REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 ottobre 2005, n. 1564

Proroga all'ARPA dell'esecuzione del programma di monitoraggio per il controllo dell'ambiente marino costiero di cui alla deliberazione 927/01

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Premesso che la Legge 31 dicembre 1982 n. 979 recante "Disposizioni
per la difesa del mare" prevede all'art. 3 l'effettuazione di
periodici controlli dell'ambiente marino con rilevamento dei dati
oceanografici, chimici, biologici, microbiologici, merceologici e
quant'altro necessario per la lotta contro l'inquinamento di qualsiasi
genere e per la gestione delle fasce costiere, nonche' per la tutela,
anche dal punto di vista ecologico delle risorse marine;
richiamata la propria deliberazione n. 2302 del 12 dicembre 2000 con
la quale si e' approvato lo schema di convenzione tra il Ministero
dell'Ambiente e la Regione Emilia-Romagna per l'effettuazione del
programma di monitoraggio marino-costiero per il triennio 2001-2003;
dato atto che la sopra citata convenzione prevedeva tra l'altro:
- all'art. 4 la durata triennale della stessa, con efficacia dal
giorno successivo a quello in cui il Ministero avesse comunicato alla
Regione la data di registrazione da parte del competente organo di
controllo del decreto di approvazione della convenzione;
- all'art. 5 che per l'effettuazione del programma di monitoraggio il
Ministero trasferisse alla Regione per ogni anno di attivita' la somma
di Euro 329.706,08 IVA inclusa secondo le seguenti modalita':
- il 70% all'inizio di ogni anno di attivita';
- il 30% alla presentazione del rapporto finale riferito all'intera
attivita' annuale svolta;
- all'art. 13 che la Regione per la realizzazione del programma di
monitoraggio potesse avvalersi previa autorizzazione del Ministero di
soggetti pubblici o privati particolarmente qualificati;
richiamata altresi' la propria deliberazione 927/01 del 29 maggio 2001
con la quale a seguito della deliberazione 2302/00 si e' tra l'altro:
- affidato all'Agenzia regionale per la Prevenzione e l'Ambiente
dell'Emilia-Romagna (di seguito Arpa) l'espletamento del programma
triennale 2001-2003 di monitoraggio per il controllo dell'ambiente
marino costiero prospiciente la Regione Emilia-Romagna, in attuazione
della convenzione tra Regione e Ministero dell'Ambiente sottoscritta
in data 18 dicembre 2001 e a seguito della accoglienza positiva del
Ministero della proposta avanzata dalla Regione di avvalersi di Arpa
quale esecutore del programma di monitoraggio;
- approvato lo schema di convenzione in base al quale vengono regolati
i rapporti tra la Regione Emilia-Romagna ed Arpa per l'effettuazione
del programma di monitoraggio;
- stabilito annualmente l'ammontare della spesa massima in Euro
329.706,08 IVA inclusa;
- apportato al Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2001
la variazione in aumento sia nello stato di previsione dell'entrata
che nello stato di previsione della spesa rispettivamente:
Stato di previsione dell'entrata
Cap. 3432 "Assegnazione dello stato per l'attivazione di un sistema di
monitoraggio delle acque costiere" (art. 3, Legge 31 dicembre 1982 n.
979);
Stanziamento di competenza Euro 329.706,08
Stanziamento di cassa Euro 329.706,08
Stato di previsione della spesa
Cap. 37175 "Spese per il programma di monitoraggio sul controllo
qualitativo delle acque marine costiere" (L.R. 31 agosto 1978, n. 39,
e art. 3 Legge 31 dicembre 1982 n. 979) Mezzi statali;
Stanziamento di competenza Euro 329.706,08
Stanziamento di cassa Euro 329.706,08
- impegnato l'importo di Euro 329.706,08 corrispondente alla spesa
relativa al primo anno di attivita' registrandolo al n. 1837 di
impegno sul Capitolo 37175 "Spese per il programma di monitoraggio sul
controllo qualitativo delle acque marine costiere" (L.R. 31 agosto
1978, n. 39 e art. 3 Legge 31 dicembre 1982, n. 979)" Mezzi statali
del Bilancio per l'esercizio finanziario 2001;
- dato atto che la validita' operativa della convenzione per quanto
concerne le quote annuali successive al primo anno di attivita' fosse
subordinata alla disponibilita' finanziaria prevista all'art. 5 della
convenzione Ministero-Regione e che pertanto la convenzione vincolasse
la Regione solo per il primo anno di attivita';
- stabilito che il Direttore generale competente per materia avrebbe
provveduto con propria determinazione all'impegno delle somme da
corrispondere ad ARPA per il 2002 e il 2003 al verificarsi della
disponibilita' finanziaria del Ministero;
dato atto che la Regione ha provveduto:
- con determinazione n. 1897 del 13 marzo 2002 a liquidare ad Arpa il
primo acconto pari ad Euro 230.794,26 a seguito del trasferimento da
parte del Ministero dell'Ambiente con decreto del 20 marzo 2001 della
medesima somma, pari al 70% dell'importo convenzionale, relativo al
primo anno di attivita';
- con determinazione n. 11635 del 19 settembre 2003 a liquidare ad
Arpa il saldo pari ad Euro 98.911,82 a seguito del trasferimento da
parte del Ministero dell'Ambiente con decreto del 16 settembre 2003
della medesima somma, pari al 30% dell'importo convenzionale, relativo
al primo anno di attivita';
- con determinazione n. 13966 del 19 dicembre 2002 ad assegnare ad
Arpa per l'attivita' di monitoraggio il finanziamento di Euro
329.706,08 per l'anno 2002 impegnando il medesimo importo al n. 4750
di impegno sul Capitolo 37175 del Bilancio per l'esercizio finanziario
2002 liquidandolo, a seguito del trasferimento dei fondi da parte del
Ministero dell'Ambiente con decreto del 30 luglio 2002, con atti n.
