REGIONE EMILIA-ROMAGNA - CONSIGLIO REGIONALE

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DEL CONSIGLIO REGIONALE 5 gennaio 2005, n. 319

Selezione per la copertura di n. 9 posti, ex art. 16, Legge 56/87, di Categoria B - Profilo professionale BBM "Agente operativo logistica" - Posizione lavorativa standard "Servizi di supporto agli Organi politici". Richiesta nominativi

IL DIRETTORE GENERALE                                                           
Richiamata la L.R. 26 novembre 2001, n. 43, recante "Testo Unico in             
materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione                 
Emilia-Romagna", e in particolare gli artt. 14 e 15 della legge                 
regionale stessa, che dettano norma in ordine alle modalita' di                 
accesso all'impiego regionale;                                                  
visto:                                                                          
- il Regolamento 19 dicembre 2002, n. 35, in materia di accesso agli            
organici regionali adottato in attuazione dell'art. 15 della L.R.               
43/01;                                                                          
- la deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 32 del 17/2/2003               
recante "Direttiva in materia di accesso agli organici regionali.               
Attuazione dell'art. 15 della L.R. 43/01";                                      
- la deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 203 del 16 dicembre            
2002, che, in attuazione all'art. 3 dei Contratto Collettivo                    
decentrato integrativo 1998/2001 sulla costruzione dell'osservatorio            
delle competenze, definisce il repertorio delle posizioni lavorative            
standard per le Categorie B e C;                                                
- la deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 156 del 6 settembre            
2003, "Integrazione fabbisogni professionali anno 2004. Approvazione            
del Piano delle procedure selettive per posizioni di Categoria B";              
vista la Legge 28/2/1987, n. 56 e successive modifiche ed                       
integrazioni, recante norme sull'organizzazione del mercato del                 
lavoro ed in particolare l'art. 16, che detta norme in materia di               
assunzione di personale presso lo Stato e gli Enti pubblici;                    
visti, inoltre:                                                                 
- l'art. 35, comma 1, lett. b) del DLgs 165/01;                                 
- l'art. 8 del DLgs 297/02;                                                     
richiamata la deliberazione della Giunta regionale n. 901 del                   
10/5/2004 recante: "Modifiche alla deliberazione n. 810 del 5/5/2003            
'Indirizzi operativi per l'attuazione nel sistema regionale dei                 
Servizi per l'impiego delle Province dei principi fissati nel DLgs              
21/4/2000, n. 181 e successive modifiche ed integrazioni di cui al              
DLgs 297/02 e del DPR 7 luglio 2000, n. 442'";                                  
considerato inoltre che, il numero dei posti da ricoprirsi deve                 
essere ripartito, secondo le rispettive percentuali, tra i                      
destinatari dell'art. 18 del DLgs 8/5/2001, n. 215, tra i destinatari           
di cui all'art. 45, comma 8 della Legge 17/5/1999, n. 144 e tra i               
lavoratori iscritti ai sensi dell'art. 16 della Legge 56/87 nelle               
liste di collocamento ed in quelle di mobilita' di cui all'art. 8               
della Legge 23 luglio 1991, n. 223;                                             
dato atto, quindi, che:                                                         
- il 30%, applicato al numero dei posti da ricoprire, e' da                     
riservarsi agli aventi diritto ai sensi dell'art. 18 del DLgs                   
8/5/2001, n. 215;                                                               
- il 30%, applicato al numero dei posti da ricoprire, e' da                     
riservarsi agli aventi diritto ai sensi dell'art. 45, comma 8 della             
Legge 144/99;                                                                   
- i restanti posti da ricoprire mediante richiesta, all'Agenzia                 
Emilia-Romagna Lavoro, di avviamento a selezione di altrettanti                 
lavoratori inseriti nelle apposite graduatorie del collocamento,                
ferma restando la riserva del 30% prevista per i lavoratori iscritti            
nelle liste di mobilita' di cui all'art. 8 della Legge 223/91;                  
ritenuto che, in relazione alle mansioni di assegnazione, comportanti           
funzioni di portineria e di servizio nell'Aula consiliare e per le              
Commissioni consiliari con utilizzo di strumentazioni tecnologiche,             
nonche' servizio di anticamera per fa Presidenza del Consiglio e                
smistamento e distribuzione posta, i lavoratori da avviare a                    
selezione possono essere individuati nell'elenco delle professioni              
