REGIONE EMILIA-ROMAGNA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 24 ottobre 2005, n. 1697

Attuazione della Misura 2.2 Azione A del programma triennale per le attivita' produttive 2003-2005 per l'anno 2005

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA
Vista la L.R. 21 aprile 1999, n. 3, recante "Riforma del sistema
regionale e locale";
visti in particolare:
- l'art. 49, comma 1, lett. f della  medesima Legge regionale, secondo
il quale sono di competenza della Regione i compiti e le funzioni
amministrative concernenti la promozione di interventi per singoli
settori industriali e per la cooperazione tra le imprese;
- il Capo IV "Cooperazione" della medesima legge regionale;
- l'art. 54 della medesima Legge regionale, che disciplina
l'attuazione degli obiettivi e degli interventi della Regione in
materia di attivita' produttive industriali prevedendo, tra l'altro,
che il Consiglio, su proposta della Giunta, approvi un programma
regionale, di norma triennale, relativo all'attuazione dell'insieme
delle attivita' e delle funzioni spettanti alla Regione medesima nella
materia in argomento;
- il terzo comma dell'art. 55 della medesima Legge regionale, che
disciplina le modalita' e procedure di intervento di competenza della
Giunta regionale per l'attuazione del Programma triennale per le
attivita' produttive industriali;
vista la L.R. 23 marzo 1990, n. 22, recante "Disposizioni di principio
e disciplina generale per la cooperazione", con la quale la Regione
disciplina, in armonia con gli obiettivi della programmazione
regionale, gli interventi volti alla promozione, allo sviluppo e alla
qualificazione dell'impresa cooperativa;
richiamati, in particolare:
- l'art. 2, comma 1, primo capoverso della sopra citata legge
regionale, secondo il quale la Regione Emilia-Romagna promuove
specifici interventi per facilitare la promozione e la qualificazione
dell'impresa cooperativa in quanto operante nei settori di competenza
regionale;
- l'art. 2, comma 1, secondo capoverso, della sopra citata legge
regionale, secondo il quale i suddetti interventi possono riguardare
progetti di particolare rilevanza relativi a:
a) attivita' finalizzate alla valorizzazione del lavoro e delle
capacita' professionali;
b) consulenze tecnico-manageriali per il potenziamento e la
razionalizzazione aziendale;
c) attivita' di assistenza e consulenza finanziaria al fine di
agevolare l'accesso ai canali di credito e di coordinare i possibili
strumenti finanziari in rapporto alle esigenze delle imprese;
d) diffusione e trasferimento di conoscenze e competenze nel settore
dell'innovazione tecnologica, con particolare riferimento alle
iniziative volte all'introduzione di nuovi prodotti e nuove tecniche
che incrementino la produttivita' e la competitivita';
e) preparazione di studi di mercato e progetti di fattibilita' per
processi di ammodernamento e di nuova localizzazione delle imprese;
f) attivita' di ricerca caratterizzate da contenuti particolarmente
rilevanti ai fini dello sviluppo del settore cooperativo;
g) assistenza e promozione per programmi di commercializzazione e di
sviluppo dell'esportazione;
h) costituzione di servizi per la certificazione e il controllo
dell'andamento finanziario, organizzativo e produttivo delle
cooperative;
- l'art. 4 della predetta legge regionale, che definisce le priorita'
e i criteri in base ai quali devono essere ammessi gli interventi
previsti ai sensi dell'art. 2 sopra citato;
richiamate:
- la propria deliberazione n. 2039 del 20 ottobre 2003, esecutiva ai
sensi di legge, recante "Programma triennale per le Attivita'
produttive 2003 - 2005 in attuazione degli articoli 54 e 55 della L.R.
21 aprile 1999, n. 3 'Riforma del sistema regionale e locale' -
Proposta al Consiglio";
- la deliberazione del Consiglio regionale n. 526 del 5 novembre 2003
recante "Programma triennale per le Attivita' produttive 2003 - 2005,
in attuazione degli artt. 54 e 55 della L.R. 21 aprile 1999, n. 3,
'Riforma del sistema regionale e locale'. (Proposta della Giunta
regionale in data 20 ottobre 2003, n. 2039)";
considerato:
- che con la deliberazione del Consiglio regionale dell'Emilia-Romagna
n. 526 del 5 novembre 2003, sopra richiamata, e' stato approvato il
Programma triennale per le attivita' produttive 2003-2005 e che tale
nuovo strumento operativo di politica industriale regionale e' venuto
a sostituire il precedente Programma triennale per le Attivita'
produttive 1999-2001;
- che nel Programma triennale per le attivita' produttive 2003-2005 e'
ricompresa, tra l'altro, la Misura 2.2 "Interventi per lo sviluppo e
la qualificazione dell'impresa cooperativa", nella quale sono
confluiti gli interventi previsti negli artt. 2 e 5 della L.R. 22/90;
- che l'attuazione della suddetta Misura 2.2 e' prevista in due
specifiche Azioni, tra cui in particolare l'Azione A "Servizi per la
cooperazione", nella quale sono confluiti gli interventi previsti
nell'art.2 della L.R. 22/90;
ritenuto opportuno, con il presente provvedimento:
- dare attuazione alla citata Misura 2.2 Azione A del Programma
triennale per le Attivita' produttive 2003-2005, nella quale sono
confluiti gli interventi previsti dal citato art.2 della L.R. 22/90;
- provvedere alla conseguente fissazione della disciplina relativa
alle modalita' e ai criteri da osservare per la realizzazione degli
interventi di cui alla suddetta Misura 2.2 Azione A (art. 2, L.R.
