REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DECRETO DELL'ASSESSORE ALLA SICUREZZA TERRITORIALE, DIFESA DEL SUOLO E DELLA COSTA, PROTEZIONE CIVILE 29 settembre 2005, n. 31

Approvazione del Piano degli interventi connessi agli eventi calamitosi di cui all'art. 2, comma 1, lett. b), Legge 225/92 verificatasi nel territorio regionale nel 2004 (Legge 388/00, art. 138, comma 16)

L'ASSESSORE
Visti:
- la Legge 24 febbraio 1992, n. 225 "Istituzione del Servizio
nazionale di protezione civile", ed in particolare l'art. 2 che, alle
lettere a), b) e c) del comma 1, individua e distingue gli eventi
calamitosi in ragione anche dell'assetto delle attribuzioni e
competenze esercitabili da vari Enti ed Amministrazioni;
- il DLgs 31 marzo 1998, n. 112 "Conferimento di funzioni e compiti
amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli Enti locali, in
attuazione del Capo I della Legge 15 marzo 1997, n. 59", ed in
particolare l'art. 108 che attribuisce alle Regioni, tra le altre, le
funzioni relative all'attuazione di interventi urgenti in caso di
crisi determinata dal verificarsi o dall'imminenza di eventi di cui
all'art. 2, comma 1, lettera b), della Legge 225/92, di seguito eventi
di livello b);
- la Legge 23 dicembre 2000, n. 388 "Disposizioni per la formazione
del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria
2001)", ed in particolare l'art. 138, comma 16, che ha istituito il
Fondo regionale di Protezione civile - di seguito Fondo regionale -
per finanziare gli interventi delle Regioni, delle Province autonome e
degli Enti locali, diretti a fronteggiare le esigenze urgenti per le
calamita' naturali di livello b) di cui all'art. 108 del DLgs 112/98,
nonche' per potenziare il sistema di protezione civile delle Regioni e
degli Enti locali;
- il DL 7 settembre 2001, n. 343, convertito nella Legge 9 novembre
2001, n. 401 "Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento
operativo delle strutture preposte alle attivita' di protezione civile
e per migliorare le strutture logistiche nel settore della difesa
civile";
- la L.R. 7 febbraio 2005, n. 1 "Norme in materia di protezione civile
e volontariato. Istituzione dell'Agenzia regionale di protezione
civile";
richiamata la deliberazione della Giunta regionale 30 luglio 2004, n.
1565, pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna
n. 119 del 24 agosto 2004,  recante "Procedure per la gestione del
Fondo regionale di protezione civile di cui all'art. 138, comma 16,
della Legge 388/00. Approvazione delle direttive e relativa
modulistica in ordine alla concessione ed erogazione di finanziamenti
e contributi al settore pubblico e privato danneggiati da eventi
calamitosi di cui all'art. 2, comma 1, lett. b) della Legge 225/92";
considerato:
- che la quota 2004 del Fondo regionale di protezione civile di cui
all'art. 138, comma 16, della Legge 388/00 assegnata alla Regione
Emilia-Romagna e' pari ad Euro 9.347.357,41, come da tabella allegata
allo schema di riparto concordato in sede di Conferenza dei Presidenti
delle Regioni e delle Province autonome nella seduta dell'11/11/2004 e
trasmessa alla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le
Regioni e le Province autonome che ne ha preso atto nella seduta del
16/12/2004;
- che le risorse del Fondo regionale di protezione civile, ripartite
annualmente tra le Regioni e le Province autonome, sono destinate,
oltre che al potenziamento del sistema di protezione civile delle
Regioni e degli Enti locali, agli interventi diretti a fronteggiare le
esigenze urgenti per gli eventi calamitosi di cui all'art. 108 del
DLgs 112/98 che richiama l'art. 2, comma 1, lett. b) della Legge
225/92, ovvero per gli eventi di rilievo regionale;
- che nel corso del 2004 si sono verificati nel territorio regionale
diversi eventi calamitosi che, in quanto riconducibili, per intensita'
ed estensione, alla tipologia di cui al citato art. 2, comma 1, lett.
