ADSU - AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI PARMA

COMUNICATO

Avviso pubblico per la presentazione di progetti da realizzare con il contributo del Fondo sociale europeo - Obiettivo 3 - anno 2005 - Seconda tranche (approvato con deliberazione del Consiglio di amministrazione n. 54/54 del 27/9/2005) - Scadenza 14 novembre 2005

L'Azienda regionale per il Diritto allo Studio universitario di Parma
(ADSU) rende noto che procedera' all'approvazione di una seconda
tranche di progetti di orientamento al lavoro per l'anno 2005, da
realizzarsi con il contributo del Fondo sociale europeo - Obiettivo 3
- anno 2005, ad intervenuta vigenza del Piano operativo Regione
Emilia-Romagna ai sensi ed in attuazione dei seguenti atti, norme,
direttive e programmi:
- Quadro Comunitario Sostegno, Ob. 3 approvato dalla Commissione
europea C/1120 del 18/7/2000;
- Programma operativo Ob.3 della Regione Emilia-Romagna approvato
dalla Commissione europea il 25/5/2004 n. 1963 che modifica la
Decisione n. 2066 del 21/9/2000;
- Deliberazione della Giunta regionale n. 42 del 12/1/2004 "Fondo
sociale europeo Obiettivo 3 2000/2006 Programma operativo - Regione
Emilia-Romagna - revisione per riprogrammazione di meta' periodo";
- Complemento di Programmazione Ob.3 della Regione Emilia-Romagna
approvato con deliberazione della Giunta regionale 1087 del 7/6/2004
avente ad oggetto "Fondo sociale europeo Obiettivo 3 2000/2006 -
Approvazione del Complemento di programmazione a seguito della
revisione di meta' periodo";
- Linee di programmazione e indirizzi per il sistema formativo e per
il lavoro - Biennio 2005-2006 , approvati con deliberazione del
Consiglio regionale n. 612 del 26/10/2004;
- Disposizioni attuative del Capo II, Sezione III "Finanziamento delle
attivita' e Sistema informativo" della L.R. 12/03, approvate con
deliberazione della Giunta regionale n. 1263 del 28/6/2004;
- Direttive regionali stralcio per l'avvio della nuova programmazione
2000-2006 approvate con la deliberazione della Giunta regionale n. 539
del 1/3/2000 e la successiva determinazione del DG dell'Area
Formazione professionale e Lavoro della Regione Emilia-Romagna 8125/00
"Modalita' di liquidazione ed erogazione dei contributi - Direttive
stralcio per l'avvio della nuova programmazione 2000-2006" e
successive modifiche ed integrazioni;
- Direttive regionali in ordine alle tipologie di azione ed alle
regole per l'accreditamento degli organismi di formazione
professionale approvate con deliberazione di Giunta regionale n. 177
del 10/2/2003;
- Regolamento (CE) n. 1260/99 del Consiglio del 21 giugno 1999 recante
disposizioni generali sui Fondi strutturali;
- Regolamento (CE) n. 1784/99 del Parlamento Europeo e del Consiglio
del 12 luglio 1999 relativo al Fondo sociale europeo;
- Regolamento (CE) n. 1159/00 della Commissione del 30/5/2000 relativo
alle azioni informative e pubblicitarie a cura degli Stati membri
sugli interventi dei Fondi strutturali; (portarli dopo il Complemento
di Programmazione con tutta la normativa comunitaria)
- Deliberazione G.R. n. 778 del 26/4/2004 avente per oggetto
"Approvazione elenco degli organismi accreditati secondo la normativa
prevista dalla deliberazione di Giunta n. 177 del 10/2/03 e successive
modificazioni ed integrazioni", modificazioni ed integrazioni di cui
alle successive deliberazioni della Giunta regionale nn. 849, 1001,
1110, 1151, 1410, 2221/04 e 652/05;
- Deliberazione della Giunta regionale 670/03 del 14/4/2003 recante
"Destinazione alle ARDSU per il triennio 2003-2005 di risorse FSE
Obiettivo 3, 2000/2006 per iniziative di orientamento al lavoro.
Ripartizione, assegnazione e impegno di spesa per l'anno 2003";
- Deliberazione della Giunta regionale 317/05 del 14/2/2005 recante
"Ripartizione, assegnazione e impegno di risorse FSE Obiettivo 3
2000-2006 per l'anno 2005 a favore delle ARDSU per iniziative di
orientamento al lavoro" ;
- Legge 390/91 recante "Norme sul diritto agli studi universitari";
- L.R. 50/96 istitutiva delle Aziende regionali per il Diritto allo
Studio universitario;
- L.R. 30 giugno 2003, n. 12 "Norme per l'uguaglianza delle
opportunita' di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l'arco della
vita, attraverso il rafforzamento dell'istruzione e della formazione
professionale, anche in integrazione tra loro"
- Deliberazione del Consiglio regionale n. 544 del 3/2/2004 avente ad
oggetto "Approvazione del 'Programma regionale per il diritto allo
studio universitario', ai sensi della L.R. 50/96";
- Statuto e Regolamento di contabilita' e dei contratti dell'Azienda;
- D.M. 25/3/1998, n.142 recante Norme di attuazione dei principi e dei
criteri di cui all'art. 8 della Legge 24/6/1997 n. 196 sui tirocini
formativi e di orientamento;
- Deliberazione del Consiglio di Amministrazione dell'ADSU n. 54/54
del 27/9/2005 di approvazione del presente avviso.
1. Asse, misura, azioni oggetto del presente avviso
Le azioni e le attivita' oggetto del presente avviso rientrano nella
seguente misura individuata nell'ambito del Programma operativo della
Regione Emilia-Romagna (POR) e del Complemento di programmazione per
il FSE Obiettivo 3 periodo di programmazione 2000-2006 della Regione
Emilia-Romagna:
Asse A - Sviluppo e promozione di politiche attive del mercato del
lavoro per combattere e prevenire la disoccupazione, evitare a donne e
uomini la disoccupazione di lunga durata, agevolare il reinserimento
dei disoccupati di lunga durata nel mercato del lavoro e sostenere
l'inserimento nella vita professionale dei giovani e di coloro, uomini
e donne, che si reinseriscono nel mercato del lavoro.
Misura A2 - Inserimento e reinserimento nel mercato del lavoro.
Destinatari
Si sottolinea che, per quanto attiene ai destinatari, occorre fare
riferimento alle casistiche riportate nel Complemento di
programmazione - Delibera della Giunta regionale n. 1087 del 2004, i
cui titoli riportano:
- "Persone in cerca effettiva di lavoro la cui condizione rientra
nelle definizioni fissate dal DLgs 297/02".
