REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 settembre 2005, n. 1533

Provvedimenti per potenziare il Sistema regionale di Protezione civile. Approvazione della quinta fase del programma per la realizzazione di strutture provinciali, sovracomunali e comunali e riparto dell'annualita' 2004 Fondo regionale Protezione civile

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA
(omissis)	delibera:
per le ragioni esposte nella parte narrativa del presente atto e che
qui si intendono integralmente richiamate:
1) di dare atto che le risorse del Fondo regionale di Protezione
civile, ripartite annualmente tra le Regioni e le Province autonome,
sono destinate, ai sensi della Legge istitutiva del Fondo n. 388/2000
(art. 138, comma 16), agli interventi connessi agli eventi calamitosi
di rilievo regionale di cui all'art. 108 del DLgs 112/98 nonche' al
potenziamento del sistema di protezione civile delle Regioni e degli
Enti locali;
2) di dare atto che la quota 2004 del Fondo regionale di Protezione
civile assegnata alla Regione Emilia-Romagna e' pari ad Euro
9.347.357,41;
3) di ripartire la somma di Euro 9.347.357,41 nelle seguenti quote:
a) Euro 4.650.000,00 cosi' suddivisa: Euro 3.950.000,00 per il
finanziamento degli interventi nel settore pubblico ed Euro 700.000,00
per la concessione di contributi al settore privato per far fronte ai
danni subiti a seguito degli eventi calamitosi di rilievo regionale
verificatisi nel territorio regionale nel corso dell'anno 2004;
b) Euro 4.697.357,41 per il potenziamento del Sistema regionale di
protezione civile, ivi compreso lo sviluppo ed il completamento del
programma di sostegni ed incentivi finalizzati alla realizzazione  di
strutture provinciali, sovracomunali e comunali di Protezione civile
della Regione e degli Enti locali dell'Emilia-Romagna richiamato in
premessa;
4) di rinviare, in linea con quanto previsto in via generale con la
propria deliberazione 1565/04, ad un successivo atto dell'Assessore
regionale "Sicurezza territoriale. Difesa del Suolo e della Costa.
Protezione civile" l'approvazione del piano per la programmazione
degli interventi connessi agli eventi calamitosi verificatisi nel
territorio regionale nel 2004 e dichiarati di rilievo regionale con
decreti del Presidente della Giunta regionale 356/04 e 26/05, cui
verranno destinate risorse complessive pari ad Euro 4.650.000,00, di
cui Euro 3.950.000,00 ed Euro 700.000,00 per finanziare
rispettivamente il settore pubblico ed il settore privato danneggiati
da tali eventi;
5) di approvare la quinta fase del programma pluriennale degli
interventi di potenziamento del sistema di protezione civile,
apportando alle delibere sotto indicate le necessarie modifiche e
destinando, a valere sulla somma di Euro 4.697.357,41, un primo
finanziamento di Euro 3.319.000,00 a favore degli Enti locali che
provvederanno alla realizzazione delle strutture di Protezione civile
di cui alle lettere sotto indicate, dando atto che, pertanto, la
residua somma di Euro 1.378.357,41(corrispondente alla differenza tra
Euro 4.697.357,41, ed Euro 3.319.000,00) sara' oggetto di successiva
apposita programmazione per interventi rientranti nel quadro
dell'obiettivo in parola:
A) Centri unificati provinciali di Protezione civile di:
- Parma (PR),
finanziamento di Euro 120.000,00 a favore della Provincia di Parma per
eseguire opere di ristrutturazione sull' immobile adibito a Centro
unificato di Protezione civile e la cui realizzazione era gia' stata
finanziata con le precedenti delibere gia' citate;
- Bologna (BO),
finanziamento di Euro 200.000,00 a favore del Comune di Bologna;
