REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 14 ottobre 2005, n. 1617

Concessione dei contributi previsti dall'art. 5 della L.R. 24/03. Anno 2005, in attuazione della deliberazione 790/05

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Vista la L.R. 4 dicembre 2003, n. 24 "Disciplina della Polizia
amministrativa locale e promozione di un sistema integrato di
sicurezza"  ed in particolare il Capo I "Principi generali" e il Capo
II "Promozione del sistema integrato di sicurezza";
richiamato in particolare  l'art. 5 della suddetta L.R. 24/03
"Interventi di rilievo locale", il quale prevede al comma 1 che "la
Regione concede contributi ai Comuni, alle Province, alle Comunita'
Montane, alle Unioni e alle Associazioni intercomunali  per la
realizzazione di iniziative finalizzate agli obiettivi di cui all'art.
2, realizzate anche di concerto con operatori privati. I contributi
sono concessi per spese di progettazione e di attuazione, con
esclusione delle spese di personale" e al comma 2 che "la Regione
concede contributi alle Associazioni ed alle Organizzazioni di
volontariato iscritte ai registri di cui alla L.R. 21 febbraio 2005,
n. 12 (Norme per la valorizzazione delle organizzazioni di
volontariato. Abrogazione della L.R. 2 settembre 1996, n. 37) che
operano a favore delle vittime di reati nel campo della sicurezza e a
sostegno della prevenzione dei reati, per la realizzazione di
specifiche iniziative. I contributi sono concessi per spese di
progettazione e di attuazione, con esclusione delle spese per
investimenti";
considerato che l'art. 5 al comma 3 prevede, tra l'altro, che i
contributi sopraddetti siano concessi secondo le priorita', i criteri
e le modalita' stabiliti dalla Giunta regionale, nel rispetto
dell'articolo 12 della L.R. n. 11 del 2001;
richiamata la propria deliberazione n. 790 del 30 maggio 2005 con la
quale sono state determinate le priorita', i criteri e le modalita'
per l'anno 2005, per la concessione dei contributi previsti all'art. 5
della L.R. 24/03;
rilevato che le domande per la concessione dei contributi in oggetto
dovevano essere inviate entro il termine perentorio del 15 luglio 2005
e che per le domande inviate a mezzo raccomandata postale fa fede il
timbro di spedizione;
preso atto:
- delle domande pervenute, complete della documentazione richiesta
dalla delibera 790/05, da parte degli Enti locali elencate
nell'allegato prospetto A facente parte integrante della presente
deliberazione;
- delle domande pervenute, complete della documentazione richiesta
dalla delibera 790/05, da parte delle Associazioni ed Organizzazioni
di volontariato elencate nell'allegato prospetto B facente parte
integrante della presente deliberazione;
atteso che il Servizio Promozione e Sviluppo delle Politiche per la
sicurezza e della Polizia locale ha esaminato ed istruito le domande
presetate, di cui agli allegati A e B, secondo le priorita', i criteri
e le modalita' determinate con propria delibera 790/05 per l'anno 2005
per la concessione dei contributi previsti all'art. 5 della L.R.
