SINFORM - BOLOGNA

COMUNICATO

Bando per l'erogazione di assegni formativi per l'alta formazione professionalizzante. Attuazione di parte della Misura C3 del Programma Operativo Regione Emilia-Romagna Fondo Sociale Europeo Ob. 3 - 2000/2006

La costituita Associazione temporanea di imprese tra SIN.FORM S.r.l.            
e SFERA, in qualita' di "Organismo intermediario" individuato dalla             
Regione Emilia-Romagna per la gestione della sovvenzione globale di             
parte delle Misure C1 e C3 del Programma Operativo Regione                      
Emilia-Romagna Fondo Sociale Europeo Ob. 3 -2000-2006 - periodo 2005,           
di seguito identificata solamente come organismo intermediario                  
bandisce fino ad esaurimento fondi risorse finanziarie per                      
l'erogazione di assegni formativi (voucher) per l'accesso individuale           
ai corsi inseriti nel Catalogo regionale per l'Alta Formazione                  
professionalizzante.                                                            
L'invito a presentare le domande di assegni formativi e' aperto a               
partire dal 14 settembre 2005 e fino al 13 gennaio 2006 con le                  
modalita' e i termini di cui all'art. 7 del presente bando.                     
Nel caso di mancato esaurimento dei fondi disponibili, l'organismo              
intermediario si riserva la possibilita' di riaprire i termini per la           
presentazione delle richieste di assegni formativi.                             
Copia integrale del bando e ulteriori informazioni sono disponibili:            
- sul sito Internet dedicato all'Alta formazione:                               
www.altaform-azione.it;                                                         
- sul sito della Regione Emilia-Romagna: www.form-azione.it;                    
- presso l'Ufficio Gestione Assegni formativi c/o SIN.FORM - Palazzo            
della formazione - VI piano, Via Bigari n. 3 - 40128 Bologna, tel.              
051.371946                                                                      
Premessa                                                                        
Il presente bando fa riferimento:                                               
- al Regolamento (CE) n. 1260/1999 del Consiglio del 21 giugno 1999             
recante disposizioni generali sui Fondi strutturali;                            
- al Regolamento (CE) n. 1784/1999 del Parlamento Europeo e del                 
Consiglio del 12 luglio 1999 relativo al Fondo Sociale Europeo;                 
- al Regolamento (CE) n. 1685/2000 della Commissione del 28 luglio              
2000 recante disposizioni di applicazione del regolamento (CE) n.               
1260/1999 del Consiglio per quanto riguarda l'ammissibilita' delle              
spese concernenti le operazioni cofinanziate dai Fondi strutturali;             
- al Regolamento (CE) n. 1159/2000 del 31 maggio 2000 recante                   
disposizioni in materia di informazione e pubblicita' degli                     
interventi dei Fondi strutturali;                                               
- al Regolamento (CE) n. 68/2001 della Commissione Europea del 12               
gennaio 2001 relativo all'applicazione degli articoli 87 ed 88 del              
trattato CE agli aiuti destinati alla formazione, pubblicato nella              
GUCE serie L n. 10 del 13/1/2001 e successive modificazioni di cui ai           
Regolamenti (CE) nn. 363/2004 e 364/2004;                                       
- al Regolamento (CE) n. 448/2004 della Commissione del 10 marzo 2004           
recante disposizioni di applicazione del Regolamento (CE) n.                    
