AIPO - AGENZIA INTERREGIONALE PER IL FIUME PO - PARMA

INCARICO

Selezione pubblica, per titoli ed esame, per la formazione di una graduatoria per eventuali assunzioni a tempo determinato di personale con profilo di Istruttore amministrativo - categoria giuridica C1 di cui all'Ordinamento professionale - CCNL 31/3/1999 per il personale delle Regioni e Autonomie locali

E' indetta selezione pubblica, per titoli ed esame, per la formazione
di una graduatoria per eventuali assunzioni a tempo determinato di
personale con il profilo professionale di Istruttore amministrativo -
Categoria C1.
Questa Amministrazione garantisce pari opportunita' tra uomini e donne
per l'accesso al lavoro e per il trattamento sul lavoro.
Il posto prevede attualmente la prestazione di un orario di lavoro di
trentasei ore e una retribuzione lorda pari a quella prevista dal
Contratto collettivo di lavoro sottoscritto il 22 gennaio 2004 ossia,
per la parte fissa uno stipendio tabellare di Euro 16.523,75,
comprensivo di IIS, oltre alla tredicesima mensilita' e ad altri
emolumenti dovuti per legge e/o per contratto. Il trattamento
economico e' soggetto alle ritenute previdenziali e fiscali nelle
misure stabilite dalla legge.
Le mansioni relative al profilo professionale, cosi' come approvate
con delibera del Comitato di indirizzo del 21 dicembre 2004 n. 19,
sono cosi' descritte ". . . L'Istruttore amministrativo opera con
autonomia istruttoria di pratiche di uso corrente o, comunque,
riferite a procedure anche complesse ma definite e previste. Ha
responsabilita' professionale nei confronti dei compiti da assicurare
e, talora, in uffici a prevalente lavoro esecutivo, anche una
responsabilita' di organizzazione e programmazione del lavoro. ..
omissis... L'Istruttore amministrativo provvede, a titolo
esemplificativo, alla raccolta, conservazione e reperimento di
documenti, atti e norme. Aggiorna ed elabora dati e situazioni
complesse anche utilizzando sistemi informatici e pacchetti operativi
nei linguaggi di uso corrente. Provvede alla corrispondenza ed alle
relazioni interne, anche di natura negoziale. Con procedura ordinaria,
provvede alle relazioni di tipo indiretto, anche al di fuori
dell'Unita' operativa di appartenenza. Provvede alla relazione di
verbali, comunicazioni, testi e documenti".
Si informa che nella presente selezione non operano particolari
riserve di legge poiche' l'Amministrazione in pari data ha pubblicato
un bando di selezione pubblica per la copertura di posti a tempo
indeterminato e con rapporto di lavoro a tempo pieno per la ricerca di
personale in possesso dei requisiti di cui alla Legge 12/3/1999, n. 68
"Norme per il diritto al lavoro dei disabili" ai fini dell'adempimento
dell'obbligo di cui all'articolo 3 della citata legge.
Requisiti per l'ammissione alla selezione
Per l'ammissione alla selezione e' richiesto il possesso dei seguenti
requisiti:
a) cittadinanza italiana (tale requisito non e' richiesto per i
soggetti appartenenti agli altri Paesi dell'Unione Europea) fatte
salve le eccezioni di cui al DPCM 7/2/1994, n. 174;
b) eta' non inferiore ai 18 anni;
c) idoneita' psicofisica all'impiego e alle mansioni proprie del
profilo cui si riferisce la selezione da accertarsi al momento
dell'assunzione dalla competente autorita' sanitaria;
d) godimento dei diritti civili e politici;
e) non essere escluso dall'elettorato politico attivo;
f) assenza di condanne penali o procedimenti penali in corso (in caso
contrario e' necessario specificare il titolo del reato e l'entita'
della pena principale e di quelle accessorie) per i reati che
impediscono l'accesso alla pubblica Amministrazione;
g) assenza di destituzioni o dispense dall'impiego presso pubbliche
Amministrazioni per persistente insufficiente rendimento, ovvero di
decadenza da un pubblico impiego per averlo conseguito mediante la
produzione di documenti falsi o comunque con mezzi fraudolenti.