- "Altre persone (occupati/inattivi) per le quali sono organizzati
interventi preventivi della disoccupazione".
AZIONE 1
Aiuti alle persone
Work experiences nelle loro diverse possibili modalita' (stage,
tirocini, ecc.).
- Persone, tirocini nella transizione al lavoro.
Finalita'
Le proposte di attivita' dovranno essere finalizzate alla
progettazione di almeno 25 tirocini formativi e di orientamento da
svolgersi all'estero in Paesi della Comunita' Europea e Paesi
candidati all'adesione.
Destinatari dell'intervento sono i laureandi e laureati della sede
universitaria di Parma e residenti/domiciliati in regione
Emilia-Romagna.
Finalita' del tirocinio e' l'acquisizione di competenze tecnico
professionali derivanti da esperienze effettuate in un contesto
internazionale.
Destinatari
Si specifica che possono partecipare i laureati/laureandi disoccupati
o inoccupati da non oltre sei mesi per giovani fino a 29 anni e da non
oltre 12 mesi per adulti oltre i 29 anni di eta', secondo le modalita'
di calcolo delle durata della ricerca di occupazione indicate nella
Misura A2 del POR.
Si evidenzia che nel caso di studenti universitari e dei laureati da
non oltre 18 mesi le azioni nei loro confronti vengono considerate
sempre preventive e quindi non si dovra' procedere alla rilevazione
della data di inizio del periodo di disoccupazione.
Obiettivi degli interventi
1. Orientamento ad un modello flessibile di gestione delle proprie
competenze rispetto alla diversificazione di nuove esigenze espresse
dal contesto aziendale territoriale ed europeo.
2. Incentivazione dell'accreditamento e della trasparenza
dell'esperienza professionale all'estero.
3. Acquisizione di saperi organizzativi necessari per sviluppare
un'adeguata spendibilita' delle competenze finalizzata alla
pianificazione di un proprio piano di carriera e di inserimento nel
mondo del lavoro.
4. Miglioramento e perfezionamento delle modalita' di comunicazione in
lingua straniera con l'acquisizione di un adeguato glossario
professionale.
5. Sviluppo di una maggiore consapevolezza sulle opportunita'
lavorative in un'ottica di mobilita' geografica e professionale.
6. Creazione di un sistema di riconoscimento di crediti formativi per
le esperienze di tirocinio e di orientamento.
Contenuti dell'azione: attivita' e prodotti richiesti
1. Progettazione del percorso di tirocinio formativo all'estero
evidenziando in dettaglio fasi e attivita': in funzione dei percorsi
specifici che saranno attivati si richiedera' una progettazione di
dettaglio per Unita' di competenze capitalizzabili, in accordo con il
modello ISFOL.
2. Realizzazione grafica, stampa e diffusione del materiale
promo-pubblicitario sull'iniziativa (es. inviti, depliant, locandine,
folder con informazioni sulle imprese/enti partecipanti etc).
3. Attivita' di comunicazione e relazioni esterne con i media locali e
nazionali da programmare in collaborazione con l'ADSU (es. comunicati
stampa, conferenze stampa, ecc...).
4. Progettazione e realizzazione dell'attivita' di tutoraggio
individuando personale ed operatori esperti (allegare CV).
5. Progettazione del percorso e delle modalita' di certificazione
dell'acquisizione delle competenze linguistiche e professionali.
6. Progettazione di strumenti operativi per la restituzione all'ADSU
mediante report mensili (schede, relazioni del tutor organizzativo e
del tutor aziendale, valutazioni del tirocinante, ...) dei dati
sull'esperienza di tirocinio secondo quanto previsto dalle procedure e
istruzioni operative del Sistema qualita' di ADSU.
7. Progettazione di una fase preparatoria (azioni di orientamento e
accompagnamento) in Italia, funzionale all'inserimento lavorativo
nell'azienda straniera.
8. Valutazione di efficacia del progetto con elaborazione di procedure
operative per la registrazione dei dati sull'esperienza di tirocinio,
dei crediti formativi acquisiti dai tirocinanti e per la spendibilita'
degli stessi nel mercato del lavoro locale ed europeo.
La durata del tirocinio dovra' essere compresa tra un minimo di 3 mesi
ed un massimo di 6 mesi.
E' obbligatoria la predisposizione e realizzazione di materiale
informativo in formato idoneo per il sito web dell'ADSU - Servizio
Orientamento (www.orientonline.it).
Saranno ritenuti prioritari i progetti aventi le seguenti
caratteristiche:
- documentano la costituzione del partenariato straniero e
l'organizzazione dell'attivita' all'estero;
- prevedono una fase preparatoria in Italia con moduli di orientamento
funzionale all'inserimento lavorativo nelle
Aziende/Enti/Organizzazioni del Paese ospitante: in tali moduli si
dovra' prevedere anche l'informazione sul Fondo sociale europeo, la
tematica delle pari opportunita', della societa' dell'informazione e
sulla sicurezza sul lavoro;
- coinvolgono i laureandi e laureati della sede universitaria di
Parma;
- documentano il percorso di acquisizione di crediti formativi o
certificazioni riconosciute ai tirocinanti;
- prevedono la possibilita' di far partire i candidati anche
singolarmente nell'arco temporale previsto dal bando.
Tipologia progettuale e caratteristiche del progetto
I progetti della presente azione rientrano nella tipologia 02 in
accordo alle disposizioni regionali vigenti in materia.
Le proposte di attivita' dovranno specificare, nell'ambito del
formulario:
- l'individuazione qualitativa e quantitativa dei servizi offerti col
progetto ed i loro obiettivi, con riferimento alle caratteristiche
dell'utenza da coinvolgere;
- tipologie, caratteristiche, esperienze, livelli di qualificazione
del personale che sara' impegnato per la realizzazione del progetto;
- l'assicurazione agli utenti beneficiari della gratuita' degli
interventi e l'assenza di discriminazioni arbitrarie nelle modalita'
di accesso.
Durata dell'intervento
I progetti dovranno iniziare entro 60 giorni dall'approvazione e
concludersi, di norma, entro il 31/12/2006.
Fonte di finanziamento e budget indicativo di riferimento per la
presente azione
Per il finanziamento della presente azione il budget di riferimento
e': Misura A2, Euro 202.098,17
AZIONE 2
Informazione, orientamento, bilancio di competenze e counselling per
l'accesso al lavoro e/o ad esperienze formative
- Persone, orientamento, informazione, consulenza e sostegno ai
percorsi personali formativi.