1260/1999 del Consiglio per quanto riguarda l'ammissibilita' delle              
spese concernenti le operazioni cofinanziate dai Fondi strutturali;             
- al Quadro comunitario di Sostegno Ob. 3 Regioni centro-nord per il            
periodo 2000/2006 approvato dalla Commissione Europea con decisione             
C/1120 del 18/07/2000 ed adottato con DGR n. 46-995 del 21 settembre            
2000;                                                                           
- alla deliberazione del CIPE del 5/11/99 n. 174 con la quale si                
approva il quadro finanziario programmatico 2000/2006 per quanto                
riguarda il contributo nazionale;                                               
- al Programma Operativo della Regione Emilia-Romagna relativo al               
Fondo Sociale Europeo - Obiettivo 3 2000-2006 approvato dalla                   
Commissione Europea con decisione 2066 del 21 settembre 2000,                   
modificata con decisione 1963 del 25/05/04;                                     
- al Complemento di programmazione della Regione Emilia-Romagna                 
relativo al Fondo Sociale Europeo - Obiettivo 3 2000-2006, approvato            
con delibera della Giunta regionale 1087/2004;                                  
- alla Delibera della Giunta regionale dell'Emilia-Romagna n. 2338              
del 22/11/2004 avente ad oggetto "Invito a presentare candidature per           
la selezione dell'organismo intermediario e del progetto per                    
l'annualita' 2005, per la gestione della Sovvenzione Globale avente             
ad oggetto l'organizzazione ed implementazione dei cataloghi                    
regionali dell'alta Formazione continua e permanente integrata con              
l'Universita'', dell'Alta formazione professionalizzante, della                 
formazione continua e permanente, ed erogazione di assegni formativi            
alle persone. Attuazione di parte delle Misure C1 e C3 del POR                  
Emilia-Romagna FSE Ob. 3 2000-2006";                                            
- alla Deliberazione della Giunta regionale dell'Emilia-Romagna n.              
456 del 16/2/2005, avente ad oggetto l'approvazione del progetto                
integrato contrassegnato dal n. di rif. P.A. n.i 146/2004, composto             
dai seguenti n. 3 progetti semplici:                                            
rif. P.A. n. 1435/2004 a titolarita' SIN.FORM Srl (Misura C1)                   
"Organizzazione ed implementazione dei cataloghi regionali, servizi             
di assistenza tecnica e misure di accompagnamento";                             
rif. P.A n. 1436/2004, a titolarita' SIN.FORM, Srl (Misura C3)                  
"Erogazione di assegni formativi per l'accesso all'alta formazione              
professionalizzante e all'alta formazione continua e permanente                 
integrata con l'Universita'";                                                   
rif. P.A n. 1437/2004 a titolarita' SFERA Soc. Cons. a rl (Misura C1)           
"Servizi per lo sviluppo della formazione a domanda individuale:                
supporto all'implementazione dei cataloghi regionali e relative                 
azioni di sostegno";                                                            
- alla L.R. 30/6/2003, n. 12 "Norme per l'uguaglianza delle                     
opportunita' di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l'arco                
della vita, attraverso il rafforzamento dell'istruzione e della                 
formazione professionale, anche in integrazione tra loro", in                   
particolare l'art. 14 "Assegni formativi";                                      
- alla Legge n. 30 del 14 febbraio 2003 "Delega al Governo in materia           
di occupazione e mercato del lavoro";                                           
- alle "Linee di programmazione e indirizzi per il sistema formativo            
e per il lavoro - Biennio 2005-2006". Approvati con deliberazione del           
Consiglio regionale 612/04;                                                     
- al Documento di Politica economico finanziaria 2004/2006 della                
Regione Emilia-Romagna;                                                         
- al Patto per la qualita' dello sviluppo, la competitivita, la                 
sostenibilita' ambientale e la coesione sociale in Emilia-Romagna               
siglato il 18/2/2004;                                                           
- al "Programma triennale per le attivita' produttive 2003-2005, in             
attuazione degli artt. 54 e 55 della legge regionale 21 aprile 1999,            
n. 3. Riforma del sistema regionale e locale", adottato dal Consiglio           
regionale con atto. n. 426 del 5/11/2003;                                       
- al "Programma regionale per la ricerca industriale, l'innovazione e           
il trasferimento tecnologico per gli anni 2003-2005 in attuazione               
dell'art. 3 della Legge regionale 14 maggio 2002, n. 7", adottata dal           
Consiglio regionale con atto n. 525 del 5/11/2003;                              
- agli "Indirizzi per il sistema formativo integrato dell'istruzione,           
della formazione professionale, orientamento e delle politiche del              
lavoro - Biennio 2003-2004" delibera del Consiglio regionale n. 440             
del 19 dicembre 2002;                                                           
- all'"Approvazione Disposizioni attuative del capo II Sezione III              
finanziamento delle attivita' e sistema informativo della L.R. 12/03"           
approvate con deliberazione 1263/04;                                            
- alle "Direttive regionali in ordine alle tipologie di azione ed               
alle regole per l'accreditamento degli organismi di formazione                  
professionale" approvate con deliberazione della Giunta regionale n.            
177 del 10/2/2003 e successive integrazioni.                                    