L'Amministrazione si riserva di valutare, a proprio insindacabile
giudizio, l'ammissibilita' all'impiego di coloro che abbiano riportato
condanne penali irrevocabili, alla luce del titolo del reato,
dell'attualita' o meno del comportamento negativo e delle mansioni
relative al posto messo a selezione;
h) titolo di studio: diploma di scuola media superiore quinquennale.
Per i cittadini di Stati membri dell'Unione Europea il titolo di
studio non conseguito in Italia deve essere riconosciuto ai sensi del
DLgs 27/1/1992, n. 115.
I cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea devono altresi'
possedere ai fini dell'accesso all'impiego in pubblica Amministrazione
i seguenti requisiti:
- godimento dei diritti politici e civili negli Stati di
appartenenza;
- possesso, fatta eccezione della cittadinanza italiana, di tutti gli
altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica italiana;
- adeguata conoscenza della lingua italiana (DPCM 7/2/1994, n. 174).
Per tutti i candidati i requisiti di cui sopra devono essere posseduti
alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della
domanda di ammissione alla selezione ed al momento dell'assunzione.
L'accertamento della mancanza anche di uno solo dei requisiti
prescritti per l'ammissione alla selezione e per la nomina a
dipendente comporta, in qualunque tempo, l'esclusione dalla selezione
e/o la decadenza della nomina.
Scadenza del termine per la presentazione della domanda di ammissione
La domanda d'ammissione alla selezione deve essere redatta in carta
libera debitamente sottoscritta in originale, secondo il modello che
viene allegato al presente bando. La firma da apporre in calce alla
domanda non e' soggetta ad autenticazione. Il modello della domanda e'
altresi' in distribuzione presso l'Ufficio Organizzazione e Personale
sito in Parma, Via Garibaldi n. 75, piano terra ed e' reperibile in
Internet all'indirizzo: www.agenziapo.it in documentazione
scaricabile.
La domanda deve essere fatta pervenire entro le ore 12 del 12 dicembre
2005.
Deve essere presentata direttamente o indirizzata a mezzo raccomandata
all'Agenzia Interregionale per il Fiume Po, Via Garibaldi n. 75, 43100
Parma, con esclusione di qualsiasi altro mezzo.
La data di spedizione della domanda e' stabilita e comprovata dal
timbro a data dell'Ufficio postale accettante. Nel caso di
presentazione diretta della domanda fara' fede il timbro apposto a
cura dell'Ufficio Protocollo della sede legale dell'Agenzia sita in
Via Garibaldi n. 75, 43100 Parma.
L'Amministrazione non assume responsabilita' per la dispersione di
comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni da parte del
concorrente oppure dalla mancata o tardiva comunicazione del
cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda, ne' per eventuali
disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatti di terzi,
a caso fortuito o a forza maggiore.
Non saranno prese in considerazione le domande presentate
successivamente al termine perentorio sopra indicato.
Nella domanda i concorrenti dovranno dichiarare, sotto la propria
personale responsabilita', ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445
del 28/12/2000 e consapevoli delle sanzioni penali previste dall'art.