Finalita'
La finalita' della presente azione e' quella di far acquisire ai
laureandi e laureati della sede universitaria di Parma la
consapevolezza circa le proprie scelte professionali attraverso la
realizzazione di iniziative di supporto per l'informazione
orientativa.
Contenuti dell'azione: attivita' e prodotti richiesti
Attivita' 1
Informazione orientativa.
Predisposizione di un sistema per la raccolta organizzata di materiale
utile a reperire informazioni sulle professioni, sul mercato del
lavoro, sulle aziende ed enti e sulle opportunita' occupazionali
post-universitarie.
I prodotti richiesti dovranno consistere in un sistema integrato
(cartaceo / informatico) che prevede procedure di analisi guidata (on
e off line), strumenti di ricerca, ordinamento logico, facilita' di
accesso e consultazione sia per gli utenti che per gli operatori del
Servizio Orientamento dell'ADSU.
Il sistema dovra' essere coerente con la metodologia di
classificazione delle competenze adottata dall'ADSU.
L'attivita' dovra' essere definita con la supervisione di esperti del
Servizio di Orientamento dell'ADSU di Parma e prodotta sia su supporto
cartaceo che informatico, con il manuale di uso per l'utente e
l'operatore del Servizio Orientamento.
E' obbligatoria la progettazione, predisposizione e realizzazione di
strumenti operativi per la restituzione all'ADSU mediante report
mensili (schede, relazioni, ...) dei dati sull'esperienza effettuata.
Attivita' 2
Informazione orientativa
Sviluppo di un sistema informatico, implementato eventualmente con
pacchetti applicativi Open Source, per la gestione della banca dati
sulle competenze, sui profili professionali e sui progetti formativi
per i tirocini di orientamento al lavoro con particolare riferimento
al trattamento dati (classificazione delle competenze tecnico
professionali e processi/attivita') per le aziende utenti. Tale
attivita' e' finalizzata alla strutturazione di uno strumento utile
per soddisfare le esigenze degli utenti (aziende in primis) del
Servizio Orientamento dell'ADSU e per assicurare loro la possibilita'
di formulare scelte motivate e consapevoli in relazione ai percorsi di
tirocinio post laurea.
L'attivita' dovra' essere definita con la supervisione di esperti del
Servizio di Orientamento dell'ADSU di Parma e prodotta sia su supporto
cartaceo che informatico, con il manuale di uso per l'operatore del
Servizio Orientamento.
E' obbligatoria la progettazione, predisposizione e realizzazione di
strumenti operativi per la restituzione all'ADSU mediante report
mensili (schede, relazioni, ...) dei dati sull'esperienza effettuata.
Saranno ritenuti prioritari i progetti aventi le seguenti
caratteristiche:
- documentano il percorso di progettazione e di realizzazione delle
iniziative, note sulla metodologia e gli strumenti utilizzati per le
attivita' e prodotti richiesti;
- prevedono l'affi'ancamento attivo nelle varie iniziative degli
operatori del Servizio Orientamento dell'ADSU di Parma.
Per la realizzazione dell'azione, il soggetto gestore dovra'
individuare e costituire un apposito Comitato tecnico, cui partecipino
esperti della materia anche esterni al soggetto gestore stesso e
rappresentanti dell'ADSU.
Tipologia progettuale e caratteristiche del progetto
E' possibile presentare progetti semplici o integrati. I progetti
semplici prevedono la realizzazione di singole attivita'/iniziative:
ciascuno di essi pertanto deve essere riconducibile ad un sola
tipologia. I progetti integrati combinano in modo sinergico una
pluralita' di attivita'/iniziative anche di diversa tipologia: ogni
attivita' dovra' pertanto essere esplicitata in modo da essere
valutabile in sede di istruttoria anche singolarmente, secondo quanto
previsto dalla modulistica standard regionale.
I progetti della presente azione rientrano nella tipologia 57 per
quanto riguarda l'attivita' 1 e 2 in accordo alle disposizioni
regionali vigenti in materia.
Le proposte di attivita' dovranno specificare, nell'ambito del
formulario:
- l'individuazione qualitativa e quantitativa delle attivita' da
realizzare col progetto, loro obiettivi con riferimento alle
caratteristiche dell'utenza da coinvolgere;
- tipologie, caratteristiche, esperienze, livelli di qualificazione
del personale che sara' impegnato per la realizzazione del progetto.
Durata dell'intervento
Le attivita' richieste dovranno iniziare entro 60 giorni
dall'approvazione e concludersi, di norma, entro il 31/12/2006.
Fonte di finanziamento e budget indicativo di riferimento per la
presente azione
Per il finanziamento della presente azione il budget di riferimento
per i progetti semplici e':
- attivita' 1 Misura A2, Euro 15.000,00.
- attivita' 2 Misura A2, Euro 20.000,00.
Per i progetti integrati il budget di riferimento e': Misura A2, Euro
35.000,00.
AZIONE 3
Azione di accompagnamento
Finalita'
La finalita' della presente azione e' quella di offrire ai laureandi e
neolaureati, in particolare dell'Universita' di Parma, l'opportunita'
di usufruire di percorsi di informazione orientativa e di
accompagnamento mediante l'erogazione di seminari e percorsi formativi
brevi destinati a gruppi di utenti, su particolari aree tematiche
connesse al processo orientativo.
Contenuti dell'azione: attivita' e prodotti richiesti
Percorsi di informazione e accompagnamento orientativo progettati per
il potenziamento delle competenze dei laureati: organizzazione di
cicli formativi brevi (n. 10 seminari) con durata compresa tra 8 e 16
ore sulle competenze utili per un inserimento efficace nel mondo del
lavoro (a titolo di esempio si citano i seguenti temi tra gli altri
possibili: costruzione del CV in formato europeo, comunicazione, team
building, organizzazione aziendale, tecniche di creativita',
intelligenza emozionale, . . .).
I percorsi formativi dovranno essere condotti da esperti e formatori
docenti senior (allegare CV) da svolgersi con un calendario
prestabilito gia' in fase di progettazione.
Nella progettazione dovranno essere previste le seguenti attivita'
obbligatorie:
- realizzazione grafica, stampa e diffusione del materiale
promo-pubblicitario sulle iniziative (es. inviti, depliant, locandine
etc) e del materiale da distribuire ai partecipanti (es. folder con
informazioni sulle imprese/enti partecipanti, con informazioni sul
programma di dettaglio, ecc.);
- attivita' di comunicazione e relazioni esterne con i media locali e
nazionali da programmare in collaborazione con l'ADSU (es. comunicati
stampa, conferenze stampa, ecc...);
- programmazione e calendarizzazione preventiva delle varie
iniziative;
- predisposizione di schede per la registrazione dei partecipanti;
- stesura di un report finale con valutazione ed analisi
sull'efficacia delle iniziative.