24/03;
preso atto dei verbali redatti dal Servizio Promozione e Sviluppo
delle politiche per la sicurezza e della Polizia locale, conservati
agli atti del Servizio medesimo a disposizione degli organi di
controllo in cui si stabilisce:
1. Relativamente agli Enti locali:
- che, a conclusione dell'istruttoria, emerge un gruppo di progetti
che sono  ampiamente rispondenti ai criteri di priorita' indicati al
punto B dell'Allegato A1 (per gli  interventi di riqualificazione e/o
manutenzione dello spazio pubblico o di incremento dei propri
strumenti e/o attrezzature) e al punto B dell'Allegato A2 (per gli
interventi di prevenzione dell'insicurezza e/o di animazione dello
spazio pubblico e/o di diagnosi locale delle condizioni di sicurezza)
della delibera n. 790 del 30/5/2005, poiche' raggiungono la soglia
minima individuata quale limite per stabilire la corrispondenza a tali
criteri;
- che si ritiene opportuno che siano ammessi a contribuzione:
- i 12 progetti indicati nell'Allegato Prospetto C.1, parte integrante
della presente deliberazione, che, presentati dagli Enti locali che
intendono attuare interventi di riqualificazione e/o manutenzione
dello spazio pubblico o di incremento dei propri strumenti e/o
attrezzature, raggiungono la soglia minima individuata;
- i 10 progetti indicati nell'Allegato Prospetto C.2, parte integrante
della presente deliberazione, che, presentati dagli Enti locali che
intendono attuare interventi di prevenzione dell'insicurezza e/o di
animazione dello spazio pubblico e/o di diagnosi locale delle
condizioni di sicurezza, raggiungono la soglia minima individuata;
- che ammettendo a contribuzione i suddetti progetti indicati negli
Allegati C.1 e C.2 sara' possibile riconoscere agli Enti locali per le
spese correnti la percentuale massima di contribuzione fissata dalla
legge pari al 50% e  per le spese di investimento una percentuale di
contribuzione pari al 40%;
- che, nel caso di presentazione di progetti che non riportassero la
tipologia, come richiesto nella scheda di progetto, si e' proceduto
d'ufficio a qualificare tali progetti in base alle caratteristiche
intrinseche nel progetto stesso;
- che n. 53 progetti non sono stati ammessi a contributo in quanto non
raggiungono il punteggio minimo di ammissibilita', elencati
nell'allegato prospetto D1 parte integrante del presente atto;
- che n. 15 progetti non sono stati ammessi a contributo per mancanza
dei requisiti di ammissibilita', come dettagliatamente indicato
nell'allegato prospetto D2 parte integrante del presente atto;
2. Relativamente alle Associazioni e Organizzazioni di volontariato:
- che, a conclusione dell'istruttoria, emerge un gruppo di progetti
che sono  ampiamente rispondenti ai criteri di priorita' indicati al
punto 6 dell'Allegato B della delibera n. 790 del 30/5/2005 poiche'
raggiungono la soglia minima individuata quale limite per stabilire la
corrispondenza a tali criteri;
- che si ritiene opportuno che siano ammessi a contribuzione i 17
progetti indicati nell'Allegato Prospetto E, parte integrante della
presente deliberazione, presentati dalle Associazioni e Organizzazioni
di volontariato che raggiungono la soglia minima individuata,
riconoscendo la percentuale massima di contribuzione fissata dalla
legge pari all'80% delle spese ritenute ammissibili;
- che n. 2 progetti non sono stati ammessi a contributo per mancanza
dei requisiti di ammissibilita', come dettagliatamente indicato
nell'allegato prospetto F parte integrante del presente atto;
visto l'art. 3, comma 18, lett. g), della Legge 24 dicembre 2003, n.
350;
verificato che, sulla base della dichiarazioni contenute nelle domande
di concessione dei contributi di cui all'art. 5, comma 1, della L.R.
23/03, presentate dagli Enti locali di cui agli allegati prospetti C.1
e C.2, acquisite agli atti dal Servizio Promozione e sviluppo delle
politiche per la sicurezza e della polizia locale, le spese di
investimento per i progetti a loro relativi indicati  nell'allegato
prospetto A e che si intendono ammettere a contribuzione con il
presente atto, rientrano nell'ambito delle spese previste dall'art. 3,
comma 18), lettera g), della Legge 350/03, in quanto si riferiscono a
opere/lavori e acquisti/forniture di beni inerenti al proprio
patrimonio pubblico;
viste:
- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 "Ordinamento contabile della Regione
Emilia-Romagna. Abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo
1972, n. 4";
- le LL.RR. n. 27 e 28 del 23 dicembre 2004;
- le LL.RR. n. 14 e 15 del 27 luglio 2005;
- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 recante "Testo Unico in materia di
organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna";
richiamato, in particolare,  l'art. 31, comma 4 lettera b) della
sopracitata L.R. 40/01 che prevede, fra l'altro, la possibilita' di
apportare, con atto della Giunta regionale, al bilancio di competenza
e di cassa, variazioni compensative fra capitoli appartenenti alla
stessa unita' previsionale di base;
dato atto che i capitoli di bilancio:
- 2709 "Contributi agli Enti locali per la realizzazione di iniziative
per lo sviluppo della sicurezza (art. 5, comma 1 L.R. 4 dicembre 2003,
n. 24)"
- 2711 "Contributi alle Associazioni ed alle Organizzazioni di
volontariato per la realizzazione di specifiche iniziative nel campo 
della sicurezza (art. 5, comma 2 L.R. 4 dicembre 2003, n. 24)"
appartengono alla stessa Unita' previsionale di base 1.2.3.2.3830
"Contributi ad Enti e Istituzioni per iniziative culturali,
promozionali e di informazione anche nel campo della sicurezza";
considerato che in sede di istruttoria delle domande presentate per
l'anno 2005 da parte delle Associazioni e Organizzazioni di
volontariato si e' evidenziato complessivamente un fabbisogno di Euro
134.240,80;
considerato inoltre:
- che l'attuale stanziamento del competente capitolo 2711 risulta
essere di Euro 100.000,00;
- che l'attuale disponibilita' del capitolo 2709 e' di Euro 539.000,00
e che il fabbisogno necessario per soddisfare le domande presentate
dagli Enti locali e' di Euro 426.975,00;
- che si ritiene pertanto necessario stornare l'importo di Euro
34.240,80 a favore del Capitolo 2711 per consentire l'assunzione del
necessario impegno di spesa sul capitolo suddetto;
ritenuto di apportare le necessarie variazioni compensative ai sopra
indicati capitoli dell'Unita' Previsionale di Base 1.2.3.2.3830, del
Bilancio di previsione per l'esercizio 2005, al fine di consentire
l'assunzione del necessario impegno di spesa;
ritenuto che ricorrono gli elementi di cui all'art. 47, comma 2, della
L.R. 40/01 nonche' dell'art. 4, comma 2, della L.R. 28/04 e che
pertanto gli impegni di spesa possano essere assunti con il presente
atto;
atteso che, per la concessione dei contributi alle associazioni e
organizzazioni di volontariato di cui al presente provvedimento, non
debbono esperirsi gli accertamenti di cui alla Legge 55/90 e
successive modificazioni ed integrazioni, in quanto i beneficiari non
svolgono attivita' a carattere imprenditoriale e, pertanto, sono
esentati dalla presentazione della certificazione antimafia;
richiamate le proprie deliberazioni, esecutive ai sensi di legge:
- n. 447 del 24/3/2003 "Indirizzi in ordine alle relazioni
organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle
funzioni dirigenziali";
- n. 1529 del 28/7/2003 recante "Attivazione del Gabinetto del
Presidente della Giunta (Art. 5 L.R. 43/01) e conseguente
riarticolazione delle competenze di alcune direzioni generali. Nuova
ripartizione del tetto di spesa per il personale della Giunta";
dato atto:
- del parere di regolarita' amministrativa espresso dal Capo di
Gabinetto del Presidente della Giunta, dott. Bruno Solaroli, ai sensi
dell'art. 37, quarto comma, della L.R. 43/01 e delle proprie
deliberazioni 447/03 e 1529/03;
- del parere di regolarita' contabile espresso dal Responsabile del
Servizio Bilancio - Risorse finanziarie, dott.ssa Amina Curti, ai
sensi dell'art. 37, quarto comma, della L.R. 43/01, e della propria
deliberazione 447/03;
su proposta del Presidente della Giunta regionale;
a voti unanimi e palesi, delibera:
(omissis)
2) di dare atto che le risorse rese disponibili con la variazione di
bilancio di cui al presente atto saranno utilizzate per sostenere il
finanziamento alle Associazioni/organizzazioni di volontariato;
3) di prendere atto delle domande presentate dagli Enti locali ai
sensi dell'art. 5, comma 1, L.R. 24/03  e a termini delle priorita',
dei criteri e delle modalita' fissati dalla delibera 790/05 riportate
nell'allegato prospetto A, parte integrante della presente
deliberazione;