76 del citato DPR per le ipotesi di falsita' in atti e di
dichiarazioni mendaci:
a) le loro precise generalita', la data e luogo di nascita, comune di
residenza con relativo indirizzo;
b) il recapito, completo del codice di avviamento postale (ed
eventuale recapito telefonico), al quale si desidera che siano
trasmesse, se differente dalla residenza, le comunicazioni relative al
concorso;
c) il possesso della cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri
dell'Unione Europea. Coloro che non sono cittadini italiani devono
dichiarare lo Stato di nascita e di avere una adeguata conoscenza
della lingua italiana ed il godimento dei diritti civili e politici
nello Stato di appartenenza;
d) l'idoneita' fisica allo svolgimento delle mansioni proprie del
posto da ricoprire che in corso di nomina sara' accertata direttamente
dal medico competente ex DLgs 19/9/1994, n. 626;
e) il godimento dei diritti civili e politici;
f) il Comune nelle cui liste elettorali si e' iscritti ovvero i motivi
della non iscrizione o della cancellazione dalle medesime;
g) le eventuali condanne penali riportate con la specificazione del
titolo del reato e dell'entita' della pena principale e di quelle
accessorie e gli eventuali procedimenti penali in corso. In caso
negativo dovra' essere dichiarata l'inesistenza di condanne penali e/o
procedimenti penali;
h) di non essere stato destituito, dispensato o dichiarato decaduto
dall'impiego presso una pubblica Amministrazione ovvero licenziato
dall'impiego presso una pubblica Amministrazione per persistente
insufficiente rendimento o a seguito dell'accertamento che l'impiego
venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi o comunque
con mezzi fraudolenti;
i) i servizi prestati presso pubbliche Amministrazioni e conseguenti
eventuali cause di risoluzione del rapporto di pubblico impiego;
j) il possesso del titolo di studio richiesto dal bando con
l'indicazione del voto finale e dell'anno di conseguimento,
dell'istituto che lo ha rilasciato e la durata del corso di studi;
qualora il titolo di studio sia conseguito all'estero dovranno essere
indicati gli estremi del provvedimento che ne attesta l'equipollenza
al titolo di studio previsto per l'ammissione, rilasciato da Istituti
italiani;
k) il possesso di titolo di studio di grado superiore;
1) gli attestati di profitto conseguiti a termine di corsi di
formazione, perfezionamento, aggiornamento purche' attinenti al
profilo professionale e di durata pari ad almeno 30 ore;
m) la scelta, ai fini della verifica della conoscenza di base di una
lingua straniera, tra l'inglese o il francese;
n) gli eventuali titoli di preferenza e di precedenza previsti
dall'art. 5 del DPR 487/94;
o) gli appartenenti alle categorie protette di cui alla Legge
12/3/1999, n. 68, tranne gli orfani e vedove ed equiparati, devono
dichiarare anziche' quanto previsto dal punto d) di non aver perduto
ogni capacita' lavorativa e che la natura ed il grado della loro
invalidita' non e' di danno alla salute ed alla incolumita' dei
compagni di lavoro o alla sicurezza degli impianti;
p) il candidato portatore di handicap, se appartenente alla categoria
disciplinata dalla Legge 104/92, dovra' specificare gli ausili
necessari in relazione al proprio handicap, nonche' l'eventuale
necessita' di tempi aggiuntivi per sostenere le prove d'esame;
q) la dichiarazione di essere informato ai sensi e per gli effetti di
cui all'art. 13 del DLgs 30/6/2003, n. 196 che i dati personali
raccolti sono obbligatori per il corretto svolgimento dell'istruttoria
e saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente
nell'ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione
viene resa;
r) l'incondizionata accettazione delle norme stabilite dal Regolamento
di organizzazione degli uffici e dei Servizi dell'Agenzia e dal
Regolamento sulla disciplina dell'accesso a tempo determinato e da
tutte le prescrizioni contenute nel presente bando di selezione in
qualita' di norme speciali;
s) per i candidati di sesso maschile la posizione nei riguardi degli
obblighi di leva (per i nati entro il 1985 che non godessero di motivi
di rinvio, rispetto ai quali non sia applicabile la sospensione
dall'obbligo disposta dalla Legge 23/8/2004, n. 226 a decorrere
dall'1/1/2005);
t) di consentire a sottoporsi a visita medica al fine di verificare la
propria idoneita' allo svolgimento della mansione ex DLgs 626/94 e
successive modificazioni.
I dati richiesti sono obbligatori per la procedura di selezione. La
dichiarazione generica del possesso dei requisiti sopraindicati non
viene ritenuta valida.