Saranno ritenuti prioritari i progetti aventi le seguenti
caratteristiche:
- prevedono la collaborazione con esperti in possesso di competenze
metodologiche documentate (allegare CV) e specifiche per
l'informazione e accompagnamento orientativo;
- documentano il percorso di progettazione e di realizzazione delle
iniziative, note sulla metodologia e gli strumenti utilizzati per le
attivita' e prodotti richiesti;
- prevedono l'affiancamento attivo nelle varie iniziative degli
operatori del Servizio Orientamento dell'ADSU di Parma.
E' obbligatoria la predisposizione e realizzazione di materiale
informativo in formato idoneo per il sito web dell'ADSU - Servizio
Orientamento (www.orientonline.it) e la progettazione di strumenti
operativi per la restituzione all'ADSU mediante report mensili
(schede, relazioni, . . .) dei dati sull'esperienza effettuata.
Per la realizzazione dell'azione, il soggetto gestore dovra'
individuare e costituire un apposito Comitato tecnico, cui partecipino
esperti della materia anche esterni al soggetto gestore stesso e
rappresentanti dell'ADSU.
I prodotti realizzati saranno di proprieta' esclusiva dell'ADSU
nell'ambito delle normative e direttive vigenti.
Tipologia progettuale e caratteristiche del progetto
I progetti della presente azione rientrano nella tipologia 57 in
accordo alle disposizioni regionali vigenti in materia.
Le proposte di attivita' dovranno specificare, nell'ambito del
formulario:
- l'individuazione qualitativa e quantitativa delle attivita' da
realizzare col progetto, loro obiettivi con riferimento alle
caratteristiche dell'utenza da coinvolgere;
- tipologie, caratteristiche, esperienze, livelli di qualificazione
del personale che sara' impegnato per la realizzazione del progetto.
Durata dell'intervento
Le attivita' richieste dovranno iniziare entro 60 giorni
dall'approvazione e concludersi, di norma, entro il 31/12/2006.
Fonte di finanziamento e budget indicativo di riferimento per la
presente azione
Per il finanziamento della presente azione il budget di riferimento
e': Misura A2, Euro 30.000,00.
AZIONE 4
Aiuti alle persone
Work experiences nelle loro diverse possibili modalita' (stage,
tirocini, ecc.)
Azioni di integrazione dei curricula scolastici attraverso moduli
professionalizzanti.
Sviluppo degli elementi di flessibilita' e di carattere orientativo
nei percorsi scolastici, anche relativi all'acquisizione delle
competenze trasversali, di cultura del lavoro,
dell'autoimprenditorialita' ed a valenza professionalizzante.
Finalita'
Esplorare le potenzialita' della "simulazione di impresa",
rappresentarne le caratteristiche organizzative e le potenzialita'
formative per valutarne la fattibilita' e praticabilita', nell'ottica
della diversificazione, qualificazione e personalizzazione delle
iniziative di orientamento offerte da ADSU agli studenti e ai
neolaureati dell'Universita' di Parma.
Assumere la prospettiva della valorizzazione della "simulazione di
impresa" in funzione formativa e orientativa e degli apprendimenti
attraverso l'esperienza diretta: l'esperienza formativa in impresa
simulata rappresenta a pieno titolo una variante delle tipologie
didattiche volte all'orientamento al lavoro e alla presocializzazione
alla vita lavorativa.
Analizzare la metodologia di "simulazione di impresa" e verificarne le
potenzialita' formative e orientative, in vista della diversificazione
dell'offerta di attivita' di orientamento che ADSU realizza, e
valutarne al contempo la riconoscibilita' come credito nell'ambito dei
percorsi delle lauree.
Applicare la metodologia di simulazione di impresa nell'ambito dei
curricula delle lauree che forniscono sbocchi occupazionali nel
settore delle costruzioni (ad esempio tecniche dell'edilizia).
Destinatari
Destinatari dell'attivita' sono gli studenti laureandi del corso di
laurea di Tecniche dell'Edilizia attivo presso la Facolta' di
Architettura dell'Universita' degli Studi di Parma per l'anno
accademico 2005/2006.
Contenuti dell'azione: attivita' e prodotti richiesti
Metodologia e caratteristiche formative
La "simulazione di impresa" si connota come un'esperienza strutturata,
che richiede la ricostruzione di un ambiente "simile" agli ambienti di
lavoro reali. La riproduzione riguarda non solo gli aspetti tecnici e
logistici (macchine, strumenti, flussi operativi), ma anche quelli
sociali, delle relazioni fra ruoli, delle comunicazioni all'interno
dei gruppi e della gerarchia di potere. All'interno di questi
"ambienti" vengono ricreate "occasioni" reali (ad esempio, una
commessa, un processo di lavoro), nelle quali i soggetti affrontano le
stesse attivita' che i loro "colleghi" in situazione lavorativa reale
compiono, utilizzando gli stessi input, operando con le stesse
tecnologie, confrontandosi con le stesse regole, ecc.
La "simulazione di impresa", relativamente ai curricula accademici
previsti dall'Universita' degli Studi di Parma, dovra' essere
progettata coerentemente con le tipologie didattiche definite nei
nuovi curricula e in particolare con la tipologia di cui alla lett. f)
del D.M. 509/99 al fine di favorire la riconoscibilita'
dell'esperienza formativa come credito nell'ambito dei percorsi
universitari.
Il curricolo formativo della simulazione d'impresa puo' prevedere una
pluralita' di momenti didattici, realizzati attraverso modalita'
formative differenti.
L'articolazione del percorso potra' prevedere le seguenti fasi:
a. Formazione propedeutica
Questa fase consiste nell'"omogeneizzazione" degli allievi in ingresso
al percorso di "simulazione di impresa", identificando e sviluppando
le conoscenze propedeutiche all'accesso al lavoro simulato, attraverso
le modalita' tradizionali di apprendimento (lezioni frontali, studio
individuale, ecc.).
b. Formazione in "simulazione di impresa"
II range temporale si prevede possa oscillare tra le 40 e le 200 ore;
al di la' dell'estensione temporale, elemento importante e' la
consequenzialita' della formazione in "simulazione di impresa", in
quanto solo questa permette il pieno coinvolgimento.
c. Formazione complementare
Alla formazione in "simulazione di impresa", viene affiancata una
formazione 'teorica' come occasione di recupero, rilettura e
approfondimento specifico dei contenuti e dei problemi incontrati
nella pratica lavorativa simulata (ad esempio, difficolta' a reperire
un fornitore, emissione errata di fattura, aumento del debito, ecc.).
