  e dal CRA - Istituto Sperimentale per le             
Colture Industriali di Bologna, nell'ambito del bando approvato con             
deliberazione 60/05, ai seguenti esperti:                                       
- dr. Sebastiano Delfine nato a Fabriano (AN) il 20/4/1953;                     
- prof. Vittorio Dell'Orto nato a Milano l'11/7/1949;                           
- prof. Michele Monti nato a Palermo il 3/1/1958;                               
2) di stabilire che gli incarichi conferiti ai suddetti esperti                 
restano subordinati all'effettiva acquisizione, anche nella forma del           
silenzio-assenso, dell'autorizzazione a svolgere gli incarichi da               
parte della struttura di appartenenza;                                          
3) di quantificare come segue i compensi da riconoscere ad ognuno dei           
suddetti esperti per l'attivita' di valutazione affidata:                       
- Euro 1.000,00 quale compenso per l'attivita' di valutazione dei               
progetti, al lordo delle ritenute fiscali di legge;                             
- Euro 1.000,00 quale compenso per rimborso spese vive da liquidare             
sulla base di idonea documentazione, al lordo delle ritenute fiscali            
di legge;                                                                       
4) di dare atto, pertanto, che l'onere a carico della Regione per gli           
incarichi conferiti con il presente atto ammonta a complessivi Euro             
6.000,00;                                                                       
5) di imputare la spesa complessiva di Euro 6.000,00 registrata al n.           
2734 di impegno sul Capitolo 18328 "Interventi per l'attuazione dei             
Programmi Interregionali previsti nell'ambito del Documento                     
programmatico agroalimentare, agroindustriale e forestale 2001-2003 -           
Programma "Innovazione e ricerca" (art. 2, comma 2, Legge 23 dicembre           
1999, n. 499) - Mezzi statali", compreso nell'U.P.B. 1.3.1.2.5561               
"Attuazione programmi interregionali - Risorse statali", del Bilancio           
per l'esercizio finanziario 2005 che presenta la necessaria                     
disponibilita';                                                                 
6) di stabilire che l'attivita' oggetto degli incarichi dovra' essere           
espletata entro il 29 luglio 2005, salvo proroga da concedersi, per             
giustificato motivo e con atto formale;                                         
7) di approvare lo schema di contratto, nel testo di cui all'allegato           
parte integrante e sostanziale del presente atto, da stipulare con              
ciascuno dei predetti esperti, alla cui sottoscrizione si provvedera'           
per conto della Regione;                                                        
8) di dare atto che gli incarichi in questione si configurano quali             
prestazioni occasionali ai sensi dell'art. 67, comma 1, lett. l), del           
DPR 917/86;                                                                     
9) di dare atto, inoltre, ai sensi della disciplina previdenziale dei           
lavoratori autonomi occasionali recata dall'art. 44 "Disposizioni               
varie in materia previdenziale" del D.L. 30 settembre 2003, n. 269 -            
convertito con modificazioni in Legge 24 novembre 2003, n. 326 - e              
delle circolari INPS n. 103 del 6 luglio 2004 e n. 8 del 27 gennaio             
2005:                                                                           
- che e' obbligo degli incaricati comunicare tempestivamente alla               
Regione l'eventuale superamento del limite previsto dalla citata                
normativa e provvedere alla necessaria iscrizione alla gestione                 
separata INPS;                                                                  
- che, al verificarsi di tale condizione:                                       
- la Regione ha l'obbligo di provvedere al versamento del contributo            
previdenziale;                                                                  
- i compensi stabiliti con il presente atto sono da intendersi al               
lordo della quota a carico degli incaricati, pari ad 1/3 del predetto           
contributo previdenziale;                                                       
- la restante quota a carico della Regione trovera' copertura sul               
Capitolo 05078 "Versamento all'INPS delle somme dovute per i                    
lavoratori parasubordinati e per i percipienti di reddito di lavoro             
autonomo occasionale (art. 2, comma 26, Legge 8 agosto 1995, n. 335 e           
art. 44, DL 30/9/2003 n. 260 convertito in Legge 24 novembre 2003, n.           
326). Spese obbligatorie", compreso nell'Unita' previsionale di base            
1.2.1.1.120 "Oneri fiscali e contributivi per il lavoro autonomo e              
parasubordinato", del bilancio per l'esercizio finanziario di                   
riferimento;                                                                    
10) di dare atto che si provvedera' con propri atti formali, ai sensi           
degli artt. 51 e 52 della L.R. 40/01 nonche' della deliberazione                
447/03, alla liquidazione in unica soluzione e alla richiesta di                
emissione dei titoli di pagamento relativi agli incarichi conferiti             
con il presente atto al termine dell'attivita' e a presentazione di             
regolari note di addebito e della documentazione di spesa;                      
11) di disporre la trasmissione del presente atto alla Sezione                  
regionale di Controllo della Corte dei Conti ai sensi di quanto                 
previsto all'art. 1, comma 11, della Legge 30 dicembre 2004, n. 311;            
12) di trasmettere il presente atto alla Commissione consiliare                 
Bilancio Affari generali ed istituzionali;13) di pubblicare, per                
estratto, la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale della             
Regione Emilia-Romagna.                                                         
IL DIRETTORE GENERALE                                                           
Dario Manghi                                                                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it