REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 dicembre 2004, n. 2720

Concessione dei contributi per i progetti presentati ai sensi della propria deliberazione 1419/04 in attuazione della Misura 4.1 Azione A del Programma regionale triennale per lo sviluppo delle attivita' produttive

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Richiamate:                                                                     
- la L.R. 21 aprile 1999, n. 3 ed in particolare l'art. 54, comma 4,            
lettera c) e l'art. 55;                                                         
- la propria deliberazione n. 1419 del 12 luglio 2004 avente ad                 
oggetto "Modalita' e criteri di attuazione della Misura 4.1, Azione A           
del Programma regionale triennale per lo sviluppo delle attivita'               
produttive" (di seguito denominata semplicemente "bando");                      
rilevato che il bando prevede, negli Allegati A e B, le seguenti                
tipologie di intervento:                                                        
- all'Allegato A i progetti di "forme associative di lavoratori                 
autonomi";                                                                      
- all'Allegato B i progetti di "lavoratori autonomi singoli";                   
richiamata la determinazione del Direttore generale alle Attivita'              
produttive, Commercio, Turismo n. 13014 del 22 settembre 2004 avente            
ad oggetto "Costituzione gruppo di lavoro tecnico per attivita'                 
istruttoria procedimento relativo alla Misura 4.1 Az. A Progr. reg.le           
triennale per lo sviluppo delle attivita' produttive. Bando approvato           
con DGR 1419/04";                                                               
dato atto delle risultanze dell'attivita' istruttoria espletata dal             
citato gruppo di lavoro tecnico, come risulta dai verbali n. 1 prot.            
n. AIA/IND/04/32363 del 28 settembre 2004, n. 2 prot. n. AIA/                   
IND/04/32585 del 30 settembre 2004, n. 3 prot. n. AIA/ IND/04/33016             
del 5 ottobre 2004, n. 4 prot. n. AIA/ IND/04/33695 del 6 ottobre               
2004, n. 5 prot. n. AIA/ IND/04/34882 del 12 ottobre 2004, n. 6 prot.           
n. AIA/ IND/04/35149 del 13 ottobre 2004, n. 7 prot. n. AIA/                    
IND/04/35867 del 20 ottobre 2004, n. 8 prot. n. AIA/ IND/04/36590 del           
27 ottobre 2004, n. 9 prot. n. AIA/ IND/04/37183 del 3 novembre 2004,           
trattenuti agli atti del Servizio Politiche industriali;                        
considerato che nelle predette risultanze istruttorie sono                      
evidenziate, per ciascuna tipologia di intervento:                              
1) quanto ai progetti ritenuti ammissibili: - gli elementi per                  
l'individuazione dei beneficiari e per la redazione delle rispettive            
graduatorie nonche' l'importo delle spese ammissibili;                          
2) quanto ai progetti ritenuti non ammissibili: - gli elementi per              
l'individuazione dei richiedenti nonche' le motivazioni                         
dell'esclusione;                                                                
visti:                                                                          
- il punto 3), lettera c) del dispositivo del bando in cui e'                   
stabilito che all'approvazione dei progetti, previa apposita                    
istruttoria secondo le modalita' indicate alle voce 5) "Priorita' e             
istruttoria" degli Allegati A e B, alla contestuale concessione dei             
contributi a favore dei soggetti beneficiari e all'assunzione del               
relativo impegno di spesa, qualora ricorrano le condizioni previste             
dalla L.R. 40/01 provvedera', con proprio atto, la Giunta regionale;            
- l'art. 3, comma 18 della Legge 24/12/2003, n. 350;                            
- l'art. 3, comma 1 del DL 12 luglio 2004, n. 168 recante "Interventi           
urgenti per il contenimento della spesa pubblica", convertito con               
modificazioni dalla Legge 30 luglio 2004, n. 191;                               
- il punto 2, lettera c. del dispositivo della propria deliberazione            
n. 1912 del 6 ottobre 2004 recante "DL 12/7/2004, n. 168 come                   
convertito nella Legge 30 luglio 2004, n. 191. Direttive per                    
l'applicazione";                                                                
considerato che con il presente provvedimento sono rispettati i                 
vincoli previsti nel citato DL 168/04, convertito con modificazioni             
dalla Legge 191/04;                                                             
ritenuto pertanto di provvedere con il presente atto, in base a                 
quanto stabilito al punto 3), lettera c) del dispositivo del bando,             
all'approvazione delle graduatorie dei progetti ritenuti ammissibili,           
alla contestuale concessione dei contributi e all'assunzione del                
relativo impegno di spesa nonche' all'esclusione dei progetti                   
ritenuti non ammissibili;                                                       
considerato che:                                                                
- il punto 2) del dispositivo del bando stabilisce in Euro                      
3.926.253,29 l'entita' complessiva delle risorse disponibili per dare           
attuazione alla predetta misura, secondo la seguente ripartizione:              
- Euro 1.000.000,00 per gli interventi dei soggetti di cui                      
all'Allegato A del bando;                                                       
- Euro 2.926.253,29 per gli interventi dei soggetti di cui                      
all'Allegato B del bando;                                                       
- il paragrafo 3) dell'Allegato A del bando stabilisce che il                   
contributo potra' essere concesso fino alla misura massima del 50%              
