REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 18 luglio 2005, n. 1110

Approvazione del programma operativo annuale "Stralcio relativo all'implementazione dell'operativita' del centro operativo regionale di protezione civile anno 2005" in attuazione della convenzione quadro tra Regione Emilia-Romagna e l'ARNI (Azienda regionale per la navigazione interna)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Viste:                                                                          
- la Legge 24 febbraio 1992, n. 225, recante "Istituzione del                   
servizio nazionale della protezione civile" e successive modifiche ed           
integrazioni;                                                                   
- il DLgs 31 marzo 1998, n. 112, recante "Conferimento di funzioni e            
compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli Enti locali,            
in attuazione del Capo I della Legge 15 marzo 1997, n. 59";                     
- la Legge 23 dicembre 2000, n. 388, recante "Disposizioni per la               
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge                
Finanziaria 2001)" e, in particolare, l'articolo 138, comma 16;                 
- la L.R. 7 febbraio 2005, n. 1, recante "Norme in materia di                   
protezione civile e volontariato. Istituzione dell'Agenzia regionale            
di protezione civile Emilia-Romagna in materia di protezione civile"            
e, in particolare l'art. 25, che prevede che ai procedimenti ed alle            
attivita' in corso alla data di entrata in vigore della medesima                
legge regionale e fino alla loro conclusione continuino ad applicarsi           
le disposizioni delle previgenti leggi regionali, ancorche' abrogate,           
ivi compresa la L.R. 45/95, e che l'operativita' dell'Agenzia                   
regionale sia subordinata all'approvazione da parte della Giunta                
regionale del regolamento di organizzazione e contabilita' adottato             
dal Direttore dell'Agenzia e che, nelle more di tale approvazione,              
rimanga operativa, a tutti gli effetti, l'attuale struttura                     
organizzativa regionale competente in materia di protezione civile;             
- la circolare 30 settembre 2002, n. 5114 della Presidenza del                  
Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile,                  
recante "Ripartizione delle competenze amministrative in materia di             
protezione civile" che ha dettato indirizzi in ordine alla necessaria           
collaborazione tra le strutture di protezione civile operanti sul               
territorio;                                                                     
richiamata la propria deliberazione n. 1454 del 28 luglio 2003, con             
la quale e' stato approvato lo schema di convenzione-quadro tra la              
Regione Emilia-Romagna e ARNI (Azienda Regionale per la Navigazione             
Interna), di seguito indicata come ARNI, per la reciproca                       
collaborazione nelle attivita' di protezione civile;                            
dato atto che in attuazione della citata propria deliberazione, in              
data 31 luglio 2003 e' stata sottoscritta la convenzione-quadro di              
durata quinquennale;                                                            
richiamati i seguenti articoli della citata convenzione-quadro:                 
- 1, comma 3, che prevede che la Regione e l'ARNI concordino, sul               
piano tecnico, uno schema di Programma Operativo annuale per                    
l'attuazione delle varie attivita' previste dalla convenzione                   
medesima, tenendo conto delle disponibilita' di bilancio e delle                
esigenze e delle disponibilita' operative delle parti, da adottarsi,            
da parte della Regione Emilia-Romagna, con proprio atto                         
amministrativo;                                                                 
- 1, comma 4, che tra le possibili attivita' da attuare mediante il             
Programma Operativo annuale individua anche il concorso dell'ARNI               
nelle attivita' di previsione e prevenzione dei rischi, sia nelle               
attivita' di soccorso in caso di calamita' o nell'imminenza delle               
stesse, sia nell'attivita' di formazione degli operatori di                     
protezione civile e di informazione alla popolazione in materia di              
rischi e delle relative misure di sicurezza, con particolare                    
riferimento alla navigazione interna in genere e alle opere fluviali            
in particolare;                                                                 