allegato al DM del Lavoro del 30/5/2001;                                        
dato atto che sono state rispettate le vigenti norme in materia di              
relazioni sindacali;                                                            
richiamata la deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 45 del                
10/3/2003 recante : "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative           
e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni                   
dirigenziali";                                                                  
determina:                                                                      
a) di provvedere, tenuto conto delle motivazioni e dei criteri                  
indicati in premessa ai quali interamente ci si richiama, alla                  
copertura, secondo le modalita' e procedure di cui all'art. 16 della            
Legge 28/2/1987, n. 56, e disciplinato ed attuato con deliberazione             
della Giunta regionale n. 901 del 10/5/2004 recante: "Modifiche alla            
deliberazione n. 810 del 5/5/2003 'Indirizzi operativi per                      
l'attuazione nel sistema regionale dei Servizi per l'impiego delle              
Province dei principi fissati nel DLgs 21/4/2000, n. 181 e successive           
modifiche ed integrazioni di cui al DLgs 297/02 e del DPR 7 luglio              
2000, n. 442'" e dal Regolamento 19 dicembre 2002, n. 35, in materia            
di accesso agli organici regionali adottato in attuazione dell'art.             
15 della L.R. 43/01, di 9 posti, vacanti nel ruolo del Consiglio                
regionale, appartenenti alla Categoria B3 di cui al CCNL per la                 
revisione del sistema di classificazione del personale del comparto             
delle "Regioni-Autonomie locali" sottoscritto in data 31/3/1999, -              
Professionale BM "Agente operativo logistica" - Posizione lavorativa            
standard "Servizi di supporto agli organi politici", da assegnare a             
funzioni di portineria e di servizio nell'Aula consiliare e alle                
Commissioni consiliari, nonche' al servizio di anticamera per la                
Presidenza del Consiglio e smistamento e distribuzione posta, dei               
quali:                                                                          
1) il 30%, applicato al numero dei posti da ricoprire, e' da                    
riservarsi agli aventi diritto ai sensi dell'art. 18 del DLgs                   
8/5/2001, n. 215 "Disposizioni per disciplinare la trasformazione               
progressiva dello strumento militare in professionale, a norma                  
dell'art. 3, comma 1 della Legge 14 novembre 2000, n. 331";                     
2) il 30%, applicato al numero dei posti da ricoprire, e' da                    
riservarsi agli aventi diritto ai sensi della Legge 144/99, art. 45,            
comma 8, lavoratori impegnati in lavori socialmente utili;                      
3) i restanti posti da ricoprire mediate richiesta, all'Agenzia                 
Emilia-Romagna Lavoro di avviamento a selezione di altrettanti                  
lavoratori inseriti nelle apposite graduatorie del collocamento,                
ferma restando la riserva del 30% prevista per i lavoratori iscritti            
nelle liste di mobilita' di cui all'art. 8 della Legge 223/91;                  
- i lavoratori di cui ai punti 1), 2) e 3) che precedono, per essere            
avviati a selezione, oltre ad essere in possesso del titolo di studio           
della scuola dell'obbligo, debbono possedere i requisiti previsti per           
l'accesso al pubblico impiego e una eta' non inferiore agli anni 18;            
- tutti i lavoratori di cui al punto a) debbono altresi' essere                 
inseriti nell'apposito elenco delle professioni allegato al DM del              
30/5/2001 al Codice 411213 "Operatore di consolle";                             
- la selezione dovra' tendere ad accertare l'idoneita' del candidato            
a svolgere le mansioni connesse al ruolo dell'addetto                           
all'informazione nell'ambito delle portinerie, al servizio nell'Aula            
consiliare anche sotto il profilo dell'assistenza per l'ordinato                
svolgimento delle sedute, del protocollo e dell'utilizzo delle                  
apparecchiature tecniche di supporto dell'attivita' stessa del                  
Consiglio, nonche' connesse alle funzioni di servizio per le                    
Commissioni consiliari e all'acquisizione, smistamento e                        
distribuzione della posta;                                                      
- la prova pratica consistera' in simulazioni di situazione di                  
assistenza ai Consiglieri regionali nell'ambito delle riunioni degli            
Organi collegiali ed al servizio di accoglienza anche attraverso quiz           
a risposta multipla o a risposta aperta;                                        
- questa Amministrazione, entro venti giorni dal ricevimento delle              
