REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 28 settembre 2005, n. 248

Decreto di trasferimento e di attribuzione delle funzioni di cui alla lett. a) del comma 3, dell'art. 3 della L.R. 9/02 al Comune di Ravenna

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE
Viste:
- la L.R. 31 maggio 2002, n. 9 recante "Disciplina delle funzioni
amministrative in materia di demanio marittimo e di zone del mare
territoriale" e successive modifiche;
- la delibera del Consiglio regionale 6 marzo 2003, n. 468 recante
"Direttive per l'esercizio delle funzioni amministrative in materia di
demanio marittimo e di zone del mare territoriale ai sensi dell'art. 2
comma 2 della L.R. 9/02";
- la delibera della Giunta regionale 17 marzo 2003, n. 436 recante
"Modalita' di trasferimento dei registri delle concessioni esistenti
rinnovate e delle domande di concessione in istruttoria ai sensi
dell'art. 10, comma 3, della L.R. 9/02";
- la delibera della Giunta regionale 28 dicembre 2001, n. 3086 recante
"Progetto speciale demanio marittimo" e la Delibera della Giunta
regionale n. 551 del 21 marzo 2005, n. 551 con la quale sono state
prorogate fino al 30/9/2005 le attivita' del Progetto speciale
demanio;
considerato che:
- l'art. 10, comma 3, della L.R. 31 maggio 2002, n. 9 prevede che il
conferimento ai Comuni delle funzioni di cui all'art. 3, comma 3,
lett. a) ovvero il rilascio, il rinnovo, la modificazione e la revoca
delle concessioni demaniali marittime a finalita'
turistico-ricreative, nonche' le connesse funzioni di vigilanza di cui
all'art. 7 della legge, acquista efficacia previo adeguamento dei
Piani dell'arenile comunali alle direttive, con il trasferimento dei
registri delle concessioni esistenti rinnovate e delle domande di
concessione poste in istruttoria. A tal fine la Giunta regionale
adotta una deliberazione contenente le modalita' del suddetto
trasferimento e, in esecuzione di detta deliberazione, il Presidente
della Giunta regionale adotta appositi atti di attuazione del
trasferimento e di attribuzione delle funzioni;
- l'art. 10, comma 4 bis, della L.R. 9/02, come sostituito dalla L.R.
8/05 prevede che, qualora i Comuni non abbiano provveduto, entro il 30
giugno 2005 all'adeguamento dei Piani degli arenili, l'attribuzione
delle funzioni di cui all'art. 3 comma 3 lett. a) diviene comunque
efficace, nei limiti delle disposizioni di cui all'art. 10, comma 5,
lett. a), b), c), d) n. 2) e lett. e) e che tali funzioni continuano
comunque ad essere esercitate dalla Regione sino al completamento
delle procedure di trasferimento dei registri delle concessioni
esistenti rinnovate e delle domande di concessione in istruttoria,
eseguite con le modalita' previste dalle deliberazioni della Giunta
regionale in materia;
- con deliberazione della Giunta regionale 17 marzo 2003, n. 436, sono
state approvate le modalita' di trasferimento dei registri delle
concessioni esistenti rinnovate e delle domande di concessione in
istruttoria;
dato atto che e' decorso il termine di cui all'art. 10, comma 4 bis,
della L.R. 9/02 e che il Comune di Ravenna non ha provveduto
all'adeguamento del Piano dell'arenile alle direttive, secondo le
modalita' indicate con deliberazione del Consiglio regionale 6 marzo
2003, n. 468;
ritenuto pertanto di dover procedere ai sensi di quanto disposto
dall'art. 10 comma 4 bis, della L.R. 9/02;
dato atto dell'istruttoria svolta, per quanto di competenza, dal
Servizio Turismo e Qualita' aree turistiche, sulla base della
documentazione acquisita agli atti del Servizio stesso;
richiamata la delibera della Giunta regionale 4 luglio 2005, n. 1073
che conferisce ad interim l'incarico di Direttore generale alle
Attivita' produttive, Commercio, Turismo, nonche' gli incarichi
connessi al medesimo ruolo, al dott. Gaudenzio Garavini, Direttore
Generale all'Organizzazione, Sistemi informativi e Telematica a
decorrere dal 4 luglio 2005;
dato atto del parere favorevole espresso dal Direttore generale alle
Attivita' produttive, Commercio, Turismo, dott. Gaudenzio Garavini in
merito alla regolarita' amministrativa ai sensi della deliberazione
della Giunta regionale 447/03;
decreta:
1) di attribuire le funzioni amministrative di cui all'art. 3, comma
3, lett. a), nonche' le connesse funzioni di vigilanza di cui all'art.
7 della L.R. 9/02, al Comune di Ravenna nei limiti delle disposizioni
di cui all'art. 10, comma 5, lett. a), b), c), d) n. 2) e lett. e)
della suddetta legge;
2) di stabilire che l'attribuzione, nei limiti di cui al punto 1),
acquistera' efficacia dalla data di ricevimento da parte del Comune
dei registri delle concessioni esistenti rinnovate e delle domande di
concessione in istruttoria, eseguite con le modalita' previste dalla
deliberazione della Giunta regionale 436/03;
3) di dare atto che sino al completamento delle procedure di
trasferimento dei registri delle concessioni esistenti rinnovate e
delle domande di concessione in istruttoria, tali funzioni continuano
ad essere esercitate dalla Regione;
4) di pubblicare il presente decreto nel Bollettino Ufficiale della
Regione Emilia-Romagna.
IL PRESIDENTE
Vasco Errani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it