REGIONE EMILIA-ROMAGNA - PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 5 agosto 2005, n. 203

Depubblicizzazione, attribuzione personalita' giuridica privata e approvazione nuovo statuto all'ex IPAB "Collegio Berti" di Cento (FE)

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE                                            
Viste:                                                                          
- la sentenza della Corte Costituzionale 396/88;                                
- il DPCM 16 febbraio 1990;                                                     
- la L.R. 12 marzo 2003, n. 2;                                                  
- la deliberazione della Giunta regionale n. 284 del 14 febbraio                
2005;                                                                           
acquisita agli atti del Servizio "Attivita' giuridico amministrativa            
e sviluppo delle risorse umane in ambito sanitario" l'istanza in data           
7 maggio 2005, con cui il Presidente dell'IPAB "Collegio Berti"                 
avente sede in Cento (FE) chiede che la Regione Emilia-Romagna                  
riconosca all'ente natura giuridica privata e ne approvi il nuovo               
statuto;                                                                        
preso atto:                                                                     
- che l'istanza di cui sopra risulta formulata in relazione ad                  
analoga deliberazione del Consiglio di amministrazione n. 7 del 6               
maggio 2005 (pubblicata senza seguito di opposizioni all'Albo                   
pretorio comunale), motivata dal fatto che l'ente di cui trattasi               
possiede i requisiti del DPCM 16 febbraio 1990 in quanto risulta                
essere "promosso e amministrato da privati", di "ispirazione                    
religiosa" ed inoltre, venne a suo tempo incluso negli elenchi delle            
IPAB da escludere dal trasferimento ai Comuni ai sensi dell'art. 25             
del DPR 616/77 in quanto dichiarato "educativo-religioso" (elenco n.            
14 in data 23 dicembre 1978);                                                   
- che l'ente svolge attivita' assistenziale e socio-educativa a                 
favore dell'infanzia e di adolescenti;                                          
visto che il Comune di Cento ha espresso parere favorevole in merito            
alla depubblicizzazione in esame con deliberazione Giunta comunale n.           
132 del 31 maggio 2005;                                                         
considerato, pertanto, che l'IPAB di cui trattasi puo' essere                   
depubblicizzata in quanto in possesso dei requisiti del DPCM 16                 
febbraio 1990 ed in considerazione della dichiarata natura                      
assistenziale dell'attivita' svolta, nonche' della sua consistenza              
patrimoniale (valutata, cosi' come indicato nella deliberazione                 
dell'ente n. 17 dell'8 novembre 2004, in Euro 740.864,65);                      
ritenuta infine l'opportunita' di approvare il nuovo statuto che                
forma parte integrante della citata deliberazione 7/05 (che aggiorna            
le finalita' dell'ente e ne adegua le modalita' di funzionamento alla           
natura giuridica assunta con il presente provvedimento) con le                  
seguenti modificazioni:                                                         
a) l'art. 1, comma 2, viene cosi' sostituito "L'Opera Pia, insieme ad           
altre istituzioni, venne posta sotto l'amministrazione unica della              
Congregazione di Carita' di Cento, in esecuzione delle disposizioni             
dello statuto organico della medesima Congregazione approvato con RD            
28 giugno 1900";                                                                
b) all'art. 6, comma 8, le parole "e' nominato dagli altri                      
consiglieri, purche' vi sia sempre una maggioranza di consiglieri               
nominati ai sensi del comma 1, e" vengono eliminate;                            
c) all'art. 11, dopo le parole ". . . il Consiglio di amministrazione           
nomina una o piu' liquidatori" vengono aggiunte le parole "con i modi           
e le forme di cui all'art. 11 delle disposizioni di attuazione del              
codice civile";                                                                 
d) all'art. 11, ultimo comma, le parole "le indicazioni date dal                
Consiglio di amministrazione all'atto della nomina dei liquidatori"             
vengono sostituite con le parole "le norme di cui all'art. 31 del               
codice civile".                                                                 
dato atto che le modificazioni di cui sopra sono state concordate con           
l'Amministrazione interessata, come risulta dalla nota della                    
Direzione generale Sanita' e Politiche sociali n. PSS/05/26445 del 25           
luglio 2005 e dalla risposta dell'ente in oggetto di cui alla nota n.           
25 del 25 luglio 2005;                                                          
dato atto del parere di regolarita' amministrativa espresso dal                 
Direttore generale alla "Sanita' e Politiche sociali" dr. Franco                
Rossi, ai sensi dell'art. 37 - comma 4 - della L.R. 43/01 e della               
deliberazione della Giunta regionale 447/03;                                    
su proposta dell'Assessore alle Politiche per la salute Giovanni                
Bissoni;                                                                        
decreta:                                                                        
1) e' accolta l'istanza formulta con deliberazione n. 7 del 6 maggio            
2005, dal Consiglio di amministrazione dell'IPAB "Collegio Berti"               
avente sede in Cento (FE), che conseguentemente perde la natura                 
giuridica di IPAB ed assume la natura di persona giuridica privata ai           
sensi del DPR 361/00 e della L.R. 2/03;                                         
2) e' approvato il nuovo statuto dell'Ente suindicato nel testo di              
cui alla succitata deliberazione n. 7 adottata dall'Amministrazione             
interessata in data 6 maggio 2005, con le modificazioni di cui in               
premessa che qui si intendono integralmente riportate;                          
3) la Fondazione suindicata viene iscritta d'ufficio nel Registro               
regionale delle persone giuridiche di diritto privato a cura della              
Direzione generale Affari istituzionali e legislativi.                          
Il presente decreto verra' pubblicato integralmente nel Bollettino              
Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.                                         
IL PRESIDENTE                                                                   
Vasco Errani                                                                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it