- 2, comma 3, che prevede che l'erogazione delle risorse finanziarie            
relative alle attivita' contenute nel Programma Operativo annuale per           
le quali sia previsto il rimborso all'ARNI da parte della Regione               
avvenga con le seguenti modalita':                                              
- l'erogazione di un'anticipazione pari al 40% dell'importo                     
complessivo delle risorse all'uopo destinate nel Programma Operativo            
annuale per far fronte alle prime spese da sostenere al fine                    
dell'avvio delle attivita', da disporre contestualmente                         
all'approvazione del programma medesimo;                                        
- l'erogazione della somma rimanente a titolo di saldo, dietro                  
presentazione della relativa ed idonea documentazione probatoria                
della spesa da parte dell'ARNI, anche tenendo conto dell'attivita' di           
verifica prevista dal successivo art. 3, comma 2 della convenzione              
medesima;                                                                       
- 4, comma 1, che prevede che l'onere finanziario annuo a carico                
della Regione Emilia-Romagna per l'attuazione della                             
convenzione-quadro venga determinato nei limiti delle risorse                   
disponibili nel bilancio regionale, con proprio atto amministrativo             
adottato nell'ambito della programmazione annuale di attivita' del              
Servizio Protezione Civile;                                                     
- 4, commi 2 e 3, che prevedono rispettivamente che alla definizione            
dei provvedimenti di spesa relativi ad attivita' previste nella                 
convenzione-quadro la Regione Emilia-Romagna provveda secondo le                
vigenti disposizioni in materia di contabilita' regionale e che al              
trasferimento delle risorse eventualmente destinate al rimborso di              
attivita' svolte direttamente dall'ARNI si provveda versando le                 
suddette risorse a favore dell'Azienda sui capitoli di entrata che              
verranno indicati dalla stessa;                                                 
dato atto:                                                                      
- che in esito alla valutazione congiunta delle esigenze e delle                
disponibilita' l'implementazione dell'operativita' del Centro                   
Operativo Regionale (COR) di Protezione Civile e' stato individuato             
come ambito ottimale di collaborazione per l'anno 2005, con                     
particolare riguardo all'implementazione dei supporti cartografici ed           
informativi nelle aree destinate alla navigazione interna;                      
- che e' stato esaminato con esito favorevole lo stato di avanzamento           
dell'attuazione dei programmi operativi annuali approvati nelle                 
precedenti annualita';                                                          
ritenuto pertanto opportuno procedere all'approvazione del programma            
operativo annuale "Stralcio relativo all'implementazione                        
dell'operativita' del Centro operativo regionale di protezione civile           
anno 2005", di cui all'Allegato "A" al presente atto, d'ora in poi              
indicato solo come "Programma Operativo" concordato tra le parti;               
dato atto che il Programma Operativo contiene l'elenco delle azioni             
da porre in essere e le relative modalita' attuative, oltre alla                
quantificazione di massima dei relativi oneri e che e' finalizzato al           
potenziamento del sistema regionale di protezione civile con                    
particolare riguardo alla navigazione interna;                                  
considerato che per l'attuazione delle attivita' previste nel                   
Programma Operativo e' stato stimato un onere complessivo massimo a             
carico della Regione Emilia-Romagna di Euro 50.000,00 e che tale                
importo trova copertura sul Capitolo 47132 "Spese per il                        
finanziamento di interventi urgenti in caso di calamita' naturale di            
livello b) di cui all'art. 108 DLgs 112/98 ed art. 2, comma 1, lett.            
b), Legge 225/92, nonche' per il potenziamento del sistema regionale            
di protezione civile - Fondo regionale di protezione civile - Mezzi             
statali " di cui all'UPB 1.4.4.2. 17101 "Interventi in materia di               
protezione civile - Risorse statali" del Bilancio per l'esercizio               
finanziario 2005 che presenta la necessaria disponibilita';                     
ritenuto che ricorrano le condizioni di cui all'art. 47 della L.R.              
