REGIONE EMILIA-ROMAGNA - RESPONSABILE DEL SERVIZIO POLITICHE PER L'ACCOGLIENZA E L'INTEGRAZIONE SOCIALE

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO POLITICHE PER L'ACCOGLIENZA E L'INTEGRAZIONE SOCIALE 22 dicembre 2004, n. 18820

Assegnazione di fondi ai Comuni sede di distretto per la realizzazione del "Programma finalizzato al contrasto della poverta' e all'inclusione sociale"

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Viste:                                                                          
- la Legge 8 novembre 2000, n. 328 "Legge quadro per la realizzazione           
del sistema integrato di interventi e servizi sociali";                         
- la L.R. 12 marzo 2003, n. 2, "Norme per la promozione della                   
cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di            
interventi e servizi sociali";                                                  
- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40, ed in particolare gli artt. 47 e             
49;                                                                             
- la L.R. 43/01;                                                                
richiamata la deliberazione della Giunta regionale n. 447 del 24                
marzo 2003, concernente "Indirizzi in ordine alle relazioni                     
organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle              
funzioni dirigenziali";                                                         
richiamata inoltre la deliberazione del Consiglio regionale n. 615              
del 16/11/2004, avente per oggetto "Programma annuale degli                     
interventi e dei criteri di ripartizione delle risorse ai sensi dell'           
art. 47, comma 3, della L.R. 12 marzo 2003 n.2. Stralcio Piano                  
regionale e dei servizi sociali ai sensi dell'art. 27, L.R. 2/03".              
Anno 2004 (proposta della Giunta regionale in data 2 novembre 2004,             
n. 2152);                                                                       
richiamato, altresi', il "Programma finalizzato al contrasto della              
poverta' e all'inclusione sociale", espressamente delineato al punto            
3.6.1, della citata deliberazione del Consiglio regionale, il quale             
si sviluppa in tre ambiti d'azione:                                             
A) Interventi promossi dalle zone sociali;                                      
B) Interventi rivolti alle poverta' estreme e ai senza fissa dimora,            
promossi dal Comune di Bologna;                                                 
C) Interventi specifici rivolti all'area detenuti, promossi dai                 
Comuni sede di carcere;                                                         
e prevede risorse complessivamente programmate per 3.580.000,00                 
Euro;                                                                           
atteso che per quanto concerne la lettera A), "Interventi promossi              
dalle zone sociali", del suddetto Programma:                                    
- e' stata destinata la somma di Euro 2.800.000,00 ai Comuni sede di            
distretto, definendo obiettivi ed azioni;                                       
- la Regione assegnera' le risorse ai Comuni sede di distretto sulla            
base del numero dei residenti nell'ambito distrettuale al 31/12/2003,           
applicando i correttivi pari a 2 per i Comuni capoluogo di provincia            
(Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna,             
Rimini, Forli' e Cesena);                                                       
stabilito, pertanto, di assegnare per i suddetti interventi ai Comuni           
specificati nella Tabella a) allegata, parte integrante e sostanziale           
del presente atto, le somme a fianco indicate per un onere                      
finanziario complessivo di Euro 2.800.000,00;                                   
atteso che per quanto concerne la lettera B) del "Programma                     
finalizzato al contrasto della poverta' e all'inclusione sociale",              
"Interventi rivolti alle poverta' estreme e ai senza fissa dimora,              
promossi dal Comune di Bologna", e' stata destinata la somma di Euro            
380.000,00 al Comune di Bologna, definendo obiettivi ed azioni;                 
atteso che per quanto concerne la lettera C), "Interventi rivolti               
all'area detenuti, promossi dai Comuni sede di carcere",  del                   
Programma , e' stata destinata la somma di Euro 400.000,00  per le              