Questo momento prevede modalita' formative realizzate sia attraverso
la presenza di un tutor, con funzione di raccordo tra attivita' in
aula e attivita' simulata, sia con momenti di codocenza. Si
concretizza, inoltre, come opportunita' per gli allievi/lavoratori di
acquisire modalita' di apprendimento attive (ad es. lavori di gruppo,
studi di casi, ecc.), di sviluppare tecniche trasversali (ad es.
problem solving, problem setting, ecc.), di instaurare un rapporto
alla pari con i docenti, di avere un momento di valutazione, ecc..
d. Valutazione formativa
II sistema di valutazione consistera' nella verifica delle conoscenze
e delle competenze "passo-passo", per intervenire in tempo utile nel
caso di problemi o inadempienze da parte dei soggetti che partecipano
alla simulazione.
Saranno ritenuti prioritari i progetti aventi le seguenti
caratteristiche:
- prevedono la collaborazione con esperti in possesso di competenze
metodologiche documentate e specifiche per la "simulazione di
impresa";
- documentano il percorso di progettazione e di realizzazione delle
iniziative, note sulla metodologia e gli strumenti utilizzati per le
attivita' e prodotti richiesti;
- fattibilita' dell'erogazione di pacchetti o di moduli di simulazione
di impresa nell'ambito dei curricula delle lauree e/o alla
riconoscibilita', con concessione di crediti CFU, ad esperienze di
simulazione di impresa eventualmente svolta dagli studenti all'esterno
dell'offerta universitaria;
- coinvolgimento - documentato con lettere di intenti, accordi,
convenzioni, protocolli, . . . - di imprese interessate ad ospitare i
laureandi per un periodo di tirocinio complementare (gestito
direttamente dalla Facolta' interessata) all'esperienza di simulazione
di impresa;
- coerenza con i curricula dei corsi di laurea riformati.
E' obbligatoria la predisposizione e realizzazione di materiale
informativo in formato idoneo per il sito web dell'ADSU - Servizio
Orientamento (www.orientonline.it) e la progettazione di strumenti
operativi per la restituzione all'ADSU mediante report mensili
(schede, relazioni, ...) dei dati sull'esperienza effettuata.
Per la realizzazione dell'azione, il soggetto gestore dovra'
individuare e costituire un apposito Comitato tecnico, cui partecipino
esperti della materia anche esterni al soggetto gestore stesso e
rappresentanti dell'ADSU.
Le iniziative dovranno essere realizzate a Parma presso le strutture
individuate dall'ente gestore in collaborazione con ADSU.
I prodotti realizzati saranno di proprieta' esclusiva dell'ADSU
nell'ambito delle normative e direttive vigenti.
Tipologia progettuale e caratteristiche del progetto
E' possibile presentare progetti semplici.
I progetti della presente azione rientrano nella tipologia 02 in
accordo alle disposizioni regionali vigenti in materia.
Le proposte di attivita' dovranno specificare, nell'ambito del
formulario:
- l'individuazione qualitativa e quantitativa delle attivita' da
realizzare col progetto, loro obiettivi con riferimento alle
caratteristiche dell'utenza da coinvolgere;
- tipologie, caratteristiche, esperienze, livelli di qualificazione
del personale che sara' impegnato per la realizzazione del progetto.
Durata dell'intervento
Le attivita' richieste dovranno iniziare entro 60 giorni
dall'approvazione e concludersi, di norma, entro il 31/12/2006.
Fonte di finanziamento e budget indicativo di riferimento per la
presente azione
Per il finanziamento della presente azione il budget di riferimento
e': Misura A2, Euro 22.000,00.
AZIONE 5
Azioni di accompagnamento - Sensibilizzazione, informazione e
pubblicita'
Comunicare l'orientamento e l'accompagnamento al lavoro
Finalita'
Con l'azione si intende definire un adeguato piano di comunicazione e
informazione dei servizi di orientamento erogati da ADSU Parma con
l'obiettivo di darne visibilita' e riconoscibilita' presso la
generalita' dei cittadini e le istituzioni pubbliche e private. Tale
piano dovra' essere strutturato nel tempo, utilizzando anche i canali
della rete istituzionale di ADSU Parma e dei servizi pubblici.
Il Servizio Orientamento dell'ADSU di Parma intende inoltre
pubblicizzare le specifiche attivita' che si sviluppano nel corso di
tutto l'anno secondo un calendario strutturato, in modo mirato agli
utenti diretti (laureati e studenti dell'ultimo anno) con forme e
strumenti adeguati, utilizzando quanto piu' possibile l'innovazione
tecnologica.
Contenuti dell'azione: attivita' e prodotti richiesti
- Progettazione e realizzazione di un logotipo per ADSU Parma e
un'ulteriore caratterizzazione comunicativa specifica per il Servizio
Orientamento di ADSU Parma.
- Ideazione, progettazione e realizzazione grafica di una immagine
coordinata per i prodotti e le attivita' informative del Servizio,
pensata sia per supporti cartacei che informatici.
- Progettazione di una linea grafica con ideazione e realizzazione di
materiali di supporto per la promozione del Servizio.
- Produzione di gadgets per la promozione del Servizio Orientamento
ADSU Parma da distribuire in occasione di incontri e attivita' curate
dal Servizio.
- Progettazione e realizzazione di materiale promozionale con
spedizione dello stesso a mezzo posta ordinaria ed elettronica alla
banca utenti del Servizio.
- Attivita' di pianificazione e regolare pubblicizzazione delle
attivita' in corso di svolgimento dell'anno con utilizzo di piu' mezzi
di comunicazione (media, web etc).
- Attivita' di redazione testi, correzione bozze, redazione testi web,
pubblicizzazione via web; cura dei rapporti di comunicazione con media
locali e nazionali e stampa specializzata nell'area dell'orientamento
al lavoro.
L'immagine coordinata e le ideazioni grafiche che verranno proposte
dovranno tener conto della tipologia di soggetti ai quali il servizio
e' rivolto e dovranno essere connotati da elementi di innovativita' e
creativita'.