22/90) nonche' alla individuazione dei criteri di selezione dei
soggetti beneficiari del relativo contributo;
vista, conseguentemente, la necessita' di dover approvare con il
presente provvedimento:
- l'Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente
provvedimento, disciplinante i criteri e le modalita' da osservare per
la realizzazione dei servizi previsti dalla Misura 2.2 Azione A del
Programma triennale per le Attivita' produttive 2003-2005, nella quale
sono confluiti gli interventi previsti dal citato art. 2 della L.R.
22/90, e per la concessione dei relativi contributi regionali;
- l'Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente
provvedimento, contenente il modulo da utilizzare per la presentazione
della domanda/manifestazione di interesse;
- l'Allegato 3, parte integrante e sostanziale del presente
provvedimento, contenente la modulistica da utilizzare ai fini della
rendicontazione finanziaria delle spese sostenute per la realizzazione
del progetto;
dato atto che il citato art.4 "Priorita' e criteri" della citata L.R.
22/90 prevede che "nell'ammissione agli interventi di cui all'art. 2
sono considerate prioritarie le iniziative che si distinguono per:
- caratteristiche di innovazione nelle tecnologie e nella
organizzazione produttiva;
- l'adozione di tecnologie e metodi di produzione compatibili con
l'ambiente;
- particolare rilevanza sociale e civile;
- rispondenza alle esigenze dei territori svantaggiati";
ritenuto - con riferimento alle priorita' e criteri predetti e al fine
di garantire l'innovazione e la competitivita' del sistema cooperativo
della Regione Emilia-Romagna - di dover privilegiare, nella
valutazione dei progetti che saranno presentati, il criterio
dell'offerta di servizi finalizzati all'innovazione tecnologica e
organizzativa delle imprese cooperative;
dato atto, inoltre, che:
- all'istruttoria delle domande che perverranno a seguito
dell'attivazione degli interventi di cui alla citata Misura 2.2 Azione
A del Programma triennale per le Attivita' produttive 2003-2005, nella
quale sono confluiti gli interventi previsti dal citato art. 2 della
L.R. 22/90, provvedera' un apposito nucleo di valutazione che sara'
nominato, a seguito dell'adozione del presente provvedimento, con
determinazione del Direttore generale alle Attivita' produttive,
Commercio, Turismo, ai sensi dell'art. 40, lettera m) della L.R. 40/01
e del paragrafo 2.2.1 dell'Allegato alla deliberazione della Giunta
regionale 447/03;
- all'individuazione - sulla base dell'istruttoria di cui al
precedente punto - dei soggetti beneficiari e alla conseguente
quantificazione e concessione dei contributi nonche' all'impegno delle
risorse finanziarie necessarie nei limiti dell'importo iscritto sul
Capitolo 21200 "Interventi per la promozione e la qualificazione delle
imprese cooperative (artt. 2 e 3, L.R. 23/3/1990, n. 22 e successive
modifiche)" UPB 1.3.2.2.7120 del Bilancio di previsione della Regione
Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario 2005  provvedera', con
proprio atto, il dirigente regionale competente per materia;
- che, ai fini del punto immediatamente precedente e per quanto
riguarda l'ammontare del contributo, il dirigente competente dovra'
applicare la misura dell'80% delle spese ritenute ammissibili dal
nucleo di valutazione;
- alla liquidazione dei finanziamenti e alla richiesta di emissione
dei titoli di pagamento provvedera' il Dirigente regionale competente
per materia con propri atti formali, ai sensi della L.R. 40/01 e della
propria deliberazione 447/03, secondo le modalita' indicate nella
lettera f (finanziamento regionale) dell'Allegato 1 al presente atto;
sentite le associazioni di rappresentanza delle imprese cooperative
dell'Emilia-Romagna in merito alle esigenze prioritarie emergenti dal
complessivo panorama del mercato delle imprese cooperative
emiliano-romagnole;
dato atto, infine, che l'onere finanziario complessivo afferente
l'attuazione del presente provvedimento, quantificato in complessivi
Euro 300.000,00, trova la necessaria copertura nell'ambito del
Capitolo 21200 "Interventi per la promozione e la qualificazione delle
imprese cooperative (artt. 2 e 3, L.R. 23/3/1990, n. 22 e successive
modifiche)" - UPB 1.3.2.2.7120 del Bilancio di previsione della
Regione Emilia Romagna per l'esercizio finanziario 2005;
acquisito, ai sensi del secondo comma dell'art. 3 della L.R. 22/90, il
parere favorevole della Commissione Attivita' produttive, espresso
nella seduta del 20 ottobre 2005 (prot. 15343), acquisito agli atti
del Servizio Politiche industriali;
richiamata la deliberazione della Giunta regionale 24 marzo 2003, n.