seguenti azioni:                                                                
a) miglioramento delle condizioni di vita dei detenuti - Azioni                 
rivolte ad incrementare e facilitare l'esecuzione penale esterna al             
carcere o alternativa alla pena definitiva: orientamento al lavoro,             
inserimento lavorativo, attivita' di miglioramento degli aspetti                
relazionali dentro gli istituti penitenziari, attivita' culturali e             
sportive, biblioteche e centri di documentazione;                               
b) sportello informativo per detenuti - Sviluppo e consolidamento               
delle attivita' e degli sportelli informativi per detenute/i                    
attualmente operanti in tutti gli istituti penitenziari della regione           
Emilia-Romagna. Lo sviluppo ed il consolidamento delle attivita'                
dovranno realizzarsi anche attraverso una maggiore integrazione sia             
con le esperienze ed i progetti di integrazione sociale (ex DLgs                
286/98 ), in particolare con la rete degli "Sportelli e/o Centri                
informativi", realizzati dai Comuni sul territorio della regione sia            
con i percorsi sperimentali avviati per la costruzione degli                    
Sportelli sociali (art. 7, L.R. 2/03. Il consolidamento delle                   
attivita' degli sportelli attraverso le attivita' di mediazione                 
interculturale e' necessario per far fronte alle problematiche                  
relative alla forte presenza di detenuti/e stranieri pari al 46%                
della popolazione detenuta (dati forniti dal Provveditorato regionale           
Amministrazione penitenziaria al 31/12/2003);                                   
dato atto che gli interventi di cui alla lettera C) sopra citati                
dovranno essere presentati previo parere del Comitato locale per                
l'Area dell'Esecuzione Penale adulti, previsto alla lettera c.2 b)              
del Protocollo d'intesa fra il Ministero di Grazia e Giustizia e la             
Regione Emilia-Romagna, siglato il 5 marzo 1998;                                
stabilito, pertanto, di assegnare per le suddette azioni agli Enti              
specificati nella Tabella b) allegata, parte integrante e sostanziale           
del presente atto, le somme a fianco indicate per un onere                      
finanziario complessivo di Euro 400.000,00;                                     
dato atto che il "Programma finalizzato al contrasto della poverta' e           
all'inclusione sociale" di cui al punto 3.6.1 della deliberazione del           
Consiglio regionale n. 615 del 16/11/2004:                                      
- dovra' essere approvato nell'ambito del Programma attuativo 2005              
del Piano di zona e presentato alla Regione nei tempi previsti per lo           
stesso Programma attuativo 2005;                                                
- dovra', inoltre, essere valutato congruo da parte del Servizio                
regionale competente rispetto agli obiettivi assegnati dalla                    
Regione;                                                                        
dato atto, inoltre, che:                                                        
- l'assegnazione delle risorse relative alle Azioni A, B, C, sopra              
riportate e l'assunzione dell'impegno di spesa saranno effettuati con           
atto formale del Dirigente competente, sulla base dei criteri per               
ciascuna sopra riportati;                                                       
- la liquidazione dei contributi regionali, che non dovranno superare           
il 70% della spesa ammissibile, avverra' con atto formale del                   
Dirigente competente a fronte di un Programma contrasto della                   
poverta' e per l'inclusione sociale, con le caratteristiche sopra               
descritte;                                                                      
ritenuto opportuno definire ulteriori aspetti procedurali che si                
riportano nell'Allegato a1), parte integrante del presente atto;                
stabilito di poter procedere, in conformita' con quanto sopra                   
indicato, all'assegnazione delle somme ai Comuni e all'impegno della            
somma di Euro 3.580.000,00 sul Capitolo 57107 "Fondo sociale                    
regionale. Quota parte destinata ai Comuni singoli e alle forme                 
associative per l'attuazione dei Piani di zona e per la realizzazione           
