REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 dicembre 2004, n. 2726

Approvazione Piano d'intervento 2004 e concessione contributi regionali ex L.R. 37/94 e successive modifiche "Norme in materia di promozione culturale" art. 4 bis, comma 1 "Interventi strutturali" in attuazione della delibera del Consiglio regionale 552/04

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Richiamati:                                                                     
- la L.R. n. 37 del 22 agosto 1994 concernente "Norme in materia di             
promozione culturale" cosi' come modificata e integrata dalla L.R. n.           
13 del 12 maggio 1997 e in particolare l'art.4 bis, comma 1                     
"Interventi strutturali e finanziari" e l'art. 4 "Destinatari dei               
contributi regionali" modificato dalla L.R. n. 34 del 9 dicembre                
2002;                                                                           
- la deliberazione del Consiglio n. 552 del 6 aprile 2004 "Programma            
degli interventi per la promozione di attivita' culturali ai sensi              
della L.R. 22 agosto 1994, n. 37 e successive modificazioni (proposta           
della Giunta regionale in data 2 febbraio 2004, n. 158)" con la quale           
sono stati definiti gli obiettivi, le azioni prioritarie, le                    
modalita' di attuazione e le procedure per il triennio 2004-2006 per            
la presentazione delle domande da parte dei soggetti interessati ai             
fini dell'ottenimento dei contributi regionali;                                 
- in particolare, all'interno del Programma triennale di cui sopra:             
il punto 2.3.5, lettera a) del paragrafo 2 "Obiettivi e azioni                  
prioritarie";                                                                   
i punti 3.2.1 e 3.3, lettera E) del paragrafo 3 "Risorse finanziarie,           
soggetti beneficiari e criteri di spesa";                                       
il punto 4.1.1 del paragrafo 4 "Procedure";                                     
il punto 1 del paragrafo 5 "Criteri di valutazione";                            
rilevato che, al fine dell'ottenimento dei contributi, hanno                    
presentato domanda entro il 31 maggio 2004 n. 58 soggetti di cui n.             
26 soggetti pubblici e n. 32 soggetti privati, per un totale di 58              
interventi e che tale documentazione e' conservata agli atti del                
Servizio regionale competente;                                                  
dato atto che dall'istruttoria complessivamente effettuata dal                  
Servizio regionale competente, sulla base delle procedure e dei                 
criteri stabiliti nella deliberazione consiliare 552/04 sopracitata e           
tenuto conto delle spese ritenute non pertinenti e quindi non ammesse           
a contributo - cosi' come specificato di seguito - emerge quanto                
segue:                                                                          
- n. 41 soggetti indicati nell'allegata Tabella A, parte integrante e           
sostanziale della presente deliberazione, sono risultati                        
ammissibili;                                                                    
- n. 17 soggetti risultano esclusi per i motivi specificamente                  
indicati a fianco di ciascuno nell'allegata Tabella B, anch'essa                
parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;                    
dato atto che nell'istruttoria dei progetti e nell'esame dei relativi           
costi sono state ritenute spese non pertinenti e quindi non ammesse a           
contributo le spese per: interventi d'impiantistica (es. impianti di            
riscaldamento); spese tecniche; arredi; strumenti musicali; video               
storico-illustrativo; cd-rom library; materiale di consumo;                     
antitaccheggio e attrezzature per cucina;                                       
considerato che l'istruttoria e' stata effettuata anche sulla base di           
un parere opportunamente richiesto alle Province per evitare                    
sovrapposizioni di finanziamenti nell'ambito del piano 2004 ex Legge            
18/00 "Norme in materia di biblioteche, archivi storici, musei e beni           
culturali" e poter disporre di un quadro conoscitivo comparato piu'             
esauriente;                                                                     
richiamati:                                                                     
- la L.R. 22/12/2003, n. 29 inerente il Bilancio di previsione della            
Regione Emilia-Romagna per l'anno finanziario 2004 e il Bilancio                
Pluriennale 2004/2006 e in particolare il Cap.70545 "Contributi per             
