REGIONE EMILIA-ROMAGNA - AGENZIA INTERCENT-ER

APPALTO

Licitazione privata per l'acquisizione di servizi inerenti la realizzazione e lo sviluppo dell'infrastruttura a banda larga "Lepida"

Sezione I: Amministrazione aggiudicatrice
I.1) Denominazione e indirizzo ufficiale dell'Amministrazione
aggiudicatrice
Denominazione Regione Emilia-Romagna - Intercent-ER - Agenzia
regionale per lo sviluppo dei mercati telematici; indirizzo: Viale
Aldo Moro n. 38; CAP 40127; localita'/citta': Bologna; Stato: Italia;
telefono: 051/283081/82; telefax: 051/283084; posta elettronica
(e-mail): adirani@regione.emilia-romagna.i; indirizzo Internet (URL)
http//www.intercent.it.
I.2) Indirizzo presso il quale e' possibile ottenere ulteriori
informazioni: come al punto I.1.
I.3) Indirizzo presso il quale e' possibile ottenere la
documentazione: come al punto I.1.
I.4) Indirizzo al quale inviare le offerte/le domande di
partecipazione: come al punto I.1.
Sezione II: Oggetto dell'appalto
II.1.3) Tipo di appalto di servizi (nel caso di appalto di servizi):
Categoria dei servizi 5-CPC 752.
II.1.5) Denominazione conferita all'appalto dall'amministrazione
aggiudicatrice*: licitazione privata per racquisizione di servizi
inerenti la realizzazione e lo sviluppo dell'infrastruttura a banda
larga "Lepida".
II.1.6) Descrizione/oggetto dell'appalto: la licitazione privata ha
per oggetto la fornitura di servizi di supporto strategico ed
operativo per la realizzazione e lo sviluppo dell'infrastruttura a
banda larga "Lepida", con riferimento ad attivita' di progettazione,
direzione lavori, test funzionali e collaudi, monitoraggio delle
prestazioni di reti dati.
II.1.7) Luogo di esecuzione dei lavori, di consegna delle forniture o
di prestazione dei servizi: Regione Emilia-Romagna.
II.1.9) Divisione in lotti (per ulteriori precisazioni sui lotti
utilizzare l'Allegato B nel numero di copie necessario): no
II.1.10) Ammissibilita' di varianti (se pertinente): no.
II.2) Quantitativo o entita' dell'appalto.
II.2.1 ) Quantitativo o entita' totale (compresi tutti gli eventuali
lotti e opzioni): Euro 600.000,00 IVA compresa.
II.3) Durata dell'appalto o termine di esecuzione: periodo in mese/i:
12 mesi decorrenti dalla data dell'atto di aggiudicazione con
facolta', a favore dell'Amministrazione regionale, di procedere al
rinnovo del contratto per un massimo di ulteriori trentasei mesi.
Sezione III: informazioni di carattere giuridico, economico,
finanziario e tecnico
III.1) Condizioni relative all'appalto
III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste: il soggetto aggiudicatario
dovra' effettuare, a garanzia degli obblighi contrattuali, il
versamento, presso la Tesoreria regionale, del deposito cauzionale
provvisorio pari al 5%, IVA esclusa, del prezzo effettivo d'appalto.
Detto deposito potra' essere costituito con titoli garantiti dallo
Stato e/o sostituito da fidejussione bancaria di pari importo.
III.1.2) Principali modalita' di finanziamento e di pagamento e/o
riferimenti alle disposizioni applicabili in materia (se del caso): 90
giorni data fattura.
III.1.3) Forma giuridica che dovra' assumere il raggruppamento di
imprenditori, di fornitori o di prestatori di servizi aggiudicatario
dell'appalto: la forma giuridica prevista dall'art. 11 del DLgs 157/95
e successive modificazioni.
III.2) Condizioni di partecipazione
III.2.1) Indicazioni riguardanti la situazione propria
dell'imprenditore/del fornitore/del prestatore di servizi, nonche'
informazioni e formalita' necessarie per la valutazione dei requisiti
minimi di carattere economico e tecnico che questi deve possedere:
a) dichiarazione di non trovarsi in nessuna delle condizioni di
esclusione dalla partecipazione alla gara di cui all'articolo 12 del
DLgs 157/95 e successive modificazioni;
b) dichiarazione di regolarita' rispetto alle norme che disciplinano
il diritto al lavoro dei disabili, ai sensi della normativa vigente
(art. 17 della Legge 12/3/1999, n. 68).
Le suddette dichiarazioni potranno essere rese ai sensi degli artt. 46
e 47 del DPR 28/12/2000, n. 445.
III.2.1.1) Situazione giuridica - prove richieste
c) Certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, Industria,
Artigianato ed Agricoltura, o altro documento equipollente nel caso di
impresa residente in altri Stati dell'Unione Europea, contenente
l'attestazione che la ditta non si trova in stato di fallimento, di
concordato preventivo o di liquidazione coatta amministrativa o
comunque di liquidazione, e che tali circostanze non si sono
verificate nel quinquennio precedente la data di attestazione, nonche'
la dicitura antimafia. Quanto sopra potra' essere attestato mediante
dichiarazione, successivamente verificabile, resa a norma degli artt.
46 e 47 del DPR 28/12/2000, n. 445.
III.2.1.2) Capacita' economica e finanziaria - prove richieste
d) Idonee dichiarazioni bancarie rilasciate da almeno un istituto di
credito operante negli Stati membri della CE;
e) copia delle dichiarazioni IVA relative agli ultimi tre esercizi
(2002, 2003 e 2004), da cui risulti un volume d'affari annuo medio non
inferiore a Euro 1.500.000,00, al netto dell'IVA, per ciascuno dei tre