b), della Legge 225/92, sono stati dichiarati di rilievo regionale con
decreti del Presidente della Giunta regionale 356/04 e 26/05, in
applicazione degli indirizzi e delle procedure definite con
deliberazione della Giunta regionale 1565/04;
- che in data 24 febbraio 2005 si e' riunito il Tavolo tecnico
previsto dai citati decreti presidenziali n. 356/04 e n. 26/05 per
esaminare sul piano tecnico il quadro delle priorita' degli interventi
proposti dalle Amministrazioni provinciali in raccordo con le
Amministrazioni comunali interessate nel 2004 dagli eventi in parola e
per verificarne il coordinamento con i programmi degli interventi di
difesa del suolo;
- che nella seduta del 9 marzo 2005 il Tavolo istituzionale previsto
dalla deliberazione della Giunta regionale 1565/04 ha proposto in via
definitiva, sulla scorta delle valutazioni emerse dal Tavolo tecnico,
il quadro di priorita' degli interventi da realizzare e
conseguentemente rappresentato l'opportunita' di procedere al riparto
dell'annualita' 2004 del Fondo regionale assegnata alla Regione
Emilia-Romagna nelle seguenti quote:
a) Euro 4.650.000,00, cosi' suddivisa: Euro 3.950.000, 00 per il
finanziamento degli interventi nel settore pubblico ed Euro 700.000,00
per la concessione di contributi al settore privato per i danni subiti
in conseguenza degli eventi calamitosi di rilievo regionale
verificatisi nel corso del 2004 nel territorio regionale;
b) Euro 4.697.357,41 per il potenziamento del sistema di protezione
civile della Regione e degli Enti locali dell'Emilia-Romagna;
vista la propria deliberazione n. 1355 del 5 settembre 2005, con la
quale e' stata disposta la variazione di bilancio a seguito del
trasferimento dell'annualita' 2004 del Fondo regionale spettante alla
Regione Emilia-Romagna;
considerato altresi' che con deliberazione n. 1533 del 26 settembre
2005 la Giunta regionale:
- ha disposto il riparto dell'annualita' 2004 del Fondo regionale pari
ad Euro 9.347.357,41 nelle quote e per le finalita' di cui alle
precedenti lettere a) e b) proposte dal Tavolo istituzionale;
- ha approvato la quinta fase del programma degli interventi di
potenziamento del sistema di protezione civile della Regione e degli
Enti locali;
- ha rinviato, in linea con quanto stabilito in via generale con la
citata deliberazione 1565/04, ad un successivo atto dell'Assessore a
"Sicurezza territoriale. Difesa del suolo e della costa. Protezione
civile" l'approvazione del Piano degli interventi connessi agli eventi
calamitosi di rilievo regionale verificatisi nel territorio regionale
nel corso del 2004;
ritenuto, pertanto, di procedere all'approvazione del Piano degli
interventi urgenti connessi agli eventi calamitosi di cui all'art. 2,
comma 1, lettera b) della Legge 225/92 verificatisi nel territorio
regionale nel 2004 e dichiarati di rilievo regionale con decreti del
Presidente della Giunta regionale 356/04 e 26/05;
dato atto:
- che per la realizzazione degli interventi nel settore pubblico
danneggiato, previsti nel Piano che si va ad approvare con il presente
atto, si applicano le disposizioni della Direttiva in Allegato 1 alla
deliberazione della Giunta regionale 1565/04;
- che per la concessione e l'erogazione dei contributi al settore
privato danneggiato si applicano le disposizioni della Direttiva in
Allegato 2 alla citata deliberazione della Giunta regionale 1565/04 e
dei decreti 356/04 e 26/05 del Presidente della Giunta regionale, e
che i termini di presentazione delle domande di contributo, decorsi
dalla data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione
Emilia-Romagna dei predetti decreti presidenziali 356/04 e 26/05, sono
scaduti rispettivamente in data 5 marzo 2005 e 16 maggio 2005;
dato atto che le risorse complessivamente necessarie per l'attuazione
del Piano, parte integrante e sostanziale del presente atto, pari ad
Euro 4.650.000,00, risultano allocate al Capitolo 47132 "Spese per il
finanziamento di interventi urgenti in caso di calamita' naturali di
livello b) di cui all'art. 108, DLgs 112/98 ed art. 2, comma 1, lett.