comunicazioni di avviamento a selezione dei candidati da parte                  
dell'Agenzia Emilia-Romagna Lavoro, provvedera' a convocare alle                
prove gli interessati, tramite lettera raccomandata con ricevuta di             
ritorno, indicando il giorno e il luogo di svolgimento delle prove              
stesse;                                                                         
- le nomine in prova dei lavoratori avviati e risultati idonei nelle            
prove selettive, avverranno nei tempi e secondo i criteri di cui alla           
deliberazione di Giunta n. 901 del 10/5/2004;                                   
- entro il primo mese di servizio dovranno essere presentati i                  
documenti necessari ad attestare il possesso dei requisiti richiesti            
per l'ammissione all'impiego pubblico. Fa eccezione l'accertamento              
dell'idoneita' fisica alla copertura del posto, che avverra' prima              
dell'assunzione in servizio;                                                    
- i posti eventualmente non assegnati ai riservatari, saranno                   
ricoperti con altri lavoratori avviati a selezione dall'Agenzia                 
Emilia-Romagna Lavoro;                                                          
- i dipendenti assunti, saranno tenuti a permanere nel Servizio di              
assegnazione per un periodo non inferiore a tre anni, fatta salva la            
possibilita' dell'Amministrazione di disporre il mutamento della sede           
lavorativa per esigenze organizzative e gestionali.                             
Commissione esaminatrice                                                        
La Commissione verra' costituita, nel rispetto dei criteri fissati              
con deliberazione dell'Ufficio di Presidenza n. 32 del 17/2/2003                
recante "Direttiva in materia di accesso agli organici regionali.               
Attuazione dell'art. 15 della L.R. 43/01".                                      
La Segreteria della Commissione sara' affidata a un dipendente                  
appartenente ai ruoli della Regione Emilia-Romagna almeno di VI                 
qualifica.                                                                      
La Commissione stabilisce il termine per la conclusione del                     
procedimento di selezione e lo rende noto ai candidati.                         
Trattamento economico e norme finali                                            
- Il trattamento economico che compete al personale assunto, sara'              
quello spettante in base al CCNL dei dipendenti del comparto "Regioni           
- Autonomie locali", vigente alla data di assunzione.                           
- Secondo quanto previsto dal CCNL vigente, per la Categoria B -                
Posizione B3, il trattamento economico e' il seguente:                          
stipendio tabellare annuo lordo: Euro 15.599,16 - Indennita' di                 
comparto: Euro 471,60 a cui aggiungere la tredicesima mensilita' da             
corrispondersi nel mese di dicembre di ogni anno.                               
Oltre a tale trattamento economico la retribuzione puo' essere                  
costituita da eventuali altri compensi, indennita', premi e benefici            
previsti dalla legge o dalla contrattazione collettiva.                         
A norma della Legge 10/4/1991, n. 125 e' garantita parita' e pari               
opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al lavoro ed al                   
relativo trattamento sul lavoro.                                                
Responsabile del procedimento amministrativo e tutela della privacy             
Il responsabile del procedimento amministrativo e' individuato nel              
funzionario titolare della Posizione organizzativa "Gestione e                  
sviluppo delle risorse umane" del Consiglio regionale - Righini                 
Giovanna.                                                                       
Tutti i dati personali di cui l'Amministrazione sia venuta in                   
possesso in occasione dell'espletamento del procedimento in oggetto,            
verranno trattati nel rispetto dei contenuti di cui al DLgs 30 giugno           
2003, n. 196.                                                                   
Supporto informativo                                                            
Eventuali informazioni potranno essere richieste alla P.O. "Gestione            
e sviluppo delle risorse umane": tel. 051/6395035 - e-mail:                     
grighini@regione.emilia-romagna.it;                                             
b) di pubblicare integralmente, ai sensi dell'art. 3, lettera a)                
della Legge 6 settembre 1993, n. 32, la presente determinazione nel             
Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.                              
IL DIRETTORE GENERALE                                                           
Pietro Curzio                                                                   

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it