COMUNE DI CASTELNOVO NE' MONTI (REGGIO EMILIA)

COMUNICATO

Accordo di programma tra il Comune di Castelnovo ne' Monti e la Direzione didattica di Castelnovo ne' Monti

Art. 1                                                                          
Riferimenti normativi                                                           
La finalita' del presente Accordo di programma mira a dare attuazione           
e a rendere operative le disposizioni introdotte nell'ambito della              
riorganizzazione dei servizi scolastici alla luce del nuovo sistema             
delle autonomie territoriali e si richiama pertanto alle seguenti               
disposizioni di legge:                                                          
a) la Costituzione Repubblica Italiana;                                         
b) il DPR 24/7/1977, n. 616;                                                    
c) il DLgs 18/8/2000, n. 267;                                                   
d) il DLgs 16/4/1994, n. 297;                                                   
e) la Legge 11/1/1996, n. 23;                                                   
f) la Legge 23/12/1996, n. 662;                                                 
g) la Legge 17/3/1997, n. 59;                                                   
h) il DLgs 31/3/1998, n. 112;                                                   
i) la Legge 18/12/1997, n. 440 e successive direttive;                          
j) la L.R. 8 agosto 2001, n. 26;                                                
k) la Legge 3/5/1999, n. 124;                                                   
l) la Legge 28/3/2003, n. 53;                                                   
m) la L.R. del 30/6/2003, n. 12.                                                
Art. 2                                                                          
Finalita'                                                                       
L'Istituzione scolastica e il Comune, nel rispetto delle autonomie,             
cooperano verso obiettivi comuni, per assicurare l'istruzione quale             
diritto della persona.                                                          
Art. 3                                                                          
Durata                                                                          
Il presente Accordo di programma avra' validita' per il periodo                 
2005-2007.                                                                      
Art. 4                                                                          
Campo di applicazione                                                           
Il presente Accordo di programma si applica alle scuole dell'infanzia           
e primarie statali presenti nel territorio del comune di Castelnovo             
ne' Monti, e precisamente:                                                      
scuole primarie:                                                                
- "Papa Giovanni XXIII" - Via Dante n. 4 - Capoluogo;                           
- "La Pieve" - Via F.lli Cervi n. 4 - Capoluogo;                                
- "Don Zanni" - Via Fontanesi n. 13 - Felina.                                   
scuole dell'infanzia:                                                           
- Via F.lli Cervi n. 6 - Capoluogo;                                             
- Via Mazzini n. 9 - Felina.                                                    
Art. 5                                                                          
Manutenzione ordinaria e straordinaria                                          
Il Comune s'impegna a consegnare, entro la data stabilita per                   
l'inizio delle attivita' scolastiche, gli edifici perfettamente                 
funzionanti. A tal fine l'Istituzione scolastica, entro la data del             
31 marzo di ogni anno, comunica gli interventi di manutenzione                  
ordinaria che si rendono necessari per consentire l'apertura delle              
scuole entro il termine prescritto per l'inizio del nuovo anno                  
scolastico e gli interventi di manutenzione straordinaria e di                  
fornitura di arredi da inserire nel programma di bilancio preventivo            
per il successivo esercizio finanziario. Entro la data del 31/12 il             
Comune comunica quali interventi di manutenzione straordinaria e di             
fornitura arredi saranno attuati nel corso del successivo anno                  
solare.                                                                         
Art. 6                                                                          
Servizio trasporto                                                              
Compiti dell'Istituzione scolastica                                             
L'Istituzione scolastica s'impegna a fornire tempestivamente ed in              
ogni caso entro la data del 31/5 di ogni anno l'elenco degli alunni             
che usufruiranno del trasporto nell'anno scolastico successivo.                 
S'impegna, inoltre, a concordare entro il 20 agosto con l'Ufficio               
Scuola eventuali variazioni da apportare al calendario e agli orari             
scolastici anche sulla base delle esigenze del Servizio.                        
Compiti dell'Ente                                                               
Il Comune s'impegna ad attivare i servizi di trasporto degli alunni             
interessati fin dall'inizio dell'anno scolastico.                               
Entro la prima settimana di settembre individua i percorsi e comunica           
tempestivamente agli utenti e alla Direzione  didattica le regole con           
le quali il servizio dovra' essere espletato.                                   
Art. 7                                                                          
Servizio mensa                                                                  
Compiti dell'Istituzione scolastica                                             
L'Istituzione scolastica s'impegna a fornire tempestivamente ed in              
ogni caso entro la data del 31/5 di ogni anno, l'elenco degli alunni            
che usufruiranno del servizio di mensa nell'anno scolastico                     
successivo, comunicando anche possibili variazioni intervenute nel              
numero degli utenti entro l'inizio del servizio stesso.                         
S'impegna inoltre a concordare con l'Ente eventuali variazioni da               
apportare al calendario e agli orari scolastici, sulla base delle               
esigenze del servizio.                                                          
Il pasto e' un momento con valenza educativa di particolare                     
importanza. Il personale insegnante, in collaborazione con quello               
ausiliario, attivera' strategie opportune per contribuire alla                  
qualificazione di questo servizio.                                              
Compiti dell'Ente                                                               
Il Comune s'impegna ad attivare, fin dall'inizio dell'attivita'                 
scolastica, il servizio di mensa per gli alunni interessati.                    
E' stata istituita una commissione mensa composta da rappresentanti             
della scuola, dei genitori, del Comune, dell'AUSL e della cooperativa           
di ristorazione, con lo scopo di verificare gli standard del servizio           
e di suggerire eventuali proposte di qualificazione.                            