la realizzazione, l'adeguamento e l'innovazione tecnologica di sedi e           
spazi destinati ad attivita' culturali nonche' per l'acquisto di                
attrezzature destinate alle medesime attivita' (art. 4 bis, comma 1 e           
art. 9, comma 6, L.R. 22 agosto 1994, n. 37)" afferente l'UPB                   
1.6.5.3. 27500;                                                                 
- il punto 3.3 "Criteri di spesa" contenuto nel sopracitato Programma           
triennale ed in particolare la lettera E laddove si stabilisce come             
tetto massimo di finanziamento il 50% della spesa ammissibile per i             
progetti di cui all'art. 4 bis, comma 1;                                        
ritenuto opportuno assegnare un contributo ai soggetti interessati,             
determinandolo percentualmente in relazione al costo degli interventi           
ammessi a contributo e nel limite massimo delle risorse disponibili;            
dato atto che dai calcoli effettuati la percentuale applicata risulta           
essere del 40%;                                                                 
vista la sopracitata Tabella A, parte integrante e sostanziale della            
presente deliberazione, nella quale sono indicati il destinatario,              
l'oggetto dell'intervento ammesso, il costo ritenuto ammissibile e              
l'entita' del contributo assegnato per un importo complessivo pari ad           
Euro 498.679,12;                                                                
ritenuto di stabilire, ai fini della liquidazione dei contributi di             
che trattasi, come termine perentorio per la presentazione dei                  
documenti di rendiconto che attestino l'avvenuta fornitura e il                 
relativo pagamento, la data del 20 ottobre 2005;                                
visto:                                                                          
- il DPR 252/98, art. 1;                                                        
- l'art. 3, commi dal 14 al 21, della Legge 24 dicembre 2003, n. 350,           
con il quale sono state introdotte limitazioni alla possibilita' per            
le Regioni di fare ricorso all'indebitamento qualora lo stesso venga            
utilizzato per la concessione di contributi a beneficio di privati;             
- l'art. 3, comma 1 del DL 12 luglio 2004, n. 168, convertito dalla             
Legge 30 luglio 2004, n. 191, con il quale e' stata introdotta una              
apposita norma derogatoria per consentire alle Regioni -                        
limitatamente all'esercizio in corso - la possibilita' di utilizzare            
tale forma di finanziamento per la concessione di contributi agli               
investimenti in favore di privati a condizione che i relativi impegni           
di spesa siano sorretti da obbligazioni giuridicamente valide                   
perfezionate entro il 31 dicembre 2004;                                         
verificato sulla base delle comunicazioni, trasmesse dagli Enti                 
pubblici ricompresi nella Tabella A del presente atto, che gli                  
interventi che si intendono finanziare col presente atto, rientrano             
nell'ambito delle spese di investimento ammissibili ai sensi                    
dell'art. 3, comma 18, lett. g) della Legge 350/03 trattandosi di               
contributi destinati ad incrementare il patrimonio pubblico degli               
Enti stessi;                                                                    
ritenuto che ricorrano gli elementi di cui all'art. 47, comma 2 della           
L.R. 40/01 e che, pertanto, l'impegno di spesa possa essere assunto             
con il presente atto;                                                           
richiamate:                                                                     
- la propria deliberazione n. 447 del 24/3/2003 avente per oggetto              
"Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le           
strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali";                        
- la propria deliberazione n. 1912 del 6 ottobre 2004 avente per                
oggetto: "DL 12/7/2004, n. 168 come convertito nella Legge 30 luglio            
2004, n. 191. Direttive per l'applicazione.";                                   
dato atto, dei sotto elencati pareri espressi in ordine al presente             
atto, ai sensi dell'art. 37, comma 4 della L.R. 43/01 e della propria           
deliberazione 447/03:                                                           
- di regolarita' amministrativa dal Direttore generale Cultura                  
Formazione e Lavoro, dott.ssa Cristina Balboni;                                 
- di regolarita' contabile espresso dal Dirigente Professional                  