Saranno ritenuti prioritari i progetti aventi le seguenti
caratteristiche:
- prevedono la collaborazione con esperti in possesso di competenze
professionali documentate e specifiche per le attivita' di
comunicazione istituzionale realizzate in particolare per il Settore
della Pubblica Amministrazione;
- documentano il percorso di progettazione e di realizzazione delle
iniziative, note sugli strumenti utilizzati per le attivita' e
prodotti richiesti;
- presentano in allegato le esperienze significative effettuate (Book
dei progetti realizzati);
- dettagliano nello specifico il budget con commenti esplicativi sulle
singole voci.
E' obbligatoria la predisposizione e realizzazione di materiale
informativo in formato idoneo per il sito web dell'ADSU - Servizio
Orientamento (www.orientonline.it e la progettazione di strumenti
operativi per la restituzione all'ADSU mediante report mensili
(schede, relazioni, ...) dei dati sull'esperienza effettuata.
Per la realizzazione dell'azione, il soggetto gestore dovra'
individuare e costituire un apposito Comitato tecnico, cui partecipino
esperti della materia e rappresentanti dell'ADSU.
I prodotti realizzati saranno di proprieta' esclusiva dell'ADSU
nell'ambito delle normative e direttive vigenti.
Tipologia progettuale e caratteristiche del progetto
E' possibile presentare progetti semplici.
I progetti della presente azione rientrano nella tipologia 59 in
accordo alle disposizioni regionali vigenti in materia.
Le proposte di attivita' dovranno specificare, nell'ambito del
formulario:
- l'individuazione qualitativa e quantitativa delle attivita' da
realizzare col progetto, loro obiettivi con riferimento alle
caratteristiche dell'utenza da coinvolgere;
- tipologie, caratteristiche, esperienze, livelli di qualificazione
del personale che sara' impegnato per la realizzazione del progetto.
Durata dell'intervento
Le attivita' richieste dovranno iniziare entro 60 giorni
dall'approvazione e concludersi, di norma, entro il 31/12/2006.
Fonte di finanziamento e budget indicativo di riferimento per la
presente azione
Per il finanziamento della presente azione il budget di riferimento
e': Misura A2, Euro 40.000,00.
AZIONE 6
Aiuti alle persone
Informazione, orientamento, bilancio di competenze e counselling per
l'accesso al lavoro e/o ad esperienze formative
- Persone, orientamento, informazione, consulenza e sostegno ai
percorsi personali formativi.
Finalita'
La finalita' della presente azione e' quella di far acquisire ai
laureandi e laureati della sede universitaria di Parma la
consapevolezza circa le proprie scelte professionali attraverso la
realizzazione di iniziative a carattere orientativo, informativo e
counselling orientativo qualificato.
Le proposte di attivita' dovranno essere quindi finalizzate alla
realizzazione di percorsi di informazione e consulenza orientativa
modulari ed integrati tra loro.
Questa tipologia di azione e' prioritariamente finalizzata al sostegno
del processo auto-orientativo della persona e all'accrescimento della
capacita' di verificare e sviluppare in modo autonomo ed efficace la
propria esperienza formativa e lavorativa.
L'articolazione di questi interventi consiste nel predisporre un
servizio permanente con orientatori esperti che aiutino i laureati a:
- individuare percorsi di soluzione ai propri problemi di
accesso/transizione e che li sostengano, nei processi di analisi,
scelta e decisione ad essi connessi, a definire un progetto
professionale coerente al contesto e alla proprie caratteristiche
- elaborare un piano di azione
- supportarli nell'individuare strategie e percorsi personalizzati di
ricerca del lavoro.
Contenuti dell'azione: attivita' e prodotti richiesti
Iniziative periodiche di consulenza con finalita' orientativa
individuale da svolgersi presso la sede del Servizio di Orientamento
al lavoro dell'ADSU quali ad esempio:
- colloqui di orientamento;
- colloqui di consulenza finalizzati ad aiutare il laureando o
laureato per la messa a punto di un progetto di inserimento
professionale;
- altri strumenti per l'orientamento al lavoro.
Tali iniziative dovranno essere strutturate e programmate nell'anno
con una calendarizzazione mirata in cui si evidenzi la periodicita'
(ad esempio 1 gg. la settimana, 3 gg. al mese,...).
Nell'ambito di questa azione e' necessario prevedere attivita' di
formazione, affiancamento e supervisione agli operatori del servizio
Orientamento finalizzate a sviluppare competenze metodologiche utili
per la conduzione di percorsi di consulenza orientativa.
E' obbligatoria la predisposizione e realizzazione di materiale
informativo in formato idoneo per il sito web dell'ADSU - Servizio
Orientamento (www.orientonline.it) e la progettazione di strumenti
operativi per la restituzione all'ADSU mediante report mensili
(schede, relazioni, ...) dei dati sull'esperienza effettuata.
E' altresi' obbligatoria la realizzazione grafica, stampa e diffusione
di materiale promo-pubblicitario sulle varie iniziative (es. inviti,
depliant, locandine, folder con informazioni di dettaglio, ecc.) e
l'impostazione di una attivita' di comunicazione e relazioni esterne
con i media locali e nazionali da programmare in collaborazione con
l'ADSU (es. comunicati stampa, conferenze stampa, ecc...).
Saranno ritenuti prioritari i progetti aventi le seguenti
caratteristiche:
- prevedono la collaborazione con esperti (allegare c.v. firmato in
originale) in possesso di competenze metodologiche documentate e
specifiche per la formazione e consulenza orientativa;
- documentano il percorso di progettazione e di realizzazione delle
iniziative, note sulla metodologia e gli strumenti utilizzati per le
attivita' e prodotti richiesti;
- prevedono l'affiancamento attivo nelle varie iniziative degli
operatori del Servizio Orientamento dell'ADSU di Parma.
Per la realizzazione dell'azione, il soggetto gestore dovra'
individuare e costituire un apposito Comitato tecnico, cui partecipino
esperti della materia anche esterni al soggetto gestore stesso e
rappresentanti dell'ADSU.
Tipologia progettuale e caratteristiche del progetto
E' possibile presentare progetti semplici.
I progetti della presente azione rientrano nella tipologia 01 in
accordo alle disposizioni regionali vigenti in materia.
Le proposte di attivita' dovranno specificare, nell'ambito del
formulario:
- l'individuazione qualitativa e quantitativa delle attivita' da
realizzare col progetto, loro obiettivi con riferimento alle
caratteristiche dell'utenza da coinvolgere;
- tipologie, caratteristiche, esperienze, livelli di qualificazione
del personale che sara' impegnato per la realizzazione del progetto.
Durata dell'intervento
Le attivita' richieste dovranno iniziare entro 60 giorni
dall'approvazione e concludersi, di norma, entro il 31/12/2006.