388 del 21 gennaio 2003 per l'importo di Euro 230.794,06
corrispondente al 70% dell'importo convenzionale relativo alla seconda
annualita' e n. 8333 del 22 giugno 2004, a seguito del trasferimento
dei fondi da parte del Ministero dell'Ambiente con decreto del 2
dicembre 2003, per l'importo di corrispondente al 30% dell'importo
convenzionale relativo alla seconda annualita';
- con determinazione n. 5632 del 9 maggio 2003 ad assegnare ad Arpa
per l'attivita' di monitoraggio il finanziamento di Euro 329.706,08
per l'anno 2003 impegnando il medesimo importo al n. 2052 di impegno
sul Capitolo 37175 del Bilancio per l'esercizio finanziario 2003
liquidandolo, a seguito del trasferimento dei fondi da parte del
Ministero dell'Ambiente con decreto del 25 luglio 2003, con atti n.
11436 del 17 settembre 2003 per l'importo di Euro 230.794,06
corrispondente al 70% dell'importo convenzionale relativo alla terza
annualita' e n.7255 del 24/5/2005, a seguito del trasferimento dei
fondi da parte del Ministero dell'Ambiente con decreto del 28/2/2005,
per l'importo corrispondente al 30% dell'importo convenzionale
relativo alla terza annualita';
dato atto, inoltre, che l'art. 3 della convenzione tra la Regione ed
Arpa stabilisce che essa abbia una durata triennale con efficacia dal
giorno 4 giugno 2001 come comunicato dal Ministero dell'Ambiente con
nota n. SDM/2539/C.13.02 del 28 marzo 2001, salvo eventuali modifiche
proposte dal Ministero dell'Ambiente alla Regione;
rilevato che il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio
con nota n. DPN/3DM/2004/14394 del 19 maggio 2004 pervenuta in Regione
in data 31 maggio 2004 prot. reg.le n. 43329 ha comunicato che, con
riferimento alla convenzione triennale stipulata con la Regione
Emilia-Romagna in data 18 dicembre 2000 relativa al programma di
monitoraggio per il controllo dell'ambiente marino costiero, i cui
effetti giuridico - amministrativi sarebbero scaduti il 4 giugno 2004,
al fine di garantire la prosecuzione delle previste azioni di
controllo ha deciso di procedere ad una proroga della convenzione fino
al 31 dicembre 2004 alle stesse condizioni previste nell'atto
convenzionale in scadenza al 4 giugno 2004, garantendo la relativa
copertura finanziaria per le necessarie spese di gestione per Euro
183.370,78 chiedendo alla Regione di voler aderire alla proposta di
proroga controfirmando per accettazione la nota stessa;
dato atto che con nota del 31 maggio 2004 prot. reg.le
n.AMB/SSR/04/43313 la Regione ha trasmesso al Ministero dell'Ambiente
e della Tutela del Territorio la proposta debitamente firmata di
accettazione della proroga fino al 31 dicembre 2004 del programma di
monitoraggio marino costiero;
preso atto altresi' che il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del
Territorio in data 27 luglio 2004 ha trasmesso il Decreto DEC/DPN/1437
del 20 luglio 2004 con il quale approva la nota di proroga accettata
dalla Regione, assume l'impegno a favore della Regione Emilia-Romagna
della somma di Euro 183.370,78 e autorizza a favore della Regione
Emilia-Romagna il pagamento della somma di Euro 133.860,67 relativo al
periodo di proroga delle attivita' per la realizzazione del programma
di monitoraggio;
rilevato che l'importo trasferito con il decreto sopra citato e' per
mero errore materiale pari ad Euro 133.860,67 a fronte del corretto
