PROVINCIA DI MODENA

COMUNICATO

Titolo II - Decisione relativa alla procedura di verifica (screening) concernente il progetto per la realizzazione del V stralcio in sopraelevazione della discarica RSU5

L'Autorita' competente, Provincia di Modena - Servizio Risorse del              
territorio e Impatto ambientale - Via J. Barozzi n. 340 - Modena,               
comunica la decisione relativa alla procedura di verifica (screening)           
concernente il progetto per la realizzazione del V stralcio in                  
sopraelevazione della discarica RSU5.                                           
Il progetto e' presentato dalla Societa' Meta SpA ed e' localizzato             
all'interno dell'area impiantistica di Via Caruso, in comune di                 
Modena (MO).                                                                    
Ai sensi del Titolo II della Legge regionale 18 maggio 1999, n. 9,              
come modificata dalla Legge regionale 16 novembre 2000, n. 35, la               
Giunta provinciale, con delibera n. 266 del 28/6/2005, ha assunto la            
seguente decisione:                                                             
la Giunta delibera:                                                             
1) di escludere, ai sensi dell'art. 10, comma 1 della L.R. 9/99, e              
successive modifiche e integrazioni, dalla ulteriore procedura di VIA           
di cui al Titolo III della suddetta legge, il "Progetto per la                  
realizzazione del V stralcio in sopraelevazione della discarica RSU5"           
all'interno dell'area impiantistica di Via Caruso, in comune di                 
Modena, presentato dalla Societa' META SpA, con sede legale in Via              
Razzaboni n. 80, in comune di Modena, a condizione che siano                    
rispettate le seguenti prescrizioni:                                            
a. in merito alla gestione dell'impianto, dovranno essere tenute in             
considerazione le indicazioni suggerite da ARPA nel contributo                  
istruttorio citato in premessa: - nelle fasi di realizzazione della             
RSU5 dovra' essere sempre mantenuto di dimensioni adeguate l'argine             
di separazione tra la discarica TAV (semi - anaerobica) e la                    
discarica tradizionale (anaerobica); - trattandosi di una                       
sopraelevazione che richiede, nella esecuzione delle varie fasi, la             
scarificazione della base di appoggio, ovvero riportare in superficie           
i rifiuti contenuti negli invasi sottostanti, si ritiene che questa             
debba essere condotta limitatamente ai settori in gestione della                
discarica; - i settori in coltivazione dovranno essere delimitati da            
un arginello;                                                                   
b. la realizzazione dell'intervento dovra' avvenire in conformita'              
con il Piano di Adeguamento, approvato con determinazione                       
dirigenziale n. 70 del 2/2/2005, nonche' delle prescrizioni contenute           
all'interno della stessa determinazione;                                        
c. i risultati del monitoraggio, da realizzare in conformita' con               
quanto previsto nel Piano di Adeguamento, dovranno essere trasmessi             
alla Provincia di Modena, al Comune di Modena, ad ARPA e AUSL;                  
d. la Provincia di Modena e l'ARPA - Sezione provinciale di Modena              
dovranno essere, altresi', informate delle eventuali modificazioni al           
progetto approvato, intervenute nel corso della realizzazione e della           
gestione dell'impianto;                                                         
2) di dare atto che sono fatte salve le prescrizioni derivanti da               
accordi procedimentali legati alla realizzazione della linea                    
ferroviaria ad alta capacita' e che l'attivita' di gestione                     
dell'impianto dovra' essere "subordinata alla revisione del vincolo             
imposto dalla Commissione VIA nazionale ";                                      
3) di trasmettere la presente deliberazione al Responsabile di META             
SpA, al Responsabile del Servizio Sistemi ambientali di ARPA -                  
Sezione provinciale di Modena, al Direttore del Servizio Igiene                 
pubblica Controllo rischi ambienti di vita dell'Azienda USL di                  
Modena, al Sindaco del Comune di Modena, al Direttore del Servizio              
Tecnico di Bacino Panaro e Destra Secchia, al Direttore dell'Area               
Programmazione e Pianificazione territoriale della Provincia di                 
Modena, ai Dirigenti del Servizio Pianificazione ambientale e del               
Servizio Gestione integrata sistemi ambientali dell'Area Ambiente e             
Sviluppo sostenibile della Provincia di Modena;                                 
4) di quantificare le spese istruttorie della procedura di verifica             
(screening) a carico del proponente in misura dello 0,02% del costo             
di realizzazione del progetto che saranno accertate con successivo              
atto;                                                                           
5) di informare che contro il presente provvedimento puo' essere                
presentato ricorso giurisdizionale avanti al Tribunale Amministrativo           
regionale entro 60 giorni, nonche' ricorso straordinario al Capo                
dello Stato entro 120 giorni; entrambi i termini decorrono dalla                
comunicazione del presente atto all'interessato;                                
6) di rendere il presente atto immediatamente eseguibile.                       

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it