delle spese ammesse, con un limite minimo di spesa ammissibile pari             
ad Euro 5.000,00 ed un limite massimo di spesa ammissibile pari ad              
Euro 50.000,00;                                                                 
- il paragrafo 3) dell'Allegato B del bando stabilisce che il                   
contributo potra' essere concesso fino alla misura massima del 40%              
delle spese ammesse, con un limite minimo di spesa ammissibile pari             
ad Euro 2.500,00 ed un limite massimo di spesa ammissibile pari ad              
Euro 20.000,00;                                                                 
- il bando non predefinisce una percentuale fissa di contribuzione;             
- il fabbisogno necessario per finanziare integralmente gli                     
interventi ammissibili dei soggetti di cui all'Allegato A del bando,            
applicando la percentuale massima di contribuzione del 50% sulle                
spese ammesse, ammonta ad Euro 606.648,63;                                      
- il fabbisogno necessario per finanziare integralmente gli                     
interventi ammissibili dei soggetti di cui all'Allegato B del bando,            
applicando la percentuale massima di contribuzione del 40% sulle                
spese ammesse, ammonta ad Euro 2.280.703,42;                                    
- le risorse previste dal bando sono ampiamente sufficienti per                 
finanziare integralmente, secondo le predette percentuali massime di            
contribuzione, sia gli interventi dei soggetti di cui all'Allegato A            
che gli interventi dei soggetti di cui all'Allegato B del bando                 
stesso;                                                                         
- compete alla Giunta regionale determinare la percentuale di                   
contributo da applicare alle domande ammissibili, tenendo conto che             
e' di interesse prioritario del sistema produttivo e dei servizi                
della Regione finanziare il piu' elevato numero possibile di domande            
ammissibili, assicurando nello stesso tempo una percentuale di                  
contribuzione individuata secondo criteri di massima incisivita' e              
significativita';                                                               
ritenuto pertanto, sulla base delle predette considerazioni, di:                
- finanziare le diverse tipologie di intervento applicando le                   
percentuali massime di contribuzione previste dal bando, ritenute               
congrue ai fini del raggiungimento degli obiettivi regionali                    
individuati con la presente misura agevolativa;                                 
- approvare la graduatoria delle domande ammesse indicate                       
nell'Allegato 1, parte integrante della presente deliberazione,                 
riguardante i progetti di forme associative di lavoratori autonomi              
(soggetti di cui all'Allegato A del bando);                                     
- approvare la graduatoria delle domande ammesse indicate                       
nell'Allegato 2, parte integrante della presente deliberazione,                 
riguardante i progetti di lavoratori autonomi singoli (soggetti di              
cui all'Allegato B del bando);                                                  
- escludere il progetto di forma associativa di lavoratori autonomi             
(soggetto di cui all'Allegato A del bando) elencato nell'Allegato 3,            
parte integrante della presente deliberazione, per la motivazione a             
fianco indicata;                                                                
- escludere i progetti di lavoratori autonomi singoli (soggetti di              
cui all'Allegato B del bando) elencati nell'Allegato 4, parte                   
integrante della presente deliberazione, per le motivazioni a fianco            
di ciascuno indicate;                                                           
- concedere:                                                                    
-   ai soggetti elencati nell'Allegato 1 il contributo complessivo di           
Euro 606.648,63, secondo la ripartizione risultante dall'allegato               
stesso, calcolato applicando la percentuale di contribuzione del 50%            
sulle spese ammesse;                                                            
- ai soggetti elencati nell'Allegato 2 il contributo complessivo di             
Euro 2.280.703,42, secondo la ripartizione risultante dall'allegato             
stesso, calcolato applicando la percentuale di contribuzione del 40%            
sulle spese ammesse;                                                            
dato atto dell'istruttoria eseguita con esito positivo dal Servizio             
Politiche industriali;                                                          
visto il DPR 3 giugno 1998, n. 252 avente ad oggetto "Regolamento               
recante norme per la semplificazione dei procedimenti relativi al               
rilascio delle comunicazioni e delle informazioni antimafia" ed in              
particolare l'art. 1, comma 2, lettera e), il quale stabilisce che la           
"documentazione antimafia" non e' richiesta per i provvedimenti, gli            
atti, i contratti e le erogazioni il cui valore complessivo non                 
supera l'importo di Euro 154.937,07;                                            
considerato che tutti i contributi concessi con la presente                     
deliberazione ad ogni singolo beneficiario sono inferiori all'importo           
di Euro 154.937,07 e che pertanto non e' necessaria l'acquisizione              
della "documentazione antimafia";                                               
viste le leggi regionali:                                                       
- 40/01 "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna,                    
abrogazione delle LL.RR. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n.               