- Ferrara (FE),
finanziamento di Euro 150.000,00 a favore della Provincia di Ferrara
per il completamento delle opere gia' finanziate con la citata DGR
1387/03;
totale finanziamento dei Centri unificati provinciali di Protezione
civile, contraddistinti con la sigla CUP nelle tabelle di cui
all'Allegato 1, Euro 470.000,00
B) Aree di ammassamento di:
- S.Pietro in Cerro (PC),
finanziamento di Euro 52.000,00 a favore della rispettiva provincia;
C) Aree di ammassamento di:
- Pievepelago (MO),
- Bologna (BO),
- Faenza (RA),
- Cesenatico (FC),
- Galeata (FC),
- Portico e S.Benedetto (FC);
finanziamento di Euro 52.000,00 a favore di ognuno dei rispettivi
Comuni;
D) delle Aree di ammassamento di:
- Castelnuovo Monti (RE) attribuzione alla Comunita' Montana dell'
Appennino Reggiano del finanziamento di Euro 52.000,00 gia' attribuito
al Comune di Castelnuovo Monti dalla DGR 1661/04,
- Lugo (RA) attribuzione al Comune di Lugo del finanziamento di Euro
52.000,00 gia' attribuito al Comune di Bagnacavallo (RA) dalla DGR
1661/04;
- Totale finanziamento per Aree di ammassamento, contraddistinte con
la sigla AA nelle tabelle di cui all'Allegato 1, Euro 364.000,00;
E) Centri di prima assistenza di:
- S. Pietro in Cerro (PC),
- Bardi (PR),
- Comacchio (FE),
- Montescudo (RN),
- S. Arcangelo (RN);
finanziamento di Euro 35.000,00 a favore di ognuna delle rispettive
Province;
F) Centri di prima assistenza di:
- Correggio (RE),
- Fanano (MO),
- Pievepelago (MO),
- Vignola (MO),
- Camugnano (BO),
- Gaggio Montano (BO),
- Faenza (RA),
- Mercato Saraceno (FC),
- Roncofreddo (FC),
- S. Sofia (FC),
- Tredozio (FC),
- Verghereto (FC);
finanziamento di Euro 35.000,00 a favore di ognuno dei rispettivi
Comuni;
G) centro di prima assistenza di:
- Lugo (RA),
finanziamento di Euro 52.000,00 a favore del Comune di Lugo;
H) Centro di prima assistenza di:
- Castelnuovo Monti (RE) attribuzione alla Comunita' Montana dell'
Appennino Reggiano del finanziamento di Euro 35.000,00 gia' attribuito
al Comune di Castelnuovo Monti dalla DGR 1661/04;
I) Centro di prima assistenza di:
- S. Sofia (FC) destinazione per la realizzazione del centro di prima
assistenza del finanziamento di Euro 52.000,00 gia' attribuito al
Comune di S. Sofia dalla DGR 1661/04 per la realizzazione di un' area
di ammassamento;
totale finanziamento per Centri di prima assistenza, contraddistinti
con la sigla CR nelle tabelle di cui all'Allegato 1, Euro 647.000,00;
J) Centri sovracomunali di Protezione civile di
- Sarmato (PC),
- Collecchio (PR),
- Roccabianca (PR),
- Collagna (RE),
- S.Ilario d'Enza (RE),
- Fanano (MO),
- Pievepelago (MO),
- Castel del Rio (BO),
- Granaglione (BO),
finanziamento di Euro 100.000,00 a favore di ognuno dei rispettivi
Comuni;
K) Centro sovracomunale di Protezione civile di
- Zerba (PC),
finanziamento di Euro 30.000,00 a favore del Comune di Zerba;
L) adeguamento dei finanziamenti (destinazione delle ulteriori somme
di seguito riportate) per i Centri sovracomunali di Protezione civile
di:
- Ferriere (PC), gia' finanziato da DGR 996/02, con un finanziamento
Euro 81.000,00 a favore del rispettivo Comune,
- Ottone (PC), gia' finanziato da DGR 996/02, con un finanziamento
Euro 48.000,00 a favore del rispettivo Comune,
- Bardi (PR), gia' finanziato da DGR 1387/03, con un finanziamento
Euro 30.000,00 a favore del rispettivo Comune,
- Langhirano (PR), gia' finanziato da DGR 2283/02, con un
finanziamento Euro 48.000,00 a favore del rispettivo Comune,
- S. Giovanni Persiceto (BO), gia' finanziato da DGR 1387/03, con un
finanziamento Euro 42.000,00 a favore del rispettivo Comune,