"Controllo e Presidio dei processi connessi alla predisposizione del            
Bilancio e del Rendiconto generale" dott.ssa Maria Grazia Gaspari in            
sostituzione della Responsabile del Servizio Bilancio-Risorse                   
finanziarie dott.ssa Amina Curti ai sensi delle note del Direttore              
generale Risorse finanziarie e strumentali prot. n. ARB/DRF/02/59146            
del 7/11/2002 e prot. n. ARB/DRF/03/2445-I del 21 gennaio 2003;                 
su proposta dell'Assessore competente per materia;                              
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
1) di approvare per i motivi e con le modalita' indicati in premessa,           
che qui s'intendono integralmente riportati - e in attuazione della             
delibera del Consiglio regionale n. 552 del 6 aprile 2004 recante               
"Programma degli interventi per la promozione di attivita' culturali            
ai sensi della L.R. 22 agosto 1994, n. 37 e successive modificazioni            
(proposta della Giunta regionale in data 2 febbraio 2004, n. 158)", -           
gli interventi strutturali per l'anno 2004 di cui all'art. 4 bis,               
comma 1 della stessa L.R. 37/94 e successive modifiche, indicati                
nell'allegata Tabella A parte integrante e sostanziale della presente           
deliberazione;                                                                  
2) di dare atto che sul numero totale dei soggetti che hanno                    
presentato richiesta di contributo (n. 58), sono stati esclusi n.17             
soggetti riportati nell'allegata Tabella B anch'essa parte integrante           
e sostanziale della presente deliberazione, per i motivi a fianco di            
ciascuno specificati;                                                           
3) di concedere pertanto i contributi ai soggetti indicati nella                
Tabella A, per le finalita' e  secondo le quote per ciascuno a fianco           
indicate (al netto di IVA per i beneficiari ai quali non e' possibile           
riconoscere l'imposta come costo), per una somma complessiva di                 
498.679,12 Euro ripartita come segue:                                           
- quanto ad Euro 246.619,36, ai fini del finanziamento degli                    
interventi che rientrano nelle tipologie degli investimenti ammessi             
per le Regioni a Statuto ordinario e per gli Enti locali ai sensi               
della normativa introdotta in particolare con il richiamato art. 3,             
comma 18, lett. g) della Legge 350/03, registrata al n. 5870 di                 
impegno al Cap. 70545 "Contributi per la realizzazione, l'adeguamento           
e l'innovazione tecnologica per l'acquisto di attrezzature destinate            
alle medesime attivita' (art.4 bis, comma 1 e art. 9, comma 6, L.R.             
22 agosto 1994, n. 37)" - UPB 1.6.5.3.27500 - del Bilancio per                  
l'esercizio finanziario 2004, che presenta la necessaria                        
disponibilita';                                                                 
- quanto ad Euro 252.059,76, ai fini del finanziamento, ai sensi                
dell'art. 3, comma 1 del DL 168/04 convertito con la Legge 191/04,              
degli interventi contraddistinti con asterisco nell'allegata Tabella            
A, che non rientrano nelle tipologie degli investimenti ammessi per             
le Regioni a Statuto ordinario e per gli enti locali secondo la                 
normativa citata al punto precedente, registrata al n. 5871 di                  
impegno al Cap. 70545 "Contributi per la realizzazione, l'adeguamento           
e l'innovazione tecnologica di sedi e spazi destinati ad attivita'              
culturali nonche' per l'acquisto di attrezzature destinate alle                 
medesime attivita' (art. 4 bis, comma 1 e art. 9, comma 6, L.R. 22              
agosto 1994, n. 37)" - UPB 1.6.5.3.27500 - del Bilancio per                     
l'esercizio finanziario 2004, che presenta la necessaria                        
disponibilita';                                                                 
4) di dare atto altresi' che i contributi di cui al precedente punto            
3) sono vincolati alla realizzazione degli interventi per i quali               
sono stati assegnati, ferma restando la possibilita' per i soggetti             
attuatori - in considerazione della rapida evoluzione delle                     
attrezzature tecnologiche - di operare anche eventuali acquisti                 
diversi da quelli previsti, purche' tali acquisti siano strettamente            
funzionali alla realizzazione del progetto culturale ammesso;                   
5) di dare atto inoltre che i contributi concessi sono liquidati in             
unica soluzione a presentazione della documentazione predisposta                