Art. 1                                                                          
Finalita'                                                                       
La Sovvenzione globale Misura C3 "Formazione Superiore" - Periodo               
2005-2006 - ha quali finalita' prioritarie:                                     
- proseguire e valorizzare le azioni programmatorie e le modalita' di           
gestione attivate fino ad oggi, focalizzandosi, da un lato, su una              
tipologia formativa gia' praticata - l'alta formazione                          
professionalizzante - che esprime, pienamente, le nuove tendenze in             
atto nell'ambito del sistema formativo integrato di cui alla Legge              
12/03;                                                                          
- innalzare il livello di istruzione della popolazione giovane ed               
adulta e connettere piu' coerentemente domanda ed offerta di                    
formazione e di lavoro;                                                         
- consentire ai beneficiari finali la possibilita' di scegliere il              
percorso formativo piu' consono alla propria preparazione, di                   
aggiornare le proprie competenze, ed accedere alle offerte attraverso           
incentivi alla persona.                                                         
Art. 2                                                                          
Oggetto                                                                         
Il presente bando ha per oggetto l'erogazione di assegni formativi              
per l'accesso individuale alle attivita' di alta formazione                     
professionalizzante.                                                            
Con il termine assegno formativo si fa riferimento ad un'agevolazione           
finanziaria erogata per l'iscrizione e la frequenza ai corsi di alta            
formazione professionalizzante specificamente indicati e disciplinati           
nell'apposito catalogo regionale on- line, disponibile sul sito                 
internet all'indirizzo www.altaform-azione.it.                                  
Art. 3                                                                          
Dotazione finanziaria                                                           
La dotazione finanziaria complessiva del presente bando e' di Euro              
980.000,00, di cui Euro 784.000,00 destinati alla III edizione del              
Catalogo e Euro 196.000,00, oltre ad eventuali risorse residue dalla            
precedente sessione di assegnazione, riservati alla IV edizione del             
Catalogo (art. 7.1 del presente bando).                                         
Le risorse, di derivazione comunitaria, nazionale e regionale, sono             
parte della misura C3 del Programma Operativo regionale FSE Ob. 3               
2000-2006.                                                                      
Art. 4                                                                          
Destinatari dei contributi                                                      
Possono presentare domanda per l'assegnazione di un assegno formativo           
gli individui di entrambi i sessi indicati dalla Misura C3 del Por              
ob.3 2000-2006 che, alla data di presentazione della domanda, abbiano           
prioritariamente residenza ovvero domicilio in Emilia-Romagna e si              
trovino in una delle seguenti condizioni:                                       
- possesso del titolo di laurea (diploma di laurea del vecchio                  
ordinamento universitario, laurea triennale o specialistica)                    
occupati, disoccupati, inoccupati;                                              
- possesso del titolo di diploma, occupati o disoccupati, ma con                
esperienza lavorativa di almeno cinque anni e l'intenzione a                    
conseguire una specializzazione coerente con il proprio percorso                
professionale;                                                                  
- possesso di altre certificazioni o titoli richiesti per accedere a            
specifici corsi di alta formazione professionalizzanti contenuti nel            
catalogo on-line.                                                               
Art. 5                                                                          
Ammontare dell'assegno formativo                                                
L' assegno formativo e' assegnato alla singola persona e copre:                 
- fino all'80% del costo complessivo del corso, per un importo                  
massimo di Euro 4.000,00, qualora il beneficiario alla data di                  
presentazione della domanda sia disoccupato o inoccupato:                       
- fino al 70% del costo complessivo del corso, per un importo massimo           
di Euro 4.000,00, qualora il beneficiario sia, alla medesima data,              
occupato.                                                                       
Art. 6                                                                          
Individuazione dei percorsi formativi e durata                                  
I percorsi formativi per i quali si puo' richiedere l'assegnazione              
dell'assegno sono tassativamente quelli previsti all'interno delle              
edizioni del Catalogo regionale per l'alta formazione                           
professionalizzante, disponibile sul sito Internet all'indirizzo:               
www.altaform-azione.it.                                                         
Art. 7                                                                          
Termini e modalita' di presentazione                                            
della domanda di assegno                                                        
7.1 Termini                                                                     
Coloro che sono in possesso dei requisiti di cui al precedente                  
articolo 4 potranno richiedere un assegno formativo per i corsi di              
alta formazione professionalizzante, presentando domanda a partire              
dal 14 settembre 2005.                                                          
Sono previste due sessioni di assegnazione, in concomitanza con il              
III e IV aggiornamento del Catalogo regionale, rispettivamente in               
data 14 settembre e 5 dicembre 2005:                                            
- per la prima, le domande devono pervenire perentoriamente entro le            
ore 13 del 13 ottobre 2005 per i corsi che avviano l'attivita' entro            
dicembre 2005;                                                                  
- per la seconda, le domande devono pervenire perentoriamente entro             
le ore 13 del 13 gennaio 2006 per i corsi che avviano l'attivita' tra           
la fine di gennaio e aprile 2006.                                               
Sara' possibile presentare una sola domanda; nel caso in cui la                 
medesima non sia stata ammessa a contributo, l'interessato potra'               
ripresentarla nella sessione successiva.                                        
Gli assegni vengono attribuiti fino ad esaurimento della                        
disponibilita' finanziaria del presente bando.                                  