degli interventi relativi agli assegni di cura , al sostegno                    
economico ed alla mobilita' degli anziani, dei disabili  o inabili              
(art. 47, comma 1, lett. b ), L.R.12 marzo 2003, n. 2 e Legge 8                 
novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali" afferente all'UPB                       
1.5.2.2.20101 del Bilancio di previsione per l'esercizio 2004 che               
presenta la necessaria disponibilita';                                          
ritenuto che ricorrano gli elementi di cui all'articolo 47, comma 2             
della L.R. 40/01 e che pertanto l'impegno di spesa possa essere                 
assunto con il presente atto;                                                   
viste la L.R. n. 29 del 22/12/2003 di approvazione del Bilancio di              
previsione per l'anno finanziario 2004 e la L.R. n. 18 del 28/7/2004            
di assestamento del bilancio in corso;                                          
richiamate la deliberazione della Giunta n. 642 del 5 aprile 2004,              
nonche' la determinazione del Direttore generale Risorse finanziarie            
e strumentali n. 4314 dell'1 aprile 2004, entrambe relative tra                 
l'altro al conferimento dell'incarico di responsabilita' della                  
posizione dirigenziale professional "Controllo e presidio dei                   
processi connessi alla gestione delle spese del bilancio regionale";            
attestata la regolarita' amministrativa ai sensi della deliberazione            
della Giunta regionale 447/03;                                                  
dato atto, ai sensi della deliberazione della Giunta regionale                  
447/03, del parere di regolarita' contabile espresso dal Dirigente              
Professional "Controllo e presidio dei processi connessi alla                   
gestione delle spese del bilancio regionale", dott. Marcello                    
Bonaccurso;                                                                     
determina:                                                                      
1) di assegnare, per i motivi e con le modalita' richiamati in                  
premessa, la somma complessiva di Euro 3.580.000,00 per la                      
realizzazione del "Programma  finalizzato al contrasto della poverta'           
e all'inclusione sociale", previsto al punto 3.6.1 della                        
deliberazione del Consiglio regionale n. 615 del 16/11/2004, e                  
specificatamente la somma di Euro 2.800.000,00 per gli interventi di            
cui alla lettera A) di  detto Programma, "Interventi promossi dalle             
zone sociali" la somma di Euro 380.000,00 per gli interventi di cui             
alla lettera B), "Interventi rivolti alle poverta' estreme e ai senza           
fissa dimora, promossi dal Comune di Bologna" la somma di Euro                  
400.000,00 per gli interventi di cui alla lettera C), "Interventi               
rivolti all'area detenuti, promossi dai Comuni sede di carcere";                
2) di dare atto che le risorse assegnate per gli interventi di cui              
alla lettera A) sono assegnate  ai Comuni sede di distretto, a nome e           
per conto di tutti i Comuni del distretto stesso, indicati nella                
Tabella Allegato a), parte integrante e sostanziale del presente                
atto, le risorse per gli interventi di cui alla lettera B) sono                 
assegnate al Comune di Bologna, gli interventi  di cui alla lettera             
C) sono assegnate ai Comuni sede di carcere indicati nella tabella              
Allegato b), parte integrante e sostanziale del presente atto;                  
3) di approvare l'Allegato a1), parte integrante e sostanziale della            
presente determinazione, avente per oggetto gli aspetti procedurali             
inerenti la presentazione del "Programma  finalizzato al contrasto              
della poverta' e all'inclusione sociale", la liquidazione delle somme           
e la relazione finale dell'attivita' svolta nonche' la                          
rendicontazione delle spese sostenute per la realizzazione del                  
Programma;                                                                      
4) di impegnare la somma di 3.580.000,00 registrata al n. 5883 sul              
Capitolo 57107 "Fondo sociale regionale. Quota parte destinata ai               
Comuni singoli e alle forme associative per l'attuazione dei Piani di           
zona e per la realizzazione degli interventi relativi agli assegni di           