secondo le modalita' indicate nell'allegato Modello 1 per i soggetti            
pubblici e nell'allegato Modello 2 per i soggetti privati entrambi              
parti integranti del presente atto;                                             
6) di dare atto, con riferimento al precedente punto 4), che nel caso           
in cui vengano acquistate attrezzature diverse da quelle ammesse, i             
soggetti beneficiari di cui all'allegata Tabella A, dovranno darne              
comunicazione nel momento della richiesta di liquidazione                       
specificando altresi' alla Regione, con le stesse procedure e                   
strumenti indicati al punto 5) i motivi delle variazioni apportate e            
il raggiungimento dell'obiettivo culturale previsto inizialmente;               
7) di stabilire che gli interventi si intendono conclusi quando:                
- per i soggetti privati sono state emesse e regolarmente quietanzate           
tutte le fatture (o i documenti equipollenti) relative agli acquisti            
previsti;                                                                       
- per i soggetti pubblici e' stato adottato l'atto di liquidazione e            
il relativo mandato di pagamento inerente gli acquisti previsti;                
8) di stabilire nella data del 20 ottobre 2005 il termine perentorio            
per la presentazione dei documenti di rendiconto, che attestino                 
l'avvenuta fornitura e il relativo pagamento, indicati al precedente            
punto 5), (per l'invio a mezzo posta fara' fede la data del timbro              
postale);                                                                       
9) di dare atto che qualora il progetto sia stato completamente                 
realizzato e il costo totale dell'intervento ammesso risulti variato            
in diminuzione rispetto al preventivo, la percentuale del contributo            
potra' raggiungere il 50% del costo sostenuto ritenuto ammissibile e            
comunque per un importo non superiore al contributo concesso. In caso           
di aumento del costo sostenuto rispetto a quello previsto il                    
contributo regionale rimarra' invariato;                                        
10) di dare atto che in presenza di parziale realizzazione del                  
progetto ammesso, e sempreche' cio' non ne pregiudichi le finalita',            
il contributo regionale verra' proporzionalmente ridotto, applicando            
la medesima percentuale definita in sede di assegnazione al costo               
sostenuto, riconosciuto ammissibile fino alla concorrenza della spesa           
preventivata per le attrezzature acquistate;11) di dare atto che il             
contributo regionale verra' revocato a fronte delle condizioni                  
stabilite nella citata deliberazione del Consiglio regionale 552/04             
nonche':                                                                        
- mancata realizzazione dei progetti ammessi a contributo sulla base            
delle procedure indicate ai precedenti punti 7) e 8);                           
- in presenza di progetti realizzati ma il cui costo effettivo sia              
inferiore a 8.000,00 Euro previsto come requisito di ammissione;                
- qualora i progetti, in sede di liquidazione, risultino godere                 
dell'assegnazione di altro finanziamento regionale;                             
12) di dare altresi' atto che alla liquidazione e  all'eventuale                
rideterminazione o revoca dei contributi di cui all'allegata Tabella            
A e alla richiesta dei titoli di pagamento provvedera' in unica                 
soluzione, con propri atti formali, il Dirigente regionale competente           
per materia, ai sensi della L.R. 40/01 e della propria delibera                 
447/03 sulla base di quanto stabilito ai punti precedenti;                      
13) di vincolare i soggetti beneficiari degli interventi finanziari             
di cui alla presente deliberazione ad evidenziare, ove possibile e              
nei modi piu' opportuni, che gli interventi ammessi sono stati                  
realizzati con il contributo della Regione Emilia-Romagna;                      
14) di rinviare per tutto quanto non espressamente previsto nel                 
presente atto alle disposizioni tecnico-amministrativo contabili                
indicate nella delibera 552/04 sopracitata;                                     
15) di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della               
Regione Emilia-Romagna.                                                         
segue allegato fotografato)                                                     

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it