L'Agenzia si impegna ad utilizzare i dati forniti per tutti gli
adempimenti connessi alla stessa procedura ed all'eventuale successiva
gestione del rapporto di lavoro.
L'Agenzia provvedera' alla verifica dell'idoneita' alle mansioni come
previsto dal vigente contratto di lavoro, alla stessa verifica saranno
sottoposti anche i disabili appartenenti alle categorie di cui alla
Legge 68/99.
Non sara' sanabile e comportera' l'immediata esclusione dalla
selezione:
1. la spedizione o la consegna della domanda di ammissione alla
selezione con data posteriore rispetto alla scadenza indicata
nell'avviso;
2. l'omissione nella domanda del cognome, nome, residenza o domicilio
del concorrente;
3. l'omissione della firma del concorrente a sottoscrizione della
domanda;
4. la mancata indicazione dei titoli di studio prescritti dal bando.
La mancanza o l'incompletezza di una qualunque delle dichiarazioni
previste, al di fuori dei casi contemplati nel precedente paragrafo,
potra' essere sanata dal candidato anche a mezzo fax con specifica
richiesta di regolarizzazione.
La mancata regolarizzazione della domanda entro il termine
espressamente specificato nella richiesta di regolarizzazione e
comunque non oltre l'ora indicata per la prova d'esame, determinera'
l'automatica esclusione dalla selezione stessa.
La verifica circa la veridicita' delle dichiarazioni rese e del
possesso dei requisiti dichiarati sara' effettuata prima della
stipulazione del contratto di lavoro a tempo determinato.
Si ricorda che il riscontro di dichiarazioni mendaci o la mancanza
dell'effettivo possesso dei requisiti produrra' la mancata
stipulazione del contratto e l'automatica decadenza dalla
graduatoria.
L'Amministrazione, si riserva, inoltre di disporre in ogni momento con
motivato provvedimento l'esclusione dalla selezione per difetto dei
requisiti prescritti. Il candidato decadra' immediatamente da benefici
eventualmente conseguiti con un provvedimento emanato
dall'Amministrazione sulla base di una dichiarazione non veritiera.
La busta contenente la domanda di ammissione, dovra' riportare sulla
facciata in cui e' indicato l'indirizzo, la seguente dicitura:
"contiene domanda per selezione pubblica".
Documenti da allegare alla domanda
1. Fotocopia non autenticata del titolo di studio;
2. curriculum vitae in carta semplice debitamente datato e
sottoscritto. In caso di mancata sottoscrizione il curriculum non
potra' essere valutato;
3. altri titoli che l'aspirante ritenga utili allegare (ad esempio i
titoli di servizio se esistenti);
4. fotocopia non autenticata del documento di riconoscimento;
5. elenco in carta semplice dei documenti presentati insieme alla
domanda;
6. per i portatori di handicap, certificato medico attestante la
necessita' di eventuali tempi aggiuntivi e/o specifici per lo
svolgimento delle prove.
Prova orale
- Cenni di diritto amministrativo, con particolare riferimento alla
natura giuridica dell'atto amministrativo;
- DLgs 165/01;
- Normativa contrattuale del Comparto Regioni ed Autonomie locali, con
particolare riferimento all'ordinamento professionale di cui al CCNL
31/3/1999;
- Legge 7/8/1990 n. 241 "Nuove norme in materia di procedimento
amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi" e
successive modifiche ed integrazioni;
- Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche
Amministrazioni.
Nell'ambito dello svolgimento della prova potranno, inoltre, essere
verificate le seguenti competenze:
- capacita' di utilizzo delle applicazioni informatiche piu' in uso
nell'Ente (pacchetto Office, Internet, posta elettronica);
- conoscenza di base di una lingua straniera (inglese o francese).
Si fa presente che le materie suindicate non esauriscono la prova
d'esame in quanto il colloquio sara' rivolto all'accertamento delle
conoscenze di carattere generale.
Il colloquio si intende superato con una votazione di almeno 21/30.