40/01 e che pertanto l'impegno di spesa per l'esecuzione delle                  
attivita' previste nel Programma Operativo di cui all'Allegato "A",             
ammontante a 50.000,00 Euro, possa essere assunto con il presente               
atto;                                                                           
viste:                                                                          
- la L.R. 23 dicembre 2004, n. 27 recante "Legge finanziaria                    
regionale adottata a norma dell'art. 40 della L.R. 15 novembre 2001,            
n. 40, in coincidenza con l'approvazione del Bilancio di previsione             
della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2005 e del             
Bilancio pluriennale 2005/2007";                                                
- la L.R. 23 dicembre 2004, n. 28 recante "Bilancio di previsione               
della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2005 e                 
Bilancio pluriennale 2005/2007";                                                
dato atto ai sensi dell'art. 37, quarto comma, della L.R. 43/01 e               
della propria deliberazione 447/03:                                             
- del parere di regolarita' amministrativa espresso dal Responsabile            
del Servizio Protezione civile, ing. Demetrio Egidi, a cio' delegato            
dal Direttore generale Ambiente e Difesa del suolo e della costa con            
determinazione n. 8519 del 16 luglio 2003 recante "Delega di funzioni           
in materia di protezione civile", prorogata con determinazione n.               
8989 del 5 luglio 2004;                                                         
- del parere di regolarita' contabile espresso dal Dirigente                    
Professional "Controllo e presidio dei processi connessi alla                   
predisposizione del bilancio e del rendiconto generale" dott.ssa                
Maria Grazia Gaspari in sostituzione della Responsabile del Servizio            
Bilancio-Risorse finanziarie dott.ssa Amina Curti ai sensi delle note           
del Direttore generale Risorse finanziarie e strumentali prot. n.               
ARB/DRF/02/59146 del 7 novembre 2002, n. ARB/DRF/03/2445-i del 21               
gennaio 2003, della suddetta legge regionale nonche' della propria              
deliberazione 447/03;                                                           
su proposta dell'Assessore "Sicurezza territoriale. Difesa del suolo            
e della costa. Protezione Civile";                                              
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
a) di richiamare integralmente le premesse del presente atto;                   
b) di approvare il Programma Operativo annuale "Stralcio relativo               
all'implementazione dell'operativita' del Centro operativo regionale            
di protezione civile anno 2005" di cui all'Allegato "A" e che                   
costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto, d'ora             
in poi indicato solo come "Programma Operativo", in attuazione della            
convenzione-quadro tra la Regione Emilia-Romagna e l'ARNI, per la               
reciproca collaborazione nelle attivita' di protezione civile,                  
stipulata in data 31 luglio 2003 in attuazione della propria                    
deliberazione n. 1454 del 28 luglio 2003, per un importo massimo                
complessivo pari ad Euro 50.000,00;                                             
c) di assegnare a favore dell'Azienda regionale per la Navigazione              
Interna (ARNI) il finanziamento massimo di Euro 50.000,00 per le                
finalita' previste al precedente punto b);                                      
d) di individuare la struttura regionale di Protezione Civile quale             
referente per tutte le attivita' regionali di natura tecnica ed                 
operativa connesse con l'attuazione del Programma Operativo di cui              
all'Allegato "A";                                                               
e) di impegnare la spesa complessiva di Euro 50.000,00 al n. 2924 di            
impegno sul Capitolo 47132 "Spese per il finanziamento di interventi            
urgenti in caso di calamita' naturale di livello b) di cui all'art              
108, DLgs 112/98 ed art. 2, comma 1, lett. b), Legge 225/92, nonche'            
per il potenziamento del sistema regionale di protezione civile -               
Fondo regionale di protezione civile - Mezzi statali " di cui all'UPB           
1.4.4.2. 17101 "Interventi in materia di protezione civile - Risorse            
statali" del Bilancio per l'esercizio finanziario 2005 che presenta             
la necessaria disponibilita';                                                   
f) di dare atto che alla liquidazione della spesa a favore                      
dell'Azienda regionale per la Navigazione Interna si provvedera' con            
successivi atti adottati dal dirigente competente ai sensi degli                
artt. 51 e 52 della L.R. 40/01 e della propria deliberazione 447/03             
con le seguenti modalita':                                                      
- l'erogazione di un primo acconto pari al 40% dell'importo                     
complessivo delle risorse all'uopo destinate nel programma operativo            
annuale per far fronte alle prime spese da sostenere al fine                    
dell'avvio delle attivita', da disporre contestualmente                         
all'approvazione del Programma medesimo;                                        
- l'erogazione della somma rimanente a titolo di saldo, dietro                  
presentazione della relativa ed idonea documentazione probatoria                
della spesa da parte dell'ARNI;                                                 
g) di dare atto che copia della presente deliberazione verra'                   
inoltrata all'ARNI, ai fini della formale accettazione di quanto                
deliberato;                                                                     
h) di dare atto che alle verifiche sul raggiungimento degli obiettivi           
previsti dal Programma Operativo in Allegato "A" si procedera' ai               
sensi di quanto stabilito nella richiamata convenzione-quadro;                  
i) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale             
della Regione Emilia-Romagna.                                                   
ALLEGATO "A"                                                                    
Convenzione tra Regione Emilia-Romagna - Servizio protezione civile e           
Azienda Regionale la Navigazione Interna (ARNI) (approvata con DGR n.           