- Casola Valsenio (RA), gia' finanziato da DGR 1661/04, con un
finanziamento Euro 20.000,00 a favore del rispettivo Comune,
- Bagno di Romagna (FC) con un finanziamento Euro 45.000,00 a favore
del rispettivo Comune; le strutture (Centro sovracomunale e Centro di
ricovero) da realizzarsi con il presente finanziamento e con i
finanziamenti disposti con le deliberazioni della Giunta regionale
1387/03 e 1661/04 saranno utilizzate come sede provvisoria della
scuola media-elementare del capoluogo, nelle more del completamento
dell'intervento di miglioramento sismico della sede originaria
danneggiata dal sisma del 26 gennaio 2003,
- Modigliana (FC), gia' finanziato da DGR 1387/03, con un
finanziamento Euro 30.000,00 a favore del rispettivo Comune,
- Morciano (RN), gia' finanziato da DGR 2283/02, con un finanziamento
Euro 48.000,00 a favore del rispettivo Comune;
M) Centri sovracomunali di Protezione civile di:
- Monticelli d'Ongina (PC) attribuzione al Comune di Monticelli del
finanziamento di Euro 100.000,00 gia' attribuito al Comune di Caorso
dalla DGR 1661/04;
- Castelnuovo Monti (RE) attribuzione alla Comunita' Montana dell'
Appennino Reggiano del finanziamento di Euro 100.000,00 gia'
attribuito al Comune di Castelnuovo Monti dalla DGR 1661/04,
totale finanziamento dei Centri sovracomunali, contraddistinti con la
sigla CS nelle tabelle di cui all'Allegato 1, Euro 1.322.000,00;
N) Centri operativi misti di:
- S. Giorgio (PC),
- Ottone (PC),
- Collecchio (PR),
- Roccabianca (PR),
- Bedonia (PR);
finanziamento di Euro 19.000,00 a favore di ognuna delle rispettive
Province per ciascun centro;
O) trasformazione del Centro operativo comunale di Zibello (PR) in
Centro operativo misto con un finanziamento di Euro 4.000,00 a favore
della Provincia di Parma;
P) dei Centri operativi misti di:
- S. Ilario d' Enza (RE),
- Bologna (BO),
- S. Giorgio di Piano (BO);
finanziamento di Euro 19.000,00 a favore di ognuno dei rispettivi
Comuni;
totale finanziamento per Centri operativi misti, contraddistinti con
la sigla COM nelle tabelle di cui all'Allegato 1, Euro 156.000,00
Q) Centri operativi comunali di:
- Fornovo (PR),
- Salsomaggiore (PR)
- Coriano (RN),
- Montescudo (RN);
finanziamento di Euro 15.000,00 a favore di ognuna delle rispettive
Province per ciascun centro;
R) Centri operativi comunali di:
- Albinea (RE),
- Luzzara (RE),
- Castelvetro MO)
- Cavezzo (MO),
- Concordia (MO),
- Fiumalbo (MO),
- Montese (MO),
- Soliera (MO),
- Camugnano (BO),
- Castel di Casio (BO),
- Monzuno (BO),
- Migliaro (FE),
- Ro (FE),
- Voghiera (FE),
- Casola Valsenio (RA),
- Lugo (RA),
- Galeata (FC),
- Sarsina (FC),
- Tredozio (FC),
- Verghereto (FC);
finanziamento di Euro 15.000,00 a favore di ognuno dei rispettivi
Comuni;
totale finanziamento per Centri operativi comunali, contraddistinti
con la sigla COC nelle tabelle di cui all'Allegato 1, Euro
360.000,00;
totale complessivo per tutte le voci di cui alle lettere A-R pari ad
Euro 3.319.000,00, cosi' come meglio articolato nella tabella prodotta
all'Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;
6) di raccomandare ai Comuni ed alle Comunita' Montane beneficiari dei
finanziamenti di cui al precedente punto di assicurarsi che le
caratteristiche degli interventi di propria competenza risultino
compatibili con il quadro della pianificazione provinciale di
emergenza;
7) di dare atto che le risorse complessivamente necessarie pari a Euro
3.319.000,00 per l'attuazione del presente provvedimento risultano
allocate al Capitolo 47132 "Spese per il finanziamento di interventi
urgenti in caso di calamita' naturali di livello b) di cui all'art.
