COMUNE DI MODENA

COMUNICATO

Titolo II - Decisione relativa alla procedura di verifica (screening) concernente il progetto preliminare del piano di coltivazione e sistemazione dell'ambito estrattivo n. 27 "Cittanova"

Autorita' competente: Comune di Modena - Settore Ambiente - Via Santi           
n. 40 - 41100 Modena - comunica la decisione relativa alla procedura            
(screening) concernente il progetto preliminare del piano di                    
coltivazione e sistemazione dell'ambito estrattivo n. 27                        
"Cittanova".                                                                    
Il progetto e' presentato da: C.M.A. Scrl - Via dei Tipografi n. 17 -           
41100 Modena.                                                                   
Il progetto e' localizzato in : comune di Modena, localita'                     
Cittanova.                                                                      
Il progetto interessa il territorio del comune di Modena e della                
provincia di Modena.                                                            
Ai sensi del Titolo II della L.R. 18/5/1999, n. 9 come modificata               
dalla L.R. 16 novembre 2000, n. 35 e l'Autorita' competente e' il               
Comune di Modena, con atto: deliberazione della Giunta comunale                 
213/05, ha assunto la seguente decisione:                                       
- di escludere, ai sensi dell'art. 10, comma 1 della L.R. 21 maggio             
1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, dalla ulteriore              
procedura di VIA il "Progetto preliminare del Piano di Coltivazione e           
Sistemazione dell'Ambito Estrattivo n. 27 - Cittanova";                         
- di dare atto che la presentazione del progetto esecutivo e lo                 
schema di convenzione saranno subordinati all'ottemperanza delle                
seguenti prescrizioni:                                                          
a) inerenti il progetto esecutivo:                                              
- la quota di ripristino dovra' essere uguale o superiore, in ogni              
punto dell'area scavata, a quella minima di 33,50 mslm, quota di                
fondo alveo del fiume Secchia;                                                  
- la distanza di rispetto degli scavi del Canalazzo di Cittanova                
dovra' essere, salvo deroga, di 50 m., trattandosi di un corso                  
d'acqua arginato;                                                               
- dovranno essere realizzati tre piezometri di controllo;                       
- la coltivazione potra' cominciare solo dopo l'approvazione dei                
progetti esecutivi relativi alla delocalizzazione della linea                   
ferroviaria storica e dello scalo merci alla cui realizzazione sara'            
destinato il materiale estratto, non essendo prevista l'utilizzazione           
della viabilita' pubblica;                                                      
- dovra' essere conservata presso la sede della C.M.A. Scrl la                  
documentazione attestante la destinazione finale dei materiali                  
estratti;                                                                       
- il progetto esecutivo dell'attraversamento del fosso S. Liberata              
dovra' prevedere manufatti laterali per l'attraversamento in                    
sicurezza;                                                                      
b) inerenti lo schema di convenzione:                                           
- l'obbligo, in caso di inquinamento dovuto all'attivita' estrattiva,           
di perforare il pozzo barriera previsto nel progetto nel tempo                  
massimo di tre giorni dall'avvenuto accertamento, con obbligo di                
approvazione dello stesso e delle modalita' di bonifica da parte del            
Comune di Modena e di ARPA; le acque estratte dovranno essere inviate           
ad idonei impianti di depurazione;                                              
- l'obbligo di comunicazione d'inizio dei lavori, della loro                    
sospensione, ripresa e della fine ad ARPA e al Comune di Modena;                
- le modalita' e la frequenza di bagnatura della strada e dei                   
materiali estratti per il contenimento della polverosita';                      
- un piano di monitoraggio del rumore;                                          
- l'individuazione dei parametri da determinare attraverso il                   
monitoraggio delle acque sotterranee e la loro frequenza, i risultati           
andranno trasmessi ad ARPA e al Comune di Modena;                               
- di disporre che a cura dei competenti uffici sia comunicato l'esito           
della procedura al proponente.                                                  

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it