1454 del 28 luglio 2003)                                                        
Programma operativo annuale stralcio relativo all'implementazione               
dell'operativita' del Centro operativo regionale di protezione civile           
anno 2005                                                                       
Il presente programma operativo annuale - stralcio relativo                     
all'implementazione di mezzi e attrezzature per potenziare le                   
capacita' operative per le attivita' di protezione civile sul                   
territorio regionale per il periodo giugno-dicembre 2005 viene                  
redatto ai sensi dell'art. 5 comma 2 della convenzione quadro                   
stipulata il giorno 31 luglio 2003 e si articola come segue:                    
1. Obiettivi                                                                    
Consolidare i rapporti di reciproca collaborazione tra la Regione e             
l'ARNI, al fine di rafforzare e rendere sempre piu' moderno ed                  
efficiente il sistema di protezione civile nella Regione                        
Emilia-Romagna, con particolare riferimento alle vie di navigazione             
interna.                                                                        
2. Attivita'                                                                    
a) perfezionamento su cartografia digitale georeferenziata delle                
infrastrutture-attracchi rilevati sul fiume Po e sull'idrovia                   
ferrarese;                                                                      
Inserimento su cartografia digitale georeferenziata delle                       
infrastrutture del demanio della navigazione interna presenti sul               
fiume Po, sul Po di Goro e sull'idrovia ferrarese, limitatamente al             
territorio regionale emiliano.                                                  
L'inserimento verra' effettuato su software GE.NE.SYS.shp della                 
Geoprogetti di Grosseto. Con GE.NE.SYS.shp vengono archiviati i dati            
GIS vettorali nel formato shapefile (lo stesso formato di ESRI                  
ArcView) condivisibili con tutti i software analoghi disponibili sul            
mercato.                                                                        
b) Avvio studio ed eventuale individuazione delle quote idrometriche            
e delle relative portate, associate a situazioni di crisi per                   
inondazione per le zone del territorio regionale sensibili e dotate             
di infrastrutture situate all'interno dell'alveo fluviale;                      
c) ampliamento ed integrazione del sistema di telerilevamento delle             
quote idrometriche dell'idrovia ferrarese in coordinamento con i                
Consorzi di Bonifica ferraresi.                                                 
L'aggiornamento e l'implementazione con nuove funzionalita' del                 
software di sistema effettuato dal Consorzio di Bonifica del I                  
Circondario ha reso indisponibili e quindi inutilizzabili i dati                
provenienti dalle stazioni di detto Consorzio di Bonifica                       
Si ritiene opportuna, pertanto, l'integrazione delle stazioni                   
dell'ARNI nel sistema in tempo reale via radio del Consorzio di                 
Bonifica del I Circondario affinche' sia possibile:                             
- inserire le stesse stazioni nella rete provinciale e regionale di             
stazioni in tempo reale per il monitoraggio idrogeologico;                      
- contenere i costi di trasmissione dati (attualmente in linea                  
telefonica).Per l'integrazione e implementazione del sistema in                 
questione sono necessarie le seguenti attivita' e forniture:                    
- elaboratore server per la gestione delle comunicazioni e per la               
creazione di un DataBase nonche' per la gestione interfaccia                    
Uomo-Macchina (MMI) per l'interazione con tutte le funzionalita' del            
sistema;                                                                        
- modem Radio Centrale in banda UHF per ricezione messaggi radio                
broadcast e per l'aggiornamento dati in tempo reale trasmessi dalla             
