REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 5 settembre 2005, n. 1419

Procedura di verifica (screening) relativa al progetto manutenzione straordinaria ed ampliamento invaso uso irriguo in Via Storta, nel comune di Riolo Terme - RA (Titolo II, L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA                                          
(omissis)  delibera:                                                            
a) di escludere, ai sensi dell'art. 10, comma 1 della L.R. 18 maggio            
1999, n. 9 e successive modifiche ed integrazioni, in considerazione            
dei modesti impatti attesi, il progetto relativo alla manutenzione              
straordinaria con ampliamento di un invaso ad uso irriguo situato in            
Via Storta, nel comune di Riolo Terme in provincia di Ravenna, dalla            
ulteriore procedura di VIA con le seguenti prescrizioni gia'                    
riportate al punto 7:                                                           
- per quanto riguarda l'arginatura dell'invaso in progetto, dovra'              
essere rispettata l'altezza massima di 5 metri come previsto                    
dall'atto deliberativo n. 2131 della Giunta della RER del 2/11/2004;            
- necessita' di ottenimento dell'autorizzazione relativa al vincolo             
idrogeologico di cui alla Legge 3267/23;                                        
- data la presenza di terreni potenzialmente soggetti a movimenti               
gravitativi, deve essere effettuata un'attenta regimazione delle                
acque di scorrimento superficiale in tutta l'area limitrofa                     
all'invaso, l'inerbimento del rilevato arginale, inoltre                        
l'immorsamento del rilevato arginale al substrato argilloso integro             
dovra' essere eseguito a regola d'arte;                                         
- sono necessarie verifiche geotecniche, in corso d'opera e al                  
termine dei lavori, del grado di compattazione raggiunto dal tampone            
dei terreni costituenti lo strato di rivestimento impermeabile (prove           
Proctor, prove di permeabilita' in situ e in laboratorio, etc.); la             
tenuta idraulica dell'invaso e l'efficienza del rivestimento                    
impermeabile andra' comunque verificata in fase di collaudo;                    
- gli interventi di ripristino vegetazionale previsti al fine di                
garantire un adeguato inserimento paesaggistico dovranno prevedere              
l'utilizzo esclusivamente di essenze autoctone di ambiente di ripa              
e/o naturalizzate evitando le specie riconosciute come infestanti               
(Robinia, Alianto, ecc.); gli interventi di mitigazione vegetazionali           
dovranno comunque essere tali da non compromettere le caratteristiche           
di impermeabilita' e di stabilita' dell'opera realizzata;                       
- per l'inerbimento dei corpi arginali e per il ripristino delle aree           
di cantiere si riutilizzera' il terreno vegetale proveniente dallo              
scotico, che si avra' cura di accumulare, separatamente dalle altre             
tipologie di materiale, in spessori adeguati e del quale si                     
provvedera' alla manutenzione per evitarne la morte biologica;                  
- considerato che l'area in esame e' classificata come zona sismica,            
dovranno essere attuate tutte le eventuali prescrizioni riguardanti             
le fasi costruttive emanate dalle Autorita' competenti;                         
b) di trasmettere la presente delibera al proponente Zanchini                   
Maurizio, allo Sportello Unico Associato dell'Unione dei Comuni di              
Brisighella, Casola Valsenio, Riolo Terme, all' Autorita' Bacino                
Fiume Reno, al Servizio Tecnico Bacino Fiume Reno, alla                         
Amministrazione provinciale di Ravenna, alla Comunita' Montana                  
dell'Appennino Faentino e all'ARPA - Sezione provinciale di Ravenna;            
c) di pubblicare, per estratto, ai sensi dell'art. 10, comma 3, della           
L.R. 18 maggio 1999, n. 9 e successive modificazioni ed integrazioni            
il presente partito di deliberazione, nel Bollettino Ufficiale della            
Regione.                                                                        

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it