importo di Euro 128.359,55 corrispondente al 70% di Euro 183.370,78 e
che il Ministero dell'Ambiente a seguito di contatti intercorsi con la
Regione provvedera' a decurtare la differenza dell'importo
erroneamente trasferito pari ad Euro 5.501,12 al momento del
successivo trasferimento del saldo del finanziamento corrispondente al
30% dell'importo di Euro 183.370,78 alla conclusione delle attivita'
di monitoraggio al 31 dicembre 2004;
dato atto, quindi, che con successiva deliberazione n. 2046/2004 del
18/10/2004 si e' provveduto a:
- concedere una proroga a sanatoria dal 4 giugno 2004 al 31 dicembre
2004 della durata della convenzione stipulata tra la Regione ed Arpa
per l'espletamento delle attivita' di monitoraggio marino costiero
2001-2004 alle stesse condizioni previste nell'atto convenzionale in
scadenza, affidatele con propria deliberazione 927/01;
- a prendere atto dell'assegnazione della somma di Euro 183.370,78
apportando altresi' al Bilancio di previsione per l'esercizio
finanziario 2004 le opportune variazioni in aumento nello stato di
previsione delle entrate U.P.B. 2.3.700 Capitolo 3432 "Assegnazione
dello Stato per l'attivazione di un sistema di monitoraggio delle
acque costiere (art. 3, Legge 31 dicembre 1982, n. 979)" per l'importo
di Euro 183.370,78 e nello stato di previsione della spesa U.P.B.
1.4.2.2. 13360 Capitolo 37175 "Spese per il programma di monitoraggio
sul controllo qualitativo delle acque marine costiere (L.R. 31 agosto
1978, n. 39 e art. 3 Legge 31/12/1982, n. 979)" Mezzi statali per
l'importo di Euro 183.370,78;
- ad assegnare ad Arpa il finanziamento di Euro 183.370,78 per
l'espletamento della proroga delle attivita';
- ad impegnare la somma di Euro 183.370,78 registrandola al n. 4224 di
impegno sul Capitolo 37175 "Spese per il programma di monitoraggio sul
controllo qualitativo delle acque marine costiere (L.R. 31 agosto
1978, n. 39 e art. 3 Legge 31/12/1982, n. 979)" Mezzi statali del
Bilancio per l'esercizio finanziario 2004;
dato atto altresi' che con determinazione n. 2742 del 7/3/2005 la
Regione ha provveduto alla liquidazione ad Arpa del primo acconto pari
ad Euro 128.359,55 a seguito del trasferimento da parte del Ministero
dell'Ambiente con Decreto DEC/DPN/1437 del 20 luglio 2004;
rilevato che il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio
con nota protocollo n. DPN/6D/2004/31698 del 25 novembre 2004
pervenuta in Regione in data 2 dicembre 2004 prot. reg.le n. 99200 ha
comunicato che, con riferimento alla convenzione triennale stipulata
con la Regione Emilia-Romagna in data 18 dicembre 2000 relativa al
programma di monitoraggio per il controllo dell'ambiente marino
costiero, i cui effetti giuridico - amministrativi sarebbero scaduti
il 31 dicembre 2004, al fine di garantire la continuazione delle
attivita' convenzionali nelle more della messa a punto di un nuovo
programma ha deciso di procedere al finanziamento della prosecuzione
delle attivita' della convenzione per un periodo di 15 mesi a
decorrere dall'1 gennaio 2005 alle stesse condizioni previste
nell'atto convenzionale in scadenza il 31/12/2004, garantendo la
relativa copertura finanziaria per le necessarie spese di gestione per
Euro 425.320,78 chiedendo alla Regione di voler accettare di
proseguire le attivita' inviando entro l'1 dicembre 2004 una nota di
accettazione;
dato atto che con lettera del 29/11/2004 prot. reg.le n.
