COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME (Bologna)

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 26 luglio 2005, n. 107

Controdeduzioni alle osservazioni presentate ed approvaziona Piano particolareggiato di iniziativa pubblica della zona produttiva denominata "Valle di Malta" nel capoluogo adottato con delibera di Consiglio comunale n. 73 in data 26/4/2004

IL CONSIGLIO COMUNALE
(omissis)	delibera:
A) controdedurre alle osservazioni formulate dai privati pervenute sia
nei termini che fuori termine come risulta dalla Relazione tecnica in
data 8/7/2005 allegata al presente atto sotto la lettera "A"
introducendo le conseguenti modifiche agli atti costituitivi il Piano
particolareggiato di iniziativa pubblica zona produttiva denominata
"Valle di Malta";
B) approvare la proposta di perequazione urbanistico economica
presentata dai soggetti attuatori del Piano in data 18/7/2005,
protocollo n. 17535 integrando conseguentemente lo schema di
convenzione urbanistica allegata alla presente sotto la lettera "B"
dando atto che le proprieta' Bonetti Laura, Cane' A. Maria e Roberta e
Grillini Angiolino, comproprietari di circa mq. 48 di St, non
interverranno dell'atto di convenzione in quanto tale terreno, tra
l'altro di esigua entita', e' stato occupato d'urgenza dal Comune di
Castel S. Pietro Terme in data 8/3/1991 in seguito a procedura
espropriativa in cui il trasferimento al Comune e' attualmente in
corso di definizione, dando mandato alla Giunta comunale per la
definizione degli atti transattivi conseguenti;
C) demandare ad atto dirigenziale l'esatta individuazione delle aree
per urbanizzazioni primarie da cedere a titolo gratuito al Comune ad
avvenuto frazionamento catastale delle stesse;
D) approvare il Piano particolareggiato di iniziativa pubblica della
zona produttiva "Valle di Malta" del Capoluogo costituito dai seguenti
elaborati conservati in atti modificati in seguito al recepimento
delle osservazioni e della proposta di perequazione urbanistico
edilizia di cui al punto C):
- Tav. 1.1 (3) - Relazione, Norme tecniche, Atti catastali e
Convenzione urbanistica
- Tav. 1.2 (3) - Relazione geologica
- Tav. 1.3 (3) - Valutazione del clima acustico
- Tav. 2.1 (2) - Stralcio di PRG, Vg. 99 - Estratto catastale estratto
CTR
- Tav. 2.2 (2) - Planimetria con curve di livello - Planimetria con
quote altimetriche - profili altimetrici - Stato attuale
- Tav. 3.1 (2) - Progetto
- Tav. 3.2 (2) - Progetto: Planimetria con quote altimetriche e
profili altimetrici
- Tav. 4.1 (5) - Schemi urbanizzazioni acqua e gas - Stato attuale
- Tav. 4.2 (5) - Schemi urbanizzazioni fognature - Stato attuale
- Tav. 4.3 (5) - Schemi urbanizzazioni rete telefonica, Enel,
illuminazione pubblica - Progetto
- Tav. 4.4 (5) - Schemi urbanizzazioni rete acqua e gas - Progetto
- Tav. 4.5 (5) - Schemi urbanizzazioni fognature - Progetto
- Tav. 5 - Documentazione fotografica
E) Dare atto che in presenza della variante specifica al PRG/VG, ex
art. 15 L.R. 47/78 e successive modificazioni adottata dal C.C. con
atto n. 54 del 7/4/2005, attualmente in regime di salvaguardia, viene
sospesa ogni determinazione nell'ambito adiacente alla S.S. Emilia
oggetto di variante specifica al PRG per la modifica della viabilita',
per la quale, successivamente alla definitiva approvazione della
variante stessa, si procedera' alla adozione di una variante al Piano
particolareggiato "Valle di Malta" relativa alla soluzione definitiva
della viabilita'.
F) Autorizzare il Dirigente del Settore Gestione del Territorio ad
intervenire nella stipulazione della convenzione come sopra approvata,
inserendo nell'atto tutte quelle clausole che si rendessero
opportune.
G) Dare atto che nessun onere e' previsto a carico di questa
Amministrazione per la stipulazione della convenzione.
H) Incaricare l'Ufficio Tecnico a pubblicare la presente deliberazione
nei modi indicati dall'art. 21 della L.R. 47/78 e successive
modificazioni nonche' trasmettere alla Giunta regionale ed alla
Provincia, entro giorni 60 dalla data di esecutivita' del presente
atto, la delibera stessa e gli elaborati di Piano ai sensi dell'art. 3
- comma 4 della Legge 46/88 e successive modificazioni ed
integrazioni.
I) Ai sensi della Legge 109/94 e successive modificazioni ed
integrazioni, demandare alla Giunta comunale l'adozione del
provvedimento in definizione dell'onorario spettante ai progettisti
del presente Piano particolareggiato che si approva.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it