4";                                                                             
- 43/01 "Testo unico in materia di organizzazione e  di rapporto di             
lavoro nella regione Emilia-Romagna";                                           
- 29/03 "Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per                
l'esercizio finanziario 2004 e Bilancio pluriennale 2004-2006"                  
nonche' la L.R. 18/04 relativa al primo provvedimento generale di               
variazione dello stesso;                                                        
richiamata la propria deliberazione n. 447 del 24/3/2003 "Indirizzi             
in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture            
e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali";                                  
ritenuto che ricorrano gli elementi di cui all'art. 47, comma 2 della           
L.R. 40/01, e che pertanto l'impegno di spesa possa essere assunto              
con il presente atto;                                                           
dato atto dei seguenti pareri in ordine al presente provvedimento, ai           
sensi dell'art. 37, comma 4 della L.R. 26 novembre 2001, n. 43 e                
della propria deliberazione 447/03:                                             
- di regolarita' amministrativa espresso dal Direttore generale alle            
Attivita' produttive, Commercio, Turismo, dr. Andrea Vecchia;                   
- di regolarita' contabile espresso dal Dirigente Professional                  
"Controllo e Presidio dei processi connessi alla predisposizione del            
Bilancio e del Rendiconto generale" dott.ssa Maria Grazia Gaspari in            
sostituzione della Responsabile del Servizio Bilancio-Risorse                   
finanziarie dott.ssa Amina Curti ai sensi delle note del Direttore              
generale Risorse finanziarie e strumentali prot. n. ARB/DRF/02/59146            
del 7/11/2002 e prot. n. ARB/DRF/03/2445-I del 21 gennaio 2003, della           
suddetta L.R. nonche' della medesima deliberazione 447/03;                      
su proposta dell'Assessore alle Attivita' produttive, Sviluppo                  
economico e Piano telematico;                                                   
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
per le motivazioni e le precisazioni in premessa enunciate, che si              
intendono integralmente riprodotte, di:                                         
1) approvare la graduatoria delle domande ammesse indicate                      
nell'Allegato 1, parte integrante della presente deliberazione,                 
riguardante i progetti di forme associative di lavoratori autonomi              
(soggetti di cui all'Allegato A del bando);                                     
2) approvare la graduatoria delle domande ammesse indicate                      
nell'Allegato 2, parte integrante della presente deliberazione,                 
riguardante i progetti di lavoratori autonomi singoli (soggetti di              
cui all'Allegato B del bando);                                                  
3) escludere il progetto di forma associativa di lavoratori autonomi            
(soggetto di cui all'Allegato A del bando) elencato nell'Allegato 3,            
parte integrante della presente deliberazione, per la motivazione a             
fianco indicata;                                                                
4) escludere i progetti di lavoratori autonomi singoli (soggetti di             
cui all'Allegato B del bando) elencati nell'Allegato 4, parte                   
integrante della presente deliberazione, per le motivazioni a fianco            
di ciascuno indicate;                                                           
5) concedere:                                                                   
a) ai soggetti elencati nell'Allegato 1 il contributo complessivo di            
Euro 606.648,63 secondo la ripartizione risultante dall'allegato                
stesso, calcolato applicando la percentuale di contribuzione del 50%            
sulle spese ammesse;                                                            
b) ai soggetti elencati nell'Allegato 2 il contributo complessivo di            
Euro 2.280.703,42 secondo la ripartizione risultante dall'allegato              
stesso, calcolato applicando la percentuale di contribuzione del 40%            
sulle spese ammesse;                                                            
6) impegnare la somma complessiva di Euro 2.887.352,05 registrata al            
n. 5841 di impegno sul Capitolo 22815 "Fondo unico regionale per le             
attivita' produttive industriali. Contributi a lavoratori atipici per           
l'elaborazione del progetto professionale ed il relativo avviamento,            
la realizzazione di progetti di qualificazione e sviluppo tecnologico           
dell'attivita' nel lavoro autonomo e nelle professioni, la creazione            
di reti informatiche (art. 53, in attuazione dell'art. 54, comma 4,             
lett. c) della L.R. 21 aprile 1999, n. 3; PTAPI 1999-2001, Misura 2.3           
Azione A; PTAPI 2003/2005, Misura 4.1 Azione A)", afferente alla UPB            
1.3.2.3 8300 "Programma per lo sviluppo delle attivita' produttive ed           
industriali (PTAPI)", del Bilancio per l'esercizio finanziario 2004             
che presenta la necessaria disponibilita';                                      
7) dare atto che alla liquidazione dei contributi e alla richiesta              
della emissione dei titoli di pagamento provvedera', con propri atti            
formali, il Dirigente competente ai sensi degli artt. 51 e 52 della             
L.R. 40/01 e della propria deliberazione 447/03, secondo le modalita'           
previste ai paragrafi 6) degli Allegati A e B del bando;                        
8) confermare in ogni altra sua parte la propria deliberazione                  
1419/04 dando atto che per quanto non espressamente previsto nella              
presente deliberazione si rinvia alle disposizioni in essa indicate;            
9) pubblicare il testo integrale della presente deliberazione nel               
Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna e disporre che le             
graduatorie approvate con la deliberazione stessa siano diffuse                 
tramite il sito Internet regionale: www.ermesimprese.it.                        
(segue allegato fotografato)                                                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it