4) di prendere atto altresi' delle domande presentate dalle
Associazioni e Organizzazioni di volontariato ai sensi dell'art. 5,
comma 2, L.R. n. 24/03 e a termini delle priorita', dei criteri e
delle modalita' fissati dalla delibera 790/05, riportate nell'allegato
prospetto B, parte integrante della presente deliberazione;
5) di dichiarare ammissibili a contribuzione sulla base degli esiti
istruttori compiuti dal Servizio "Promozione e Sviluppo delle
politiche per la sicurezza e della Polizia locale" le richieste di
contributo corredate dai relativi progetti presentati da parte degli
Enti locali di cui agli allegati prospetti C.1 e C.2, parti integranti
della presente deliberazione, per la realizzazione delle loro
iniziative indicate nell'allegato prospetto A;
6) di escludere le richieste di contributo da parte degli Enti locali
elencate negli allegati prospetti D.1 e D.2 facenti parte integrante
della presente deliberazione, per le motivazioni a fianco di ciascuno
indicate;
7) di dichiarare ammissibili a contribuzione sulla base degli esiti
istruttori compiuti dal Servizio "Promozione e sviluppo delle
politiche per la sicurezza e della Polizia locale" le richieste di
contributo corredate dai relativi progetti presentati da parte delle
Associazioni e organizzazioni di volontariato per la realizzazione
delle iniziative elencate nell'allegato prospetto E parte integrante
della presente deliberazione;
8) di escludere le richieste di contributo da parte delle Associazioni
e organizzazioni di volontariato elencate nell'allegato prospetto F
facente parte integrante della presente deliberazione, per le
motivazioni a fianco di ciascuno indicate;
9) di concedere ai 12 Enti locali elencati nell'allegato prospetto C.1
il contributo a fianco di ciascuno indicato per l'importo complessivo
di Euro 168.475,00 relativamente alle spese correnti e di Euro
1.033.954,51 relativamente alle spese di investimento e ai 10 Enti
locali elencati nell'allegato prospetto C.2, il contributo a fianco di
ciascuno indicato per l'importo complessivo di Euro 258.500,00
relativamente alle spese correnti e di Euro 25.008,00 relativamente
alle spese di investimento;
10) di concedere alle 17 Associazioni ed organizzazioni di
volontariato elencate nell'allegato prospetto E, il contributo a
fianco di ciascuna indicato per l'importo complessivo di Euro
134.240,80;
11) di imputare la conseguente spesa complessivamente determinata in
Euro 1.620.178,31 nel seguente modo:
- quanto a Euro 1.058.962,51, registrata con il n. 4407 di impegno,
sul Capitolo 2708 "Contributi agli Enti locali a fronte di spese di
investimento per la realizzazione di iniziative volte allo sviluppo
della sicurezza urbana (art. 5, comma 1, L.R. 4 dicembre 2003, n.24)",
UPB 1.2.3.3.4420;
- quanto a  Euro 426.975,00 registrata con il n. 4408 di impegno, sul
Capitolo 2709 "Contributi agli Enti locali per la realizzazione di
iniziative per lo sviluppo della sicurezza (art. 5, comma 1, L.R. 4
dicembre 2003, n. 24)", UPB 1.2.3.2.3830;
- quanto a Euro 134.240,80, registrata con il n. 4410 di impegno, sul
Capitolo 2711 "Contributi alle Associazioni ed alle Organizzazioni di
volontariato per la realizzazione di specifiche iniziative nel campo 
della sicurezza (art. 5, comma 2, L.R. 4 dicembre 2003, n. 24)", UPB
1.2.3.2.3830;
del Bilancio per l'esercizio finanziario 2005 che presenta la
necessaria;
12) di dare atto che alla liquidazione dei contributi provvedera' con
propri atti formali il Dirigente competente ai sensi dell'art. 51
della L.R. 40/01, nonche' della deliberazione 447/03, secondo le
modalita' previste al punto 7) dell' Allegato A della predetta
deliberazione  n. 790 del 30 maggio 2005 relativamente agli Enti
locali e secondo le modalita' previste al punto 9) dell'Allegato B
della predetta deliberazione  n. 790 del 30 maggio 2005 relativamente
alle Associazioni ed Organizzazioni di volontariato;
13) di prendere atto che per tutto quanto non espressamente previsto
nel presente provvedimento si rinvia alle disposizioni tecnico
operative e di dettaglio indicate nella deliberazione 790/05
sopracitata;
14) di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino
Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.
(segue allegato fotografato)

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it