Fonte di finanziamento e budget indicativo di riferimento per la
presente azione
Per il finanziamento della presente azione il budget di riferimento
per i progetti semplici e': Misura A2, Euro 30.000,00.
Risorse finanziarie disponibili
Le risorse massime disponibili per ciascuna azione saranno le
seguenti:
Azione 1	Euro 202.098,17.
Azione 2	Euro  35.000,00.
Azione 3	Euro  30.000,00.
Azione 4	Euro  22.000,00.
Azione 5	Euro  40.000,00.
Azione 6	Euro  30.000,00.
Tutti gli importi si intendono omnicomprensivi, oneri fiscali
compresi.
2. Progetti ammissibili
A) Tipologie progettuali ammesse
Le tipologie formative ammissibili sono quelle previste dalle
disposizioni regionali vigenti in materia:
- Azione 1 - Tipologia 02
- Azione 2 - Tipologia 57
- Azione 3 - Tipologia 57
- Azione 4 - Tipologia 02
- Azione 5 - Tipologia 59
- Azione 6 - Tipologia 01.
I progetti presentati vanno riferiti ciascuno ad una sola delle azioni
ammesse al finanziamento.
B) Tempi di approvazione e di realizzazione
Gli esiti della selezione dei progetti presentati saranno approvati
dal Consiglio di amministrazione dell'ADSU entro 30 giorni dalla
scadenza dei termini fissata per la presentazione delle candidature,
salvo che il numero dei progetti presentati non giustifichi tempi piu'
lunghi.
3. Soggetti proponenti
A) Requisiti di ammissibilita'
I requisiti di ammissibilita' dei soggetti che si candidano a
realizzare attivita' oggetto del presente avviso sono quelli previsti
dalle disposizioni attuative regionali vigenti.
Possono candidarsi alla gestione delle attivita', ai sensi della
normativa regionale vigente, Enti di formazione o altri soggetti che
abbiano come finalita' prevalente attivita' con comprovata esperienza
nel contesto dell'azione per la quale si candidano.
Potranno altresi' candidarsi organismi associati quali le Associazioni
temporanee di impresa (ATI); in tale caso l'intenzione di costituirsi
ATI dovra' essere specificata nel formulario, indicando chiaramente i
ruoli, le competenze e la suddivisione finanziaria dei singoli
soggetti rispetto alla realizzazione del progetto presentato.
In considerazione della particolare natura giuridica dell'istituto
dell'ATI, la cui validita' temporale risulta collegabile unicamente
alla realizzazione di un determinato progetto, e al fine di evitare
spese aggiuntive a carico del soggetto presentatore, la costituzione
formale dell'ATI puo' avvenire successivamente all'avvenuta
approvazione e finanziamento del progetto presentato, ma
inderogabilmente prima dell'avvio dell'attivita'.
Qualora non sia accreditato, il soggetto deve inviare unitamente alla
richiesta di finanziamento, la scheda informativa per la
registrazione, nell'archivio regionale dei soggetti, che e' possibile
trovare all'interno dell'applicativo informatico "Attivita' formative
2005" in: www.form-azione.it unitamente alla documentazione
richiesta.
B) Obblighi e impegni
I soggetti gestori che saranno destinatari dei finanziamenti pubblici
sono tenuti, tramite la sottoscrizione di apposito atto di impegno,
tra l'altro, ai seguenti obblighi generali:
- assicurare sotto la propria responsabilita' il rispetto della
normativa fiscale e previdenziale e di sicurezza nei confronti dei
loro dipendenti e dei collaboratori esterni per quanto dovuto;
- assicurare la regolare tenuta della documentazione di spesa nel
rispetto delle normative contabili e fiscali e osservare le normative
comunitarie, nazionali e regionali in materia di gestione,
rendicontazione amministrativa e finanziaria del progetto;
- assicurare e garantire il rispetto delle norme vigenti in materia di
idoneita' di strutture, impianti ed attrezzature utilizzate per
l'attuazione del progetto;
- essere disponibile ad accettare l'attivita' di vigilanza espletata
dall'Amministrazione in indirizzo, dalla Regione Emilia-Romagna, dal
Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, dalla U.E.
I soggetti proponenti devono essere in possesso dei requisiti previsti
dall'art. 7 della Legge 68/99 recante "Norme per il diritto al lavoro
dei disabili", nonche' rispettare le normative vigenti in materia di
antimafia.
4. Procedura e scadenza di presentazione dei progetti
Il presente avviso pubblico e' reperibile presso:
- sito Internet: www.form-azione.it (Bandi regionali e provinciali -
Aziende regionali per il Diritto allo Studio universitario)
- sito Internet ADSU Parma: www.adsuparma.it;
- Bollettino Ufficiale regionale (BUR) del 12 ottobre 2005;
- Servizio Orientamento al lavoro ADSU Parma, Vicolo Grossardi n. 4 -
43100 Parma (responsabile del procedimento: dott.ssa Francesca
Contestabili).
Le richieste di contributo con allegati i progetti di attivita' e gli
altri documenti prescritti dalle direttive regionali dovranno essere
indirizzate e presentate al Presidente dell'ADSU - Ufficio Protocollo
presso la sede amministrativa dell'ADSU, Vicolo Grossardi n. 4 - 43100
Parma.
Le richieste di contributo dovranno pervenire in regola con le vigenti
normative sul bollo e a firma autentica del legale rappresentante
dell'Ente proponente. Per l'autentica e' sufficiente, ai sensi del DPR
403/98, la fotocopia del documento di identita' del legale
rappresentante dell'organismo richiedente.
I progetti di attivita' devono essere obbligatoriamente compilati
sulla modulistica standard regionale e presentati in duplice copia
cartacea corredati da supporto informatico corrispondente di uguale
contenuto.
Il software applicativo per la compilazione del formulario ed il
relativo manuale possono essere scaricati dal sito:
http://sifp.regione.emilia-romagna.it
I progetti dovranno pervenire inderogabilmente entro le ore 13 del 14
novembre 2005.
Le domande potranno essere presentate direttamente o inviate a mezzo
di raccomandata con avviso di ricevimento e, in ogni caso, le stesse
dovranno pervenire entro la scadenza prevista; non saranno quindi
accolte quelle pervenute oltre i limiti indicati, anche se recanti
timbri postali di spedizione antecedenti.
Non sono ammesse successive integrazioni ai progetti, se non
esplicitamente richieste dall'ADSU; gli enti proponenti, dietro
richiesta dell'ADSU, sono tenuti a fornire eventuali dati e documenti
integrativi che si rendessero necessari ai fini del completamento
dell'istruttoria.
