PROVINCIA DI MODENA

COMUNICATO

Autorizzazione alla costruzione ed all'esercizio di linee elettriche in comune di Modena (L.R. 22 febbraio 1993, n. 10 e successive modifiche ed integrazioni)

L'Autorita' competente: Provincia di Modena - Servizio Risorse del
territorio e impatto ambientale - Via J. Barozzi n. 340 - Modena
comunica con atto dirigenziale prot. n. 130067/8.9.1. del 4/10/2005
META SpA con sede legale a Modena, Via Razzaboni n. 80, e' stata
autorizzata alla costruzione ed all'esercizio di un impianto elettrico
di II categoria a 15 kV in cavo interrato denominato "Potenziamento
rete mt. cavo Fossalta", in comune di Modena.
Il progetto e' presentato da: META SpA con sede legale in Via
Razzaboni n. 80 - Modena.
Il progetto interessa il territorio del comune di Modena.
Ai sensi della L.R. 10/93 e successive modifiche ed integrazioni,
l'Autorita' competente Provincia di Modena con atto dirigenziale n.
935 del 4 ottobre 2005 ha assunto la seguente decisione:
Il Dirigente determina:
a) di autorizzare META SpA a costruire e ad esercire l'impianto
elettrico specificato in premessa, ubicato nel Comune di Modena, in
conformita' al tracciato ed alle soluzioni tecniche proposte negli
elaborati elencati in premessa;
b) di subordinare la validita' della presente autorizzazione al
rispetto delle seguenti prescrizioni:
b1) gli impianti elettrici dovranno essere costruiti secondo le
modalita' tecniche previste nei progetti e nelle dichiarazioni
allegate alla predetta istanza di META SpA;
b2) gli impianti dovranno essere collaudati a cura del titolare della
presente autorizzazione con le modalita' previste dall'art. 9 della
L.R. 10/93, come modificato dall'art. 90, comma 7 della L.R. 3/99;
b3) il titolare della presente autorizzazione e' tenuto a comunicare
alla Provincia di Modena ed all'ARPA, Sezione provinciale di Modena,
la data della messa in esercizio dell'elettrodotto in oggetto entro 30
giorni dell'attivazione;
b4) l'autorizzazione si intende accordata fatti salvi i diritti di
terzi e sotto l'osservanza di tutte le disposizioni vigenti in materia
di linee di trasmissione di distribuzione di energia elettrica,
nonche' delle speciali prescrizioni e condizioni stabilite nei nulla
osta e/o atti di assenso comunque denominati elencati in premessa,
rilasciati dagli Enti interessati a termini dell'art. 120 del T.U.
1775/1933, per cui l'Ente o ditta autorizzata viene ad assumere la
piena responsabilita' nei confronti dei diritti di terzi nonche' per i
danni che eventualmente potessero essere causati dalla costruzione e
dall'esercizio degli impianti elettrici in questione, sollevando
questa Amministrazione da ogni pretesa molestia da chi si ritenesse
danneggiato;
b5) la ditta autorizzata resta obbligata ad eseguire, durante la
costruzione e l'esercizio degli impianti elettrici tutte quelle opere
nuove e modifiche che, a norma di legge, venissero prescritte per la
tutela dei pubblici e privati interessi, entro i termini che al
riguardo saranno stabiliti, con le comminatorie in caso di
inadempimento;
c) di dare atto che sono, altresi', fatte salve le disposizioni e le
normative in materia edilizia nonche' tutte le prescrizioni contenute
nei nulla-osta pervenuti, di seguito indicati:
c1) Comune di Modena - parere del Dirigente Responsabile del Settore
Trasformazione Urbana e Qualita' edilizia prot. 43229/05 AU/idp del
4/4/2005;
c2) ARPA - Sezione provinciale di Modena prot. 15937/104.06 del
12/11/2004;
c3) Ministero per i Beni e le Attivita' culturali - Soprintendenza per
i Beni archeologici dell'Emilia-Romagna prot. 11612 del 20/9/2004;
c4) Ministero delle Comunicazioni Ispettorato territoriale prot.
2/09078/META/470/Sag del 21/9/2004;
c5) Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Settore Trasporti
prot. 1699/F4 del 27/10/2004;
c6) Ministero delle Attivita' produttive - U.N.M.I.G. - Ufficio F5 -
Bologna prot. 6029 del 20/9/2004;
c7) Comando RFC regionale "Emilia-Romagna" prot.
07/5/I3B/MO/META/1120/337-04 dell'8/10/2004;
c8) Provincia di Modena - Servizio Risorse del Territorio ed Impatto
ambientale - Ufficio Cave prot. 120834/8.9.1 del 24/9/2004;
c9) ENEL SpA - Divisione infrastrutture e reti prot. ERM/P2004061071
del 20/10/2004;
d) di dare atto che la Provincia, qualora rilevi l'inosservanza di una
o piu' delle suddette prescrizioni, procedera' a dichiarare decaduto,
a revocare o a sospendere il presente atto secondo le procedure
previste dall'art. 8 della L.R. 10/93 e successive modifiche ed
integrazioni;
e) di trasmettere copia della presente autorizzazione al proponente,
all'ARPA - Sezione provinciale di Modena ed al Comune di Modena per
gli adempimenti di rispettiva competenza;
f) di dare atto che a norma dell'art. 3, quarto comma della Legge
241/90 il presente atto e' impugnabile con ricorso giudiziario avanti
al competente Tribunale amministrativo regionale entro sessanta giorni
dalla data di comunicazione o di notificazione, oppure con ricorso
straordinario al Capo dello Stato entro centoventi giorni dalla data
di comunicazione o di notificazione.
IL DIRIGENTE
Alberto Pedrazzi

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it