cura , al sostegno economico ed alla mobilita' degli anziani, dei               
disabili o inabili ( art. 47, comma 1, lett. b), L.R. 12 marzo 2003,            
n. 2 e Legge 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali" afferente                
all'UPB 1.5.2.2.20101 del Bilancio di previsione per l'esercizio 2004           
che presenta la necessaria disponibilita';                                      
5) di stabilire che alla liquidazione delle somme di cui al                     
precedente punto 1) e alla relativa richiesta di emissione dei titoli           
di pagamento, si provvedera' con propri atti formali ai sensi degli             
artt. 51 e 52 della L.R. 40/01 nonche' della delibera di Giunta                 
447/03 previa approvazione, nell'ambito del Programma attuativo 2005            
dei Piani di zona, del "Programma  finalizzato al contrasto della               
poverta' e all'inclusione sociale" da presentare alla Regione nei               
tempi previsti per il Programma attuativo e previa valutazione                  
positiva, da parte del Servizio Politiche per l'Accoglienza e                   
l'Integrazione sociale, in merito alla congruita' del Programma;                
6) di dare atto che, fermo restando l'assegnazione massima a favore             
dei destinatari di cui al punto 2) della presente determinazione, il            
limite del concorso regionale e' fissato nel 70% delle spese                    
ammissibili relative agli interventi di cui alla lettera A), B) e C)            
del "Programma finalizzato al contrasto della poverta' e                        
all'inclusione sociale" presentati e valutati positivamente con le              
modalita' indicate al precedente punto 4);                                      
7) di stabilire che, per quanto riguarda gli interventi di cui alla             
lettera A) del "Programma finalizzato al contrasto della poverta' e             
all'inclusione" in sede di liquidazione si potranno apportare le                
necessarie modifiche all'elenco dei soggetti assegnatari delle somme            
di cui alla tabella Allegato a) allegata al presente atto, in                   
conseguenza di quanto richiesto dai Comuni sede di distretto in                 
merito all'eventuale individuazione di un altro soggetto attuatore              
pubblico di cui all'art. 16 della L.R. 2/03 in qualita' di soggetto             
capofila;                                                                       
8) di stabilire che per quanto riguarda gli interventi di cui alla              
lettera C) del "Programma finalizzato al contrasto della poverta' e             
all'inclusione" dovranno essere presentati previo parere del Comitato           
locale per l'Area dell'Esecuzione penale Adulti, previsto alla lett.            
C.2 b) del Protocollo d'intesa fra il Ministero di Grazia e Giustizia           
e la Regione Emilia-Romagna, siglato il 5 marzo 1998;                           
9) di pubblicare, per estratto la presente determinazione nel                   
Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.                              
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Andrea Stuppini                                                                 
(segue allegato fotografato)                                                    
ALLEGATO a1)                                                                    
Aspetti procedurali inerenti la presentazione degli interventi di cui           
al  "Programma finalizzato al contrasto della poverta' e                        
all'inclusione sociale", la liquidazione delle somme e la relazione             
finale dell'attivita' svolta nonche' la rendicontazione delle spese             
sostenute                                                                       
Gli aspetti affrontati di seguito si riferiscono al "Programma                  
finalizzato al contrasto della poverta' e all'inclusione sociale"               
disposto al punto 3.6.1 della deliberazione di Consiglio regionale n.           
615 del 16 novembre 2004, alla quale si fa generale riferimento ed in           
particolare per finalita' ed obiettivi.                                         
I Comuni od altro soggetto pubblico di cui all'art. 16, L.R. 2/03               
sono destinatari delle risorse complessive regionali pari ad Euro               
3.580.000,00.                                                                   
La ripartizione delle risorse e' dettagliata nell'Allegato A) e B)              
parte integrante della presente determinazione.                                 
