REGIONE EMILIA-ROMAGNA - DIRIGENTE PROFESSIONAL AREA RISORSE IDRICHE SERVIZIO TECNICO BACINO RENO

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE PROFESSIONAL AREA RISORSE IDRICHE SERVIZIO TECNICO BACINO RENO 18 agosto 2005, n. 11633

Ricognizione di concessioni preferenziali per il prelievo di acque pubbliche sotterranee in comune di Imola - Elenco 1

IL DIRIGENTE PROFESSIONAL                                                       
(omissis)  determina:                                                           
a) di individuare quali concessioni preferenziali nel comune di Imola           
- I Elenco - le derivazioni riportate nell'Allegato 1, parte                    
integrante e sostanziale del presente atto, stabilendo che alle                 
stesse si intenda assentita la concessione nei limiti di portata e di           
volume effettivamente utilizzati nel 1999, come indicati nel predetto           
allegato;                                                                       
b) di stabilire che ai sensi del comma 6 bis dell'art. 23 del                   
DLgs152/99, i titolari delle suddette concessioni sono tenuti al                
pagamento dei canoni demaniali con decorrenza dal 10 agosto 1999,               
dando atto che l'importo dei canoni annui dovuti e' riportato nei               
citati allegati;                                                                
c) di dare atto che le annualita' 1999-2000 dovranno essere versate a           
favore dello Stato, secondo le modalita' previste dalla normativa               
statale, mentre a partire dall'anno 2001 detti canoni sono da versare           
a favore di questa Regione secondo le seguenti modalita':                       
- tramite bonifico presso Unicredit Banca SpA - Tesoreria Regione               
Emilia-Romagna - ABI 02008, CAB 02450, CIN I, C/C 000003010203;                 
- mediante versamento sul c/c postale 23204563 intestato a Regione              
Emilia-Romagna - Canoni di concessione utilizzo demanio idrico, Viale           
Aldo Moro n. 52, Bologna;                                                       
d) di dare atto che il canone annuo di cui alla precedente lettera              
verra' introitato sul Capitolo 04315 "Proventi derivanti dai canoni             
di concessione per l'utilizzazione del demanio idrico" (L.R. 21                 
aprile 1999, n. 3) della parte Entrate del Bilancio regionale;                  
e) di dare atto altresi' che l'importo versato a titolo di deposito             
cauzionale calcolato sulla base del canone previsto per l'anno 2005             
e' da versarsi sul c/c postale n. 00367409 intestato a Regione                  
Emilia-Romagna - Presidente della Giunta regionale, tale deposito,              
riportato nel citato allegato, verra' introitato sul Capitolo 07060             
"Depositi cauzionali passivi delle entrate del bilancio regionale";             
f) di dare atto che tali concessioni sono rilasciate fino al 31                 
dicembre 2005;                                                                  
g) di dare atto che i concessionari dovranno presentare eventuale               
istanza di rinnovo anteriormente alla scadenza naturale del titolo,             
secondo quanto disposto dall'art. 27 del citato R.R. 41/01,                     
corredando tale istanza con i dati e gli elaborati tecnici di cui,              
stante la tipologia, agli artt. 6 o 36 del medesimo R.R. 41/01;                 
h) di dare atto che questa Amministrazione, al fine di tutelare la              
risorsa idrica, ha facolta' di adottare, ai sensi dell'art. 30 del              
gia' citato R.R. 41/01, ove necessario, misure di limitazioni                   
temporali o quantitative alle concessioni assentite col presente                
atto;                                                                           
i) di dare atto, inoltre, che il mancato rispetto delle condizioni ed           
obblighi contenuti sia nel presente atto, sia nel R.R. 41/01,                   
comporta la decadenza dal diritto a derivare e ad utilizzare l'acqua            
pubblica;                                                                       
j) di trasmettere il presente atto agli uffici statali                          
territorialmente competenti, per la determinazione dei canoni dovuti            
allo Stato per le annualita' 1999-2000;                                         
k) di pubblicare estratto del presente atto nel Bollettino Ufficiale            
della Regione Emilia-Romagna.                                                   
IL DIRIGENTE                                                                    
Leonardo Rosciglione                                                            
(segue allegato fotografato)                                                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it