REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DECRETO DELL'ASSESSORE ALLE POLITICHE PER LA SALUTE 1 agosto 2005, n. 24

Accreditamento istituzionale "Ospedale privato Villa Regina", di Bologna

L'ASSESSORE
Visto l'art. 8 quater del DLgs 502/92 e successive modificazioni, ai
sensi del quale l'accreditamento istituzionale e' rilasciato dalla
Regione alle strutture autorizzate, pubbliche o private e ai
professionisti che ne facciano richiesta, subordinatamente alla loro
rispondenza ai requisiti ulteriori di qualificazione, alla loro
funzionalita' rispetto agli indirizzi di programmazione regionale e
alla verifica positiva dell'attivita' svolta e dei risultati
raggiunti;
richiamata la L.R. 34/98, e richiamato in particolare l'art. 2, che
stabilisce che le strutture sanitarie pubbliche e private, in possesso
di autorizzazione, che intendono erogare prestazioni nell'ambito o per
conto del Servizio sanitario regionale debbono ottenere
preventivamente l'accreditamento, secondo le modalita' stabilite dalla
medesima legge;
richiamate le deliberazioni n. 327 del 23 febbraio 2004 e n. 23 del 17
gennaio 2005 con le quali la Giunta regionale ha approvato i requisiti
generali per l'accreditamento delle strutture sanitarie
dell'Emilia-Romagna ed i requisiti specifici per alcune tipologie di
strutture;
vista la nota protocollo della Direzione generale Sanita' e Politiche
sociali n. 4703 dell'8 febbraio 2005, conservata agli atti del
Servizio Presidi ospedalieri, con la quale il legale rappresentante
dell'Ospedale privato "Villa Regina SpA", ubicato in Bologna Via
Castiglione n. 115, chiede l'accreditamento istituzionale per le
seguenti funzioni di ricovero:
- Chirurgia generale
- Lungodegenza
- Ortopedia e Traumatologia
- Urologia
- Otorinolaringoiatria
- Oculistica
- Medicina generale
- Recupero e Riabilitazione funzionale
- Ostetricia e Ginecologia limitatamente all'attivita' ginecologica;
preso atto che l'Ospedale privato "Villa Regina SpA", e' stato
autorizzato al funzionamento con provvedimento del Sindaco del Comune
di Bologna, PG. n. 56236 dell'1/4/2003 e PG. n. 233890 del 9/11/2004
in quanto in possesso dei requisiti di cui alla deliberazione di
Giunta regionale 125/99, attuativa della L.R. 34/98;
dato atto che l'Ospedale privato "Villa Regina SpA" e' stato
accreditato in via provvisoria, ai sensi dell'art. 8 quater comma 7
del DLgs 502/92, con proprio decreto n. 3 del 19/2/2004;
considerato che la struttura di cui trattasi rientra nel fabbisogno
regionale di strutture di ricovero;
tenuto conto delle risultanze delle verifiche effettuate dalla Agenzia
sanitaria regionale: esame della documentazione e visita di verifica,
effettuata in data 22 marzo 2005, sulla sussistenza dei requisiti
generali e specifici posseduti;
vista la relazione motivata in ordine alla accreditabilita'
dell'Ospedale privato "Villa Regina SpA", realizzata dall'Agenzia
sanitaria regionale, protocollo della Direzione generale Sanita' e
Politiche sociali n. 18266 del 9/5/2005, conservata agli atti del
Servizio Presidi ospedalieri, nella quale si evidenzia che e'
necessario che la struttura produca un protocollo di intesa per la
gestione dei pazienti critici e l'esecuzione degli esami pianificati
all'esterno, omogenizzi le modalita' di erogazione delle cure
soprattutto in area chirurgica, definisca i criteri di assegnazione
delle sale operatorie ai diversi professionisti e migliori la qualita'
di compilazione delle documentazioni sanitarie;
tenuto presente che ai sensi del comma 2 dell'art. 8 quater del DLgs
502/92 sopra citato, la qualita' di soggetto accreditato non
costituisce vincolo per le aziende e gli Enti del servizio sanitario
nazionale, a corrispondere la remunerazione delle prestazioni erogate,
al di fuori degli accordi contrattuali di cui all'articolo 8 quinquies
del medesimo decreto;
dato atto del parere di regolarita' amministrativa espresso dal
Direttore generale Sanita' e Politiche sociali dott. Franco Rossi, ai
sensi dell'art. 37, comma 4 della L.R. 43/01 nonche' della
deliberazione di Giunta regionale 447/03;
decreta:
la struttura sanitaria Ospedale privato "Villa Regina SpA", ubicato in
Bologna, Via Castiglione n. 115, per le motivazioni di cui in
premessa, e' accreditata istituzionalmente ai sensi e per gli effetti
dell'art. 8 quater, del DLgs 502/92 e successive modificazioni per le
seguenti funzioni di ricovero:
- Chirurgia generale e Chirurgia pediatrica limitatamente al
trattamento delle patologie chirurgiche pediatriche minori: 8 posti
letto
- Lungodegenza: 7 posti letto
- Ortopedia e Traumatologia: 8 posti letto
- Urologia: 2 posti letto
- Otorinolaringoiatria: 2 posti letto
- Oculistica: 2 posti letto
- Medicina generale: 4 posti letto
- Recupero e Riabilitazione funzionale: 10 posti letto
con i seguenti vincoli:
la struttura dovra' trasmettere alla Direzione generale Sanita' e
Politiche sociali il protocollo di intesa per la gestione dei pazienti
critici e l'esecuzione degli esami pianificati all'esterno non appena
disponibile e comunque entro 180 giorni dalla data di entrata in
vigore del presente atto;
dovranno essere omogeneizzate le modalita' di erogazione delle cure
soprattutto in area chirurgica;
dovranno essere definiti i criteri di assegnazione delle sale
operatorie ai diversi professionisti;
dovra' essere migliorata la qualita' di compilazione delle
documentazioni sanitarie;
l'accreditamento di cui al presente provvedimento non comprende
l'attivita' ambulatoriale, se non per le attivita' strettamente
connesse alla degenza e i cui oneri rientrino nella tariffa prevista
per il corrispondente episodio di ricovero;
l'accreditamento di cui al presente provvedimento, ai sensi del comma
2 dello stesso art. 8 quater sopracitato, non costituisce vincolo per
le Aziende e gli Enti del Servizio sanitario nazionale a corrispondere
la remunerazione delle prestazioni erogate, al di fuori degli accordi
contrattuali di cui all'art. 8 quinquies del medesimo decreto
legislativo;
l'accreditamento di cui al presente provvedimento, ai sensi dell'art.
10 della L.R. 34/98 e successive modificazioni, ha validita' triennale
dalla data di concessione, in occasione del rinnovo verra' riscontrato
il rispetto dei vincoli soprariportati;
il presente decreto sara' pubblicato nel Bollettino Ufficiale della
Regione Emilia-Romagna.
L'ASSESSORE
Giovanni Bissoni

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it