REGIONE EMILIA-ROMAGNA - PROVINCIA DI FERRARA

COMUNICATO

Titolo II - Decisione relativa alla procedura di screening relativa alla realizzazione del potenziamento dell'impianto di termovalorizzazione del sito Geotermia - cabina primaria di consegna dell'energia elettrica prodotta dal termovalorizzatore e collegamento alla rete elettrica nazionale in localita' Cassana

L'Autorita' competente: Provincia di Ferrara comunica la                        
deliberazione relativa alla procedura di screening concernente il               
progetto: realizzazione del potenziamento dell'impianto di                      
termovalorizzazione del sito Geotermia - cabina primaria di consegna            
dell'energia elettrica prodotta dal termovalorizzatore e collegamento           
alla rete elettrica nazionale.                                                  
Il progetto e' presentato da: Societa' AGEA SpA.                                
Il progetto e' localizzato: comune di Ferrara - localita' Cassana.              
Il progetto interessa il territorio del comune di Ferrara e della               
provincia di Ferrara.                                                           
Ai sensi del Titolo II della L.R. 18 maggio 1999, n. 9 come                     
modificata dalla L.R. 16 novembre 2000, n. 35, l'Autorita' competente           
Provincia di Ferrara - Ufficio VIA con atto G.P. nn. 36/8944                    
dell'1/2/2005, ha assunto la seguente decisione:                                
delibera:                                                                       
1) di escludere, ai sensi dell'art. 10, comma 1 della L.R. 18 maggio            
1999, n. 9 e successive modificazioni ed integrazioni, il progetto              
relativo alla realizzazione del potenziamento dell'impianto di                  
termovalorizzazione del sito Geotermia - cabina primaria di consegna            
dell'energia elettrica prodotta dal termovalorizzatore e collegamento           
alla rete elettrica nazionale presentato dalla Societa' AGEA                    
ricadente nel territorio comunale di Ferrara da ulteriore procedura             
di VIA, con le seguenti prescrizioni:                                           
- vengano installati trasformatori a minima rumorosita' possibile, e            
nel caso la soluzione adottata non risulti sufficiente al                       
raggiungimento dei limiti di legge, la ditta provveda                           
all'installazione di pannelli fonoassorbenti o barriere acustiche               
lungo la recinzione;                                                            
- vengano adottate le tecnologie piu' opportune per la schermatura              
sia del campo elettrico che del campo magnetico allo scopo di                   
assicurare almeno il rispetto dei limiti di legge;                              
2) di quantificare le spese istruttorie della procedura di screening            
a carico della Societa' AGEA SpA in misura dello 0,02% del costo di             
realizzazione dell'opera, da versare sul Cap. di entrata 0351371                
"Rimborso per il rilascio di atti amministrativi e spese di                     
istruttoria" Az. 647 "Introiti per diritti di istruttoria relativi              
alle procedure VIA" del bilancio 2005;                                          
3) di trasmettere ai sensi dell'art. 16, comma 3 della L.R. 9/99 e              
successive modifiche ed integrazioni, la presente deliberazione allo            
Sportello Unico e al Servizio Ambiente del Comune di Ferrara,                   
all'ARPA Sezione provinciale di Ferrara, all'AUSL Dipartimento di               
Sanita' pubblica di Ferrara;                                                    
4) di pubblicare, per estratto, ai sensi dell'art. 10, comma 3 della            
L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modificazioni ed integrazioni,           
il presente partito di deliberazione, nel Bollettino Ufficiale della            
Regione Emilia-Romagna;                                                         
5) di comunicare che, ai sensi dell'art. 3, comma 4 della Legge n.              
241 del 1990, avverso il provvedimento conclusivo teste' indicato               
potra' essere esperito ricorso in sede giurisdizionale al Tribunale             
Amministrativo Regionale dell'Emilia-Romagna, entro 60 giorni dalla             
data di ricevimento del provvedimento stesso; ovvero potra' essere              
proposto ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro            
120 giorni dalla data di ricevimento del provvedimento stesso.                  

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it