Art. 8                                                                          
Progetti di qualificazione e formazione                                         
Il Comune s'impegna a studiare, formulare e coordinare, in                      
collaborazione con l'Istituzione scolastica, progetti per la                    
qualificazione, la formazione degli operatori e l'educazione                    
permanente degli adulti che coinvolgano, laddove possibile, anche i             
servizi rivolti all'infanzia, statali e privati, e a rchiedere, per             
gli stessi, finanziamenti alla Provincia e alla Regione.                        
Art. 9                                                                          
Servizi erogati dall'Ente locale                                                
Il Comune mette a disposizione delle Istituzioni scolastiche le                 
seguenti strutture e servizi gestiti direttamente o in convenzione:             
- palestre di Pieve, delle scuole secondarie di I grado del Capoluogo           
e di Felina, con orari, calendario e monte ore da concordarsi entro             
il mese d'ottobre di ciascun anno tra i referenti dell'Ufficio Sport,           
Trasporto scolastico e Direzione didattica;                                     
- piscina scolastica, con modalita' da concordarsi entro il mese                
d'ottobre tra la Direzione didattica e concessionario della piscina;            
- centro di atletica, campi sportivi, campi da tennis coperti e                 
scoperti, con modalita' da concordarsi con l'Ufficio Sport ed i                 
gestori degli impianti;                                                         
- Biblioteca comunale, con ingresso riservato alle scuole da lunedi'            
a venerdi', dalle ore 9 alle 13, previa prenotazione presso la                  
Biblioteca e autorizzazione scritta della Direzione didattica;                  
- Istituto musicale pareggiato "C. Merulo" per iniziative di                    
educazione musicale, proposte dai Responsabili dell'Istituto stesso;            
- Scuola dell'Infanzia di luglio: il Comune si fa carico della                  
progettazione, organizzazione e gestione di una delle due sezioni di            
scuola dell'infanzia nel mese di luglio, laddove e' prevista la                 
chiusura estiva della Scuola dell'infanzia statale;                             
- trasporti scolastici per visite guidate, con criteri da concordarsi           
con la societa' gestrice del servizio "TIL ACT Srl" inoltrando                  
richiesta 15 giorni prima dell'iniziativa. Per le visite guidate le             
scolaresche dovranno essere in possesso di autorizzazione scritta del           
Dirigente scolastico;                                                           
- per i trasporti riguardanti le visite guidate la Direzione                    
didattica avra' a disposizione un budget di 2.800 Km., complessivi              
per anno, da utilizzarsi secondo quanto previsto nell'art. 13 della             
convenzione stipulata con ACT di Reggio Emilia.                                 
I viaggi relativi a piscina e palestre sono compresi nel trasporto              
ordinario.                                                                      
Art. 10                                                                         
Spese di funzionamento a carico dell'Ente                                       
Per il funzionamento delle attivita' scolastiche ordinarie, l'Ente              
locale si assume l'onere della gestione dell'edificio scolastico                
relativamente alle seguenti spese: acqua, riscaldamento,                        
illuminazione.                                                                  
L'Ente locale riconosce alla Direzione didattica di Castelnovo ne'              
Monti un budget annuale di Euro 13.712 come contributo per le spese             
telefoniche della Direzione didattica, la manutenzione ordinaria e              
straordinaria di fotocopiatrice ed attrezzature informatiche, spese             
di cancelleria, materiale di facile consumo e materiale di pronto               
soccorso.                                                                       
Il contributo sara' erogato annualmente, in due rate, alle seguenti             
scadenze:                                                                       
- 50% pari a Euro 6.856, entro il 30 aprile;                                    
- 50% pari a Euro 6.856 entro il 30 settembre.                                  
La Direzione didattica e' tenuta a presentare un rendiconto                     
riguardante l'utilizzo del contributo erogato entro il 31 gennaio               
dell'anno successivo.                                                           
Art. 11                                                                         
Utilizzo delle strutture scolastiche                                            
per la programmazione di attivita' extrascolastiche                             
o di manifestazioni di vario genere                                             
Gli Enti interessati hanno la facolta' di programmare preventivamente           
le modalita' di utilizzo delle strutture scolastiche sul territorio,            
per lo svolgimento di attivita' extrascolastiche o per finalita'                
varie, allo scopo di rendere possibile il massimo utilizzo delle                
strutture esistenti, per consentire un risparmio di spesa e attuare             
il principio di apertura della scuola alle esigenze della Comunita',            
prevedendo eventualmente tariffe condivise di noleggio.                         
Art. 12                                                                         
Individuazione referente                                                        
Per meglio rendere operativa e funzionale l'intesa tra l'Ente locale            
e l'Istituzione scolastica interessata, l'Ente locale individua                 
Giuseppina Nadia Orlandini, come incaricato dell'Amministrazione,               
alla quale la scuola dovra' fare riferimento per la corretta                    
informazione in ordine alle esigenze da evidenziare per il                      
funzionamento delle strutture scolastiche; a sua volta il Dirigente             
scolastico individua Francesca Rivi, quale Responsabile, con il                 
compito di acquisire le informazioni all'interno e rappresentarle               
all'incaricata individuata dall'Amministrazione comunale.                       
Art. 13                                                                         
Verifica dell'Accordo                                                           
E' data facolta' ai rappresentanti delle Istituzioni interessate,               
(Sindaco o suo delegato da un lato e Dirigente scolastico dall'altro)           
di stabilire criteri per verificare l'Accordo sottoscritto, anche al            
fine di introdurre degli strumenti correttivi, per eliminare                    
eventuali ritardi o per risolvere problemi che possano incidere                 
sull'applicazione dell'Accordo medesimo.                                        
IL RESPONSABILE  IL DIRIGENTE                                                   
COORDINATORE  SCOLASTICO                                                        
Chiara Torlai  Sergio Tamagnini                                                 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it