PROVINCIA DI PARMA

COMUNICATO

Autorizzazione alla costruzione ed esercizio dell'opera elettrica denominata "Progr. A101 - Sistema A.V. - Tratta MI - BO. Elettrodotto L.P. a 132 kV AV/RFI. Adeguamento del tratto dal sostegno 99 al sostegno 102 in comune di Parma, per aderire alle richieste dell'ENAC - Ente nazionale per l'Aviazione civile"

Si avvisa che Cepav Uno - Consorzio Eni per l'Alta Velocita' - con              
domanda n. E1/L-50095 dell'1/8/2005, pervenuta il 4/8/2005, ha                  
chiesto, ai sensi della L.R. 22/2/1993, n. 10, e successive                     
modificazioni ed integrazioni, l'autorizzazione alla costruzione ed             
esercizio delle seguenti opere elettriche: "Progr. A101 - Sistema               
A.V. - Tratta MI - BO. Elettrodotto L.P. a 132 kV AV/RFI. Adeguamento           
del tratto dal sostegno 99 al sostegno 102 in comune di Parma, per              
aderire alle richieste dell'ENAC - Ente nazionale per l'Aviazione               
civile", in comune di Parma (PR).                                               
Per le opere elettriche in oggetto e' stata richiesta la                        
dichiarazione di pubblica utilita' ed inamovibilita'. Il                        
provvedimento autorizzatorio comporta variante urbanistica al POC o,            
in via transitoria, al PRG comunale.                                            
Le servitu' di elettrodotto verranno costituite in conformita' al               
T.U. di Leggi sulle acque ed impianti elettrici (R.D. 11/12/1933, n.            
1775) e successive modificazioni ed integrazioni.                               
Responsabile del procedimento e' l'ing. Gabriele Alifraco, Dirigente            
del Servizio Ambiente, Difesa del suolo e forestazione della                    
Provincia di Parma.                                                             
Gli originali della domanda ed i documenti allegati (progetto                   
definitivo compreso l'allegato indicante le aree interessate ed i               
nominativi dei proprietari secondo le risultanze catastali)                     
resteranno depositati presso l'Amministrazione provinciale di Parma,            
Servizio Ambiente, Piazzale della Pace n. 1, Parma, per un periodo di           
20 giorni consecutivi, decorrenti dalla data di pubblicazione nel               
Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna (28/9/2005), a                
disposizione di chiunque ne abbia interesse.Le eventuali osservazioni           
dovranno essere prodotte all'Amministrazione provinciale predetta               
entro e non oltre i 20 giorni successivi alla scadenza del termine di           
deposito.                                                                       
IL DIRIGENTE                                                                    
Gabriele Alifraco                                                               

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it