esercizi precedenti; tale requisito potra' essere attestato mediante
dichiarazione, successivamente verificabile, rilasciata a norma degli
artt. 46 e 47 del DPR 28/12/2000, n. 445.
III.2.1.3) Capacita' tecnica - tipo di prove richieste
f) Una dichiarazione, successivamente verificabile, rilasciata ai
sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 28/12/2000, n. 445, o secondo la
legislazione del Paese di residenza della ditta, appartenente ai Paesi
della CE, con la quale il legale rappresentante della ditta attesti,
sotto la propria responsabilita':
1) le principali forniture effettuate negli ultimi tre anni (2002,
2003 e 2004), con l'indicazione degli importi, delle date e dei
destinatari, a favore di Enti della pubblica Amministrazione, per
attivita' oggetto della fornitura, e, piu' specificamente, per
progettazione, direzione lavori, test funzionali e collaudi,
monitoraggio delle prestazioni di reti dati, per un importo
complessivo non inferiore a Euro 2.500.000,00, al netto dell'IVA;
2) di avere intrattenuto con Enti della pubblica Amministrazione, per
servizi simili a quelli oggetto di gara, rapporti contrattuali su un
arco temporale di almeno due anni consecutivi;
3) di non trovarsi, anche per il tramite di societa' collegate o
controllate o controllanti, nella condizione di fornitore della
regione Emilia-Romagna in relazione a servizi primari di connettivita'
o a beni riconducibili alla "Rete privata delle pubbliche
Amministrazioni dell'Emilia-Romagna (Lepida)";
4) di disporre di una sede operativa e/o filiale operativa sul
territorio della regione Emilia-Romagna;
g) copia dell'autorizzazione di primo grado per l'installazione,
l'allacciamento, il collaudo e la manutenzione di impianti interni di
telecomunicazioni, rilasciata dal Ministero delle Comunicazioni.
Nel caso di imprese riunite in associazione temporanea, l'impresa
mandataria dovra' produrre un documento in cui sono specificate le
parti della fornitura che saranno eseguite dalle singole imprese.
L'impresa mandataria, che dovra' possedere in proprio almeno il 70%
dei requisiti di fatturato di cui alle lettere e) e f), e' tenuta a
produrre tutta la documentazione sopra elencata, mentre le ditte
mandanti dovranno presentare i documenti indicati alle lettere a), b),
c), d), e), f) e g). Le ditte mandanti dovranno inoltre essere in
grado di presentare i documenti indicati alla lettera f4), a richiesta
dell'Amministrazione, a seconda del ruolo che si dichiara esse
svolgeranno nel raggruppamento. Nel caso di raggruppamenti temporanei
da costituire, l'offerta dovra' essere corredata dall'impegno che, in
caso di aggiudicazione della gara a proprio favore, le imprese stesse
si conformeranno alla disciplina prevista dall'art. 11 del DLgs 157/95
e successive modificazioni. Non sono ammesse forme di subappalto, a
pena di esclusione dalla gara.
Non si fara' luogo alla esclusione dalla gara quando la mancanza,
l'incompletezza o l'irregolarita' della sopra indicata documentazione
siano di carattere meramente formale e tali da non inficiare il
possesso dei requisiti sostanziali.
L'Amministrazione si riserva il diritto di effettuare ogni verifica in
merito alla veridicita' delle dichiarazioni formulate.
III.3) Condizioni relative all'appalto di servizi.
Sezione IV: procedure
IV.1) Tipo di procedura: ristretta.
IV.2) Criteri di aggiudicazione: offerta economicamente piu'
vantaggiosa, in base ai parametri sotto indicati:
a) parametro tecnico, per un massimo di punti 70, concernente le
qualita' tecniche dell'offerta;
b) parametro economico per un massimo di punti 30 consistente nei
prezzi di fornitura del servizio. Per tale parametro sara' attribuito
il punteggio massimo di punti 30 al soggetto che risultera' avere
offerto il prezzo piu' basso, mentre i restanti punteggi saranno
determinati mediante l'applicazione della seguente formula:
Punteggio = 30 X (valmin / valofferta)
V.3) Informazioni di carattere amministrativo:
IV.3.3) Scadenza fissata per la ricezione delle domande di
partecipazione (a seconda del tipo di procedura, aperta oppure
ristretta o negoziata): 28/10/2005 o 37 giorni dalla data di
spedizione dell'avviso, ore 12.
IV.3.5) Lingua/e utilizzabile/i nelle offerte o nelle domande di
partecipazione: italiano.
IV.3.6) Periodo minimo durante il quale l'offerente e' vincolato dalla
propria offerta (nel caso delle procedure aperte): 6 mesi e/o 180
giorni dalla scadenza fissata per la ricezione delle offerte.
IV.3.7) Modalita' di apertura delle offerte: le offerte tecniche in
seduta segreta; le offerte economiche in seduta pubblica.
IV 3.7.1) Persone ammesse ad assistere all'apertura delle offerte (se
pertinente): rappresentante legale della ditta oppure persona a cio'
autorizzata tramite procura.
IV.3.7.2) Data, ora e luogo: ancora da definire - presso l'indirizzo
di cui al punto I.1.
Sezione VI: altre informazioni
VI.1) Trattasi di bando non obbligatorio?: si
VI.3) L'appalto connesso ad un progetto/programma finanziato dai fondi
dell'UE?: no
VI.5) Data di spedizione del presente bando: 22/9/2005.
IL DIRETTORE
Anna Fiorenza
Scadenza: 28 ottobre 2005

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it