I distretti elaborano un "Programma finalizzato al contrasto della              
poverta' e all'inclusione sociale" (di seguito denominato, per                  
semplificazione, "Programma"), che dovra' essere:                               
- approvato nell'ambito del Programma attuativo 2005 del Piano di               
zona e presentato alla Regione nei tempi previsti per lo stesso                 
Programma attuativo 2005;                                                       
- valutato congruo rispetto agli obiettivi assegnati dalla Regione da           
parte del Servizio Politiche per l'Accoglienza e l'Integrazione                 
sociale.                                                                        
Cofinanziamento dell'ente                                                       
Ogni progetto facente parte del "Programma finalizzato al contrasto             
della poverta' e all'inclusione sociale" deve prevedere un                      
cofinanziamento pari almeno al 30% del totale del costo previsto per            
la realizzazione del progetto.                                                  
Le spese generali di progettazione, di formazione e di documentazione           
si considereranno ammissibili fino ad un massimo del 10% del costo              
totale del "Programma".                                                         
Liquidazione dei contributi                                                     
Sulla base della soprarichiamata documentazione inviata dai Comuni              
sede di distretto, il Responsabile del Servizio Politiche per                   
l'Accoglienza e l'Integrazione sociale provvedera' con proprio atto             
alla liquidazione dei contributi in misura pari al 70% del totale               
delle spese ammesse a contributo e comunque nel limite massimo del              
contributo regionale assegnato e concesso con il presente atto.                 
I Comuni assegnatari dei contributi dovranno inviare comunicazione              
formale di avvio del "Programma" locale.                                        
Rendicontazione                                                                 
Entro il termine di 15 mesi dall'erogazione dei contributi le                   
Amministrazioni assegnatarie dovranno far pervenire un atto                     
attestante l'avvenuta attuazione dell'iniziativa finanziata                     
unitamente alla relazione sull'attivita' svolta e la rendicontazione            
delle spese sostenute.                                                          
Qualora l'ammontare della spesa complessiva rendicontata risultasse             
inferiore a quella ammessa a contributo, l'amministrazione regionale            
procedera' al reintroito delle somme erogate in eccedenza.                      
In particolare per gli interventi di cui alla lettera A) e B) del               
"Programma finalizzato al contrasto della poverta' e all'inclusione             
sociale":                                                                       
1) tali interventi saranno articolati in progetti, che riporteranno,            
in modo sintetico, ogni elemento utile per una loro puntuale                    
descrizione e valutazione: - caratteristiche del problema su cui si             
vuole intervenire; - soggetti che partecipano alla realizzazione del            
progetto, indicando le funzioni e gli impegni, anche economici, di              
ciascun soggetto; - obiettivi specifici; - destinatari degli                    
interventi (caratteristiche e modalita' di contatto); - azioni e                
interventi previsti; - risorse necessarie (personale, attrezzature e            
materiali); - costi previsti (articolati per voci di spesa: gestione,           
personale, attrezzature,...); - dettaglio dei costi che sosterra'               
ciascun soggetto;                                                               
2) in caso di mancata trasmissione della documentazione richiesta               
entro i termini previsti l'assegnazione del contributo regionale di             
cui al presente atto verra' revocata;                                           
3) non sono ammissibili a contributo le spese relative a costruzione,           
acquisto e ristrutturazione di immobili e le spese sanitarie.                   
Per gli interventi di cui alla lettera A) del "Programma finalizzato            
al contrasto della poverta' e all'inclusione sociale":                          
1) Qualora venga individuato altro Comune o soggetto di cui all'art.            
16 della L.R. 2/03, in qualita' di soggetto capofila del "Programma             
finalizzato al contrasto della poverta' e all'inclusione sociale",              
tale decisione va comunicata all'atto della presentazione del                   
programma locale.                                                               
2) Qualora si prevedano programmi o singoli interventi di ambito                
sovrazonale e/o provinciale ne va dato atto nell'accordo di programma           
che approva il Programma attuativo 2004 del Piano di zona di tutte le           
zone coinvolte nel programma o nei singoli interventi, indicando                
contemporaneamente il soggetto capofila tra quelli previsti dall'art.           
16 della L.R. 2/03 e le funzioni ad esso attribuite.                            
(segue allegato fotografato)                                                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it