La votazione complessiva e' determinata sommando il punteggio
conseguito nella valutazione dei titoli con quella conseguita nella
prova orale.
A tutti i candidati ammessi sara' comunicato il giorno della prova
d'esame in modo individuale ed almeno quindici giorni prima della
stessa e conterra' l'indicazione della relativa sede.
Delle esclusioni sara' data comunicazione ai candidati nelle forme
piu' idonee prima dell'inizio delle prove selettive.
La prova d'esame non avra' luogo nei giorni festivi e negli altri
giorni di festivita' religiose per le quali si applica il divieto ai
sensi delle norme in vigore.
Per sostenere la prova d'esame, i candidati dovranno presentarsi
muniti di un valido documento di riconoscimento. Saranno esclusi i
candidati che, per qualunque causa, non si presenteranno alla prova
nel giorno, ora e luogo stabilito.
La mancata presentazione del candidato nella sede, nel giorno e
nell'ora comunicata, verra' ritenuta come rinuncia a partecipare alla
selezione.
Prima dell'inizio del colloquio la Commissione rendera' pubblica la
valutazione dei titoli mediante affissione all'Albo dell'Ente e sulla
porta del locale sede del colloquio.
Valutazione
Per la valutazione dei candidati e dei titoli dagli stessi presentati
sara' costituita un'apposita Commissione.
La Commissione dispone, complessivamente, di 40 punti cosi' ripartiti:
10 punti per la valutazione dei titoli e 30 punti per la valutazione
del colloquio.
Nessun punteggio viene attribuito al titolo di studio richiesto per
l'ammissione alla selezione.
(segue allegato fotografato)
Preferenze
1) Le categorie di cittadini che nei pubblici concorsi hanno
preferenza a parita' di merito e a parita' di titoli sono quelle
appresso elencate:
- gli insigniti di medaglia al valor militare;
- i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
- i mutilati ed invalidi per fatto di guerra;
- i mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
- gli orfani di guerra;
- gli orfani dei caduti per fatto di guerra;
- gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
- i feriti in combattimento;
- gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale di
merito di guerra, nonche' i capi di famiglia numerosa;
- i figli dei mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
- i figli dei mutilati ed invalidi per fatto di guerra;
- i figli dei mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e
privato;
- i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le
sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti di guerra;
- i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le
sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto di
guerra;
- i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le
sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio nel
settore pubblico e privato;
- coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;
- coloro che abbiano prestato lodevole servizio a qualunque titolo,
per non meno di un anno, nell'Amministrazione che ha indetto il
concorso;
- i coniugati e i non coniugati con riguardo al numero dei figli a
carico;
- gli invalidi ed i mutilati civili;
- i militari volontari delle Forze armate congedati senza demerito al
termine della ferma o rafferma.
Qualora persistesse la condizione di parita', sara' preferito il piu'
giovane di eta'.
Formazione della graduatoria
Al termine dei propri lavori la Commissione giudicatrice rimette gli
atti all'Amministrazione che li approva.
La graduatoria di merito dei candidati sara' redatta in base ai punti
ottenuti nei titoli e nel colloquio da ciascun candidato, con
l'osservanza, a parita' di punti, dei titoli di preferenza previsti
dalla normativa vigente.
La graduatoria finale di merito verra' utilizzata per l'assunzione a
tempo determinato di personale a tempo pieno o a tempo parziale nel
rispetto della normativa vigente al momento dell'utilizzo.
E' facolta' dell'Amministrazione procedere alla revoca del presente
bando, prorogare, riaprire o sospendere i termini di scadenza, laddove
sussistano ragioni di interesse pubblico.
La graduatoria definitiva sara' pubblicata sul sito Internet
dell'Agenzia e nelle bacheche di tutti gli uffici dell'Agenzia
dislocati sul territorio oltre che nella bacheca della sede centrale
di Parma.