447, concernente "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e
funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni
dirigenziali", esecutiva ai sensi di legge;
dato atto del parere di regolarita' amministrativa del presente
provvedimento, espresso dal Direttore generale alle Attivita'
produttive, Commercio, Turismo, dott. Gaudenzio Garavini, ai sensi
dell'art. 37, quarto comma della L.R. 43/01 e della deliberazione
della Giunta regionale 447/03;
su proposta dell'Assessore alle Attivita' produttive, Sviluppo
economico e Piano telematico;
a voti unanimi e palesi, delibera:
1) di dare attuazione, per le ragioni esposte in premessa e che qui si
intendono integralmente richiamate, alla Misura 2.2 "Interventi per lo
sviluppo e la qualificazione dell'impresa cooperativa" Azione A
"Servizi per la cooperazione" del Programma triennale per le Attivita'
produttive 2003-2005, nella quale sono confluiti gli interventi
previsti dal citato art. 2 della L.R. 22/90;
2) di approvare, ai fini di cui al precedente punto, l'Allegato 1,
facente parte integrante e sostanziale del presente atto,
disciplinante i criteri e le modalita' da osservare per la
realizzazione dei servizi previsti dalla Misura 2.2 Azione A del
Programma triennale per le Attivita' produttive 2003-2005, nella quale
sono confluiti gli interventi previsti dal citato art. 2 della L.R.
22/90 e per la concessione dei relativi contributi regionali;
3) di approvare, ai fini di cui al precedente punto 1, l'Allegato 2,
parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, contenente
il modulo da utilizzare per la presentazione della
domanda/manifestazione di interesse;
4) di approvare l'Allegato 3, parte integrante e sostanziale del
presente provvedimento, contenente la modulistica da utilizzare ai
fini della rendicontazione finanziaria delle spese sostenute per la
realizzazione del progetto;
5) di privilegiare - con riferimento alle priorita' e ai criteri
previsti nell'art. 4 della L.R. 22/90 e al fine di garantire
l'innovazione e la competitivita' del sistema cooperativo della
Regione Emilia-Romagna - nella valutazione dei progetti che saranno
presentati, il criterio dell'offerta di servizi finalizzati
all'innovazione tecnologica e organizzativa delle imprese
cooperative;
6) di dare atto che all'istruttoria delle domande che perverranno a
seguito dell'attivazione degli interventi di cui alla citata Misura
2.2 Azione A del Programma triennale per le Attivita' produttive,
nella quale sono confluiti gli interventi previsti dal citato art. 2
della L.R. 22/90, provvedera' un apposito nucleo di valutazione che
sara' nominato, a seguito dell'adozione del presente provvedimento,
con determinazione del Direttore generale alle Attivita' produttive,
Commercio, Turismo, ai sensi dell'art. 40, lettera m) della L.R. 40/01
e del paragrafo 2.2.1 dell'Allegato alla deliberazione della Giunta
regionale 447/03;
7) di dare atto che all'individuazione - sulla base dell'istruttoria
di cui al precedente punto - dei soggetti beneficiari e alla
conseguente quantificazione e concessione dei contributi nonche'
all'impegno delle risorse finanziarie necessarie nei limiti
dell'importo iscritto sul Capitolo 21200 "Interventi per la promozione
e la qualificazione delle imprese cooperative (artt.2 e 3, L.R.
23/3/1990, n. 22 e successive modifiche)" UPB 1.3.2.2.7120 del
Bilancio di previsione della Regione Emilia- Romagna per l'esercizio
finanziario 2005, provvedera', con proprio atto formale, il Dirigente
regionale competente per materia;
8) di dare atto che, ai fini del punto immediatamente precedente e per
quanto riguarda l'ammontare del contributo, il dirigente competente
dovra' applicare la misura dell'80% delle spese ritenute ammissibili
dal nucleo di valutazione;
9) di dare atto che alla liquidazione dei finanziamenti e
all'emissione della richiesta dei titoli di pagamento provvedera' il
Dirigente competente per materia con propri atti formali, ai sensi
della L.R.40/01 e della propria deliberazione 447/03, secondo le
modalita' indicate al punto 1, lettera f dell'Allegato 1 al presente
atto;
10) di pubblicare integralmente il testo e gli Allegati 1, 2, e 3
della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione
Emilia-Romagna e di disporre che la stessa deliberazione e i suddetti
allegati siano diffusi tramite il sito Internet regionale:
www.ermesimprese.it.
(segue allegato fotografato)

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it