centrale di Codigoro (FE) del Consorzio I Circondario completo di               
antenna e cavi di collegamento;                                                 
- copia di router ISDN per interscambio comandi e acquisizione dati             
storici;                                                                        
- software compresa l'installazione e la configurazione                         
dell'elaboratore, oltre alla realizzazione di mappa e interfacce                
grafiche personalizzate e l'esecuzione di un corso di formazione del            
personale con il rilascio di manualistica;                                      
d) integrazione dei sistemi di rilevamento dati idrometrici fiume Po            
ed idrovia ferrarese del Servizio Protezione Civile con sistema di              
rilevamento telefonia mobile GSM ARNI;                                          
Per l'integrazione del sistema di rilevamento dati idrometrici fiume            
Po ed idrovia ferrarese mediante apparati di telefonia mobile GSM in            
dotazione all'ARNI e' necessaria la fornitura e posa, nelle                     
pertinenze della conca di Valpagliaro e di Vallelepri, di:                      
- quadro elettrico di alimentazione e gestione dei livelli cosi'                
composto:                                                                       
apparati di misura TCS e gestione dati via GSM composto da                      
alimentatore carica batteria, antenna, software di gestione allarmi;            
Batteria tampone 12V, alimentatore con pannello solare completo di              
staffe di fissaggio e relativa linea in cavo sino al quadro;                    
modulo elettronico di interfaccia sensori di livello;                           
Sezionatori, porta-fusibili, cavi e cablaggi, canalizzazioni, ecc.;             
sensori di livello ad ultrasuoni radar completi di tutti gli                    
accessori;                                                                      
linea di alimentazione con cavo schermato completo di guaina di                 
protezione.                                                                     
Creazione presso la sede ARNI di Ferrara di una postazione                      
supervisore costituita da modem GSM, personal computer e pacchetto              
software per la gestione di chiamate programmate dei vari siti e per            
la creazione di file di registro di mantenimento storico dei dati               
rilevati.                                                                       
Per l'attivazione di detta postazione l'ARNI fornira' personal                  
computer e le schede SIM per modem GSM adatte per comunicazioni                 
dati/fax.                                                                       
Tutte queste attivita' saranno trattate da ARNI in accordo con il               
Servizio Protezione Civile regionale ed esaminate nell'ambito del               
comitato tecnico previsto dalla convenzione-quadro (art. 3).                    
3. Onere finanziario                                                            
La quantificazione dell'onere previsto per le attivita' di cui sopra            
ammonta ad Euro 50.000,00.                                                      
L'erogazione del finanziamento avverra' con le modalita' previste               
dall'art. 2, comma 3, della convenzione-quadro di cui alla                      
deliberazione della Giunta regionale 1454/03, a valere sullo                    
stanziamento iscritto al Capitolo 47132 "Contributi a favore di Enti            
locali e di ogni altro soggetto che partecipi alle attivita' del                
sistema regionale di protezione civile, per l'acquisto di                       
attrezzature e per la realizzazione, la ristrutturazione e                      
l'allestimento di strutture di protezione civile" (art. 16 bis, L.R.            
19 aprile 1995, n. 45) di cui all'U.P.B. 1.4.4.2. 17101 "Interventi             
in materia di protezione civile - Risorse statali" del bilancio                 
regionale per l'esercizio finanziario 2005, nel limite massimo del              
predetto importo di Euro 50.000,00.                                             

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it