AMB/SSR/04/98093 la Regione ha accettato la prosecuzione delle
attivita' di monitoraggio per la durata di 15 mesi a decorrere dall'1
gennaio 2005, a fronte del corrispettivo di Euro 425.320,78;
preso atto che il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del
Territorio in data 11 gennaio 2005 ha comunicato di aver emesso il
Decreto n. DEC/DPN/2398 del 2 dicembre 2004 con il quale ha approvato
la proroga dall'1/1/2005 al 31/3/2006 e la nota di accettazione del 29
novembre 2004 prot. 98093 nonche' l'impegno dei fondi relativi alla
prosecuzione delle attivita' del programma di monitoraggio per
l'importo di Euro 425.320,78 ed ha contestualmente trasferito il 70%
dei fondi pari ad Euro 297.724,55 a favore della Regione
Emilia-Romagna;
ravvisata pertanto la necessita' di provvedere ad una proroga a
sanatoria dall'1 gennaio 2005 al 31 marzo 2006 della durata della
convenzione stipulata tra la Regione ed Arpa per l'espletamento delle
attivita' di monitoraggio marino costiero 2001-2006, alle stesse
condizioni previste nell'atto convenzionale in scadenza affidatele con
deliberazione 927/01, al fine di garantire, senza soluzione di
continuita', la prosecuzione delle previste azioni di controllo
dell'ambiente marino costiero;
viste:
- la L.R 23 dicembre 2004, n. 28 "Bilancio di previsione della Regione
Emilia-Romagna per l'anno finanziario 2005 e Bilancio pluriennale
2005-2007";
- la L.R. 27 luglio 2005, n. 15 "Assestamento del Bilancio di
previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario
2005 e del Bilancio pluriennale 2005-2007, a norma dell'art. 30 della
L.R. 15 novembre 2001, n. 40. Primo provvedimento generale di
variazione" con la quale e' stato dotato il Capitolo 37175 "Spese per
il programma di monitoraggio sul controllo qualitativo delle acque
marine costiere (L.R. 31 agosto 1978, n. 39 e art. 3 Legge 31/12/1982,
n. 979)" Mezzi statali di cui all'U.P.B. 1.4.2.2. 13360 del Bilancio
per l'esercizio finanziario 2005 dell'importo di Euro 425.320,78;
richiamata la propria deliberazione n. 447 del 24 marzo 2003 avente
per oggetto "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e
funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni
dirigenziali";
ritenuto altresi' che ricorrono gli elementi di cui all'art. 47, comma
2 della citata L.R. 40/01 e che pertanto l'impegno di spesa possa
essere assunto con il presente atto;
dato atto, ai sensi dell'art. 37 quarto comma della L.R. 43/01 e della
sopra citata deliberazione 447/03:
- del parere di regolarita' amministrativa espresso dal Direttore
generale Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa dott.ssa Leopolda
Boschetti;
- del parere di regolarita' contabile espresso dalla Responsabile del
Servizio Bilancio - Risorse finanziarie dott.ssa Amina Curti;
Su proposta dell'Assessore all'Ambiente e Sviluppo sostenibile;
a voti unanimi e palesi, delibera:
A) di prorogare a sanatoria, per le motivazioni espresse in premessa,
dall'1 gennaio 2005 al 31 marzo 2006 la convenzione stipulata tra la
Regione Emilia-Romagna e Arpa con propria deliberazione 927/01 del 29
maggio 2001 per l'espletamento del programma di monitoraggio avente
per oggetto il controllo dell'ambiente marino costiero prospiciente la
Regione Emilia-Romagna, in attuazione della convenzione tra la Regione
e Ministero dell'Ambiente, sottoscritta in data 18 dicembre 2001;
B) di prendere atto dell'assegnazione della somma di Euro 425.320,78
per le finalita' illustrate in premessa;
C) di assegnare ad Arpa sulla base di quanto indicato in premessa il
finanziamento di Euro 425.320,78 per l'espletamento delle attivita' di
cui al precedente punto A);
D) di impegnare la somma di Euro 425.320,78 registrata al n. 4138 di
impegno sul Capitolo 37175 "Spese per il programma di monitoraggio sul
controllo qualitativo delle acque marine costiere (L.R. 31 agosto
1978, n. 39, e art. 3 Legge 31 dicembre 1982, n. 979) - Mezzi Statali"
di cui all'U.P.B. 1.4.2.2 13360 del Bilancio per l'esercizio
finanziario 2005, che presenta la necessaria disponibilita';
E) di dare atto che alla liquidazione della somma di Euro 425.320,78
provvedera' con propri atti formali il dirigente competente, ai sensi
dell'art. 51 della L.R. 40/01 nonche' della propria deliberazione
447/03, con le modalita' previste all'art. 4 della convenzione
prorogata con il presente provvedimento di cui precedente punto A);
F) di dare atto che l'inoltro ad Arpa del presente atto costituisce
formale accettazione della proroga della convenzione di cui alla
propria deliberazione 927/01;
G) di pubblicare il presente atto deliberativo nel Bollettino
Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it