Dalla data di pubblicazione della stessa decorreranno i termini per le
eventuali impugnative. I candidati potranno esercitare il diritto di
accesso agli atti del procedimento concorsuale, ai sensi e nei limiti
delle norme in vigore.
La graduatoria rimane efficace per un termine di tre anni dalla data
di approvazione. Non si dara' luogo a dichiarazioni di idoneita' alla
selezione.
Accertamento dei requisiti al fine della stipulazione del contratto
Nel rispetto dello stretto ordine di collocazione in graduatoria,
l'Amministrazione in caso di necessita' provvedera' a chiamare in
servizio il candidato utilmente collocato e procedera' alla
stipulazione del contratto individuale costitutivo del rapporto di
lavoro a tempo determinato dopo la verifica del possesso di tutti i
requisiti prescritti dal presente bando per la nomina. Nel caso in
cui, dalla verifica effettuata sulle dichiarazioni rese emergano
difformita' rispetto a quanto dichiarato e venga a mancare uno dei
requisiti richiesti per l'accesso, il candidato sara' escluso dalla
graduatoria. In ogni caso, prima della stipulazione del contratto il
candidato, nei termini previsti dal contratto collettivo nazionale di
lavoro dovra' dichiarare di non avere altri rapporti di impiego
pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di
incompatibilita' richiamata dall'art. 53 del DLgs 165/01. In caso
contrario, unitamente agli altri documenti, dovra' presentare la
dichiarazione di opzione per l'Agenzia.
L'Amministrazione ha piena facolta' di determinare il luogo e la sede
ove gli assunti dovranno prestare servizio. Saranno considerati
rinunciatari i candidati che non abbiano stipulato il contratto
individuale di lavoro nei termini previsti dal CCNL vigente.
Trattamento dati personali
Ai sensi dell'art. 13 del DLgs 30/6/2003, n. 196, i dati obbligatori
forniti dai concorrenti ed acquisiti durante il procedimento
amministrativo saranno raccolti presso l'Ufficio Organizzazione e
Personale per le finalita' di gestione della selezione e saranno
trattati anche successivamente all'eventuale instaurazione del
rapporto di lavoro per finalita' inerenti allo svolgimento del
rapporto medesimo. Il responsabile dei dati e' il dirigente al
personale dott.ssa Giuseppina Begani.
Responsabile del procedimento
Si informa che la comunicazione di avvio del procedimento ai sensi
dell'art. 7 della Legge 241/90, si intende anticipata e sostituita dal
presente avviso e dall'atto di adesione allo stesso da parte del
candidato, attraverso la sua domanda di partecipazione. Si comunica
che il responsabile del procedimento amministrativo e' la dott.ssa
Giuseppina Begani e che il procedimento stesso avra' avvio a decorrere
dalla data di scadenza per la presentazione delle domande prevista
dall'avviso. Il termine di conclusione del procedimento e' fissato
entro sei mesi dalla data della determina di ammissibilita' dei
candidati alla pubblica selezione.
Restituzione dei documenti
I candidati dovranno provvedere a loro spese al ritiro dei documenti
depositati presso questa Amministrazione entro sei mesi
dall'approvazione della graduatoria finale di merito. Trascorso tale
termine questa Amministrazione non si assume piu' alcuna
responsabilita' sul materiale lasciato in giacenza.
Norme varie e richiami
L'Amministrazione ha la facolta' di prorogare o riaprire il termine di
scadenza dell'avviso, di modificarne o integrarne il contenuto nonche'
di revocare la selezione stessa. Per quanto non espressamente
disciplinato dal presente bando si fa riferimento alle disposizioni
contrattuali, legislative e regolamentari vigenti in materia di
accesso agli impieghi nelle pubbliche Amministrazioni.
Per eventuali informazioni: Ufficio Organizzazione e Personale, Via
Garibaldi n. 75 - Parma - tel. 0521/797263 - fax 0521/797366 dalle ore
9 alle ore 13.
IL DIRETTORE
Piero Vincenzo Telesca
Scadenza: 12 dicembre 2005

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it