Alla richiesta devono essere allegati:
1) per gli enti non accreditati: Statuto, atto costitutivo, iscrizione
alla CCIAA (quando prevista) e ultimo bilancio approvato del soggetto
candidato o dei candidati alla costituzione di ATI. Tali enti devono
comunque inviare la scheda informativa come specificato in
precedenza;
2) per tutti gli enti (accreditati e non): curriculum del soggetto
candidato o dei candidati alla costituzione di ATI, nel quale siano
evidenziati:
a. esperienze precedenti del soggetto nella gestione delle attivita' a
finanziamento pubblico e comunitario;
b. possesso di eventuali certificazioni di qualita' o forme di
accreditamento;
c. risorse umane e di competenza disponibili internamente o nella
propria rete di collaborazioni e sinergie;
3) eventuale materiale aggiuntivo a discrezione del soggetto
candidato.
Tutti i documenti relativi al soggetto proponente possono essere
presentati in copia, che viene autenticata dalla medesima fotocopia
del documento d'identita' del legale rappresentante dell'ente.
5. Ammissibilita' e valutazione dei progetti
La procedura di ammissibilita' e valutazione si svolgera' secondo le
seguenti fasi:
a) Verifica dei requisiti dei soggetti gestori
La verifica verra' effettuata per accertare se il soggetto gestore e'
in possesso dei requisiti di ammissibilita' previsti dall'avviso
pubblico.
b) Verifica dei requisiti formali dei progetti
Prima di essere valutati i progetti andranno verificati per quanto
riguarda:
- rispetto dei termini di presentazione;
- presenza dei dati essenziali di merito e finanziari richiesti;
- rispondenza degli interventi proposti ai vincoli stabiliti
nell'avviso pubblico;
- coerenza degli interventi rispetto a disposizioni regionali e
Complemento di programmazione regionale 2000-2006.
In assenza dei requisiti succitati i progetti non potranno essere
ammessi all'istruttoria di valutazione ex ante.
c) Valutazione ex ante dei progetti
Per tutti i progetti che possiedono i requisiti formali e per i quali
il soggetto gestore risulta in possesso dei requisiti necessari, la
valutazione complessiva e' espressa secondo i seguenti criteri,
indicatori e valori cosi' come definiti nelle tabelle sottoriportate.
AZIONI 1 e 4
	Criteri	Indicatori	Valore massimo
1. Finalizzazione del progetto	Rispondenza alle caratteristiche
richieste dal presente avviso	10
	Partecipazione e sostegno formalizzato da Aziende/Enti/Universita' .
. .	20
	Rispondenza del progetto agli elementi di priorita' individuati
	dal presente avviso	20
	Totale criterio 1	50
2. Qualita' intrinseca del progetto	Corretta articolazione delle
azioni e coerenza tra finalita',
	obiettivi e modalita' di intervento proposte	15
	Adeguatezza dell'impianto didattico formativo	5
	Adeguatezza delle risorse umane e materiali preindividuate	10
	Totale criterio 2	30
3. Economicita' del progetto	Bilanciamento e adeguatezza delle voci di
costo	20
	Totale criterio 3	20
	Totale	100
Saranno ritenuti idonei i progetti che raggiungeranno almeno il
punteggio di 60/100.
AZIONI 2, 3 e 6
	Criteri	Indicatori	Valore massimo
1. Finalizzazione del progetto	Rispondenza alle caratteristiche
richieste dal presente avviso	30
	Totale criterio 1	30
2. Qualita'  intrinseca  del progetto	Corretta articolazione delle
azioni e coerenza tra finalita',
	obiettivi e modalita' di intervento proposte	30
	Adeguatezza dell'impianto di divulgazione e pubblicizzazione
	dei prodotti realizzati	10
	Adeguatezza delle risorse umane e materiali preindividuati	20
	Totale criterio 2	60
3. Economicita' del progetto	Bilanciamento e adeguatezza delle voci di
costo	10
	Totale criterio 3	10
	Totale	100
Saranno ritenuti idonei i progetti che raggiungeranno almeno il
punteggio di 60/100.
AZIONE 5
	Criteri	Indicatori	Valore massimo
1. Finalizzazione del progetto	Rispondenza alle caratteristiche
richieste dal presente avviso	10
	Rispondenza del progetto agli elementi di priorita' individuati
	da presente avviso	20
	Totale criterio 1	30
2. Qualita'  intrinseca  del progetto	Corretta articolazione delle
azioni e coerenza tra attivita'
	e modalita' di intervento proposte	10
	Adeguatezza e innovativita' della proposta di comunicazione
	in relazione alla tipologia di utenza alla quale
	il Servizio Orientamento ADSU si rivolge	30
	Adeguatezza delle risorse umane individuate
	e significativita' delle esperienze professionali precedenti	10
	Totale criterio 2	50
3. Economicita' del progetto	Bilanciamento e adeguatezza delle voci di
costo	20
	Totale criterio 3	20
	Totale	100
Saranno ritenuti idonei i progetti che raggiungeranno almeno il
punteggio di 60/100.
L'istruttoria dei progetti presentati determinera' la stesura e
l'approvazione di graduatorie contenenti attivita' finanziate ed
interventi ritenuti idonei, ma non finanziati, che potranno essere
tuttavia finanziati con eventuali ulteriori risorse che si renderanno
disponibili ovvero a seguito di rinunce di attivita' approvate in
prima istanza. Per queste ultime attivita' recuperate dalle
graduatorie i tempi d'inizio e di conclusione potranno essere
specificatamente ridefiniti.
6. Informazione e pubblicita'
I soggetti finanziati devono attenersi strettamente al Regolamento
comunitario vigente in tema di informazione e pubblicita' degli
interventi dei Fondi strutturali (Reg. CE 1159/2000 pubblicato sulla
GUCE L. 130/30 del 31/5/2000).
7. Tutela della privacy, proprieta' dei prodotti, riservatezza
Tutti i dati personali di cui l'ADSU venga in possesso in occasione
dell'espletamento del presente procedimento verranno trattati nel
rispetto del DLgs 196/03 "Codice in materia di protezione dei dati
personali".
Gli enti incaricati della realizzazione dei progetti dovranno
garantire la riservatezza delle informazioni (dati anagrafici,
patrimoniali, statistici e di qualunque altro genere) limitando il
loro utilizzo alle sole finalita' istituzionali previste nelle azioni
del presente avviso.
IL DIRETTORE
Claudio Di Noto

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it