La graduatoria degli aspiranti all'assegnazione degli assegni                   
formativi verra' pubblicata sul sito: www.altaform-azione.it, entro 7           
giorni lavorativi successivi alla scadenza di presentazione delle               
domande.                                                                        
7.2 Modalita'                                                                   
La domanda per la richiesta di assegno formativo dovra' essere                  
redatta sull'apposito formulario on-line, reso disponibile per la               
compilazione sul sito: www.altaform-azione.it.                                  
La compilazione avverra' esclusivamente per via telematica, tramite             
procedura informatizzata. Coloro che non disponessero delle dotazioni           
informatiche necessarie al fine della presentazione della candidatura           
potranno usufruire del servizio di assistenza tecnica messo a                   
disposizione dall'organismo intermediario, previo appuntamento                  
telefonando allo 051/371946 dalle ore 9,30 alle 13 e dalle 14,30 alle           
17, dal lunedi' al giovedi'.                                                    
Ai fini del perfezionamento della domanda, il formulario compilato              
dovra' obbligatoriamente essere stampato, firmato in originale e                
pervenire a cura del richiedente, all'Ufficio Gestione Assegni                  
formativi, presso la sede dell'organismo intermediario, c/o SIN.FORM            
- Palazzo della formazione - VI piano, Via Bigari n. 3 - 40128                  
Bologna, entro il termine di scadenza previsto per le diverse                   
sessioni, di cui al precedente punto 7.1.                                       
La domanda dovra' avere come allegati:                                          
- fotocopia del documento di identita' valido (fronte e retro del               
documento, leggibile e fotovisibile);                                           
- curriculum vitae;                                                             
- "Dichiarazione sostitutiva di atto notorio" (Allegato 1).                     
Si ricorda che non fara' fede il timbro postale di invio.                       
Il candidato sara' ritenuto responsabile della correttezza e della              
veridicita' delle informazioni fornite ai sensi del codice penale e             
della legislazione in materia di autocertificazione.                            
L'organismo intermediario si riserva altresi' la facolta' di                    
richiedere ulteriore documentazione a sostegno della veridicita'                
delle informazioni fornite al momento della presentazione della                 
domanda di assegno.                                                             
Art. 8                                                                          
Ammissibilita' e procedure di assegnazione                                      
degli assegni formativi                                                         
Le domande pervenute saranno ritenute valide se:                                
- presentate da soggetti in possesso dei requisiti indicati all'art.            
4 del presente bando;                                                           
- compilate sull'apposito formulario on-line ed inviate per via                 
telematica e cartacea all'organismo intermediario secondo quanto                
indicato al precedente art. 7;                                                  
- pervenute entro i termini previsti;                                           
- relative ai soli corsi inseriti nel Catalogo regionale per l'alta             
formazione professionalizzante.                                                 
Gli assegni verranno assegnati in ordine di graduatoria e sino ad               
esaurimento dei fondi. Qualora il corso per cui l'aspirante ha                  
presentato richiesta non venga attivato, l'assegno potra' essere                
richiesto per un corso alternativo, purche' questo presenti ancora              
posti a disposizione.                                                           
Le domande ritenute valide saranno esaminate da un'apposita                     
Commissione tecnica interna che procedera', sulla scorta dei criteri            
per ciascuna tipologia di seguito indicata, alla definizione delle              
relative graduatorie.                                                           
L'organismo intermediario si riserva la facolta' di depennare dalla             
graduatoria coloro che, a seguito di verifica, risultino non in                 
possesso dei requisiti dichiarati.                                              
Le domande, suddivise per le seguenti tipologie, saranno valutate               
secondo i criteri e i punteggi di seguito elencati:                             
A. Per i disoccupati e inoccupati con titolo di laurea, le domande              
saranno valutate utilizzando i seguenti criteri: I) la laurea con               
relativa votazione. I punteggi assegnati al voto di laurea sono i               
seguenti:                                                                       
  Voto di laurea max.  Punteggio  Voto di laurea max.                           