108 DLgs 112/98 ed art. 2, comma 1, lett. b) Legge 225/92, nonche' per
il potenziamento del sistema regionale di Protezione civile - Fondo
regionale di protezione civile (art. 138, comma 16, Legge 23 dicembre
2000, n. 388) - Mezzi statali", afferente alla UPB 1.4.4.2.17101
interventi in materia di Protezione civile - risorse statali, del
Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2005;
8) di stabilire che le assegnazioni, gli impegni di spesa sul capitolo
47132 del bilancio regionale, da notificarsi agli enti beneficiari,
nei limiti del finanziamento di Euro 3.319.000,00 programmato con il
presente atto, cui provvedera' il dirigente regionale competente ai
sensi della propria deliberazione 447/03, vengano effettuati dietro
presentazione, da parte degli enti beneficiari medesimi, entro 6 mesi
dalla pubblicazione della presente deliberazione nel Bollettino
Ufficiale della Regione, della copia conforme all'originale della
seguente documentazione, relativa all'intera struttura da finanziare:
- progetto definitivo corredato del quadro economico e relativo atto
di approvazione per tutti gli interventi che si configurano come
lavori pubblici;
- atto di approvazione delle specifiche tecniche e del quadro
economico per tutti gli interventi che si configurano come
acquisizione di beni e servizi;
9) di stabilire:
- che la liquidazione della spesa, cui provvedera' il Dirigente
regionale competente ai sensi della propria deliberazione 447/03,
venga disposta in due rate;
- che la liquidazione della prima rata, corrispondente al 40% della
somma impegnata a favore di ciascun ente beneficiario, verra' disposta
dietro presentazione da parte di quest'ultimo, entro un anno dalla
data di assunzione dell'impegno di spesa, notificata ai sensi del
precedente punto 8, della seguente documentazione:
a) copia conforme all'originale del verbale di consegna dei lavori per
tutti gli interventi che si configurano come lavori pubblici;
b) copia conforme all'originale dell'atto di aggiudicazione della
fornitura per tutti gli interventi che si configurano come
acquisizione di beni e servizi;
c) dichiarazione dell'ente beneficiario attestante il proprio impegno
a restituire la quota di finanziamento gia' ottenuta ed eventualmente
non spesa;
- che la liquidazione della seconda rata, nel limite massimo dell'
impegno assunto e della spesa sostenuta, venga disposta, entro due
anni dalla data di liquidazione della prima rata, dietro presentazione
da parte dell'ente beneficiario della rendicontazione delle spese
ammissibili sostenute approvata dai competenti organi sulla base delle
disposizioni vigenti e dell' ordinamento interno per ogni singolo ente
beneficiario;
10) di stabilire, a chiarimento di quanto indicato nelle citate DGR
1387/03 e 1661/04, che i documenti da presentarsi da parte dei
beneficiari per ottenere la liquidazione delle seconde rate dei
finanziamenti previsti dalle DGR sopra citate siano gli stessi sopra
descritti, ovvero la rendicontazione delle spese ammissibili sostenute
approvata dai competenti organi sulla base delle disposizioni vigenti
e dell' ordinamento interno per ogni singolo ente beneficiario;
11) di stabilire che in caso di inosservanza, da parte dell'ente
beneficiario del finanziamento, di ciascuno dei termini indicati ai
precedenti punti 8. e 9. si procedera' alla revoca, anche parziale,
dello stesso ed alla riprogrammazione nel rispetto della normativa
contabile vigente, per la corrispondente somma, anche di altri
interventi di potenziamento del sistema di Protezione civile;
12) di pubblicare per estratto la presente deliberazione nel
Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.
(segue allegato fotografato)

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it