b), Legge 225/92, nonche' per il potenziamento del sistema regionale
di protezione civile - Fondo regionale di protezione civile (art. 138,
comma 16, Legge 23 dicembre 2000, n. 388) - Mezzi statali", afferente
alla U.P.B. 1.4.4.2. 17101 - Interventi in materia di protezione
civile - Risorse statali, del Bilancio di previsione per l'esercizio
finanziario 2005, relativamente all'annualita' 2004 del Fondo
regionale di protezione civile;
richiamate:
- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40;
- le LL.RR. 23 dicembre 2004, n. 27 e n. 28;
- la L.R. 27 luglio 2005, n. 15;
- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43;
dato atto del parere di regolarita' amministrativa espresso dal
Responsabile del Servizio Protezione civile, a cio' delegato dal
Direttore generale Ambiente, Difesa del suolo e della costa, dott.ssa
Leopolda Boschetti, con determinazione n. 8519 del 16 luglio 2003
prorogata con determinazioni n. 8989 del 5 luglio 2004 e n. 9681 del 7
luglio 2005, ai sensi dell'art. 37, quarto comma, della L.R. 43/01 e
della deliberazione della Giunta regionale 447/03;
dato atto del parere favorevole espresso ai sensi della citata
determinazione 8519/03 dal Direttore generale Ambiente, Difesa del
suolo e della costa in ordine alla coerenza tra il Piano degli
interventi di protezione civile che si va ad approvare con il presente
atto e i programmi di intervento di difesa del suolo;
decreta:
per le ragioni espresse nella parte narrativa del presente atto e che
qui si intendono integralmente richiamate
1) di approvare, quale parte integrante e sostanziale del presente
atto, il Piano degli interventi urgenti connessi agli eventi
calamitosi di cui all'art. 2, comma 1, lettera b) della Legge 225/92
verificatisi nel territorio regionale nel 2004 e dichiarati di rilievo
regionale con decreti del Presidente della Giunta regionale 356/04 e
26/05;
2) di dare atto:
- che il Piano di cui al punto 1. e' finanziato con le risorse del
Fondo regionale di protezione civile di cui all'art. 138, comma 16,
della Legge 388/00 per un importo complessivo di Euro 4.650.000, di
cui Euro 3.950.000 sono destinati agli interventi nel settore pubblico
ed Euro 700.000 alla concessione di contributi al settore privato, per
i danni subiti in conseguenza degli eventi calamitosi di rilievo
regionale verificatisi nel 2004;
- che per la realizzazione degli interventi nel settore pubblico
danneggiato, previsti nel Piano di cui al punto 1., si applicano le
disposizioni della Direttiva in Allegato 1 alla deliberazione della
Giunta regionale 1565/04;
- che per la concessione e l'erogazione dei contributi al settore
privato danneggiato si applicano le disposizioni della Direttiva in
Allegato 2 alla citata deliberazione della Giunta regionale 1565/04 e
dei decreti 356/04 e 26/05 del Presidente della Giunta regionale, e
che i termini di presentazione delle domande di contributo, decorsi
dalla data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione
Emilia-Romagna dei predetti decreti presidenziali 356/04 e 26/05, sono
scaduti rispettivamente in data 5 marzo 2005 e 16 maggio 2005;
3) di dare atto che le risorse complessivamente necessarie per
l'attuazione del Piano, parte integrante e sostanziale del presente
atto, pari ad Euro 4.650.000,00, risultano allocate al Capitolo 47132
"Spese per il finanziamento di interventi urgenti in caso di calamita'
naturali di livello b) di cui all'art. 108, DLgs 112/98 ed art. 2,
comma 1, lett. b), Legge 225/92, nonche' per il potenziamento del
sistema regionale di protezione civile - Fondo regionale di protezione
civile (art. 138, comma 16, Legge 23 dicembre 2000, n. 388) - Mezzi
statali", afferente alla U.P.B. 1.4.4.2. 17101 - Interventi in materia
di protezione civile - risorse statali, del bilancio di previsione per
l'esercizio finanziario 2005, relativamente all'annualita' 2004 del
Fondo regionale di protezione civile;
4) di pubblicare per omissis il presente decreto nel Bollettino
Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.
L'ASSESSORE
Marioluigi Bruschini

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it