  110 e lode    100 e lode                                                      
  108-110 e lode  40  98-100 e lode                                             
  105-107  30  95-97                                                            
  100-104  20  90-94                                                            
  96-99  10  86-89                                                              
  fino a 95  0  fino a 85                                                       
II) la durata degli studi universitari. Il punteggio assegnato e'               
teso a dare preferenza, nella graduatoria, ai laureati che hanno                
conseguito il titolo in regola con il corso di studi; i punteggi                
assegnati ai laureati in funzione dell'anno di corso entro il quale             
hanno conseguito il titolo, sono i seguenti:                                    
Anni di corso  Punteggio                                                        
In Corso  40                                                                    
I Fuori Corso  30                                                               
II Fuori Corso  20                                                              
III Fuori Corso  10                                                             
>III Fuori Corso  0                                                             
III) Scaglioni di reddito: in via residuale, qualora all'esito dei              
punteggi prima attribuiti si verifichino situazioni di parita', le              
domande saranno valutate in relazione al reddito complessivo                    
percepito dal contribuente/persona fisica nel corso dell'anno 2004. I           
punteggi assegnati saranno determinati sulla base degli scaglioni di            
reddito a partire dall'indicatore piu' basso fino ad arrivare al piu'           
alto:                                                                           
Scaglioni di reddito  Punteggio                                                 
fino a Euro 5.000,00  40                                                        
fino a Euro 15.000,00  30                                                       
fino a Euro 25.000,00  20                                                       
fino a Euro 35.000,00  10                                                       
oltre Euro 35.000,00  0                                                         
Allegare: dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta' (Allegato             
1).                                                                             
B. Per i laureati occupati e per i diplomati occupati o disoccupati             
ma con esperienza lavorativa di almeno cinque anni e l'intenzione a             
conseguire una specializzazione coerente con il proprio percorso                
professionale, le domande saranno valutate in relazione al reddito              
complessivo percepito dal contribuente/persona fisica nel corso                 
dell'anno 2004.                                                                 
I punteggi assegnati saranno determinati sulla base degli scaglioni             
di reddito a partire dall'indicatore piu' basso fino ad arrivare al             
piu' alto.                                                                      
Allegare: dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta' (Allegato             
1).                                                                             
C. Per coloro che sono in possesso di altre certificazioni o titoli             
richiesti per accedere a specifici corsi di alta formazione                     
professionalizzanti contenuti nel catalogo on-line, le domande                  
saranno valutate in relazione al reddito complessivo percepito dal              
contribuente/persona fisica nel corso dell'anno 2004.                           
I punteggi assegnati saranno determinati sulla base degli scaglioni             
di reddito a partire dall'indicatore piu' basso fino ad arrivare al             
piu' alto.                                                                      
Allegare: dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta' (Allegato             
1).                                                                             
Fatte salve le procedure di cui al presente art. 8, nel caso in cui             
due o piu' candidati riportino parita' di punteggio, l'ordine di                
assegnazione dell'assegno formativo avverra' in base all'ordine                 
telematico di arrivo delle domande.                                             
Indicativamente alla graduatoria A. si riservera' il 70% dei fondi;             
alla graduatoria B. il 20% dei fondi; alla graduatoria C. il 10% dei            
fondi. Nel caso in cui non sia possibile assegnare i voucher secondo            
le percentuali previste ci si riserva di attuare gli scostamenti                
economici tra una graduatoria e l'altra.                                        
In ottemperanza a quanto stabilito nella delibera di Giunta regionale           
n. 923 del 26 maggio 2003 saranno considerate prioritarie le domande            
afferenti a soggetti proponenti residenti nella regione                         
Emilia-Romagna e secondariamente quelle dei soggetti domiciliati al             
momento della compilazione della domanda.                                       
L'elenco degli ammessi al contributo, con l'indicazione dell'importo            
dell'assegno attribuito, verra' reso noto mediante pubblicazione sul            
sito Internet: www.altaform-azione.it secondo le scadenze previste              
nel calendario, a meno che il numero e la complessita' delle domande            
pervenute non giustifichino tempi piu' lunghi.                                  
Si potra' beneficiare di un solo assegno formativo nell'ambito del              
presente progetto.                                                              
Art. 9                                                                          
Modalita' di erogazione degli assegni formativi                                 
Dopo aver accolto positivamente la richiesta di contributo da parte             
del beneficiario, l'organismo intermediario predispone l'atto di                
assegnazione dello stesso, il quale verra' sottoscritto dal                     
beneficiario per accettazione del contributo e delle relative                   
modalita' di gestione.                                                          
L'assegno sara' erogato in due tranches:                                        
- la prima, pari al 50% del contributo assegnato, verra' erogata a              
seguito della presentazione da parte del beneficiario della                     
"Dichiarazione inizio attivita' corso", nella quale l'organismo di              
formazione comunica l'avvenuta ammissione del beneficiario al corso             
prescelto. Il beneficiario, dopo aver provveduto al pagamento della             
quota all'organismo gestore dell'attivita' formativa, deve                      
trasmettere copia della quietanza (o ricevuta o fattura) di pagamento           
all'organismo intermediario;                                                    
- la seconda - a saldo - verra' erogata al raggiungimento del 70% di            
presenza all'attivita' formativa, con la trasmissione da parte del              
beneficiario della "Dichiarazione di frequenza al corso", nella quale           
l'organismo di formazione comunica l'effettiva frequenza del                    
beneficiario al corso. Il beneficiario, dopo aver provveduto al                 
pagamento della seconda quota all'organismo gestore dell'attivita'              
formativa, deve trasmettere copia della quietanza di pagamento                  
all'organismo intermediario.                                                    
Il diritto ad entrambe le rate dell'assegno e' subordinato alla                 
frequenza di almeno il 70% delle ore del corso. In caso di                      
dichiarazioni mendaci o non corrette contenute nella domanda di                 
assegno o nell'atto di assegnazione, in caso di mancata o                       
insufficiente frequenza al corso, il beneficiario sara' tenuto a                
restituire integralmente l'assegno percepito. A garanzia di tale                
obbligazione restitutoria, l'organismo intermediario stipulera'                 
apposita polizza fidejussoria, con previsione di clausola di rivalsa            
della compagnia assicurativa nei confronti del beneficiario                     
inadempiente.                                                                   
Art. 10                                                                         
Informativa di legge                                                            
Ai sensi di quanto previsto dall'art. 13 del DLgs 196/03 l'organismo            
intermediario informa che i dati personali dei candidati verranno               
utilizzati solo ed esclusivamente nell'ambito di quei trattamenti,              
automatizzati o cartacei, strettamente necessari all'espletamento               
delle attivita' connesse alla procedura di assegnazione degli assegni           
formativi oggetto del presente bando.                                           
Il trattamento di detti dati sara' improntato ai principi di                    
correttezza, liceita' e trasparenza e nel rispetto delle norme di               
sicurezza. Detti dati potranno essere comunicati o diffusi ad altri             
soggetti sempre e comunque con riferimento ad attivita' svolte                  
nell'ambito del presente progetto.                                              
Il candidato potra' rivolgersi all'organismo intermediario per far              
valere i suoi diritti cosi' come previsto dall'art. 7 del succitato             
decreto legislativo.                                                            
L'organismo intermediario informa che il conferimento da parte del              
candidato dei dati richiesti per accedere ai finanziamenti oggetto              
del presente bando, conferimento corretto e veritiero, e'                       
obbligatorio ai fini del corretto espletamento, da parte                        
dell'organismo intermediario, della procedura di valutazione della              
candidatura. Il loro eventuale mancato o scorretto conferimento                 
potrebbe comportare la mancata inclusione della candidatura stessa.             
IL DRETTORE GENERALE                                                            
Franco lannelli                                                                 
(segue allegato fotografato)                                                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it